PRIMO CONTATTO

Audi A3 Sportback: a gas è vivace, ma carica meno

La nuova A3 Sportback g-tron è la prima Audi con impianto a metano: si guida bene, ma il baule è più piccolo (di 100 litri) rispetto alle versioni a benzina o a gasolio.

27 marzo 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 27.250
  • Consumo medio

    30,3*
  • Emissioni di CO2

    92 grammi/km
  • Euro

    6
Audi A3 Sportback
Audi A3 Sportback 1.4 TFSI g-tron Ambition
*consumo espresso in km/kg di metano
 
Da fuori è difficile riconoscerla
 
Se non fosse per la sigla g-tron appena dietro i parafanghi anteriori e nel portellone, sarebbe impossibile distinguere questa versione a metano dalle altre Audi A3 Sportback: le bombole sono nascoste sotto il baule, invisibili dall'esterno, e l'altezza della vettura non è stata modificata. È persino possibile ordinare accessori che la rendono ancora più grintosa, come il pacchetto S line exterior (1.760 euro) dell'auto del nostro test: paraurti sportivi, mascherina nera lucida, minigonne e spoiler posteriore più pronunciato.
 
Anche dentro è sempre lei 
 
L'abitacolo dell'Audi A3 Sportback g-tron ha finiture curate e non manca di sportività. Anche qui è possibile scegliere (come nella vettura da noi provata) dettagli che richiamano il mondo dello sport: sono nel pacchetto S line (2.155 euro) e includono il volante dalla corona massiccia e piatta nella parte inferiore, i sedili avvolgenti (oltre ai cerchi in lega di 18 pollici e all'assetto ribassato). Un'occhiata al cruscotto mostra l'unica differenza della g-tron rispetto alle altre Audi A3 Sportback: gli indicatori del carburante sono due. Quello a destra mostra il livello della benzina nel serbatoio (che ha una capacità di 50 litri), mentre a sinistra, al posto del termometro dell'acqua, viene indicata la quantità di gas nelle due bombole da 14,4 kg.
 
Non è a buon mercato, ma fa risparmiare
 
I serbatoi di gas si trovano sotto il piano di carico e sono realizzati in leggero materiale composito (che fa guadagnare in totale 54 kg rispetto a normali bombole in acciaio). Così però, rispetto alle altre A3 Sportback a benzina o a gasolio, il baule perde 100 litri di capacità: quella minima è di 280 litri (il 26% in meno rispetto ai "canonici" 380) e la massima 1120 (anziché 1220). Il vano di carico conserva comunque forme regolari e ben sfruttabili, ma il piano è più alto, a 7 centimetri dalla battuta del portellone. La Audi A3 Sportback g-tron non vuol essere una scelta economica, ma a parità di allestimento costa 150 euro meno della 1.4 TFSI a benzina (che però ha 12 cavalli in più) e solo 150 in più rispetto alla 1.6 turbodiesel da 105. In realtà il vero risparmio è nei costi di gestione: stando ai dati di consumo dichiarati, a pari chilometraggio, con la versione a metano si spende circa la metà che con la 1.6 TDI, e addirittura un terzo rispetto a quella a benzina. Gli intervalli di manutenzione sono gli stessi di quest'ultima, e il costo dei tagliandi analogo (quindi inferiore rispetto a una turbodiesel). Cosa chiedere di più? Con un serbatoio di benzina più piccolo (sotto i 15 litri), l'auto sarebbe considerata "mono-carburante" a metano, e farebbe risparmiare il 75% del bollo: 160 euro l'anno. Per contro, in questa ipotesi l’auto avrebbe un'autonomia solo discreta: a gas la casa dichiara una percorrenza di oltre 450 km (per la versione con cambio S tronic del nostro test), ma in base al consumo letto nel computer di bordo, si arriva a circa 320.
 
