PRIMO CONTATTO

Fiat Freemont: integrale, ma solo quando serve

La versione 4x4 della Freemont offre una trazione migliore in curva, in accelerazione e sui fondi a bassa aderenza, senza che il guidatore debba fare nulla: quando è necessario, trasferisce parte della coppia alle ruote posteriori. Valido il cambio automatico, mentre il turbodiesel potrebbe essere insonorizzato meglio. Così così il bagagliaio.

6 febbraio 2012

Listino prezzi Fiat Freemont non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 34.440
  • Consumo medio

    13,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    194 grammi/km
  • Euro

    Euro 5
Fiat Freemont
Fiat Freemont 2.0 Multijet 170 CV Lounge Automatica 4X4
La produzione aumenta

La Freemont sta avendo notevole successo, al punto che alla Fiat hanno deciso di aumentare del 20% circa la produzione per il 2012, inizialmente fissata in 30.000 unità. Chi acquista quest’auto arriva per due terzi da un’altra marca, e nel 70% dei casi si tratta di ex proprietari di una station wagon o di una monovolume; un cliente su dieci, invece, aveva una suv, ed è proprio su questa fascia di pubblico che punta la casa torinese con le versioni a quattro ruote motrici, chiamate AWD (“All Wheel Drive”). Sono proposte con il sei cilindri a benzina di 3604 cm3 e 280 cavalli oppure con il due litri turbodiesel Multijet da 170 cavalli, decisamente più in linea con i gusti (e le possibilità) dell’automobilista italiano. Proprio la Freemont 2.0 Multijet AWD (nel ricco allestimento Lounge che ha di serie l’interno in pelle con i sedili riscaldabili, i cerchi in lega di 19” bruniti, il navigatore con schermo di 8,9” e la telecamera posteriore, preziosa vista la scarsa visibilità in retromarcia) è la protagonista di queste nostre impressioni di guida.

Vistosa e spaziosa

All’esterno non si notano novità: la linea è quella, squadrata e molto “americana” (ricordiamo che la Freemont altro non è che la Dodge Journey riveduta e corretta dopo l’acquisizione della Chrysler da parte della Fiat), che abbiamo imparato a conoscere in questi mesi sulle nostre strade. Quindi, forme squadrate e un frontale imponente per un “macchinone” lungo 489 cm. Anche l’abitacolo, spazioso e ben realizzato, è il solito: plancia semplice e curata, con i comandi facili da raggiungere, poltrone accoglienti anche se non larghissime, la solita leva del cambio in posizione un po’ troppo arretrata e quindi scomoda (ma la Freemont AWD ha la trasmissione automatica, quindi il difetto non è così evidente); i sette posti sono veri, nel senso che persino i sedili dell’ultima fila (a scomparsa nel pavimento del baule) offrono un comfort accettabile. Come per le altre versioni, il bagagliaio della Freemont 2.0 Multijet AWD non è grandissimo in rapporto alle dimensioni esterne, e la distanza dal suolo di ben 80 cm non favorisce le operazioni di carico e scarico; comunque, ribaltando in avanti lo schienale anteriore destro (e quelli posteriori) si ottiene la notevole profondità utile di 280 cm.

Qualche rumore di troppo

La Fiat Freemont 2.0 Multijet AWD non è certo una sportiva, ma non appare nemmeno impacciata nei percorsi tortuosi (e non è scontato, viste le dimensioni). Può contare, infatti, su uno sterzo abbastanza preciso e su sospensioni che pur digerendo bene le irregolarità dell’asfalto, non la fanno coricare troppo in curva. Il due litri a gasolio garantisce una spinta adeguata a partire dai 1500/1800 giri e allunga come si deve, facendosi però sentire a bordo un po’ più del dovuto quando si dà gas o si viaggia intorno ai 100-110 km/h; alle andature autostradali fa capolino anche qualche sgradevole fruscio aerodinamico. Il cambio automatico a sei rapporti è dolce nei passaggi di marcia ma tutt’altro che lento, e può essere usato anche in modalità manuale sequenziale per godersi il gusto del freno motore in scalata. La Fiat dichiara che la Freemont a trazione integrale può toccare i 184 km/h di velocità massima e scatta da fermo a 100 km/h in 11,1 secondi. Prestazioni che ci sono sembrate realistiche. Il dato relativo al consumo medio, invece (13,7 km/l) ci pare un po’ ottimistico.

