PRIMO CONTATTO

Fiat Panda: a metano, ma vivace

Abbiamo guidato in anteprima la Fiat Panda 0.9 TwinAir Natural Power, versione a metano della citycar italiana. La praticità del modello e la notevole economicità d’utilizzo, dovuta al basso prezzo del gas e ai bassi consumi promessi, si accompagnano a un comportamento brillante (ma anche a un po’ di rumorosità in più).

20 agosto 2012
  • Prezzo (al momento del test)

    15.000  circa
  • Consumo medio

    n.d.
  • Emissioni di CO2

    86 grammi/km
  • Euro

    5
Fiat Panda
Fiat Panda 0.9 TwinAir Turbo 80 CV Natural Power Easy
Più cavalli e meno CO2

Si potrà ordinare solo dal prossimo autunno, ma alVolante ha già potuto provare un prototipo praticamente definitivo. Stiamo parlando della nuova Panda a metano, che, oltre che nella carrozzeria, nella scocca e negli interni, si differenzia nettamente dal vecchio modello (ancora in vendita col nome di Panda Classic) anche dal punto di vista meccanico. Infatti, al posto del quattro cilindri “1400”, la nuova Panda Natural Power (così si chiamano le Fiat che possono andare a metano o a benzina) monta l’innovativo “900” bicilindrico turbo TwinAir. Andando a gas, la potenza sale da 69 a 80 cavalli, e in proporzione cresce ancora di più la spinta ai medi regimi (quelli maggiormente utilizzati nella guida normale). Inoltre, dovrebbero diminuire molto le emissioni nocive e i consumi. Secondo la casa, per ogni chilometro percorso, dallo scarico escono 86 grammi di CO2 invece di 107, mentre, in base ai nostri calcoli (non ci sono ancora i valori ufficiali) per la nuova Panda dovrebbe venire dichiarata una percorrenza di circa 32 km con un kg di metano (25,7 per la “1400” Classic).

Sulla base della 4x4

Come già la Panda Classic, anche la nuova Natural Power condivide scocca e sospensioni con il modello 4x4 (che debutterà immediatamente dopo). La maggiore altezza da terra della versione a trazione integrale (3,5 cm) viene sfruttata per alloggiare le due bombole del metano nella zona in cui rubano meno spazio, ovvero nel sottoscocca, pur conservando un’abbondante distanza dal suolo e il serbatoio di benzina “originale” da 35 litri (scelta apprezzabile, dato il numero limitato di distributori di metano: poco più di 900 in tutta Italia). Una bombola da 22 litri è disposta sotto il tunnel centrale, mentre l’altra, da 50 litri, sta sotto il baule; rispetto al passato, il fondo del bagagliaio segue meglio la forma della bombola, lasciando spazio a un comodo portaoggetti estraibile (che prima non c’era). Rispetto alla versione solo a benzina, la capacità del baule cala da 225 litri a 189.

Non è più “artigianale”

Degli interni della Fiat Panda, e della notevole praticità di questa piccola ma spaziosa cinque porte, abbiamo già parlato qui, mentre in questa occasione ci interessa far notare le differenze legate alla presenza dell’alimentazione a metano. Ebbene, tutto è studiato con cura. Il tasto per passare dall’alimentazione a benzina a quella a gas (e viceversa) è uguale, come forma, agli altri presenti nella consolle centrale, mentre lo schermo della strumentazione riporta in contemporanea gli indicatori della quantità dei due combustibili. La Panda Classic, invece, ha un più “artigianale” (e poco visibile) tastino a sinistra del volante, che incorpora anche l’indicatore della quantità di gas residua nelle bombole.

