NEWS

Uber trasformerà la flotta in elettrica

Pubblicato 08 settembre 2020

La compagnia americana Uber, entro il 2040, garantirà ai suoi clienti corse completamente a emissioni zero.

Uber trasformerà la flotta in elettrica

ENTRO IL 2040 - Uber ha annunciato l’obiettivo di trasformare la flotta delle auto utilizzate per i suoi servizi di ride sharing (noleggio auto con autista), impegnandosi a garantire, entro il 2040, che tutte le corse siano effettuate solo con auto elettriche

AIUTANO NELL’ACQUISTO DELL’AUTO - A sostegno della transizione la Uber ha siglato un accordo con la Renault e la Nissan attraverso la quale le due società automobilistiche si impegnano a fornire le loro vetture elettriche. La nuova partnership fa seguito a un progetto pilota, risalente all’inizio del 2020, realizzato in compartecipazione tra la Nissan e la Uber nel Regno Unito, con il quale l’azienda giapponese aveva fornito 2.000 elettriche Leaf a servizio dei conducenti che utilizzano l’app a Londra. In virtù del nuovo accordo il progetto pilota britannico verrà quindi esteso, entro la fine del 2020, anche alla Francia e successivamente nei Paesi Bassi, in Portogallo e in altri mercati.

IL 50% NEL 2025 - La transizione sarà perseguita anche attraverso un investimento di 800 milioni che Uber metterà a disposizione di centinaia di migliaia di suoi autisti in Europa, Stati Uniti e Canada per aiutarli a sostenere il costo del passaggio a un veicolo a emissioni zero, e consentirà alla società, entro il 2025, di avere il 50% della flotta composta da auto elettriche in sette capitali europee (Amsterdam, Berlino, Bruxelles, Bruxelles, Lisbona, Londra, Madrid e Parigi). Attualmente gli utenti del servizio di Uber, in 37 città, possono già richiedere un veicolo a basse emissioni con un piccolo sovrapprezzo.

PARTNERSHIP PER LA RICARICA - Oltre all'acquisto dell’auto, il sostegno di Uber per gli autisti è anche finalizzato alla ricarica. Per esempio, l’accordo con la Power Dot grazie al quale gli autisti francesi e portoghesi avranno accesso esclusivo a quattro hub di ricarica, oltre a uno sconto del 20%, o quello con la compagnia di ricarica inglese BP che metterà a disposizione dei conducenti di Londra postazioni di ricarica dedicate, oltre a garantire sconti fino al 50% sugli abbonamenti mensili. Sempre in Francia, una partnership con la EDF garantirà sconti su una vasta rete di infrastrutture di ricarica rapida su grandi distanze in tutto il Paese, oltre a sconti per l’installazione di sistemi di ricarica a domicilio.





Aggiungi un commento