NEWS

Volkswagen T-Roc: da suv a cabrio in 9 secondi

Pubblicato 14 agosto 2019

L’insolita versione scoperta con tetto in tela della Volkswagen T-Roc sarà disponibile a partire dalla primavera del 2020.

Volkswagen T-Roc: da suv a cabrio in 9 secondi

BASTA POCO - Le suv con carrozzeria cabriolet non sono certo una tipologia di auto popolare: negli ultimi anni c'è stata solo la Range Rover Evoque Cabrio. Al Salone di Francoforte, in programma dal 12 al 22 settembre, farà il suo esordio un altro modello di questo tipo, la Volkswagen T-Roc Cabriolet, che si inserisce nel solco della tradizione delle vetture scoperte della casa tedesca, come la Golf e il Maggiolino.

SCOCCA RINFORZATA - La casa di Wolfsburg ha dovuto modificare parecchio la scocca della Volkswagen T-Roc Cabriolet per sopperire alla mancanza del tetto in metallo. Di conseguenza il telaio del parabrezza è più rigido e sono presenti archi protettivi dietro i sedili posteriori, che fuoriescono automaticamente in poche frazioni di secondo in caso di ribaltamento. Rispetto alla normale T-Roc, inoltre, non c’è più il portellone, sostituito da un più piccolo baule. La capote in tela ad azionamento elettrico si apre in nove secondi, anche con l’auto in movimento (fino a 30 km/h). L’apertura e la chiusura si possono comandare anche dal telecomando, in questo modo si può aprire azionare la capote ancora prima di salire a bordo.

SOLO A BENZINA - All’interno debutta il sistema multimediale MIB3, dotato di una scheda eSim per navigare su internet: è possibile ricevere aggiornamenti in tempo reale su traffico, meteo e prezzi dei carburanti. Nei concessionari dalla primavera 2020, in tempo per la bella stagione, la Volkswagen T-Roc Cabriolet sarà disponibile in due allestimenti: Style, con dettagli più eleganti, e l’R-Line, che invece “strizza l’occhio” alla sportività. Per i motori, entrambi turbobenzina, si potrà scegliere fra il 3 cilindri 1.0 da 115 CV e il 1.5 da 150 CV. Optional il cambio robotizzato DSG doppia frizione a 7 marce.

Volkswagen T-Roc
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
78
59
63
41
123
VOTO MEDIO
2,8
2.8022
364


Aggiungi un commento
Ritratto di Alfiere
14 agosto 2019 - 12:45
1
È uno scherzo?
Ritratto di Santhiago
14 agosto 2019 - 12:59
Penso anche io..
Ritratto di excinghios
14 agosto 2019 - 13:59
NO! Assolutamente! è l'auto perfetta per le coguars tedesche. Lavoro nelle località di villeggiatura e ad occhio mi sembra perfetta per la 50enne benestante divorziata in cerca di avventure nell'italica penisola.
Ritratto di andywaxer
16 agosto 2019 - 16:00
excinghios= IDOLO! :-)
Ritratto di Pavogear
14 agosto 2019 - 22:06
Purtroppo no, è reale
Ritratto di Fdet_
16 agosto 2019 - 08:28
Non è uno scherzo nemmeno il fatto che le abbiano lasciato le stesse plastiche della versione normale, nonostante sia più di nicchia e quindi, in teoria, si vorrebbero trovare, almeno dentro, dettagli più ricercati.
Ritratto di remor
14 agosto 2019 - 12:54
E pensare che la Nissan anticipò di circa una decina d'anni l'argomento con la, seppur segmento maggiore, Murano Cabrio. Comunque in merito al suv in questione a me un po' forse inaspettatamente convince esteticamente, almeno in foto. Anche più della versione standard. Andando oltretutto a sparire il Maggiolone (cabrio incluso) si potrebbe ritrovare una certa fetta di potenziali cliente già così a prescindere, quindi per certi versi anche un'operazione furba.
Ritratto di Gwent
14 agosto 2019 - 13:17
2
Beh c'è parecchia differenza tra il Maggiolino Cabrio e questo: Il Maggiolino, soprattutto l'ultimo che vantava proporzioni perfette e ruote agli angoli della carrozzeria, passo lunghissimo come l'originale, era bellissimo sia chiuso che aperto perché era sensuale e molto stylish, questa invece è una vasca da bagno perfetta, non vedo alcun elemento stilistico degno di nota (come non lo vedrei di certo neppure in un CH-R Cabrio che Toyota per fortuna non fa). Le auto aperte devono per forza essere basse, più basse sono meglio è perché nel convertible o nello spider è la linea di cintura a rendere filante la linea ma se essa è alta la linea risulterà simile a quella di una vasca da bagno. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di remor
14 agosto 2019 - 14:07
Bah, non lo so. Avessi detto una cabrio su base Sharan che è alta 172cm. Alla fine il T-Roc standard è alto 153cm (meno ad esempio dei 158cm della più compatta T-Cross). La Golf è alta 149cm, e lo stesso Maggiolino non cabrioelizzato faceva 149cm. Certo la linea di cintura del suv VW è di per se un po' alta ma nel peggiore dei casi la vedrei come erano una volta le varie Uno o Ritmo cabrio o C3 pluriel, ossia una decappottabile da prendere per simpatia e piacere di girare in cabrio senza particolari rigori geometrici e dimensionali da rispettare. Fra l'altro le cabrio che non siano delle premium -coi relativi prezzi- eccetto poche spiderine più Smart 500 e Mini -tutte molto compatte e poco capienti però- il ventaglio delle offerte è alquanto ristretto, quindi per gli appassionati un modello in più farà comodo.
Ritratto di Gwent
14 agosto 2019 - 19:42
2
Beh la C3 pluriel è stata un auto abominevole che per fortuna è uscita di produzione presto, se mi citi come esempi Golf e Ritmo Cabrio allora la questione è ben diversa, le proporzioni li erano ottime perché le auto degli anni 70-80 avevano la linea di cintura molto bassa il che rendeva stilose le rispettive versioni cabrio anche se derivavano da auto non esattamente sexy, altri eccellenti esempi potrebbero essere la 205 Cabrio e la Opel Kadett Cabrio mi pare prodotta da Karmann. Tutt'altra storia già dagli anni 90: La Punto Cabrio, fortunatamente non riproposta già dalla seconda serie, era una vasca da bagno, bruttissima soprattutto dietro con la fanaleria improvvisata mentre la Golf Cabrio del 94 che sostituiva la prima serie, era basata sulla Golf 3, bombata e già dalla linea di cintura piuttosto alta per l'epoca, ciò era positivo per la versione chiusa ma anche li ne usci' fuori un cabrio davvero sgradevole e piuttosto sgraziato e il roll bar che in realtà risultava un elemento piacevolmente esotico in queste cabrio non la migliorava di molto. In conclusione si può dire che le cabrio sono state vittima del loro stesso imbruttirsi costantemente. Unici esempi di cabrio piacevoli degli anni 90 sono state la Escort 91 e la Rover Serie 200 le quali tra l'altro hanno riscosso un buon successo all'epoca. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Pagine