PRIMO CONTATTO

Fiat Panda: a metano, ma vivace

Abbiamo guidato in anteprima la Fiat Panda 0.9 TwinAir Natural Power, versione a metano della citycar italiana. La praticità del modello e la notevole economicità d’utilizzo, dovuta al basso prezzo del gas e ai bassi consumi promessi, si accompagnano a un comportamento brillante (ma anche a un po’ di rumorosità in più).

20 agosto 2012
  • Prezzo (al momento del test)

    15.000  circa
  • Consumo medio

    n.d.
  • Emissioni di CO2

    86 grammi/km
  • Euro

    5
Fiat Panda
Fiat Panda 0.9 TwinAir Turbo 80 CV Natural Power Easy
Più cavalli e meno CO2

Si potrà ordinare solo dal prossimo autunno, ma alVolante ha già potuto provare un prototipo praticamente definitivo. Stiamo parlando della nuova Panda a metano, che, oltre che nella carrozzeria, nella scocca e negli interni, si differenzia nettamente dal vecchio modello (ancora in vendita col nome di Panda Classic) anche dal punto di vista meccanico. Infatti, al posto del quattro cilindri “1400”, la nuova Panda Natural Power (così si chiamano le Fiat che possono andare a metano o a benzina) monta l’innovativo “900” bicilindrico turbo TwinAir. Andando a gas, la potenza sale da 69 a 80 cavalli, e in proporzione cresce ancora di più la spinta ai medi regimi (quelli maggiormente utilizzati nella guida normale). Inoltre, dovrebbero diminuire molto le emissioni nocive e i consumi. Secondo la casa, per ogni chilometro percorso, dallo scarico escono 86 grammi di CO2 invece di 107, mentre, in base ai nostri calcoli (non ci sono ancora i valori ufficiali) per la nuova Panda dovrebbe venire dichiarata una percorrenza di circa 32 km con un kg di metano (25,7 per la “1400” Classic).

Sulla base della 4x4

Come già la Panda Classic, anche la nuova Natural Power condivide scocca e sospensioni con il modello 4x4 (che debutterà immediatamente dopo). La maggiore altezza da terra della versione a trazione integrale (3,5 cm) viene sfruttata per alloggiare le due bombole del metano nella zona in cui rubano meno spazio, ovvero nel sottoscocca, pur conservando un’abbondante distanza dal suolo e il serbatoio di benzina “originale” da 35 litri (scelta apprezzabile, dato il numero limitato di distributori di metano: poco più di 900 in tutta Italia). Una bombola da 22 litri è disposta sotto il tunnel centrale, mentre l’altra, da 50 litri, sta sotto il baule; rispetto al passato, il fondo del bagagliaio segue meglio la forma della bombola, lasciando spazio a un comodo portaoggetti estraibile (che prima non c’era). Rispetto alla versione solo a benzina, la capacità del baule cala da 225 litri a 189.

Non è più “artigianale”

Degli interni della Fiat Panda, e della notevole praticità di questa piccola ma spaziosa cinque porte, abbiamo già parlato qui, mentre in questa occasione ci interessa far notare le differenze legate alla presenza dell’alimentazione a metano. Ebbene, tutto è studiato con cura. Il tasto per passare dall’alimentazione a benzina a quella a gas (e viceversa) è uguale, come forma, agli altri presenti nella consolle centrale, mentre lo schermo della strumentazione riporta in contemporanea gli indicatori della quantità dei due combustibili. La Panda Classic, invece, ha un più “artigianale” (e poco visibile) tastino a sinistra del volante, che incorpora anche l’indicatore della quantità di gas residua nelle bombole.

Nelle riprese non si fa pregare

Oltre al prototipo della Fiat Panda 0.9 TwinAir Natural Power, avevamo a disposizione anche una Classic 1.4. Guidandole una dopo l’altra, le differenze sono venute a galla con chiarezza; la due cilindri è decisamente più briosa. In base ai dati ufficiali, e andando a metano, lo scatto da 0 a 100 km/h richiede 12,8 secondi invece di 14,9, mentre la velocità massima sale da 157 a 168 km/h. Tuttavia, è soprattutto la ripresa in quinta marcia a far capire la differenza; nel passaggio da 80 a 120 orari, il tempo dovrebbe calare da 28,3 secondi a 15. Tra le note meno positive del due cilindri, il suo tipico “frullare”, fin troppo evidente in accelerazione (ma ben smorzato a velocità costante) oltre a qualche vibrazione nelle riprese dai regimi molto bassi. Per il resto, il comfort è buono (il rumore delle gomme sull’asfalto e la capacità di assorbire le buche sono molto migliorati rispetto alla Panda Classic), lo sterzo “solido” e la tenuta di strada affidabile (anche se il rollio in curva è evidente e l’Esp si potrà avere solo a richiesta, pagando 300 euro).