Ok sullo sterrato

Tenuta di strada e stabilità della Fiat Freemont 2.0 Multijet AWD sono di buon livello, e a favore della sicurezza gioca pure la trazione integrale che, in realtà, diventa tale solo quando serve. In condizioni normali di guida (asfalto asciutto, rettilineo, erogazione costante) la trazione è anteriore; ma il sistema (a controllo elettronico) è in grado di trasferire fino al 45% della coppia al retrotreno, se rileva perdite di aderenza da parte di una o più ruote, oppure in caso di accelerazione corposa o, ancora, quando si affronta una curva. In pratica, si può contare su una “trazione aggiuntiva” che aiuta a scaricare al suolo i cavalli, migliorando la motricità per esempio nei percorsi non asfaltati: lo abbiamo verificato affrontando senza difficoltà un itinerario che prevedeva del fuori strada leggero, dove la Fiat Freemont 2.0 Multijet AWD se l’è cavata benone. Chi è alla guida dell’auto, ovviamente, non si accorge di nulla; è la vettura stessa a trasformarsi di volta in volta in una 4x4 o in una tutt’avanti.

 
Secondo noi

PREGI
> Cambio. L’automatico privilegia il comfort, ma non è affatto addormentato nei passaggi di marcia.
> Guida La trazione integrale a controllo elettronico aggiunge sicurezza e interviene con discrezione, quando è necessario.
> Spazio. A bordo ce n’è parecchio: la Freemont offre sette posti veri.

DIFETTI
> Baule. Considerando le dimensioni esterne di quest’auto, il bagagliaio non è grande.
> Rumorosità. In accelerazione, il turbodiesel fa sentire la sua voce. E alle velocità autostradali salta fuori qualche fruscio.
> Visibilità. La posizione rialzata aiuta, ma i finestrini sono abbastanza piccoli. Senza la telecamera posteriore le “retro” sarebbero davvero complicate.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1.956
No cilindri e disposizione 4
Potenza massima kW (CV)/giri 125 (170)/4000
Coppia max Nm/giri 350/1750-2500
Emissione di CO2 grammi/km 194
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (automatico sequenziale) + retromarcia
Trazione Integrale
Freni anteriori Dischi autoventilanti
Freni posteriori Dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 489/188/175
Passo cm 289
Peso in ordine di marcia kg 2035
Capacità bagagliaio litri 145/1461
Pneumatici (di serie) 225/65 R 19
 
