NEWS

Con l'Amarok la VW si dà ai pick-up

30 ottobre 2009

I nostri fotografi hanno sorpreso al Nürburgring il prototipo del nuovo pick-up della VW. Verrà presentato ufficialmente a metà dicembre e sarà venduto anche in Europa.

Con l'Amarok la VW si dà ai pick-up

INCONTRI RAVVICINATI - Sì, avete visto bene: quello che si muove tra i cordoli del noto circuito tedesco è un pick-up. Si tratta dell'Amarok, il pick-up con il quale la Volkswagen si lancia in questo "mondo" di veicoli amati soprattutto dagli americani.

L'Amarok verrà prodotto negli stabilimenti di General Pacheco (Argentina) e sarà venduto da inizio 2010 in sud America e successivamente anche negli altri paesi del mondo, compresa l'Europa. La lista dei mercati sarà resa nota a metà dicembre quando l'Amarok verrà presentato ufficialmente.

Al debutto il Volkswagen Amarok dovrebbe essere proposto in versione “double cab”, ovvero a doppia cabina (come il prototipo della foto in alto), mentre dalla fine del prossimo anno dovrebbe arrivare anche la versione “single cab”, con il cassone di dimensioni maggiorate e quindi senza i posti posteriori.

I motori disponibili saranno sia turbodiesel che benzina, quest'ultimo adattato per funzionare anche con l'etanolo, carburante molto diffuso in Brasile. Ci saranno due tipi di trazione: a due sole ruote motrici o la classica integrale.

Vw amarock 1Vw amarock 4

Il prototipo Pick-up Concept presentato nel 2008.

 

BREVE STORIA - Nel 2005 i vertici della Volkswagen annunciarono l'intenzione di produrre un pick-up. Tre anni dopo, fu presentato un prototipo denominato Pick-up Concept (foto in alto), dotato di attrezzature per il salvataggio in stile “Baywatch”.

Il nome Amarok è stato invece reso noto lo scorso giugno: nella lingua Inuit, parlata dagli eschimesi, vuole dire lupo.

IN UN SITO - Per lanciare il suo primo pick-up, la Volkswagen ha creato un minisito dove si possono scoprire in anteprima alcune caratteristiche dell'Amarok: clicca qui per accedervi.

Aggiungi un commento
Ritratto di Al86
30 ottobre 2009 - 20:39
La Volkswagen arriva un po' in ritardo perchè ormai anche negli USA questo genere di veicoli sta lentamente passando di moda. Comunque mi piace e sembra che la meccanica sia da vero fuoristrada (purtroppo c'è anche lo zampino dell'elettronica) con l'unico limite di tutti i pickup, angolo di dosso e angolo d'uscita
Ritratto di Alessandro
31 ottobre 2009 - 12:34
E proprio vero che le vetture amenricane costano molto meno negli usa,provate ad andare sul sito della Ford americana e convertite da dollari in euro il prezzo di quei mostri come F-550,F-450,F-350,F-250( con 24 mila euro se lo portano a casa). Ed il "piccolo" F-150 ancora meno. Addirittura una Mustang "base" cosa meno di 20 mila euro. SARA' UN ALTRO MONDO. DA NOI PER AVERE UNA VETTURA SIMILE ALLA MUSTANG C'E' NE VOGLIONO ALMENO 40 E MI RIFERISCO AD UNA BMW AUDI O MERCEDES CHE SARANNO SICURAMENTTE MEGLIO RIFINITE MA NON HANNO QUELLO CHE HA UNA MUSTANG.
Ritratto di Al86
31 ottobre 2009 - 14:58
la Ford non è l'unica ad esempio anche la Camaro costa l'equivalente di circa 15000€ mentre la Camaro 2SS (la più accessoriata e più costosa) circa 24000€ mentre l'Aveo costa circa 2000€ in meno che in europa (ma la versione americana ha un 1.6l) e la Dodge Challenger R/T Classic costa pressapoco quanto la Camaro 2SS
Ritratto di alecsxss
31 ottobre 2009 - 18:52
si ma non basta fare il cambio... l'euro è una moneta differente dal dollaro, e poi se le macchine costessero cosi poco, non credo che gli americano andrebbero in giro con dei cassoni del medioevo... e non credo che abiterebbero in periferia in catapecchie... e poi si sa... gli americani per contenere il prezzo hanno una qualitò scarsissima di plastiche interne... sembra la macchina di barbie... si sa, la qualità si paga
Ritratto di Al86
31 ottobre 2009 - 22:43
Qualità scarsissima, insomma, dipende anche da marchio a marchio su Chevrolet, Ford, e altre "economiche" la plastica è economica (ma per quelle che ho visto il montaggio è comunque piuttosto curato) ma su quelli di lusso (Cadillac, Chrysler, Mercury, Buick, Lincoln) gli interni sono in linea con tedeschi e giapponesi.
Ritratto di gio_the_boy
4 novembre 2009 - 18:47
rovinaaaa