Si guida bene, però… 
 
Il "millequattro" turbo dell'Audi A3 Sportback g-tron funziona normalmente a metano (passa alla benzina solo quando si esaurisce il gas nelle bombole, oppure negli avviamenti a freddo) e si fa apprezzare per silenziosità e fluidità nell'erogazione. Premendo a fondo l'acceleratore, i 110 cavalli arrivano con grande progressività e sono più che sufficienti a muovere con brio i 1260 kg (a vuoto, 55 in più della 1.4 TFSI  a benzina). Ben riuscito l'abbinamento con il rapidissimo cambio a doppia frizione e sette marce S tronic (2.200 euro): che, stando ai dati ufficiali, garantisce consumi leggermente più bassi rispetto al manuale a sei rapporti (in media, 31,3 km/kg anziché 30,3), mentre non cambiano lo "0-100" e la velocità massima: rispettivamente 10,8 secondi e 197 km/h. Preciso lo sterzo e notevole la tenuta di strada, mentre le sospensioni del pacchetto S line risultano un po' rigide su fondi non perfettamente lisci. Inoltre, le gomme di 225/40 R 18 (fanno parte dello stesso gruppo di accessori) sono rumorose sull'asfalto drenante, già a partire da circa 100 km/h. Fastidioso, per un'Audi…
 
Secondo noi
 
Pregi
> Guida. Tra le curve l'A3 Sportback è piacevole, anche in questa versione a metano.
> Motore. I 110 cavalli assicurano un discreto brio e sono erogati in modo fluido.
> Stile. La g-tron non rinuncia alle personalizzazioni Audi, neanche alle più sportive.
 
