PRIMO CONTATTO

BMW Serie 2 Active Tourer: sorprende da ferma, convince su strada

Trazione anteriore e carrozzeria monovolume, la BMW Serie 2 Active Tourer è un’auto rivoluzionaria per la casa tedesca: spaziosa e maneggevole, anche se con qualche piccola scomodità. Ok la guida, nella tradizione del marchio bavarese.

21 luglio 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 32.850
  • Consumo medio

    23,3 km/l
  • Emissioni di CO2

    114 grammi/km
  • Euro

    6
BMW Serie 2 Active Tourer
BMW Serie 2 Active Tourer 218d Sport
“Tira” davanti
 
La BMW Serie 2 Active Tourer segna una svolta storica per la casa tedesca: basata sulla piattaforma modulare della nuova Mini, è la prima monovolume e la prima vettura a trazione anteriore con il marchio dell’elica sul cofano. Lunga 432 centimetri (3 meno della Fiat 500L Living e 4 della Mercedes Classe B), la BMW Serie 2 Active Tourer ha un aspetto dinamico (per una vettura di questo genere) e interni ampi. La meccanica non rinuncia a raffinatezze come il retrotreno multilink, da cui deriva un controllo molto preciso dei movimenti delle sospensioni, a vantaggio della precisione di guida. 
 
Anche a 3 cilindri
 
In vendita da settembre, la BMW Serie 2 Active Tourer sarà inizialmente proposta con tre motori, tutti turbo, Euro 6: a benzina, il nuovo tre cilindri 1.5 con 136 cavalli, disponibile anche con cambio automatico a sei rapporti (2.000 euro), e il quattro cilindri 2.0 da 231 CV (solo con la trasmissione automatica a otto marce); turbodiesel, il nuovo 2.0 da 150 (cambio automatico a otto rapporti optional, da 2.150 euro). Entro la fine del 2014 si aggiungeranno le versioni a trazione integrale e altri motori, fra cui il 2.0 turbo a benzina da 184 CV e i 2.0 a gasolio con 116 e 184. Prezzi non bassi: dai 27.850 euro per la 218i Active Tourer da 136 CV ai 41.550 della 225i Active Tourer Luxury da 231. Per tutti i modelli, di serie il climatizzatore bizona, il cruise control, i fendinebbia e il sistema che avvisa quando non viene mantenuta la distanza di sicurezza dal veicolo che precede. Fra gli accessori spiccano i pacchetti Driving Assitant “normale” (765 euro) e Plus (1.540 euro): includono dispostivi di aiuto alla guida, fra cui quello di frenata automatica.
 
Avanti, c’è posto
 
Nel luminoso abitacolo della BMW Serie 2 Active Tourer, austero, minimalista e rifinito di tutto punto, si respira la tradizionale atmosfera BMW: anche la plancia lineare e il piccolo (ma ben leggibile) cruscotto con due strumenti circolari sono simili a quelli delle altre vetture bavaresi. Diversa, invece, la consolle, che ha un ampio vano richiudibile e i comandi del climatizzatore collocati in basso (poco accessibili anche per via della vicinanza con la leva del cambio e per le dimensioni minime dei tasti). Formato mignon pure per il monitor che indica la temperatura del “clima”. I tanti servizi di bordo si attivano con la tradizionale manopola fra i sedili (che si rivela comoda una volta presa dimestichezza), e vengono visualizzati nel grande schermo di 8,8” al centro della plancia. Quanto allo spazio, è più che sufficiente, anche se chi siede al centro del divano ha fra i piedi il mobiletto che divide i sedili anteriori. La posizione di guida è corretta, leggermente rialzata e con regolazioni millimetriche. 
 
Baule grande, ma…
 
Il bagagliaio della BMW Serie 2 Active Tourer è capiente (468/1510 litri) e organizzato come si deve: dotato di doppio fondo, può essere ampliato grazie al divano diviso in tre parti scorrevoli singolarmente e con schienali reclinabili all’indietro. Per trasportare oggetti lunghi fino a 240 cm, si può ripiegare anche lo schienale del passeggero anteriore (195 euro, non previsto per la Sport del test). La cappelliera, però, non protegge da sguardi indiscreti i bagagli quando il divano è tutto avanzato. Il fondo è ripiegabile e anche amovibile. Però, è scomodo: i due appigli di plastica che lo bloccano sotto il divano sono durissimi da sganciare (e ancora di più da riagganciare) e si possono rompere facilmente.
 
Ha un bel carattere
 
Il nuovo 2.0 turbodiesel da 150 cavalli della BMW Serie 2 Active Tourer 218d Sport spinge con decisione e regolarità a tutti i regimi ed è insonorizzato con cura. Si presta sia alla guida rilassata (non male la ripresa a bassa velocità e con una marcia alta inserita) sia a quella brillante: nel qual caso, si apprezzano l’agilità della vettura, lo sterzo consistente e la bontà dell’assetto, che mantiene ben ferma la vettura nelle curve (anche grazie ai grandi pneumatici 225/45 R 18 che costano 720 euro). Il cambio, preciso anche leggermente duro negli inserimenti delle sei marce, piacerà agli sportivi: nel traffico, però, il pedale della frizione (poco morbido) e lo sterzo pesante possono affaticare. Difficoltosa anche la visibilità nelle curve: i montanti anteriori del tetto larghi e molto inclinati sono d'intralcio. Nel corso del test su tortuose strade extraurbane, in gran parte affrontato nella modalità di guida Comfort (varia la taratura dello sterzo e la risposta del motore) e solo per brevi tratti in Sport (c’è anche la funzione Eco Pro volta al massimo contenimento dei consumi), il computer di bordo ha calcolato la media (buona) di 16 km/l.
 