Nelle riprese non si fa pregare

Oltre al prototipo della Fiat Panda 0.9 TwinAir Natural Power, avevamo a disposizione anche una Classic 1.4. Guidandole una dopo l’altra, le differenze sono venute a galla con chiarezza; la due cilindri è decisamente più briosa. In base ai dati ufficiali, e andando a metano, lo scatto da 0 a 100 km/h richiede 12,8 secondi invece di 14,9, mentre la velocità massima sale da 157 a 168 km/h. Tuttavia, è soprattutto la ripresa in quinta marcia a far capire la differenza; nel passaggio da 80 a 120 orari, il tempo dovrebbe calare da 28,3 secondi a 15. Tra le note meno positive del due cilindri, il suo tipico “frullare”, fin troppo evidente in accelerazione (ma ben smorzato a velocità costante) oltre a qualche vibrazione nelle riprese dai regimi molto bassi. Per il resto, il comfort è buono (il rumore delle gomme sull’asfalto e la capacità di assorbire le buche sono molto migliorati rispetto alla Panda Classic), lo sterzo “solido” e la tenuta di strada affidabile (anche se il rollio in curva è evidente e l’Esp si potrà avere solo a richiesta, pagando 300 euro).

Motore irrobustito

Veniamo ora all’argomento “soldi”. Per stabilire con precisione quanto si spende per il carburante, occorrono le misurazioni del consumo da parte del nostro centro prove (cosa che verrà fatta nel corso di un prossimo test). Tuttavia, possiamo fornire una stima indicativa: considerando che il metano costa circa 0,97 euro/kg, la spesa dovrebbe essere intorno ai 3,5-4 euro ogni 100 km. Questo valore va messo a confronto con gli 11,4 euro della Panda TwinAir a benzina (costo del carburante di 1,78 euro al litro e percorrenza media rilevata nella prova di 15,6 km/l) e gli 8,9 della 1.3 Multijet a gasolio (1,69 euro/litro e 18,9 km/litro). C’è poi da tenere conto che il motore della Panda 0.9 TwinAir Natural Power è stato rinforzato rispetto a quello che va solo a benzina: l’intera testa, le valvole (con guide e sedi) e il catalizzatore sono più robusti. In questo modo, reggono le maggiori sollecitazioni causate dall’uso del metano, senza il bisogno di una manutenzione più frequente o costosa (se si esclude la sostituzione delle bombole ogni quattro anni, obbligatoria per legge, e per la quale si spendono circa 150-200 euro).

A partire da circa 15.000 euro

Il prezzo dell’auto non è ancora stato stabilito, ma probabilmente sarà superiore a quello della TwinAir a benzina di 2.500-3.000 euro (e di 1.800-2.300 rispetto alla turbodiesel); nell’allestimento Easy, quindi, la Fiat Panda 0.9 TwinAir Natural Power verrà a costare circa 15.000 euro, con una dotazione non proprio ricca; di serie ci saranno la radio e la chiusura centralizzata con telecomando, ma non il “clima” (optional a 850 euro). Infine, c’è da dire che la Panda Natural Power sarà venduta anche con un allestimento più “avventuroso”, simile a quello della versione 4x4 (con estese protezioni in plastica nella parte inferiore della carrozzeria). Ma in questo caso è davvero troppo presto per anticipare il prezzo.

Secondo noi

PREGI
> Impianto a gas. Le modifiche strutturali al motore, l’installazione delle bombole, il commutatore sulla plancia, il cruscotto: tutto è studiato con molta cura.
> Praticità. Cinque porte e abitacolo spazioso si abbinano a maneggevolezza a prova di città.
> Prestazioni. Chi pensa che le utilitarie a metano siano tutte lente, farà meglio a ricredersi: questa Panda è piacevolmente brillante. E dovrebbe essere anche molto economa.

DIFETTI
> Dotazione. In una citycar da 15.000 euro, il “clima” (ma anche l’Esp) dovrebbe essere di serie.
> Rollio. Nelle curve affrontate velocemente, l’auto si inclina sensibilmente di lato.
> Rumorosità. In accelerazione, il TwinAir si fa sentire (e non manca qualche vibrazione ai bassi regimi).

