NEWS

Toyota Mirai: 1.003 km con un pieno di idrogeno

Pubblicato 01 giugno 2021

Stabilito un nuovo record di percorrenza con la Mirai, la berlina della Toyota alimentata a idrogeno.

Toyota Mirai: 1.003 km con un pieno di idrogeno

LA TOYOTA CI CREDE - La Toyota è l’azienda automobilistica che ha maggiormente puntato sull’idrogeno. Ne è la dimostrazione la seconda generazione della Toyota Mirai, nella quale l’idrogeno stivato in tre serbatoi ad alta pressione, viene inviato alla fuel cell di bordo, dove si combina con l'ossigeno presente nell’aria, per generare la corrente necessaria ad alimentare il motore elettrico che muove la vettura.

> TOYOTA MIRAI: LE PRIME IMPRESSIONI DI GUIDA

PIÙ LEGGERA ED EVOLUTA - La seconda generazione della Toyota Mirai è una notevole evoluzione della precedente. Essendo basata sulla piattaforma modulare GA-L, la casa ha potuto ridurre il peso di diversi componenti. C’è anche una nuova pila a combustibile (fuel cell) posizionata nel vano anteriore (prima era sotto il pianale). La batteria ad alta tensione agli ioni di litio (la precedente era al nichel-metallo idruro) e il motore elettrico sono collocati sopra l’asse posteriore. Questa riprogettazione si è tradotta, oltre che in un miglioramento dell’abitabilità, anche in un aumento dell’autonomia che, secondo la casa, raggiunge i 650 km con un pieno di idrogeno.

1003 KM CON UN PIENO - Un team composto da quattro piloti tra cui Victorien Erussard, fondatore e capitano dell'Energy Observer, la prima imbarcazione dotata di tecnologia a celle a combustibile della Toyota, ha voluto sfruttare le caratteristiche della Mirai per stabilire un nuovo record di percorrenza. Il viaggio è iniziato mercoledì 26 maggio alle 5:43 dalla stazione a idrogeno HYSETCO di Orly e si è concluso dopo aver percorso 1.003 km, stabilendo quindi un nuovo primato. La distanza è stata percorsa su strade pubbliche, a sud di Parigi e nelle aree di Loir-et-Cher e Indre-et-Loire, e la distanza e i consumi sono stati certificati da un'autorità esterna indipendente. Il consumo medio di carburante è stato di 0,55 kg per 100 km, con un pieno equivalente a 5,6 kg di idrogeno.

E IN ITALIA? - La Toyota Mirai è disponibile anche in Italia a partire da 66.000 euro nell’allestimento Pure. Tuttavia, a meno di non disporre di un erogatore di idrogeno privato (o aziendale), il suo utilizzo resta molto limitato. Infatti, attualmente, l’unico distributore pubblico si trova a Bolzano.

> AUTO A IDROGENO: ECCO COME FUNZIONANO

VIDEO
Toyota Mirai
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
57
24
8
4
11
VOTO MEDIO
4,1
4.076925
104




Aggiungi un commento
Ritratto di giulio21
1 giugno 2021 - 18:17
questo è il futuro non le auto elettriche che ci propinano in questi tempi... brava toyota!
Ritratto di RubenC
1 giugno 2021 - 18:43
1
Dammi un valido motivo perché l'idrogeno dovrebbe essere il futuro.
Ritratto di giulio21
1 giugno 2021 - 19:02
maggiore autonomia, rifornimento più veloce, ansia da ricarica che non ci sarà più, meno batterie... a me già solo queste cose mi bastano per propendere verso l'idrogeno
Ritratto di Er germanico
1 giugno 2021 - 19:53
Secondo me Giulio non ti rendi nemmeno conto che la Mirai ad idrogeno non è null'altro che un elettrica, solo che crea elettricità in un altro modo. La maggiore autonomia è una bufala, il rifornimento più veloce è una bufala (qua servono svariati minuti al distributore mentre un elettrica si ricarica nel box mentre sei a casa a farti i fatti tuoi), l'ansia da ricarica che non ci sarà più AHAHAHAHA, c'è un distributore a Bolzano, per fare Milano - Torino al massimo puoi caricarla sul carro-atrezzi mentre con un elettrica (all'avanguardia) ci fai andata e ritorno senza rifornimenti. Ammettilo, hai commentato tanto per occupare un po' di spazio nel blog, in realtà non vorresti un auto ad idrogeno nemmeno se fosse gratis.
Ritratto di giulio21
1 giugno 2021 - 20:00
uno che lavora girando in auto, spesso non ha tutto il tempo per farsi gli affari tuoi e inoltre se la tecnologia dovesse rivelarsi vincente vedrai che i distributori vengono smantellati direttamente dagli stessi benzinai che si metteranno a vendere idrogeno. Certo che vorrei un'auto a idrogeno, quella che allo stato attuale non vorrei mai è una vecchissima auto elettrica con la tecnologia di una macchinina radiocomandata venduta a un prezzo esorbitante, ma contento te compratela pure nessuno te lo vieta
Ritratto di Er germanico
1 giugno 2021 - 21:12
Come immaginavo, non hai capito che "l'auto a idrogeno" è di fatto una "vecchissima auto elettrica con la tecnologia di una macchinina radiocomandata", l'unica differenza è che al posto di poterla comodamente ricaricare a casa mentre dormi pagando 20 centesimi al kWh devi pure avere lo sbattimento di dover andare ai distributori di idrogeno per fare il pieno (inesistenti) pagando un costo al km pari a quello di un Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, il tutto udite udite, per 150 miseri cavalli. I distributori che verranno smantellati per metterci quelli ad idrogeno poi fanno capire che vivi in un altra galassia, torna sul pianeta terra ed evita di sparare certe fesserie.
Ritratto di giulio21
1 giugno 2021 - 21:31
guarda che andare a fare pieno di idrogeno è più o meno lo stesso tempo che impieghi per fare pieno di benzina o diesel. Io non dico fesserie sicuramente molti distributori convenzionali in futuro saranno trasformati per altri usi è ovvio, ma se tu vuoi rimanere fermo nelle tue convinzioni fai pure
Ritratto di RubenC
1 giugno 2021 - 21:33
1
giulio21, non funziona così. Quanto impieghi per raggiungere il distributore di idrogeno? Sai che un distributore può fare il pieno solo a un'auto ogni 30 min circa perché non è difficile produrre abbastanza idrogeno?
Ritratto di RubenC
1 giugno 2021 - 21:33
1
*perché È difficile
Ritratto di Er germanico
1 giugno 2021 - 21:44
Per violazione della policy del sito.
Pagine