Secondo noi
 
Pregi
> Finiture. La qualità dei materiali è elevata.
> Guida. L’auto ha un comportamento omogeneo, che infonde sicurezza.
> Schermo. Quello dei servizi di bordo nella consolle è grande e fornisce molte indicazioni.
> Silenziosità. L’abitacolo è ben isolato dai rumori.
 
 
Difetti
> Cappelliera. Quando il divano è avanzato, lascia intravedere quel che c’è nel baule.
> Climatizzatore. I comandi piccoli e in basso non sono comodi. 
> Frizione. Il pedale è pesante da premere.
> Visibilità. Di tre quarti anteriore è difficoltosa.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1995
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (150)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 330/1750-2750
Emissione di CO2 grammi/km 114
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 208
Accelerazione 0-100 km/h (s) 8,9
Consumo medio (km/l) 23,3
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 434/180/156
Passo cm 267
Peso in ordine di marcia kg 1450
Capacità bagagliaio litri 468/1510
Pneumatici (di serie) 205/60 R16

 

BMW Serie 2 Active Tourer
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
48
55
43
33
88
VOTO MEDIO
2,8
2.78277
267
Aggiungi un commento
Ritratto di follypharma
21 luglio 2014 - 14:22
2
ah...al posteriore ha un multilink ..? ma allora e' una vera bmw!!!!! complimenti.... e vorrei ben vedere che mettevano anche il ponte torcente ... aspetto solo di vedere la prossima serie uno soffrire di sottosterzo nella guida brillante.... Auto inutile, e dannosa per l'immagina del marchio ben piu' dei suv... poveri noi
Ritratto di Sprint105
21 luglio 2014 - 14:53
1
Non so se ti è capitato di guidarla, ma la Serie 1 sottosterza, anche se ha la trazione posteriore. Il multilink di questa orribile monovolume mi sembra una finezza. Forse solo la Mecedes Classe B ce l'ha. Sono curioso di vedere se da noi questa BMW avrà successo. I puristi storceranno il naso come quelli dell'Alfa ai tempi della 164? Mah...
Ritratto di Strige
21 luglio 2014 - 15:03
Se parli di italiani, ti posso assicurare che si lamentano sempre, basta vedere i 4 commenti qui presenti. I puristi potevano lamentarsi negli anni 80-90 quando il settore auto spingeva. Ora che siamo in crisi, i puristi possono solo stare zitti, perchè una azienda deve sopravvivere e non più vivere. Difatti non sono i puristi che mantengono la casa, ma sono i clienti, questo modello serve principalmente a ritagliarsi una fetta di mercato a costo quasi zero. Comunque in italia non può avere successo più di tanto perchè non teniamo soldi, bisogna vedere a livello europeo. Qui pure comprare una 500l (che è proprio brutta) ormai è diventato difficile.
Ritratto di EasterRuben
11 agosto 2014 - 14:14
Con due riserve: la prima è che BMW non cerca di sopravvivere ma è uno dei marchi che "vivono" meglio. Altrimenti non potrebbe investire nella creazione di modelli di nicchia come le 3 e 5 GT. La seconda è che, pur non avendo soldi, gli italiani continuano a comprarne tante, di BMW. Potrei quasi dire che vedo più BMW che Fiat, in giro. E questa sarà un successone, anche se non glielo auguro.
Ritratto di Subaru_Impreza
25 luglio 2014 - 00:11
Che genio ............... TUTTE le auto del mondo sottosterzano se non hanno aderenza all'avantreno. Trazione anteriore, posteriore e integrale. O vogliamo ancora ragionare per luoghi comuni e dire "TA sottosterzante", "TP sovrasterzante" ?
Ritratto di Motorsport
21 luglio 2014 - 15:53
la trazione anteriore e la scelta migliore per questa monovolume ...
Ritratto di PariTheBest93
21 luglio 2014 - 18:00
3
La TP ruberebbe troppo spazio dietro con un tunnel centrale troppo ingombrante...
Ritratto di Ivan92
21 luglio 2014 - 14:23
6
Ma credo che sia così orribile sopratutto perchè le BMW nella maggior parte dei casi sono auto molto belle, perciò una del genere sembra ancora più brutta di quello che è rispetto alle altre BMW. Difficile trovare una ragione per acquistarla al posto di una rivale se non per il marchio.
Ritratto di Strige
21 luglio 2014 - 14:24
Questa vettura è rivolta a chi vuole il marchio BMW, ma vuole spazio per la famiglia. Direi che copre quella fetta di mercato che BMW non copriva prima di questo modello. Il fatto che sia trazione anteriore, a mio avviso, non è un problema. Sarebbe stato ridicolo, secondo me, avere una monovolume ma con trazione posteriore. E' da famiglia, non è fatta per correre. Se voglio una auto per famiglia e che sia sportiva punto sulla 3 o sulla 5. Questa è per chi vuole spazio, marchio e non gli interessa la sportività.
Ritratto di littlesea
21 luglio 2014 - 14:42
2
...frontale scopiazzato in lungo e in largo dalla "mia" Zafira II pre-restyling, fiancata presa in prestito a 12 mani dalla attuale Kia Carens e posteriore ripreso pari pari dalla "vecchia" Mercedes classe B... Vero, meccanica di prim'ordine e finiture alquanto più curate che non su altri modelli della stessa categoria...però...per 35.000 € di media...ne vale la pena mettersi in box questo sgorbio?
Pagine