PRIMO CONTATTO

Audi A3 Sportback: 367 cavalli di velluto

Si chiama RS 3 la più sportiva delle Audi A3 Sportback: la sua notevole cavalleria spinge con ferocia, ma sa essere anche docile.

21 marzo 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 49.900
  • Consumo medio

    12,3 km/l
  • Emissioni di CO2

    189 grammi/km
  • Euro

    6
Audi A3 Sportback
Audi A3 Sportback RS3 2.5 TFSI quattro S tronic
4X4 e doppia frizione
 
Per l’Audi RS 3 Sportback 2.5 TFSI quattro S tronic parlano i numeri: il 5 cilindri turbo abbinato al cambio a doppia frizione e alla trazione integrale eroga 367 CV e 465 Nm di coppia massima (disponibili a un regime non troppo elevato, 1650 giri). Sufficienti, secondo la casa, a bruciare lo “0-100” in 4,3 secondi e a toccare i 250 km/h di velocità massima (per 1.810 euro il limitatore viene eliminato e si possono raggiungere i 280). La più grintosa delle Audi Sportback, però, non è troppo vistosa: si riconosce per i paraurti specifici, con estese prese d’aria a nido d’ape, e per l’assetto ribassato di 2,5 cm rispetto ai modelli “normali”. Il prezzo (49.900 euro) include i cerchi di 19” e i fari bixeno ma, stranamente, non il navigatore (1.000 euro).
 
Ambiente di lusso
 
Rifinito di tutto punto, l’abitacolo dell’Audi RS 3 Sportback abbina l’eleganza dei rivestimenti in pelle Nappa (di serie) alla sportività dei sedili avvolgenti, della pedaliera in alluminio, delle modanature in fibra di carbonio (965 euro, di serie sono tipo alluminio) e del volante con la parte inferiore della corona appiattita. La posizione di guida con estese regolazioni elettriche è comoda. Un appunto alla completa strumentazione: potrebbe evidenziare meglio la marcia inserita nella modalità manuale. Piccoli anche i tasti nella consolle e i pochi portaoggetti. Il baule ha perso parecchia capienza rispetto alla A3 Sportback “normale”: 280/1120 litri invece di 380/1220.
 
Non solo veloce
 
Che l’Audi RS 3 Sportback sia una super sportiva, non ci sono dubbi. Ma non è una belva solo da pista: dotata (come l’auto del test) di sospensioni “intelligenti” regolabili su tre tarature (optional, a 1.175 euro), offre un comfort insospettabile e il cinque cilindri sa anche trottare fluido a bassa velocità. Aspetti che rendono l’auto “usabile” tutti giorni con consumi (stando al computer di bordo) prossimi ai 10 km/l (ma senza sfruttare la meccanica). Nella prova sul tortuoso circuito di Imola, inserendo le due modalità più sportive delle quattro previste dall’Audi drive select (modifica le risposte dell’auto e il modo in cui il sistema di trazione integrale ripartisce la coppia fra i due assali) l’Audi RS 3 Sportback ha sfoderato una buona agilità, evidenziando una precisione dell’avantreno nell’inserimento in curva persino migliore di quella della meno potente S3 (300 CV): il merito va sia alle carreggiate leggermente allargate, sia ai pneumatici di maggiori dimensioni (235/35 R 19). E le cose vanno ancora meglio con quelli differenziati, di 255/30 R 19 all’avantreno e da 235/35 R 19 al retrotreno (optional, a 845 euro). Grazie alle quattro ruote motrici, l’auto trova sempre la trazione giusta per uscire fulminea dalle curve e la notevole stabilità perdona grossolani errori del guidatore. All’altezza della situazione lo sterzo (diretto e non troppo pesante) e il cambio a doppia frizione: la sua velocità invoglia a selezionare le sette marce con le palette dietro al volante (la modalità automatica è più adatta all’uso stradale). Il motore spinge parecchio, il “vuoto” ai bassi regimi è contenuto e la spinta sempre regolare. Molto potenti i freni carboceramici, che reggono l’uso intenso e garantiscono spazi d’arresto ridotti. E non va dimenticato il suono rauco dell’impianto di scarico, che diventa più cattivo agli alti regimi, quando si aprono due farfalle all’interno dei condotti. 
 
Secondo noi
 
Pregi.
> Aspetto. Non è vistoso e conserva una certa eleganza.
> Guida. Entusiasmante e “facile”.
> Sedili. Comodi e rifiniti con eccezionale cura.
 
