NEWS

Toyota RAV4: la ibrida ricaricabile ha 306 CV

Pubblicato 20 novembre 2019

Al salone di Los Angeles la Toyota presenta la RAV4 Plug-in Hybrid Prime in arrivo nell'estate del 2020.

Toyota RAV4: la ibrida ricaricabile ha 306 CV

CHE POTENZA - La Toyota RAV4 di quinta generazione, sul mercato da un anno, potrà beneficiare di una nuova variante ibrida ricaricabile, annunciata al Los Angeles Auto Show. La Toyota RAV4 Plug-in Hybrid Prime (nelle foto e nel video più in basso) si posiziona al vertice della gamma e sarà disponibile dall’estate del 2020. Ha una potenza complessiva di 306 CV e sarà una concorrente diretta delle Peugeot 3008 Hybrid4 e DS7 Crossback e-Tense.

62 KM IN ELETTRICO - Il sistema ibrido ricaricabile, al debutto assoluto sulla Toyota RAV4 Prime, deriva da quello della versione 4x4 AWD-i ma è stato opportunamente potenziato (306 contro 218 CV); è composto da un motore quattro cilindri a benzina a ciclo Atkinson da 2,5 litri, una batteria agli ioni di litio e una coppia di motori elettrici (uno all’anteriore e uno al posteriore, per realizzare la trazione integrale). La Prime ha uno scatto da 0 a 100 km/h di 5,8 secondi e un'autonomia in modalità elettrica di 62 km. Entrambi i motori elettrici sono dotati della frenata rigenerativa, che ricarica le batterie durante i rallentamenti, il cui livello può essere selezionato utilizzando i comandi presenti sul volante.

LIEVI DIFFERENZE - Dal punto di vista estetico la Toyota RAV4 Prime si caratterizza per un fascione leggermente diverso, che presenta delle cromature nella parte bassa e inedite prese d’aria, e per i cerchi in lega da 19” (specifici nell’allestimento XSE insieme alla carrozzeria bicolore).

VIDEO
Toyota Rav4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
60
52
33
45
53
VOTO MEDIO
3,1
3.08642
243


