NEWS

La Volkswagen dirà addio allo slogan Das Auto

22 dicembre 2015

Secondo indiscrezioni il motto verrà sostituito dal semplice nome Volkswagen, giudicato meno pretenzioso e più umile.

La Volkswagen dirà addio allo slogan Das Auto
CAMBIO DI STRATEGIA - Lo scandalo legato alle emissioni di ossidi di azoto (Nox), il cosiddetto Dieselgate, si ripercuoterà anche sulla strategia di comunicazione della Volkswagen. La quale, secondo indiscrezioni, rinuncerà allo slogan Das Auto, introdotto nel 2007 e da allora diventato una costante in tutti i messaggi pubblicitari dell’azienda. Das Auto è un’espressione tedesca che in italiano si può tradurre con “L’automobile”. La notizia è riportata da Autonews e che cita come fonte un manager della casa di Wolfsburg, secondo cui lo slogan non verrà sostituito, quindi sarà Volkswagen e basta, in tutto il mondo.
 
SARÀ SOLO VOLKSWAGEN - Il motto Das Auto fu lanciato quando al timone del gruppo Volkswagen c'erano Martin Winterkorn come amministratore delegato e Ferdinand Piëch come presidente del consiglio di sorveglianza. In quest'ultimo ruolo c’è ora Herbert Diess, il quale vuole dare inizio a una strategia utile per riguadagnare il consenso e la fiducia della clientela, ragion per cui intende rinunciare al vecchio slogan. A quanto pare i nuovi vertici della Volkswagen ritengono che proprio questo atteggiamento “pretenzioso” abbia generato una cultura aziendale che in qualche modo ha creato terreno fertile per gli scandali che rischiano seriamente di mettere in ginocchio una delle realtà automobilistiche più importanti al mondo. La nuova strategia aziendale vuole ribaltare tutto questo permeando il Gruppo di una ritrovata umiltà.
 
SEGNALI DI UMILTÀ - Il cambio di strategia è evidente anche da alcuni particolari: sempre Autonews rivela che ai manager Volkswagen presenti ad un recente incontro a Dresda è stato concesso di togliersi la cravatta e di rimboccarsi le maniche della camicia, in maniera da rendere il clima più rilassato e meno formale rispetto all’epoca di Winterkorn, quando invece un atteggiamento del genere sarebbe stato impensabile. Questo tentativo di far gruppo serve inoltre per migliorare la coesione: Diess è entrato in azienda solo nel luglio 2015 e molti altri dirigenti di alto livello sono relativamente nuovi in Volkswagen.

 



Aggiungi un commento
Ritratto di SINISTRO
22 dicembre 2015 - 18:28
3
Segnali? Beh, era ora: ogni tanto un "bagno" d'umiltà non può che far bene....
Ritratto di Mauo
22 dicembre 2015 - 18:32
Era ora!
Ritratto di impala
23 dicembre 2015 - 21:17
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di UnAltroFiattaro
24 dicembre 2015 - 13:29
Das Auto era arrogante, ma la Continental aveva fatto di peggio: "Supremazia tecnologica tedesca" tanto più che sono tutt'altro che i migliori pneumatici in circolazione... Vabbè ma tanto basta dire "è tedesco!" e la gente si convince che sia il meglio...
Ritratto di Moreno1999
22 dicembre 2015 - 18:41
4
Era ora che togliessero quel manifesto altezzoso! E mi aspetto che Opel faccia lo stesso, con quell'irritante presa in giro "è una tedesca"...tornando in Volkswagen irritanti sono anche i vari "a te basta sapere che è una Golf", lo vedo come considerare i clienti dei burattini. Non che gli spot di automobili in generale siano molto belli nell'ultimo periodo, tra inquietanti "spettacolini" e slogan vari.
Ritratto di SINISTRO
22 dicembre 2015 - 18:47
3
un modo di fare pubblicità, tipo la Milano da ber, anni '80.... poi, dopo tutto quel trambusto, sarebbe fuori luogo.
Ritratto di Moreno1999
22 dicembre 2015 - 18:49
4
Probabilmente dopo che lo scandalo dieselgate è venuto a galla anche dentro la stessa Volkswagen sono caduti dal pero...visto che se la sono tirata per anni
Ritratto di NITRO75
22 dicembre 2015 - 18:50
Poco cambia, dieselgate a parte, se un prodotto è valido, rimane tale.
Ritratto di SINISTRO
22 dicembre 2015 - 18:53
3
Non si discute la qualità, bensì l'immagine, con tanto d'arroganza, che li ha portati ad inciampare in un errore così grossolano.
Ritratto di truthorno
22 dicembre 2015 - 18:56
Valido sarà valido, perfetto come lo vogliono far passare, No... non mi sono mai piaciuti i primi della classe.
Pagine