PRIMO CONTATTO

BMW Serie 3: nevica? Nessun problema

La versione a trazione integrale della BMW 320d con il 2.0 turbodiesel da 184 CV non teme i fondi scivolosi e nella guida infonde ancora più sicurezza del modello solo a trazione posteriore, ma senza compromessi per il divertimento. Peccato solo che tutto questo si faccia pagare caro.

5 dicembre 2012
  • Prezzo (al momento del test)

    € 42.550
  • Consumo medio

    20,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    128 grammi/km grammi/km
  • Euro

    5
BMW Serie 3
BMW Serie 3 320d xDrive Modern
PIÙ TRAZIONE DIETRO

Le linee fluide, che uniscono eleganza a una buona dose di grinta (merito del frontale sottile e penetrante), restano quelle delle altre BMW Serie 3. La novità è… sotto i piedi dei passeggeri: le quattro ruote motrici. Già in vendita, la BMW 320d xDrive è dotata di un raffinato sistema di trazione integrale permanente che, tramite una frizione a controllo elettronico, trasferisce parte della motricità anche alle ruote anteriori. Normalmente si viaggia con il 60% della coppia motrice al retrotreno e il restante 40% all’avantreno: ma, se il sistema rileva il possibile slittamento di una o più ruote (in talune situazioni, come nell’abbordare una curva un po’ “allegra”, anche prima che ciò si verifichi), cambia la ripartizione della trazione (fino al 100% su un solo asse) per garantire sempre la giusta “presa” delle ruote, senza togliere nulla al piacere di guida.

 
UN SOLO MOTORE DIESEL
 
Le BMW Serie 3 a trazione integrale (xDrive), al momento disponibili solo con la carrozzeria berlina, sono proposte con tre motori a benzina (i 2.0 da 184 e 245 CV e il 3.0 con 306 cavalli), ma uno solo a gasolio: il 2.0 da 184 cavalli che equipaggiava la vettura del test. I prezzi sono compresi fra 38.100 euro per la BMW 320i xDrive e 53.150 per la 335i xDrive MSport, entrambe a benzina. La BMW 320d xDrive Modern costa 42.550 euro e ha buona una dotazione: tuttavia, visto il prezzo, ci aspettavamo di serie il climatizzatore bizona (670 euro) e i sensori di distanza (810 euro), mentre per il navigatore vanno aggiunti almeno 1.650 euro e altri 2.500 servono per avere il cambio automatico a otto rapporti della vettura in prova. 
 
POSTI DIETRO SACRIFICATI
 
L’abitacolo della BMW 320d xDrive Modern ricalca quello delle altre versioni: pertanto, finiture di prim’ordine e una plancia molto elaborata, che trasmette una sensazione di ricchezza. La posizione di guida, bassa e sportiva, nulla toglie al comfort, di buon livello, della vettura. I comandi sono disposti correttamente, ma con la manopola (fra i sedili) che aziona i servizi di bordo occorre fare un po’ di apprendistato. Il divano può accogliere abbastanza bene due persone (chi dovesse sedersi in mezzo si troverebbe a fare i conti con il tunnel di trasmissione), però l’accessibilità ai posti dietro è ostacolata dal tetto basso e dalle porte non proprio ampie. Quanto al baule, la buona capienza (480 litri) resta quella delle versioni a trazione solo posteriore.
 
SICURA SULLA NEVE
 
Nel corso del test, su strade di montagna (e in parte durante una nevicata), la BMW 320d xDrive (dotata di pneumatici invernali) si è dimostrata stabile e poco impegnativa da gestire. A rendere gradevole la guida contribuiscono la fluidità, la grinta con cui (all’occorrenza) il 2.0 turbodiesel eroga i suoi 184 cavalli e la morbidezza del cambio automatico nel selezionare velocemente gli otto rapporti (c’è anche la modalità manuale con le levette dietro il volante). Peccato che, in queste particolari condizioni, i consumi rilevati dal computer di bordo non siano bassi: circa 10 km/l di media (20,4 la percorrenza omologata). Sempre parlando di numeri: vista la verve del motore, i 7,5 secondi per lo “0-100” e i 233 km/h di velocità massima ci paiono verosimili.
 
IN PISTA È “FACILE”
 
Una parte del test della BMW 320d xDrive si è svolta su un circuito innevato (neve compatta sopra uno strato di ghiaccio), lungo poco più di un chilometro, che comprendeva curve strette e uno slalom fra i birilli. L’abbiamo affrontato a bassa velocità, inserendo tramite i tasti fra i sedili la modalità Comfort dell’Eco Pro (di serie), il sistema che varia su quattro impostazioni la risposta dell’acceleratore, dello sterzo, dell’Esp e del cambio automatico. Anche in questa situazione la BMW 320d xDrive non ha richiesto particolari attenzioni nella guida, superando senza patemi anche la prova di slalom. Viceversa, con il programma Sport inserito (non adatto alla neve), abbiamo dovuto lavorare non poco con lo sterzo per recuperare gli sbandamenti del retrotreno (che però, almeno a velocità molto moderata, si correggono facilmente). 
 
