NEWS

Una Citroën C3 sfida in pista le BMW

19 maggio 2015

Il gruppo PSA conferma la partecipazione al CITE (il Campionato Italiano Turismo Endurance) con una Citroën C3.

Una Citroën C3 sfida in pista le BMW
MISSIONE (IM)POSSIBILE - Non è una novità la collaborazione tra il gruppo PSA Peugeot Citroën e la 2T Course & Réglage: già nelle scorse edizioni del Campionato Italiano Turismo Endurance, l’azienda milanese aveva curato per il gruppo francese la partecipazione della Peugeot RCZ. Quest’anno la sfida è ancora più difficile: a vedersela con potenti vetture da oltre 300 cavalli (favorite le BMW Serie 3, vincitrici lo scorso anno) non sarà più la bassa e bilanciata coupé transalpina del marchio del Leone (qui la nostra esperienza nella gara di Vallelunga con la RCZ R Cup). A scendere in pista sarà infatti la best seller del marchio francese, la Citroën C3: il team milanese, assieme alla Procar Motorsport di Pistoia (partner per l’Italia del brand Citroën per le vetture sportive) e alla MC Motortecnica (che ha curato lo sviluppo del 1.6 turbo a benzina), ha lavorato sodo per trasformare una “tranquilla” utilitaria in una belva da oltre 230 cavalli (che nel corso del campionato aumenteranno avvicinandosi ai 300) e pesante meno di 1000 kg. E che, non a caso, è stata battezzata C3 Max.
 
LA VETTURA NEL DETTAGLIO - Partendo da un esemplare di serie, l’utilitaria transalpina è stata alleggerita, ma allo stesso tempo rinforzata con l’applicazione del roll-bar. La 2T Course & Réglage e la Procar Motorsport si sono avvalse di avanzati metodi di simulazione al computer (come la galleria del vento virtuale) per la progettazione di componenti inediti; mentre la MC Motortecnica ha ripreso l’esperienza maturata gli scorsi anni per portare il 1.6 THP (lo stesso della RCZ R Cup) a un primo livello evolutivo di 230 CV e 400 Nm di coppia. La Citroën C3 Max sfrutterà le sospensioni della DS3 R3, un cambio Sadev a 6 marce elettroattuato, freni AP Racing e ammorizzatori Ohlins a 4 vie utilizzati anche dalle vetture del mondiale turismo, oltre a componenti Sparco per la sicurezza (e per l’abbigliamento dei piloti). Grazie a materiali come alluminio, vetroresina, carbonio, titanio e Lexan, il peso totale è inferiore ai 940 kg richiesti dal regolamento del CITE: in gara, l’auto dovrà così essere zavorrata. E proprio il peso aggiuntivo potrà essere sfruttato per bilanciare ancor meglio l’auto e migliorane la stabilità.
 
LE GARE DEL CAMPIONATO - La C3 Max debutterà nel CITE a Magione (in provincia di Perugia) nel weekend del 14 giugno (l’ingresso all’autodromo è gratuito, il programma di gare comprende anche altri campionati), con prove libere il venerdì e qualifiche il sabato. Il debutto inizialmente previsto a Monza (a fine maggio) è stato rinviato di due settimane per mettere a punto l'elettronica: il progetto C3 Max è nato in tempi da record e a vettura praticamente pronta c'è stato un problema di "dialogo" tra la centralina del motore e quella del cambio. Al volante si alternerà una coppia di piloti/giornalisti, tra cui Massimo Arduini (che oltre ad avere una grande esperienza nelle corse è anche il team manager della squadra). La piccola francese tornerà in gara il 28 giugno a Imola (questa volta, tra i driver dovremmo esserci anche noi di alVolante), poi il 26 luglio a Pergusa, il 13 settembre a Vallelunga, il 27 a Misano e infine il 18 ottobre al Mugello.

 

Citroën C3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
23
45
14
14
17
VOTO MEDIO
3,4
3.38053
113
Aggiungi un commento
Ritratto di Chromeo
20 maggio 2015 - 01:22
Vado a vederla
Ritratto di bravehearth
20 maggio 2015 - 10:31
comunque per la citroen è una bella pubblicità...