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
3.6 V6 24v 280 CV Urban Automatica 4X4 32.440 benzina 3.604 280/206 206 8,4 8,8 262 -
3.6 V6 24v 280 CV Lounge Automatica 4X4 34.440 benzina 3.604 280/206 206 8,4 8,8 262 -
2.0 Multijet 140 CV 25.920 gasolio 1.956 140/103 180 12,3 15,6 169 -
2.0 Multijet 140 CV Urban 27.430 gasolio 1.956 140/103 180 12,3 15,6 169 -
2.0 Multijet 140 CV Lounge 29.430 gasolio 1.956 140/103 180 12,3 15,6 169 -
2.0 Multijet 170 CV 27.430 gasolio 1.956 170/125 195 11,0 15,6 169 -
2.0 Multijet 170 CV Urban 28.940 gasolio 1.956 170/125 195 11,0 15,6 169 -
2.0 Multijet 170 CV Lounge 30.940 gasolio 1.956 170/125 195 11,0 15,6 169 -
2.0 Multijet 170 CV Urban Automatica 4X4 32.440 gasolio 1.956 170/125 184 11,1 13,7 194 -
2.0 Multijet 170 CV Lounge Automatica 4X4 34.440 gasolio 1.956 170/125 184 11,1 13,7 194 -
Fiat Freemont
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
89
66
53
43
70
VOTO MEDIO
3,2
3.19003
321
Aggiungi un commento
Ritratto di Jinzo
7 febbraio 2012 - 01:55
ma ha un effetto diverso vederlo marchiato fiat... mi piace... certo che andrà molto, se non proprio solo diesel; per il prezzo e dotazione sembra azzeccato come 4x4.... anche la tata aria nn e male 4x4 completa di tutto... il 3.6cc pentastar con tecnologia multiair deve essere fantastico......ah certo dimenticavo ora mancano i commenti che diranno: 35.000€ per un vecchio dodge marchiato fiat? compro meglio una bmw...che vadano a finire come le mini FUOCO FUOCO
Ritratto di Bmw Xdrive
7 febbraio 2012 - 09:46
con 35000 euro....... NON ci compri una BMW specialmente se la vuoi con la miglior trazione integrale al mondo l'Xdrive. ahahahaahahahah ciao : )
Ritratto di Zack TS
7 febbraio 2012 - 10:55
1
la miglior trazione integrale del mondo non è quella roba elettronica che ti da la bmw, è quella MECCANICA che fanno in casa subaru.......tanto di cappello per la qualità e i motori delle bmw, ma non diciamo fesserie
Ritratto di Bmw Xdrive
7 febbraio 2012 - 11:00
si scusa hai ragione dovevo dire la seconda miglior trazione integrale al mondo. (anche a me piace la subaru).
Ritratto di J-B
7 febbraio 2012 - 12:37
1
...su queste pagine si leggono delle opinioni così civili. Grazie!
Ritratto di Zack TS
7 febbraio 2012 - 12:39
1
ovviamente tra le macchine più "normali", escludendo miti del fuoristrada come il defender, ma quelle appunto sono fuoristrada in tutto e per tutto
Ritratto di gugliadino
7 febbraio 2012 - 17:23
o meglio, il mezzo per andare dovunque con la trazione integrale.. è la JEEP.. che guarda caso sta proprio nel gruppo FIAT (cioè è della Chrisler) ...(lo so che quella sulla Freemont non è esattamente quella delle JEEP.. ma l'esperienza è quella, il know how viene da li...) .. ovviamente non è una trazione integrale da corsa come quelle di subaru e BMW ... MA per l'uso su un auto come la freemont ... beh è semplicemente perfetta (senza nulla togliere alle ottime tecnologie di cui parlate voi)
Ritratto di mattias93
7 febbraio 2012 - 18:27
Ma quale seconda, guarda land rover, mitsubishi, jeep... quelle schifezze elettroniche non servono a molto.
Ritratto di Army64
7 febbraio 2012 - 20:59
la migliore trazione nel campo è quella della Land/Range Rover non diciamo fesserie,poi c'è la Subaru per quelle stradali.La Bmw per imparare a costruire le auto a trazione integrale si compro' qualche anno fa' la marca inglese e successivamente la cedette alla Ford.E cìè pure L'Audi che è stata la prima casa a crederci nelle trazione integrale ed Ha notevole esperienza nel settore.Senza dimenticare l'americana Jeep vera pioniera del 4x4.Ricordo inoltre al gentile pubblico che la madre delle attuali suv è stata la Fiat Campagnola del 1976 prima fuoristrada al mondo con scocca portante e 4 sospensioni indipendenti.
Ritratto di yeu
12 febbraio 2012 - 11:52
Scusate se mi intrometto ma secondo alcune prove l'auto con trazione integrale che riesce ad andare veramente dappertutto è la jeep Wrangler.Ha battuto tutti a livello mondiale però bisogna aggiungere che lì non c'è solo la trazione ma ha anche dei sistemi meccanici unici con uno snodamento delle ruote pazzesco.Detto questo c'è stata una prova comparativa fra la grand cherokee e la BMW X5 la tedesca ha vinto leggerissimamente sui consumi,sono risultate alla pari come comfort e finiture,mentre l'americana ha primeggiato come prezzo e dotazioni(addirittura c'era una differenza di 13000euro e in più la jeep offriva le sospensioni attive regolabili sia manulmente che automaticamente),ma come fuoristrada la tedesca è stata letteralmente polverizzata dall'americana.Vai a vederti la prova comparativa.Confermo che le tedesche sono ottime auto ma costano molto di più di quello che danno ma purtroppo giocano sul fattore dell'ideologia popolare.
Pagine