NEWS

Toyota Yaris: per lei un nuovo motore 1.5

24 gennaio 2017

Il 1.3 della Toyota Yaris lascia il posto ad un più moderno 1.5, sempre a 4 cilindri, che taglia i consumi nella misura del 12%.

Toyota Yaris: per lei un nuovo motore 1.5

GIÀPRONTO PER IL TEST NEDC - La Toyota ha annunciato pochi giorni fa un restyling della Toyota Yaris (nella foto sopra la versione giapponese) che avrà anche una versione più sportiva, dotata di un motore da 210 CV (qui per saperne di più). Il modello rinnovato sarà in vendita nel 2017 e porterà all’esordio un motore a benzina più evoluto e sofisticato dell'attuale 1.3 oggi. È un 4 cilindri di 1.5 litri, che adotta una serie di tecnologie per migliorare i consumi e diminuire l’impatto sull’ambiente: ha una resa energetica molto elevata (pari al 38,5%), lavora con un rapporto di compressione superiore ai benzina di pari cilindrata (13,5:1) e adotta il sistema EGR per il trattamento dei gas emessi allo scarico. Queste novità, secondo la Toyota, sono funzionali al superamento del nuovo test sulle emissioni NEDC, in vigore da settembre 2017 e basato su rilevamenti in condizioni reali di utilizzo e non più di laboratorio.

SOLUZIONI INEDITE - Particolare è anche la soluzione adottata per controllare l’alzata delle valvole, che permette al nuovo motore 1.5 della Toyota Yaris (foto qui sotto) di funzionare con il ciclo Otto o Atkinson a seconda delle circostanze, favorendo così le prestazioni o l’economia d’utilizzo. Ciò avviene grazie al nuovo sistema Variable Valve Timing intelligent con Electric Motor (VVT-iE), controllato in maniera elettronica, che gestisce l’albero a camme sul lato dell’aspirazione (attraverso un dispositivo idraulico) e interviene sul posizionamento della sua valvola: questa verrà chiusa nel ciclo Atkinson per limitare le perdite di pompaggio e sarà aperta nel ciclo Otto per migliorare le prestazioni. Il 1.5 adotta inoltre un sistema di raffreddamento ad acqua per il collettore di scarico, capace secondo la Toyota, di ridurre i consumi alle velocità autostradali.

PIÙ CV, MENO CONSUMI - Il nuovo 4 cilindri aspirato della Toyota Yaris sviluppa 111 CV e promette 136 Nm di coppia a 4.400 giri, gran parte della quale (118 Nm) è disponibile da 2.000 giri: il 1.5 dovrebbe rivelarsi elastico e molto sfruttabile anche alle velocità ridotte. L’incremento di potenza rispetto al 1.3 si traduce nel miglioramento dell’accelerazione 0-100 km/h e della ripresa da 80 a 120 km/h: nel primo caso passa da 11.8 a 11 secondi, nel secondo da 18.8 a 17.6 secondi. Il vantaggio a livello di consumi è nell’ordine del 12%, secondo quanto anticipato dall’azienda.

Toyota Yaris 1.5 Active 5 porte
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
0
1
0
VOTO MEDIO
3,5
3.5
2
Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
24 gennaio 2017 - 18:35
Intelligente gli ambedue cicli, otto e Atkinson, in base alle esigenze. Chissà se sarà più efficiente questa soluzione o la disattivazione dei cilindri.
Ritratto di Giuss
24 gennaio 2017 - 19:04
Interessante, per un decennio abbiamo assistito ad un downsizing dei motori fino ad arrivare al ridicolo. Adesso i produttori iniziano ad aumentare cilindrate e cavallerie per ottenere un risultato che non potrà più essere ingannevole. Un elogio alla Mazda che sono stati i primi e gli unici a capirlo già da almeno 5 anni!
Ritratto di steff69
24 gennaio 2017 - 19:56
Concordo con te. La Mazda con i suoi Skyactive ha aperto una strada che ora molti Costruttori dovranno per forza di cose perseguire però si troverà avvantaggiata per questo motivo.
Ritratto di MaurizioSbrana
25 gennaio 2017 - 08:10
1
Il problema tutto italiano della paura delle cilindrate elevate è dovuto ai costi di assicurazione esorbitanti che abbiamo nel nostro paese... ecco perché per esempio come prima auto per farmi uno storico assicurativo senza poter sfruttare il decreto bersani ho dovuto ripiegare su un 1.0 a benzina... quello che dici sulla tecnica dei motori è vero, ma se non si riforma seriamente il sistema assicurativo non si cambierà mai, almeno in italia
Ritratto di maino90
25 gennaio 2017 - 11:29
Guarda che non c'è alcun rapporto tra ammontare della polizza annua e cilindrata della vettura. Il premio viene calcolato in base al valore della vettura, non alla cubatura dei cilindri.
Ritratto di MaurizioSbrana
25 gennaio 2017 - 11:40
1
Con rispetto parlando hai detto una grossa cavolata. L'assicurazione si paga in base ai "cavalli fiscali", che in base alle tabelle assicurative aumentano in base alla cilindrata. Per esempio, una vettua 1.5/1.6 ha circa 16 cavalli fiscali, un 2.0 ne ha mi pare venti (non ricordo le tabelle precise...) e cosi via. Quindi, molti automobilisti indecisi se prendere un 2.0 aspirato o un 1.4/1.6 turbo di pari potenza prendono quello con cilindrata inferiore per risparmiare su assicurazione, sbagliando secondo me perché la "formula mazda" funziona provare per credere, ma sbagliando comprensibilmente a fronte di centinaia di euro risparmiate sull'rc
Ritratto di nicktwo
25 gennaio 2017 - 12:01
mai sentito che il premio rca viene calcolato in base al valore della vettura (ennesimo colpo di scena di quando si parla in un articolo relativo alle japponesi e tutto il mondo conosciuto si stravolge?)... quindi una bmw serie 750i 5000cc del 1990 che varra' 1000 euro pagherebbe meno di una panda 1.2cc appena immatricolata che ha un valore di mercato di 7-8.000 euro? ... saluti
Ritratto di maino90
25 gennaio 2017 - 12:57
Prova a fare un preventivo online e guarda.
Ritratto di nicktwo
25 gennaio 2017 - 13:28
l'ho già fatto, e proprio in agenzia (che quelli fatti on line spesso sono cautelativi rispetto allo sconto che in agenzia riescono a fare)... stessi circa cavalli fiscali... stessa auto stesso.... stesso allestimento... la turbodiesel diesel 200cc piu' di bassa cilindrata della benzina aspirata equivalente mi veniva di meno, nonostante notoriamente le diesel pagano di piu'... saluti
Ritratto di AlexTurbo90
26 gennaio 2017 - 17:47
@Dicoluc hai detto niente: differenze di 30/40/50 euro sono d' accordo che non siano tutto sto granché. Ma 80/90/100 euro annui in meno, per alcuni italiani non sono mica bruscolini! Sono d' accordo con te sul fatto che si esageri con questa "fobia" delle cilindrate grosse (per esempio chi fa il pignolo su un 2.4 piuttosto che un 2.0), ma un fondo di verità c'è sempre.
Pagine