PRIMO CONTATTO

BMW Serie 4 Cabrio: pepata su strada, salata nel prezzo

La BMW M4 Cabrio col suo 3.0 biturbo da 431 CV assicura prestazioni da supercar, ma in 20 secondi si trasforma in un’elegante auto a cielo aperto. Per averla, però, serve un portafogli robusto!

2 settembre 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 87.350
  • Consumo medio

    11,5*
  • Emissioni di CO2

    203* grammi/km
  • Euro

    6
BMW Serie 4 Cabrio
BMW Serie 4 Cabrio M4 DKG
* Col cambio a doppia frizione a sette marce
 
Fascino da vendere
 
La BMW M4 Cabrio ha tutta la grinta della Coupé, ma con il tetto in metallo che si ripiega in 20 secondi è ancora più “affascinante” e aggiunge l’eleganza e lo “charme” tipici delle auto scoperte. A soffrire, però, è il baule, che viaggiando a tetto scoperto si riduce ai minimi termini (anche se la casa dichiara 20 litri in più rispetto a quello della vecchia Serie 3 Cabrio). I progettsti BMW, tuttavia, si sono dati da fare per migliorarne l’accessibilità quando la capote è aperta, escogitando un sistema di sollevamento del tetto che libera temporaneamente spazio per inserire con comodo le valigie nel vano: basta premere un tasto nel portellone per alzare l’intero blocco e poi abbassarlo di nuovo.
 
Linea aggressiva e filante
 
A differenziare la carrozzeria della BMW M4 Cabrio da quella delle altre versioni scoperte provvedono i tratti caratteristici delle vetture sportive del marchio tedesco: grandi prese d’aria nel paraurti, le tipiche “branchie” nei parafanghi anteriori, il vistoso rigonfiamento sul cofano e i quattro terminali di scarico tondi. La parte posteriore è tra le più riuscite, col baule corto e ben integrato nella siluette slanciata della macchina: un buon risultato per una cabrio-coupé, che nel bagagliaio deve nascondere l’ingombrante tetto in metallo, col suo complesso meccanismo elettrico che ne consente il ripiegamento nel vano.
 
Agile e veloce, nonostante il peso
 
Nella guida, la BMW M4 Cabrio non ha un comportamento molto diverso da quello della coupé: motore, sterzo, sospensioni e cambio confermano che si tratta di una sportiva, con prestazioni da supercar, solo leggermente inferiori a quelle della coupé a causa dell’aumento di peso dovuto al tetto ripiegabile (circa 250 kg). Comunque, le differenze sono quasi inavvertibili, e non manca neppure qualche fruscio aerodinamico che avevamo riscontrato nel test dell’altra versione. L’accelerazione è bruciante, accompagnata da un piacevole rombo cupo, che diventa ancor più coinvolgente con la capote abbassata. Lo sterzo è diretto e preciso (e passando dalla taratura Comfort alla Sport si avverte un deciso appesantimento del volante); la tenuta di strada è elevata, i freni assolutamente all’altezza della situazione e il cambio a doppia frizione (3.990 euro) rapido nei passaggi di marcia nella guida aggressiva, ma dolce e morbido se si viaggia con ritmi tranquilli. Insomma, questa cabrio ha stile e tanto pepe. Discreti i consumi per una vettura di queste prestazioni: alla fine del test, il computer di bordo segnava 9,1 km/l. Certo, per metterla in garage è indispensabile un conto in banca di tutto rispetto, anche considerando che gli oltre 87.000 euro del listino inevitabilmente lievitano se si aggiunge qualche indispensabile optional.
 
Secondo noi
 
PREGI

> Cambio automtico. Il robotizato a doppia frizione a sette marce è veloce, ma rende confortevole la marcia quando si va “a passeggio”.
> Guida. Nonostante l’aggravio di peso non indifferente rispetto alla coupé, la M4 Cabrio è un fulmine, con una tenuta di strada eccellente e un’estrema maneggevolezza.
> Motore. Il 3.0 biturbo a benzina da 431 CV è potente, cattivo quando si fa salire la lancetta dei giri, ma sa anche essere vellutato. Entusiasmante il rumore emesso dai quattro scarichi.
 
