La Volvo V60 è tutta nuova 

22 febbraio 2018

La seconda generazione della wagon Volvo V60 si ispira alla V90, c'è anche in due versioni ibride e ha tanti sistemi di assistenza alla guida.

La Volvo V60 è tutta nuova 

LA VEDREMO A GINEVRA - Curata ed elegante, la nuova edizione della famigliare Volvo V60 si inserisce nel solco di una lunga tradizione per il costruttore svedese: la Volvo infatti è nota per le sue station wagon comode e spaziose. Il nuovo modello non tradisce queste caratteristiche ed è stato progettato con grande attenzione alla vita a bordo e allo spazio per passeggeri e bagagli. La nuova V60 sarà presentata al Salone dell’automobile di Ginevra, dall'8 al 18 marzo, mentre oggi la Volvo ne dà un'anteprima annunciando le caratteristiche tecniche essenziali.

RIVALI DI “PESO” - La Volvo V60 2018 ricalca le forme della più grande V90 e mantiene i dettagli di stile tipici del costruttore svedese, a partire dalle fiancate levigate fino al cofano lungo e quasi parallelo al suolo. Rispetto alla V90 qui il portellone è meno inclinato, dettaglio che influirà sulla lunghezza: in attesa di conoscere il dato esatto, che verrà fornito alla rassegna svizzera, è possibile stimare una lunghezza di circa 475-480 cm. La Volvo V60 del resto è una concorrente delle BMW Serie 3 Touring e Mercedes C Station Wagon. A differenza di queste ultime, però, la trazione è anteriore (o integrale) e non posteriore: utilizza la stessa base meccanica della suv media XC60 e delle grandi S90, V90 e XC90, chiamata SPA.

340 O 380 CV IBRIDI - Anche l’interno della nuova Volvo V60 si ispira da vicino alla V90, complice il grande schermo tattile montato in verticale che occupa gran parte della consolle centrale. La Volvo ha anticipato che la V60 2018 si potrà avere con motori benzina e diesel di 2.0 litri e in due versioni ibride plug-in, dotate cioè di batterie ricaricabili dalla presa elettrica: la T6 Twin Engine da 340 CV e la T8 Twin Engine da 380 CV. A richiesta sono previsti la frenata automatica d’emergenza con il riconoscimento anche degli animali (oltre che dei pedoni e dei ciclisti), la correzione automatica della traiettoria in caso di sbandata e la guida assistita fino a 130 km/h: quest’ultima mantiene l’auto in corsia e gestisce per brevi tratti lo sterzo, l’acceleratore ed i freni.

VIDEO
Volvo V60
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
49
25
4
1
5
VOTO MEDIO
4,3
4.333335
84