Motore irrobustito

Veniamo ora all’argomento “soldi”. Per stabilire con precisione quanto si spende per il carburante, occorrono le misurazioni del consumo da parte del nostro centro prove (cosa che verrà fatta nel corso di un prossimo test). Tuttavia, possiamo fornire una stima indicativa: considerando che il metano costa circa 0,97 euro/kg, la spesa dovrebbe essere intorno ai 3,5-4 euro ogni 100 km. Questo valore va messo a confronto con gli 11,4 euro della Panda TwinAir a benzina (costo del carburante di 1,78 euro al litro e percorrenza media rilevata nella prova di 15,6 km/l) e gli 8,9 della 1.3 Multijet a gasolio (1,69 euro/litro e 18,9 km/litro). C’è poi da tenere conto che il motore della Panda 0.9 TwinAir Natural Power è stato rinforzato rispetto a quello che va solo a benzina: l’intera testa, le valvole (con guide e sedi) e il catalizzatore sono più robusti. In questo modo, reggono le maggiori sollecitazioni causate dall’uso del metano, senza il bisogno di una manutenzione più frequente o costosa (se si esclude la sostituzione delle bombole ogni quattro anni, obbligatoria per legge, e per la quale si spendono circa 150-200 euro).

A partire da circa 15.000 euro

Il prezzo dell’auto non è ancora stato stabilito, ma probabilmente sarà superiore a quello della TwinAir a benzina di 2.500-3.000 euro (e di 1.800-2.300 rispetto alla turbodiesel); nell’allestimento Easy, quindi, la Fiat Panda 0.9 TwinAir Natural Power verrà a costare circa 15.000 euro, con una dotazione non proprio ricca; di serie ci saranno la radio e la chiusura centralizzata con telecomando, ma non il “clima” (optional a 850 euro). Infine, c’è da dire che la Panda Natural Power sarà venduta anche con un allestimento più “avventuroso”, simile a quello della versione 4x4 (con estese protezioni in plastica nella parte inferiore della carrozzeria). Ma in questo caso è davvero troppo presto per anticipare il prezzo.

Secondo noi

PREGI
> Impianto a gas. Le modifiche strutturali al motore, l’installazione delle bombole, il commutatore sulla plancia, il cruscotto: tutto è studiato con molta cura.
> Praticità. Cinque porte e abitacolo spazioso si abbinano a maneggevolezza a prova di città.
> Prestazioni. Chi pensa che le utilitarie a metano siano tutte lente, farà meglio a ricredersi: questa Panda è piacevolmente brillante. E dovrebbe essere anche molto economa.

DIFETTI
> Dotazione. In una citycar da 15.000 euro, il “clima” (ma anche l’Esp) dovrebbe essere di serie.
> Rollio. Nelle curve affrontate velocemente, l’auto si inclina sensibilmente di lato.
> Rumorosità. In accelerazione, il TwinAir si fa sentire (e non manca qualche vibrazione ai bassi regimi).

 