Difetti
> Baule. Poco capiente.
> Dettagli. I portaoggetti sono piccoli come i tasti nella consolle.
> Dotazione di serie. Considerato il prezzo, non è così generosa.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2480
No cilindri e disposizione 5 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 270 (367)/5500-6800 giri
Coppia max Nm/giri 465/1650-5550
Emissione di CO2 grammi/km 189
Distribuzione 5 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (autom. doppia frizione) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 250
Accelerazione 0-100 km/h (s) 4,3
Consumo medio (km/l) 12,3
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 434/179/141
Passo cm 262
Peso in ordine di marcia kg 1520
Capacità bagagliaio litri 280/1120
Pneumatici (di serie) 235/35 R19

 

Audi A3 Sportback RS3 2.5 TFSI quattro S tronic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
13
6
3
0
4
VOTO MEDIO
3,9
3.923075
26
Aggiungi un commento
Ritratto di Ivan92
21 marzo 2016 - 11:15
6
Gran mezzo, ho avuto l'occasione di guidare la più tranquilla S3. Che dire, sta incollata a terra sempre, anche troppo per i miei gusti :) Questa con il 5 cilindri invece dovrebbe essere una vera belva nel suo segmento con prestazioni davvero eccellenti (278,70 km/h e 4,2 secondi nello 0-100 rilevati da un altra rivista) Perciò anche se i noti disprezzatori di Audi la troveranno noiosa, banale, lenta ecc.. (e chi più ne ha più ne metta) io personalmente la trovo un ottima vettura, sicura e divertente in grado di gestire molto bene l'elevata potenza, anche se il prezzo è abbastanza impegnativo per un auto di questo segmento. Perciò per me che apprezzo tantissimo questo genere di vetture sarebbe una vera soddisfazione poter vedere in un futuro non molto lontano oltre all'Audi RS3, la Mercedes A 45 AMG e la Ford Focus RS anche altre case automobilistiche provare ad avventurarsi a questi livelli con le loro Hot hatch, noi appassionati ne saremmo davvero contenti!
Ritratto di alemontini
22 marzo 2016 - 14:38
Bellissima auto..concordo
Ritratto di Flavio Pancione
21 marzo 2016 - 11:15
7
In recensioni più dettagliate della vecchia RS3 emergeva qualche problemino. Chissa se sono riusciti a risolverlo, anche se anche questa monta gomme maggiori davanti. Comunque, non mi piace ma, qualcosa che apprezzo c'è come il motore e in parte il sound (quando si sente) e i sedili dove gia quelli della s3 mi sono piaciuti molto. La linea da baby wagon invece non mi va giù, ed è un peccato, nella patria delle wagon ( in casa Audi) questa volta mi piace parecchio la sedan. Un eventuale RS3 sedan potrebbe dire fortemente la sua almeno per lo stile...
Ritratto di Gasswagen
21 marzo 2016 - 13:12
...e allora quel "qualche problemino" era un problema, garantito.
Ritratto di M93
21 marzo 2016 - 16:59
@Flavio - Anche a me piace molto la Sedan e dalle mie parti qualcuna se ne vede, anche se proporzionalmente un'inezia rispetto alle classiche hatch. La RS3 con carrozzeria Sedan arriverà quasi certamente con il restyling di metà carriera, che dovrebbe debuttare entro la fine del 2016. Saluti.
Ritratto di MAXTONE
21 marzo 2016 - 13:00
Penso che con un equipaggiamento adeguato superi di slancio i 60.000€! Comunque in questo segmento e visto il mio background sono molto più attratto dalla M2 Coupé: Vedo in essa un mezzo non solo molto più appagante esteticamente perché evocativo delle BMW più famose del passato,ma anche più prestazionale e agile e in grado di trasmettere un piacere di guida di livello superiore con quello ZF 8 rapporti dal quale sono stregato e la sua telaistica sopraffina. E poi immagina quando la prendi per uscire, con quei 370 cv scaricati tutti sulle ruote posteriori. Quello che però mi piace da matti e' che mostra continuità con la prima M3 (Ossignore che belle la Sport Evo e la Cecotto Edition) e per alcuni aspetti con la gloriosa 2002 Turbo possedendo così, non so come spiegare, quel forte appeal "da show room" (elemento che ho riscontrato anche nella RC F che infatti mi ha stregato) che non vedo nell'audi. In altre parole sarei molto più stimolato ad esibire con orgoglio una M2.
Ritratto di Flavio Pancione
21 marzo 2016 - 13:09
7
Vabe è scontato. Per quanto si possono narrare di tempi in pista o prestazioni la M2 rimane di un'altro livello per i motivi da te detti. Hai provato lo ZF perchè? La M2 è possibile prenderla anche manuale il che è difficile rinunciare ma effettivamente la forza dello ZF è nella rapportatura perfetta più che nella comunque ottima gestione delle cambiate in manuale.
Ritratto di MAXTONE
21 marzo 2016 - 15:49
No no magari ho letto solo un sacco di recensioni sia italiane che americane e ne hanno parlato in un modo tale che mi ha del tutto convinto. Però è altrettanto vero che i manuali di Monaco sono di una piacevolezza d'uso leggendarie (qui posso testimoniarlo avendone guidate a decine di BMW col manuale) e immagino che il manuale sviluppato per l'M2 sia una summa di tutta la l'esperienza maturata in decenni di M manuali. Ho scritto la prova dell'E30 320iS: Per motivi puramente economici non riuscì a comprarla nel 2000 ma ho avuto la grande fortuna di guidarla molto spesso.
Ritratto di torque
21 marzo 2016 - 16:45
Perché parlate di ZF? La M2 non monta il doppia frizione?
Ritratto di MAXTONE
21 marzo 2016 - 17:09
Purtroppo hai ragione! Lo ZF si trova sulla M235i (comunque una validissima e più accessibile alternativa alla M2) dunque a sto giro ho flashato di brutto io, chiedo venia.
Pagine