Mahindra XUV500 2.2 TD W6 4WD

Pubblicato il 5 gennaio 2019
Ritratto di Tob
Mahindra XUV500
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
4
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
3
Frenata
4
Sterzo
3
Tenuta strada
3
Media:
3.9166666666667
Perché l'ho comprata o provata
Mio padre possedeva il Goa Pick up, con il quale ha percorso quasi 200.000 km in quattro anni. Di problemi ne abbiamo veramente avuti pochi, poi la rottura del differenziale posteriore ci ha portato a doverlo sostituire. Tornati in concessionaria Mahindra, abbiamo visto questo XUV500 e ce ne siamo innamorati. In realtà erano già un paio d'anni che volevamo lasciare il Goa, perché per le nostre esigenze era diventato troppo ingombrante e in autostrada consumava molto. Dopo aver provato il modello precedente dell'XUV500 (che non ci era piaciuto esteticamente, era ancora troppo orientale come linee e colori), abbiamo deciso di provare il restyling, migliorato nella meccanica e con affinamenti estetici volti ad un miglior apprezzamento da parte del pubblico europeo. Con 24.000 euro (meno gli 8000 che ci hanno reso del Goa), ci siamo presi la versione base (che ha comunque TUTTO di serie), 4x4 inseribile, omologata autocarro (per motivi fiscali, dato che mio padre la usava per lavoro). Da sottolineare i 5 anni di garanzia, pur avendo il limite dei 100.000 km. L'allestimento W6 comprende di serie diversi accessori, ne elenco alcuni: fendinebbia, cerchi in lega, clima auto, radio mp3 con Bluetooth/aux/rds, cruise control, esp, 6 airbag, 4 vetri elettrici, start&stop...
Gli interni
Gli interni sono molto spaziosi. Il cruscotto è rivestito in plastica dura ma con una texture piacevole e "antiscivolo". Il quadro strumenti fatto a binocolo è molto singolare e di scena, con un'enorme quantità di spie, si legge bene, ma è soggetto a qualche riflesso. Sulla parte sinistra troviamo un display che indica il chilometraggio, la marcia inserita e quella consigliata e l'indicatore della benzina. Non c'è una lancetta che indica la temperatura dell'acqua, ma comunque c'è una spia che ha tre diversi modi di lampeggio nel caso in cui si dovesse verificare un surriscaldamento. Al centro troviamo il display monocromatico da 6" non touch, dove vengono visualizzate le info della radio, lo stato del clima automatico e alcuni messaggi di avvertimento, oltre ai dati del computer di bordo. Appena sotto si trovano il lettore cd, i tasti fisici della radio, per comandare anche il telefono e il computer di bordo. Più in basso ci sono i comandi del clima, i pulsanti di quattro frecce, start&stop, hill descent control, esp e luci ambiente. Alla base troviamo uno sportellino che nasconde un pozzetto piuttosto profondo, con al suo interno le prese usb, aux e 12 volt. A proposito di vani, ce ne sono tantissimi e molto capienti. Ad esempio, il cassettino portaoggetti può contenere un laptop, mentre il ripiano inferiore del bracciolo è refrigerato. Parliamo della radio: non ha una qualità di suono eccelsa, ma ha la particolarità di poter essere comandata con l'apposito telecomando IR (oltre che dal volante), ed ha tante sorgenti a disposizione. C'è il Bluetooth per poter parlare al telefono, ma il microfono non è chiarissimo, bisogna alzare il tono per essere sentiti. Ci sono i comandi vocali, ma solo in inglese. Il clima è un automatico monozona, ha una logica di funzionamento un po' imprecisa, credo che le temperature siano fittizie... In pratica ci sono solo 4 livelli di temperatura, ma comunque ha una buona potenza, considerando che ci sono pure le bocchette per la terza fila di sedili (dove è presente un comando per regolare la ventilazione). I sedili anteriori sono comodi e abbastanza contenitivi, non si affonda troppo né sono troppo rigidi, hanno entrambi regolazione lombare, quello di guida si regola in altezza. I sedili posteriori sono meno contenitivi, è però presente un bracciolo con portabibite e gli schienali sono regolabili per favorire lo spazio in bauliera o per i passeggeri. Abitabilità comunque eccellente, con tantissimo spazio per gambe e testa. Bauliera molto grande, siamo intorno ai 700 litri di capienza a sedili alzati, nella versione autocarro poi mancano i due sedili della terza fila, quindi c'è più spazio per i bagagli. Ci sono tante e luminosissime luci a led, che quasi accecano se guardate direttamente di notte. Completano l'atmosfera le affascinanti luci ambiente color azzurro, presenti un po' ovunque nell'abitacolo, che riprendono il colore di tutta l'illuminazione dei comandi. Sul cielo troviamo pure uno specchietto di conversazione, che permette a tutti i passeggeri di vedersi a vicenda, e un portaocchiali. Gli assemblaggi sono inaspettatamente precisi e curati, anche se sono state utilizzate plastiche rigide, mentre i pannelli porta nella parte superiore sono morbidi.
Alla guida