 
Secondo Noi
 
Pregi
> Cambio. Un buon “automatico”, morbido e veloce negli inserimenti delle marce
> Guida. È brillante e molto sicura
 
Difetti
> Accessibilità. Quella ai posti dietro non è il massimo
> Prezzo. L’auto del test con il cambio automatico costa 45.050 euro e la dotazione va integrata
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1995
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 135 (184)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 380/1750-2750
Emissione di CO2 grammi/km 128
Distribuzione 4 valvole per cilindri
No rapporti del cambio 6 manuale + retro
Trazione Integrale
Freni anteriori Dischi autoventilanti
Freni posteriori Dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 462/181/143
Passo cm 281
Peso in ordine di marcia kg 1510
Capacità bagagliaio litri 480
Pneumatici (di serie) 205/60 R16 92V

 

BMW Serie 3 320d xDrive Modern
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
10
4
1
1
4
VOTO MEDIO
3,8
3.75
20
Aggiungi un commento
Ritratto di mjmarvin95
5 dicembre 2012 - 16:32
La Nuova BMW serie 3 è davvero un'ottima auto!! Sicura, confortevole, dinamica... abbastanza versatile... Ma il prezzo è salito ancora rispetto alla versione precedente e alla fine dei conti ti trovi a dover sborsare oltre 60-65 mila euro!!! Oppure rinunci alla dotazione di una BMW e ti "accontenti" di un cinquantino... E' diventata più conveniente l'A4 a parità di dotazione!!
Ritratto di Motorsport
6 dicembre 2012 - 18:55
A differenza di Audi...
Ritratto di mjmarvin95
6 dicembre 2012 - 22:08
Non metto in dubbio il piacere di guida superiore delle BMW, ma anche le Audi sono piacevoli. Le Mercedes meno, dal punto di vista della guida sportiva.
Ritratto di Motorsport
6 dicembre 2012 - 23:50
Ricordati una cosa: per quanto riguarda queste cose la bmw e la numero 1
Ritratto di MatteFonta92
5 dicembre 2012 - 17:03
3
Ottima auto, ma a mio parere dovrebbero "rinfrescare" il design del cruscotto: oltre ad essere un po' troppo banale, è lo stesso per quasi tutte le BMW! Un po' più di personalizzazione no?
Ritratto di Subaru_Impreza
5 dicembre 2012 - 17:22
La pensavo come te, poi quando sono salito di persona su una versione luxury mi sono ricreduto totalmente, in foto non sembra così imponente come è in realtà. Sul cruscotto ti do ragione, sono stato anche sulla serie 7 e le differenze sostanziali sono: il quadro strumenti è digitale (lancette e numeri appaiono come su uno schermo, a vettura spenta non si vedono), il bracciolo centrale è completamente diverso, molto + ampio, il freno a mano è elettronico e ovviamente aumenta l'abitabilità, soprattutto in larghezza (ma non di molto). A parte questi fattori le differenza sono ben poche, ma ti garantisco che il livello di finitura già sulla serie 3 è veramente elevato, nulla a che vedere con il vecchio modello. Poi io ti parlo della versione luxury, ma francamente non penso che la versione "base" sia tanto peggio.
Ritratto di Subaru_Impreza
5 dicembre 2012 - 17:25
Scusa rileggendo mi sono espresso un po' male: intendevo che la plancia in foto sembra un po' spoglia, tutta la consolle centrale dà un po' la sensazione di "povero", mentre dal vivo fa l'effetto opposto. Se tu col cruscotto intendi precisamente il quadro strumenti dietro il volante, allora vale il mio commento sopra, è davvero molto simile in tutte le BMW.
Ritratto di MatteFonta92
5 dicembre 2012 - 17:46
3
Sì, io come cruscotto intendevo solamente il quadro strumenti, che, come hai detto anche tu, è praticamente identico in tutte le BMW e questo, su delle auto di questo calibro, dà una strana idea di "riciclo", che non ci sta tanto bene. Poi, riguardo alla qualità degli interni, nulla da dire, sono salito recentemente su una serie 3 e su una serie 1 e non posso che constatarne la grande cura dell'abitacolo.
Ritratto di plantini
6 dicembre 2012 - 17:20
Il motore è ottimo, è una BMW dopotutto...e poi la traione integrale. Però per 42.550 euro i pneumatici 205/60 R 16 mi sembrano un po' pochini...possibile che per averla completa come piacerebbe bisogna sempre aggiungere qualche cosa?
Ritratto di Subaru_Impreza
6 dicembre 2012 - 17:57
E' il grande difetto (e unico) dell'elica di monaco... la dotazione... pensa che sulla mia misera Bravo di serie c'erano i 225/45 ZR 17
Pagine