Aggiungi un commento
Ritratto di Xadren
22 febbraio 2018 - 09:56
1
Molto bella, mi piace sia internamente che esternamente. Sono curioso di sapere come vada coi motori ibridi.
Ritratto di dottorstrange
22 febbraio 2018 - 11:29
Non male, ma a me i posteriori della Volvo coi fari verticalizzati non sono mai piaciuti. Il frontale è decisamente migliorato. Sugli interni si potrebbe fare meglio, ma non sono sgradevoli...sanno un pò da Ikea. Il problema della Volvo sono i prezzi: si devono essere montati un pò la testa, mi sembra chiedano cifre fuori dal mondo. Sono appena rientrati nel mercato premium, forse dovrebbero andarci un pò più col piede di piombo prima di sparare certe cifre...
Ritratto di Xadren
22 febbraio 2018 - 16:17
1
"Verticalizzati" in che senso? Volvo è da decenni che impiega le luci posteriori verticali, ce li avevano anche le 840 e 850 degli anni Novanta. Parlo come uno che ha appena preso una V40, dunque con gli interni precedenti, ma i nuovi li trovo migliorati, molto più ordinati e semplici, in una maniera cui forse a ragione dici "sanno da Ikea", ma è il loro gusto nordico, che si trova un po' in tutto ciò che fanno, pure negli edifici. Secondo me, invece, in Volvo fanno bene a tenere i prezzi al livello della concorrenza se sono giustifiati dalla qualità dei materiali e degli assemblaggi. Volvo, come Alfa Romeo del resto, ha magari sofferto nell'epoca recente per una gestione non brillane del marchio, ma secondo me ha le credenziali assolutamente in linea quantomeno con la concorrenza tedesca, rispetto alla quale ha il merito di offrire un'eleganza differente e originale.
Ritratto di dreamerofcars
25 febbraio 2018 - 16:04
d'accordo con te. se l'obiettivo erano le 3 tedesche direi che ci siamo. spero solo che ora "innovino" il premium, senza inseguire anche i vizi (prezzi assurdi, optional da utilitaria a pagamento, 30 cm in più di macchina prezzo doppio). stiamo a vedere.
Ritratto di AMG
22 febbraio 2018 - 10:05
10 e lode. Una station sexy come poche... Che dire, è pressoché identica alla V90... Almeno gli interni mostrano qualche elemento di differenza, da fuori immagino ci si dovrà abituare a distinguerle. Dopotutto dalle foto le dimensioni sono sono facilmente rilevabili, mi farò un'idea forse al salone di Ginevra se avrò occasione per vedere le differenze dei due modelli posti l'uno accanto all'altro. La formula Volvo di avere la stessa qualità pressoché su tutta la gamma per me è vincente, si vede la qualità nei dettagli. Ed è un bene per il marchio. Il suo problema? I prezzi. Decisamente molto elevati, troppo credo, per un marchio che deve ancora imporsi bene nel grande mercato del premium. Dopotutto è perfettamente a livello di un'Audi (più che delle altre, per la trazione) ma gli mancano dei motori più potenti del 2.0, ovviamente questo è compensato dalle unità ibride ma allora i prezzi partono alle stelle. Per il successo del modello, pongo fondamentale il discorso prezzo, che aspetterò di vedere. Con la V90 per me hanno sbagliato, è un pò troppo cara. La prima generazione almeno della "nuova" Volvo potevano farla più popolare, mi spiace solo non vederne in giro ma è il prezzo che l'ha frenata. V60 comunque validissima, sono contento. Avremo anche una berlina? Magari una cabrio? Sarebbe interessante! (anche se non economicamente ragionevole forse)
Ritratto di AMG
22 febbraio 2018 - 11:28
Diciamo che a parità di motore sono proprio maggiori..
Ritratto di Speed_triple
22 febbraio 2018 - 18:33
I prezzi sembrano essere un problema non da poco, anche se poi in realtà, le vendite sono sempre in crescita. Personalmente concordo che da consumatore li trovo esagerati e di prima reazione, andrei di Audi o BMW. A ripensarci però, (professionalmente) il prezzo diventa in realtà un fattore decisivo in fatto di posizionamento. Infatti noi tutti paragoniamo Volvo alla triade tedesca e non a nessun altro brand di secondo livello. Questo è però un'atto di coraggio sicuramente, punto il Made in Italy per esempio, ha fallito in pieno, purtroppo. Quanto alla presentazione del primo modello, station wagon invece che berlina, probabilmente giusto, vista la tradizione Volvo. Quanto al segmento D, credo avrà vita lunga ancora, nonostante le difficoltà, almeno per le marche Premium :)
Ritratto di alex_rm
22 febbraio 2018 - 20:50
Niente di nuovo,una V90 in scala ridotta,gli interni in stile Ikea non mi piacciono particolarmente e poi per come Volvo sta aumentando i prezzi ultimamente costerà sicuramente quanto Audi,bmw e Mercedes.per me meglio una Mazda 6 wagon o una Superb wagon che costano 10000-15000 euro in meno di questa v60.Non capisco come Volvo si possa definire premium e come si possano giustificare i prezzi alti delle ultime Volvo.Oggi la differenza tra i marchi cosiddetti premium e quelli cosiddetti generalisti si è ridotta notevolmente( anzi in alcuni casi i marchi generalisti offrono soluzioni tecniche più raffinate)
Ritratto di HaldeX
22 febbraio 2018 - 21:49
1
E' la seconda volta che leggo "interni in stile ikea": ma cosa intendete con questa terminologia? Che è fatto in nobilitato truciolato melaminico o che occorre montarlo dal concessionario prima di portarla a casa?
Ritratto di Leonal1980
22 febbraio 2018 - 10:09
3
Molto bella, più della v90, nulla dire volvo si ri mette tra le premium a 360gradi. Unica cosa preferirei lo schermo e le bocchette orrizontali. Questa verticalità mi piace poco, ma il resto dell'auto compensa, la comprerei comunque.
Pagine