La stazza e le dimensioni si fanno sentire. La visibilità comunque è molto buona, grazie ai vetri ampi e i montanti non troppo invadenti. In manovra aiutano i sensori di parcheggio (che indicano pure a quanti cm rimane l'ostacolo). Il volante sembra quello dei fuoristrada anni '90, è molto demoltiplicato e indiretto e quindi ad alte velocità ha bisogno di continue correzioni, è comunque molto leggero e quindi in manovra questo aiuta. Il cambio manuale a sei rapporti ha innesti un po' secchi, con escursione della leva lunga, a freddo risulta difficoltoso l'inserimento della prima e della seconda. I rapporti sono studiati abbastanza bene: la prima è corta, per aiutare in fuoristrada, mentre tra seconda e terza il motore cala un po' troppo di giri. Sesta abbastanza lunga, a 130 km/h il motore sta a 2500 giri. Frizione morbida, attacca però tutta assieme. Quattro freni a disco potenti e resistenti al fading, ma il pedale ha una risposta un po' lenta, bisogna affondare per sentir mordere le pinze. L'ABS è ben tarato. Veniamo al motore: è un 2179 cc da 140 cv, turbodiesel common rail con turbina a geometria variabile ed iniezione Bosch, progettato dalla austriaca AVL, sviluppa 330 NM di coppia, disponibile già da 1600 giri. Questo si traduce quindi in una ripresa sempre presente fin da bassi regimi. La spinta comunque è buona ed esce sopra i 2500 giri, peccato per il poco allungo: dopo i 3500 giri la festa è già finita. Il motore rimane comunque silenzioso fino a 3000 giri. è omologato Euro 5 (dato che la nostra auto è datata febbraio 2016) ed ha un classico filtro antiparticolato che rigenera con le post iniezioni, mentre i nuovi modelli sono omologati euro 6 con catalizzatore SCR ed AdBlue. Di serie anche lo start&stop, che comunque io disabilito sempre, perché lento a far riaccendere la macchina e produce qualche sussulto di troppo. Sembra un po' messo così a casaccio. La tenuta di strada è influenzata dalle gomme di serie, sono Bridgestone Dueler H/T, ma prodotte in INDIA, quindi completamente differenti da quelle nostrane. Dure come sassi, non si consumano mai, e col bagnato si va via con nulla. Ho conoscenti che dicono la macchina sia totalmente cambiata dopo aver montato quattro gomme nuove. Le sospensioni sono molto morbide, assorbono bene le buche ma in curva si entra a mo' di barcone, complice anche lo sterzo poco diretto. ESP comunque molto attento e piuttosto invadente, proprio a causa del rollio abbastanza elevato. In autostrada si viaggia in comodità, pochi fruscii, rumorosità piuttosto contenuta. Il cruise control è lento a ricevere i comandi di aumento o diminuzione della velocità, bisogna farci l'abitudine. Motore sempre pronto in ripresa, anche in salita o a 100 km/h di sesta. Veniamo ai consumi: 9 km/l in città, 17 in extraurbano, 15 in autostrada a 130 con una media indicata e calcolata di 14 km/l. Voglio aprire una parentesi per il fuoristrada, so che non è una vettura adatta a questo impiego, ma vi posso assicurare che è qui che esce lo spirito Mahindra. La trazione è integrale con giunto viscoso ad inserimento automatico o manuale, col pulsante sulla plancia. In condizioni di normale utilizzo la trazione è ripartita un 90% all'anteriore e 10% al posteriore, fino ad arrivare ad un 60% ant, e 40% post. Non sono presenti le ridotte, ma come già detto prima e seconda sono corte. Abbiamo provato la macchina su strade fangose ed accidentate, vi assicuro che l'unica cosa che la ferma è il fatto che è troppo bassa per certi ostacoli (oltre ovviamente ad angoli d'attacco inesistenti) e che si rischia di surriscaldare la frizione se si cerca di andare piano. Rimane comunque una vettura non proprio adatta a questi scopi.
La comprerei o ricomprerei?
La ricomprerei altre 1000 volte. Non sono di parte, perché facendo il meccanico guido auto di tutte le marche e di tutti i segmenti tutti i giorni. Attualmente la macchina ha 45.000 km, dal febbraio 2017 riposa in garage, perché mio padre non ha più ditta ed ora ha l'auto aziendale, però in un anno ha percorso 35.000 km, riscontrando solo un problema ad un paraolio del differenziale che trafilava lubrificante. Bisogna stare molto attenti alle rigenerazioni, e di non spegnere il motore mentre sono in corso, altrimenti si rischia di trovarsi col motore in protezione e dover andare in officina per fare la rigenerazione forzata da diagnosi. Se si cerca una vettura con pochi fronzoli, di sostanza, e non si tiene conto dell'approssimatezza di alcuni particolari (vedi cruise control, comandi vocali, cambio, Bluetooth, ecc...) la consiglio a chi fa tanti km in extraurbano o comunque cambia l'auto ogni 4-5 anni, perché il valore che tiene andando a rivenderla è praticamente dimezzato anche dopo soli 6 mesi di vita. Invito coloro che denigrano il marchio a provare uno di questi mezzi e a rivalutare la vostra opinione, ma solo dopo aver considerato il prezzo di vendita!
Mahindra XUV500 2.2 TD W6 4WD
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
2
VOTO MEDIO
1,0
1
2
Aggiungi un commento
Ritratto di Fdet_
6 febbraio 2019 - 17:48
Recensione molto curata, l'ho letta con piacere. È bello leggere anche di queste auto che definirei "inusuali", specie qui in Italia...
listino
Le Mahindra
  • Mahindra Goa
    Mahindra Goa
    da € 22.325 a € 22.325
  • Mahindra XUV500
    Mahindra XUV500
    da € 19.854 a € 27.967
  • Mahindra KUV100
    Mahindra KUV100
    da € 11.480 a € 14.286
  • Mahindra Quanto
    Mahindra Quanto
    da € 15.218 a € 18.357

LE MAHINDRA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MAHINDRA

  • Lunga solo 370 cm, la nuova crossover Mahindra KUV100 è agile e abbastanza spaziosa. Ha un vivace 1.2 a benzina e un cambio ben manovrabile. Carente la dotazione di airbag.