NEWS

Volkswagen Golf 8: il sistema ibrido a 48V

17 maggio 2019

Saranno i motori 1.0 e 1.5 a benzina della nuova Golf, in arrivo a inizio 2020, i primi ad adottare il nuovo nuovo sistema mild hybrid con tecnologia a 48 volt.

Volkswagen Golf 8: il sistema ibrido a 48V

ALL’INIZIO SU DUE MOTORI - L'ottava generazione della Volkswagen Golf (qui e qui per saperne di più), la popolare compatta made in Germany, sarà presentata ad ottobre 2019 per essere in vendita da febbraio 2020. Ora la casa tedesca conferma che sarà dotata di un nuovo sistema ibrido leggero con tecnologia a 48 volt, illustrato negli schemi di questa pagina. Questo, sarà disponibile inizialmente sulla famiglia di motori a benzina EA211 evo 1.0 e 1.5 con cambio a doppia frizione (DSG), ma poi sarà esteso gradualmente a tutti gli altri motori della gamma.

SEMPLICE MA EFFICACE - Rispetto alle tradizionali auto ibride, le cosiddette full hybrid (HEV), il mild hybrid (mHEV, ovvero ibrido leggero) è molto più economico dato che il motore elettrico, impiegato a sostegno di quello termico, è di potenza ridotta e di conseguenza anche la batteria che lo alimenta è più piccola e leggera. Il motore elettrico è collegato al motore termico da una semplice cinghia in sostituzione dell’alternatore e agisce sia come motorino di avviamento, sia come boost nelle partenze. Inoltre supporta il motore a combustione aumentandone la potenza motrice nelle accelerazioni. Nelle fasi di decelerazione agisce come generatore, convertendo il 40% dell'energia recuperata dalla frenata in elettrica per caricare la batteria a 48 volt che, a sua volta, lo alimenta. Il motore generatore è collegato ad una rete elettrica supplementare a 48 volt che si affianca a quella a 12 volt dedicata ai normali servizi di bordo.

FUNZIONE PREDITTIVA - Il motore della Volkswagen Golf 8 dotato di sistema mild hybrid, secondo la casa, consente un risparmio medio di 0,4 litri di benzina ogni 100 km, anche grazie alla modalità FMA (Freewheel, Motor Off): non appena il guidatore toglie il piede dall’acceleratore il motore termico si spegne e l’auto prosegue senza consumare carburante. Si riaccende ad una nuova pressione dell’acceleratore. Accensione e spegnimento del motore sono pressoché impercettibili. Per consentire alla vettura un uso frequente della modalità FMA il navigatore della Volkswagen Golf 8 ha una funzione predittiva che tiene conto della strada e delle condizioni del traffico.



Aggiungi un commento
Ritratto di str
17 maggio 2019 - 15:00
Un sistema elegante per autodefinirsi auto ecologica. Tutto da disostrare che nella vita il sistema consumi meno utilizzato per costruirlo.
Ritratto di Porsche
17 maggio 2019 - 16:24
se utilizzi questo criterio non si salva proprio nessuno
Ritratto di Asburgico
17 maggio 2019 - 16:41
Però dovrebbe essere proprio quello il principio: quanta CO2 viene consumata dall'inizio alla fine per produrre una cosa che deve far risparmiare CO2? Dopo quanto tempo si rientra del consumo? E questo deve valere per tutto.
Ritratto di str
17 maggio 2019 - 16:49
L'importante è non vendere illusioni. Non è ecologico ciò che non lo è. L'auto elettrica non è, al momento, migliore di quella a metano, ma è il metano che finisce fuori legge e non i Suv...
Ritratto di dhgfhere
17 maggio 2019 - 16:24
Utile come un impermeabile nel Sahara
Ritratto di Giuliopedrali
17 maggio 2019 - 16:36
Eeee vaiii i tedeschi l'han fatto di nuovo!
Ritratto di mika69
17 maggio 2019 - 16:44
A parte il risparmio di carburante che, poco o tanto che sia, ci sarà, cìè da dire che queste auto mild hybrid hanno un fluidità di marcia superiore, molto gradevole, in città in particolare.
Ritratto di str
17 maggio 2019 - 16:50
Le hai collaudate in città? O scrivi per sentito dire.
Ritratto di mika69
18 maggio 2019 - 09:46
Ti rispondo per gentilezza...non parlo mai se non provo. Per la cronaca, ahimè, percorro circa 50.000 km / annui con auto di tutti i tipi, comprese queste.
Ritratto di mika69
17 maggio 2019 - 16:51
Stando ai dati dichiarati su 100.000 km percorsi risparmio 400 litri. Moltiplicato per una media di 14 litro dà 5600 km in più percorribili e circa 640 euro di carburante risparmiati. Dipende quanto te lo fanno pagare questo sistema. Poi bisogna vedere la batteria quanto dura e quanto costa a sostituirla. Spero di non aver toppato i conti.
Pagine