Aggiungi un commento
Ritratto di remor
20 novembre 2019 - 19:33
E' un po' che lo dico che le plug in si creeranno il loro varco fra le vendite, perché per quelle che sono storicamente le esigenze di mobilità dei più e attualmente i vari limiti alla circolazione nei grandi centri urbani, rappresentano la soluzione più logica in chiave green. Nella fattispecie, poi, la cura plug-in sembrerebbe aver fatto particolarmente bene anche sul versante accelerazione perché onestamente uno 0-100 in 5.8sec su una ibrida Toyota non penso proprio di averlo mai letto.
Ritratto di Ale767
20 novembre 2019 - 19:52
1
Praticamente quando questa è già arrivata a 100 km/h la povera IS di nsx non è ancora arrivata nemmeno a 70 km/h. E oltre a sverniciare la IS consuma pure molto meno...
Ritratto di Leonal1980
21 novembre 2019 - 08:01
4
Vedo meglio una soluzione diesel plug in, con il nuovo sistema bosh Wltp 2.0, visto che al momento hanno emissioni inferiori a questi benzina e molta più coppia. Minor consumo, minor inquinamento co2 e nox e almeno quando non usi l’ibrido non ti svena.
Ritratto di ForzaItalia
21 novembre 2019 - 08:55
A dire il vero il pug in è la versione che porta gli svantaggi di un'auto a benzina combinati con gli svantaggi di un'auto elettrica, a casa dovrai installare la colonnina, aumentare l'abbonamento elettrico perchè 3KW non bastano se devi ricaricare anche l'auto, per non parlare che d'estate ci dicono di non accendere tutti ii condizionatori assieme altrimenti salta l'elettricità. Domanda a posteriori invece: ma su 306 si paga il superbollo? Quanti cv saranno dichiarati elettrici e quindi esenti (per ora) da superbollo? PS PER NICKTWO lo 0-100 dichiarato è un puro esercizio di stile perchè non andrai mai a poterlo effettuare veramente, ma questa cosa vale per tutte le ibride plug-in e già lo sapevi... come sapevi che 3KW non bastano in casa vero...?
Ritratto di remor
21 novembre 2019 - 09:10
Se questa è/fosse la premessa (in quanto a non riuscire nottetempo a collegare una plugin a qualsiasi presa della propria rete domestica 3KW eventualmente implementata a poco più, ma il tutto da verificare perché secondo me con 3KW ancora glie la si farebbe tenendo conto di tutta la nottata a disposizione e della poca capacità della batteria per coprire quei 60-70Km; qualcuno ha ipotizzato un 16KWh il che significa che in 10-12 ore di sosta sottrai mediamente 1.5KW che per la fase notturna non mi sembrano una particolare calamità) allora, ripeto con tale premesse pessimistiche, l'elettrico praticamente lo possiamo dare già per sicuro disperso. Dopodiche una ibrida plugin alla Toyota (ciclo atkinson) farà consumi pressoché da ibrida Toyota quindi anche a batteria scarica (non penso l'extra peso percentuale di così bassa autonomia sarà chissà quanto su un suv da mediamente 16-17 quintali) consumerebbe comunque poco anche se per quella volta la notte precedente la si è potuta ricaricare solo parzialmente o per niente.
Ritratto di remor
21 novembre 2019 - 09:13
Sullo 0-100 non ho capito. Cioè dichiarano 5.8sec ma potrebbe essere che nella realtà poi faccia 10sec? O per le ibride o le plug-in poi nella realtà, non saprei perché, non lo so riesce a misurare? Non ho acchiappato la questione
Ritratto di ForzaItalia
21 novembre 2019 - 10:27
Non farai mai uno 0-100 così perchè andresti a sprecare tutta la carica elettrica in pochissimo tempo e a consumare tantissimo carburante. Inoltre qualora la carica della batteria non fosse al 100% non riusciresti comunque ad ottenere il dato dichiarato. Il plug in al momento è una tecnologia super arretrata, sicuramente avrà margini di miglioramento, ma comprare un plug in adesso significa trovarsi nel medioevo se vuoi rivendere l'auto tra 3-4 anni. Senza contare i costi aggiuntivi per la manutenzione, senza contare che per via dei cavi arancioni sei vincolato a portare l'auto presso officine autorizzate ecc ecc potrei andare avanti per ore. La mia ultima esperienza col plug in è stata su RRSport PHEV 404cv che vanno peggio dei 249 diesel.
Ritratto di remor
21 novembre 2019 - 10:49
Ma dove sta scritto mai che uno non lo farà, ognuno vive in condizioni quotidiane diverse e quindi a che pro prevedere che l'esperienza del singolo valga poi per la totalità? Va a finire che sto scendendo dalla montagna e ho già il max di accumulo per cui nella prima occasione che mi capita di ripartire la sfrutto al max tanto poi avrò ancora altra discesa che quindi mi ricaricherà. O può darsi che in certi casi la sera riporto l'auto a casa con ancora una decina-ventina di km di batteria e per cui un paio di sprint me li posso permettere. Che poi non è che le sparate su una benzina normale o una diesel sono regalate, quindi le auto 0-100 in meno di 11 secondi che le farebbero a fare in generale se pure uno che si è preso un suv da (presumo) 35-40 mila euro e 300cv ha il braccino?
Ritratto di ForzaItalia
21 novembre 2019 - 14:52
Da questo commento si capisce che non hai mai guidato (TANTOMENO PROVATO A RICARICARE) una plug-in. Scusami NickTwo ma finchè scrivi così a caso non vale neanche la pena risponderti, tanto replicherai con altre robe di fantasia... "Va a finire che sto scendendo dalla montagna e ho già il max di accumulo per cui nella prima occasione che mi capita di ripartire la sfrutto al max tanto poi avrò ancora altra discesa che quindi mi ricaricherà" NON AGGIUNGO ALTRO.
Ritratto di remor
21 novembre 2019 - 15:52
Se entriamo così nello specifico della verifica diretta sul campo per poter esprimere un'idea allora dobbiamo necessariamente tutti ammutolirci ed aspettare la testimonianza diretta di chi proprio l'auto in questione ce l'ha (o meglio avrà), e la ricaricherà da casa per sapere come si svolge il tutto e quali eventuali impedimenti avrà trovato tali da obbligarlo a, magari, cambiarsela il giorno dopo averla ritirata in concessionaria. Se invece vogliamo essere più flessibili e dare l'opportunità anche ad altri di dire la propria, beh pensare che nel peggiore dei casi con qualche centinaio di euro (su 35-40 mila euro di spesa dell'auto) non ci sia la possibilità di acquistare un minimo di stazione da di ricarica per rete domestica che permetta di regolare l'assorbimento oltre cui non si vuole andare durante la ricarica notturna mi sembra al limite del fantascientifico (NB fantascientifico ma al contrario, ossia pensando che nel 2019 staremmo preistoricamente ancora al livello che una volta che attacchi una qualsiasi auto elettrica a casa ti ritrovi che per forza ti ciuccia tutti e 3KW e al primo microled supplementare che attivi ti manda tutto in blackout, e contro ciò -mani nei capelli per il terrore- non ci si può far niente)
Pagine