Volkswagen

Volkswagen
T-Roc

da 23.100

Lungh./Largh./Alt.

423/182/158 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

445/1.290 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

La Volkswagen T-Roc è una crossover compatta che condivide il pianale con la Golf. Le linee scolpite e muscolose e il frizzante abito bicolore (il tetto può essere bianco, rosso o nero) rompono un po' con gli schemi seriosi tipici della casa. A rendere accattivante la carrozzeria sono i tratti decisi, uniti al carattere dinamico e sportivo, con i passaruota larghi, il tetto ad arco, lo spesso montante posteriore e il lunotto molto inclinato, che crea una coda dal profilo sfuggente. Il frontale, aggressivo, prevede un robusto cofano attraversato da due profonde nervature e sottili fari a led uniti alla mascherina e al massiccio paraurti da un lungo listello cromato. Le fiancate sono irrobustite da una evidente nervatura che corre sotto la linea alla base dei finestrini e dà volume alle lamiere. Dietro, il portellone e il paraurti scandiscono la superficie in tre parti, enfatizzando, con le loro linee orizzontali, la larghezza della macchina. Moderno e vivace l'abitacolo: la plancia ha ampi inserti lucidi nel colore della carrozzeria che danno vivacità, il cruscotto digitale è accattivante e facile da leggere, il posto di guida è comodo. Sono rigide ed economiche, invece, le plastiche della plancia e della consolle. Ampio il baule, la cui capacità è di 445/1290 litri (che, però, si riducono a 392/1237 nelle versioni 4x4). Ricca l'offerta dei motori (1.0 TSI, 1.5 TSI e 2.0 TDI), da 116 CV a 190 CV. La trazione è anteriore o integrale e il cambio manuale a sei marce o DSG a doppia frizione a 7 rapporti.

Versione consigliata

La 1.0 TSI da 116 CV va già più che bene: il tre cilindri ha il giusto brio e promette di non consumare molto. Per chi fa tanta strada ci sono la 2.0 TDI a gasolio da 150 CV, che ha prestazioni elevate e non beve troppo, o la 1.6 TDI, già adeguatamente briosa. La base Style è ben dotata; di serie ha i cerchi in lega di 17”, la frenata automatica con riconoscimento dei pedoni, il mantenimento di corsia, l’anti-colpo di sonno, il cruise control adattativo, i sensori di parcheggio e la radio con schermo di 8” e i protocolli Apple CarPlay e Android Auto. 

Perché sì

Cambio DSG Il robotizzato a doppia frizione a sette marce è rapido e fa sentire poco i passaggi da un rapporto all’altro.

Comfort La T-Roc e una macchina che filtra bene le buche e non è troppo rumorosa

Maneggevolezza. Si guida come una berlina, per merito dello sterzo preciso, delle sospensioni solide e dei motori vivaci. E in curva si corica poco.

Perché no

Dettagli Le plastiche della plancia e della consolle sono un po’ rigide.

Quinto posto. Il tunnel posteriore, alto nel pavimento, dà fastidio a chi siede al centro, dove oltretutto il divano è più rigido.

Visibilità Il lunotto non è ampio e i montanti posteriori riducono la visuale; i sensori di parcheggio danno una mano.

GLI INTERNI
loading.......
Volkswagen T-Roc
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
43
47
38
27
85
VOTO MEDIO
2,7
2.733335
240
Photogallery