Fiat Panda
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
236
138
89
51
100
VOTO MEDIO
3,6
3.58469
614
Aggiungi un commento
Ritratto di gig
27 agosto 2012 - 19:51
Ciao Matteo! Mi fa piacre tu abbia avuto la pazienza di leggere tutto il mio post ed approfondire i link! E' stato comunque un piacere averti potuto aiutare, e sono felice d' esser stato gradito! Per quanto riguarda i fiattari, lo so: oltre che mal informati sulle auto, sono anche maleducati... Ma che ci vuoi fare... Basta ignorarli! ;) Per quanto riguarda le auto, ho letto che la più consona alle tue esigenze sarebbe la i10. Effettivamente hai ragione che per lo stesso prezzo prendi un' auto più grande ma (senza voler influenzare il tuo giudizio, ovviamente) ti vorrei far notare che, la Micra, essendo più grande, avrà cx e peso maggiori rispetto alla i10. Ciò comporta un maggior consumo e maggiori spese per bollo e assicurazione vista anche la maggior cilindrata.. Bisogna fare due conti anche sulla lunghezza della garanzia e sulla effettiva qualità costruttiva della Micra (della quale non so dirti, dato che credo di esservi salito tempo fa a qualche rassegna, ma ricordo poco o nulla!)... Fammi sapere! A presto... ;)
Ritratto di MatteFonta92
27 agosto 2012 - 20:38
3
Ok, gig, spero di aver presto la certezza di poter comprare un'auto, e, quando avrò deciso, te lo dirò sicuramente! Intanto grazie 1000 ancora per tutto! Ciao ;-)
Ritratto di gig
28 agosto 2012 - 09:35
Di nulla! Mi ha fatto molto piacere! Tu, assieme a Cinque porte, sei l' utente col quale vado più d' accordo. Ormai siete rimasti in due. Provvederò, infatti (nel caso non si avveri la mia richiesta alla redazione di maggior controllo) a non commentare più se non nei riguardi tuoi e di 5 porte... A presto... :)
Ritratto di MatteFonta92
28 agosto 2012 - 10:05
3
Davvero? Mi spiace molto che tu abbia preso questa decisione... ma del resto è più che comprensibile, questo uno dei siti in cui c'è meno controllo, se uno esprime un parere che va contro a quello che pensa la maggior parte della gente, viene subito aggredito e/o insultato... e immancabilmente ogni volta che esce un articolo su una Golf o su una Fiat, ecco comparire fiattari e tedescofili che non fanno altro che insultarsi a vicenda per convincere gli altri della superiorità di Fiat o VW... ed è ovvio che in questo modo si riempie il sito di commenti spazzautura. Io comunque, anche contro queste avversità, ho sempre deciso di continuare, perché il sito, tutto sommato, è valido, e i fiattari e altri estremisti alla fine basta ignorarli... ormai ho imparato a non rispondere a commenti scritti chiaramente con intenti provocatori. Spero comunque che continuerai a commentare, ma, alla fine, è una tua decisione, quindi, qualunque essa sia, la rispetterò! :-) Per quanto riguarda la mia futura auto, per sapere se avrò la possibilità di acquistarla dovrò aspettare almeno la fine di settembre, poi si vedrà... ti farò comunque sapere! Ciao! ;-)
Ritratto di Gordo88
20 agosto 2012 - 16:33
Cavolo così alta da terra sembra il furgoncino dei puffi..:) Per chi bada al sodo e vuole costi di matenimento minini è perfetta, a parte il costo iniziale non proprio econmico ma poi lo si recupera in fretta.
Ritratto di Gianluu
20 agosto 2012 - 16:45
1
auto carina , ma prezzo decisamente alto! Belli i cerchi in legaa!
Ritratto di panda07
20 agosto 2012 - 16:54
1
su i cerchi anche io li stavo guardando e sono veramente belli!!!!!!!, riguardo al prezzo con gli sconti si abbasserà di molto introno ai 12.000 euro o addirittura anche meno!!!!, pero è un'auto ben fatta!, io credo che i 15.000 euro ci siano sia per le modifiche, la progettazione, il motore ecc... ciao :)
Ritratto di gig
21 agosto 2012 - 11:15
Mi spieghi perchè la Hyundai per la i10 a GPL aumenta il prezzo dall' equivalente a benzina di 1500 euro e la Fiat per la Nuova Panda a GPL aumenta il prezzo dall' equivalente a benzina di 2000 euro?
Ritratto di panda07
21 agosto 2012 - 11:28
1
secondo il mio punto di vista, la panda a gpl costa 500 euro di più perchè: 1, è un progetto recente, i materiali di costruzione sono migliori 2, il motore è migliore e ha delle piccole furbizie come se si rompe la cinghia della distribuzione (se non sbaglio) le valvole non si rompono ecc.... poi non vanno usati additivi come nella i10 e nella panda è tutto regolato elettronicamente, come le farfalle cosa che non accade su la hyundai i10 3, l'impianto è diverso e quello della panda è Landi.... 4 la panda viene costruita in italia e la mano d'opera costa molto di più che in India spero che ho esaurito i tuoi dubbi XD ciao ;)
Ritratto di gig
21 agosto 2012 - 11:36
... litigare. Immagina che ciò ti venga detto col sorriso sulle labbra: non voglio innescare un' altra discussione. Secondo me, però: 1 Il progetto è recente, ma i materiali e gli accoppiamenti sono di qualità equivalente a quelli della i10 2 Che il motore sia migliore, non direi proprio: non nego che ha molti punti a suo favore, ma in quanto a ripresa (il punto per me più importante) è davvero sotto zero. L' ho provata, e sembrava avesse bisogno di una spinta, figurarsi a GPL, comunque per la regolazione manuale delle farfalle, è solo una tua idea: in realtà non è così! 3 L' impianto a GPL della Hyundai i10 è "Made in BRC"! C' è da fidarsi, quindi! 4 La Panda viene costruita in Italia, ma anche se la i10 viene fatta in India e costa meno, ha la stessa qualità, gli stessi assemblaggi, maggior garanzia e dotazione... Non voglio litigare, ma qui sembra che Fiat vogli derubare i suoi clienti, almeno a me! Ciao... :)
Pagine