DIFETTI
 
> Dotazione. Visto il prezzo elevato, sorprende dover pagare a parte importanti sistemi di sicurezza, come quello che aiuta a mantenere la corsia (540 euro) o la possibilità di disattivare l’airbag anteriore destro (60). Optional (370 euro) anche il frangivento.
> Fruscii aerodinamici. L’insonorizzazione è buona per una cabrio, ma a 130 km/h il rumore dell’aria si fa un po’ sentire.
> Portaoggetti. I vani sono pochi e di piccole dimensioni.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 6 in linea
No cilindri e disposizione 2979
Potenza massima kW (CV)/giri 317 (431)/5500-7300 giri
Coppia max Nm/giri 550/1850-5500
Emissione di CO2 grammi/km 203*
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (robot.) + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 250 (autolimitata)
Accelerazione 0-100 km/h (s) 4,4*
Consumo medio (km/l) 11,5*
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 467/187/139
Passo cm 281
Peso in ordine di marcia kg 1790*
Capacità bagagliaio litri 220/370
Pneumatici (di serie) ant. 255/40 post. 275/40 R18

 

BMW Serie 4 Cabrio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
79
27
18
7
16
VOTO MEDIO
4,0
3.993195
147
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
2 settembre 2014 - 21:26
3
Semplicemente fantastica questa M4 Cabrio con il comportamento stradale tipicamente BMW senza rinunciare al confort di guida. Il prezzo è logico che sia alto: e pur sempre una M con 431 Cv di razza!! La linea rimane filante e con molta personalità. Promossa a pieni voti.
Ritratto di Motorsport
3 settembre 2014 - 15:05
Tutto bellissimo .. anche il colore ..
Ritratto di Racing75
3 settembre 2014 - 15:55
a parte che il colore è il classico comunissimo grigetto, quindi nulla di speciale, ma di "spettcolare" questa vettura mi pare abbia solo il prezzo. Pesa come un carro armato, è la classica "berlinetta con la coda" cabrio, già vista e rivista con un design abbastanza banale (tipico teutonico), a quel punto se uno vuole davvero un auto sportiva per quel prezzo hai una scelta enorme: dalla Lotus Exige alla Porsche Cayman, dalla Nissan GTR o alla bellissima 4C, che alla fine costa molto ma molto meno. Insomma, questa BMW la vedo solo per appssionati del marchio, ma c'è assolutamente di meglio in commercio.
Ritratto di Motorsport
3 settembre 2014 - 17:06
E non è mettalizato ma perlato ... Addirittura la M4 cabrio pesa come un carro armato Hahahahhahahhahaha ..
Ritratto di PariTheBest93
2 settembre 2014 - 21:29
3
Bellissima, anche se è troppo pesante. Scelta difficile fra questa e la rs5 cabrio.
2 settembre 2014 - 21:48
Questa M4 è una vera sportiva con la M maiuscola in tutti i sensi, ha una meccanica d'eccezione, una ripartizione dei pesi perfetta e doti dinamiche da urlo come ogni BMW che si rispetti (grazie alla TP e al motore montato nella posizione più arretrata possibile,verso l'abitacolo e abbassato il più possibile mentre audi oltre ad essere di base una TA,il motore lo posiziona a sbalzo sull'asse anteriore quindi garanzia di sottosterzo), oltre a tutto ciò che per me è fondamentale per definire sportiva un auto, c'è anche la linea: Qui si commenta da sola ma le audi cabrio,quella che prendi prendi, somigliano a delle vasche da bagno su ruote: Non hanno nessuna forma, nessuno stile, dalla a3, una piccola tinozza, alla a5 cabrio (Jacuzzi deluxe).
Ritratto di PariTheBest93
2 settembre 2014 - 22:12
3
Ciao Max, metti da parte i pregiudizi sul marchio perché tutte le cabrio hanno l'aspetto di una vasca da bagno ;) A me piacciono entrambe esteticamente ma l'audi ha più apeal specie nel blu elettrico dei modelli più sportivi. Se parliamo dei motori credo che sia migliore il 4.2 V8 da 450cv un aspirato da 8500 rpm vecchia scuola, il 3.0 da 431cv non lo vedo all'altezza (al contrario del precedente 4.0 V8). Per l'assetto sono due scelte diverse bmw sarà più sportiva per la TP ma anche questa deriva dalle versioni meno potenti, poi il sottosterzo ce l'hanno tutte le vetture del mondo se entri in curva al limite ad una velocità esagerata!
Ritratto di Moreno1999
3 settembre 2014 - 09:50
4
Dai Paride, definire questa meraviglia una vasca da bagno mi sembra un po...atipico! Bramante ha ragione a definire la A3 Cabrio una tinozza, in quanto sgraziata. Anche la sorella Golf è una pozza, anzi in Germania la mk1 veniva chiamata "cestino per le fragole". Beeellissimo soprannome!
Ritratto di PariTheBest93
3 settembre 2014 - 18:00
3
Infatti non l'ho mai detto, a me piacciono molto le cabrio stavo solo seguendo il ragionamento di max. Tuttavia meglio sembrare una vasca da bagno che un altro oggetto in quella stanza dove regali le tue evacuazioni ;)
Ritratto di Moreno1999
3 settembre 2014 - 18:02
4
Ahahahahahahahah si in effetti non posso darti torto
Pagine