Difetti
> Baule. Le bombole fanno perdere oltre un quarto della capacità di carico.
> Bollo. Se l'auto avesse avuto un serbatoio di benzina sotto i 15 litri, si avrebbe avuto un risparmio del 75% della tassa di possesso. Invece si è privilegiata l'autonomia complessiva.
> Rumore di rotolamento. Le gomme di 18 pollici del pacchetto S line si fanno sentire sull'asfalto ruvido. Grave, per un'auto di questo prestigio.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1395
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 81 (110)/4800-6000
Coppia max Nm/giri 200/1500-3500
Emissione di CO2 grammi/km 92
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 431/179/143
Passo cm 263
Peso in ordine di marcia kg 1260
Capacità bagagliaio litri 280/1120
Pneumatici (di serie) 225/45 R 17
Audi A3 Sportback 1.4 TFSI g-tron Ambition
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
10
7
7
0
8
VOTO MEDIO
3,3
3.34375
32
Aggiungi un commento
Ritratto di M93
27 marzo 2014 - 19:45
Molto bella, e insieme alla Leon, l'unica vettura media con motorizzazione benzina/metano. Il prezzo è parecchio salato, giustificato in parte dalla bontà delle finiture e della qualità costruttiva, anche se su una vettura di questo livello è piuttosto inadeguato il tappo per il rifornimento della benzina di vecchio tipo, ovvero con cordicella, sistema piuttosto antiquato e ben poco pratico. Questa soluzione potrebbe causare, nel lungo periodo, lievi graffi segni sulla carrozzeria (dati dal "penzolare" del tappo) o macchie causate da gocce o residui di carburante. Per una vettura di questo target e lignaggio, nonché prezzo, sarebbe stato lecito aspettarsi il serbatoio senza tappo, ad innesto diretto, come accade su altre vetture, anche di categorie inferiori.
Ritratto di fabri99
27 marzo 2014 - 21:25
4
Sono dell'idea che i prezzi delle premium non siano completamente giustificabili, ma che comunque questi costruttori cerchino sempre di giustificare il prezzo salato dei loro prodotti, non solo con il nome. BMW ad esempio fa pagare così tanto la Serie 1 per la rinomata trazione posteriore e per gli ottimi motori, Mercedes punta a...beh, sinceramente non so quale sia esattamente la giustificazione, ma il lusso e lo stile di una Mercedes sono unici... Audi invece non ha solo le finiture interne(che non bastano per giustificare il prezzo), ma, in alcuni dei suoi modelli, ha l'ottima trazione integrale Quattro. Perciò, come credo che le BMW sensate siano solo quelle TP, credo che le Audi sensate siano solo quelle Quattro: che senso ha spendere così tanto in più per un prodotto premium, se poi l'unica cosa che ti da in più rispetto alle avversarie sono gli interni più curati? Se quest'Audi fosse TI, allora potrei capire almeno un po' il prezzo alto, ma così non ha niente in più di una Leòn a metano, solo delle finiture interne migliori e un "nome" famoso...
Ritratto di M93
27 marzo 2014 - 21:56
Quello che scrivi è vero, sopratutto quando si parla di alcuni marchi tedeschi, come Audi. Proprio perché si tratta di vetture di un certo livello e di prezzo elevato, oltre alla qualità di finiture, materiali e lavorazioni, ci si aspetterebbe anche soluzioni e tecniche costruttive adeguate: la "svista" dello sportellino del carburante è uno dei tanti piccoli grandi particolari che si notano (come anche lo strato di vernice e trasparente anche nelle parti non in vista, i comandi e le rotelle gommate, le tasche portaoggetti rivestite etc). Un saluto ;)
Ritratto di fabri99
28 marzo 2014 - 20:51
4
Vero, dovrebbero brillare anche nei dettagli, invece non fanno poi meglio delle generaliste. Certo, hanno anche loro molti pregi, ma credo che, soprattutto nel caso di Audi, debbano essere più valorizzati, sia per non far pagare solo il marchio, sia per allontanare gli avversari, soprattutto semi-premium, che minacciano sempre più i tedeschi... Ciao!
Ritratto di Lino Trida
28 marzo 2014 - 21:25
Ma se dietro son tutte uguali,sembrano tutte " TORTE" da compleanno, come potete dire molto bella? Siete ancora italiani del buon gusto o tedeschi rincoglioniti?
Ritratto di M93
29 marzo 2014 - 09:31
De gustibus non est disputandum. Io trovo che la A3, pur non brillando per originalità, abbia un design riuscito, con una linea pulita e accattivante. Personalmente preferisco vetture con un'estetica così, che alcune auto più "originali" (se così le vogliamo definire), di produzione nazionale o europea.
Ritratto di Flavio Pancione
27 marzo 2014 - 20:17
7
mi sta più simpatica, ammetto che di questo Blu e con questi cerchi non è affatto così banale. Ne vedo in giro tante troppe bianche o grigie: colori con in quale non è un granchè. La combustione a metano è comunque un'ottima cosa, mantiene i pregi e i (difetti) del benzina ma aggiunge costi di gestione molto più bassi.. ma il problemone sappiamo tutti qual'è. Purtroppo, l'auto a metano è un'auto a metà oggi. E ribadisco purtroppo.
Ritratto di PariTheBest93
28 marzo 2014 - 09:52
3
Sono d'accordo, con i colori giusti anche un'Audi può essere accattivante! Quanto al metano, oramai i compromessi sono sempre meno, qui si sacrifica un po' di baule...
Ritratto di Dicoluc
27 marzo 2014 - 20:29
3
Prezzo dell'auto in articolo inventato. Ma seriamente, l'auto in allestimento ambition SENZA OPTIONAL parte da 29.450€ che sono una cifra da denuncia, e ha su roba tipo il navigatore MMI plus da più di 2000€, il pacchetto S line interno ed esterno che costerà altri 2500€ in tutto, 600€ di climatizzatore automatico (sia mai che lo offrano di base), xenon plus da 1000€, radio DAB più altra roba non meglio specificata. Questa costa 40.000€ se va bene, altrochè 27.000€...
Ritratto di Dicoluc
27 marzo 2014 - 20:35
3
Eccola qui, configurata uguale (per quello che ho visto dalle foto). Mettete questo Audi Code nel configuratore sul sito per vedere l'auto: ACK7AKAL
Pagine