 

Fiat Panda
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
249
151
96
59
118
VOTO MEDIO
3,5
3.526005
673
Aggiungi un commento
Ritratto di panda07
21 agosto 2012 - 11:49
1
la panda internamente è superiore per me, e poi i macchinari che vengono usati per costruirla (vai a vedere il video della fabbrica) costano molto e la fabbrica giusto per l'occasione è stata modernizzata, un macchinario che mi ha fatto impressione è stato quello che vede i punti della carrozzeria e gli interni se sono precisi al millimetro, certo non dico che la i10 è pessima, ma la panda la supera in design e materiale utilizzato e un furto per me non è, visto che poi te la porti a casa con sconti!!!, comunque su il motore non hai ragione e come scritto in un'altro commento sopra era lento in ripresa perchè era legato!!!! e con i km diventa di gran lunga molto vivace!!!, comunque io se dovessi scegliere tra la i10 a gpl e la panda gpl la mia scelta ricaderebbe su l'ultima perchè oltre ad'essere piu bella (anche l'occhio vuole la sua parte) ha un motore fiat uno dei migliori venduto anche a case tedesche come l'opel e so che è fatta in italia ed ho contribuito alla crescita economica del paese e ho dato da mangiare a delle famiglie italiane e poi anche perchè per me la fiat è ottima e fa auto buone fatte per durare molto!!! :) ciao :)
Ritratto di gig
21 agosto 2012 - 11:54
Per te che però, scusa se te lo dico ancora, non hai mai tastato con mano gli interni di una i10... Credo allora che quel macchinario che misura al millimetro sia fuori uso: in concessionaria ce ne erano quattro o cinque. Nemmeno una aveva assemblaggi precisi. E' tutta un presa in giro quella della Fiat. Non credere che Hyundai non abbia dei macchinari per rendere eccellenti le sue vetture, è solo che, a differenza di Fiat, non se ne vanta! anche la i10 è sempre scontata, e di molto! Come ti ho scritto su, era un 1.2 e non giustificabile! Il 1.1 della i10 appena presa era molto più scattante! I gusti sono gusti, e ti ripeto che spendere il doppio per avere un' auto più bella ma con meno accessori e garanzia è secondo me una cosa del tutto insensata! Inolte, anche io la credevo bellissima, ma quando la vedo per strada mi giro dall' altra parte: è alta, tozza e sgraziata... a vederla da ferma non è male, ma quando ti passa vicino è orribile. Non so perchè, ma a me fa questa impressione! Comunque non mi va più di discutere. Pensala come vuoi. Ognuno rimanga della sua idea... Mi limiterò a consigliare a matteFonta la i10, e basta così... Io ho le mie idee e tu le tue...! CIao :)
Ritratto di panda07
21 agosto 2012 - 12:06
1
io se mi devo fare la macchina quando prenderò la patente con i miei vado dritto dritto al concessionario fiat sotto casa e mi prendo una bella pandina 1.2 fire lounge con in più blu e me e skydome, vado li perchè oltre che ci sono cresciuto con le pande mi piace tanto e poi è fiat (come detto da mio padre golfista e anche un po fiattaro " ora la fiat sta facendo ottime auto come la panda, doblo ecc....) e quando sarà l'ora di cambiare il golf lo trascino in un concessionario fiat a vedere una bravo perchè è veramente carina! e vedremo se poi gli piace la golf pazienza almeno ci ho provato :). a me piace confrontarmi con la gente solo che a me piace la panda perchè è un sinonimo di qualità, robustezza, praticità, design italiano e nulla la può battere, calcola che la panda 1 fu tolta dal mercato e si trovava ancora prima nelle classifiche di vendita anche se c'erano auto più sicure e meglio accessoriate....... ciao :)
Ritratto di joe77
22 agosto 2012 - 18:57
siamo x fortuna in un paese libero in quanto ad opinioni e idee. tuttavia non capisco come si possa pensare che una hyundai I10 posso essere paragonata ad una Panda. partiamo da una riflessione: la Panda è gasata in fabbrica con materiali rinforzati per valvole (visto che il gas non lubrifca come la benzina o il gasolio) quindi crea + attriti che con il passare del tempo portano alla rottura delle stesse con costi anche di 1000 euro (tra manodopera e costi vivi). la I10 tanto pubblicizzata (forse lavori in Hyndai?) viene montato post consegna in concessionaria da casa madre. altro aspetto: conosci la consistenza dei materiali con cui sono fabbricati organi quali cilindri, pistoni, valvole ecc.?? quelli made in Korea appartengono alla classe 3 (cioè sufficienti per organi di deformazione o logorio), la Fiat classe 1. la garanzia di 5 anni serve ad incentivare all'acquisto prodotti che altrimenti non sarebbero presi in considerazione dai consumatori.... mercedes,bmw,wv ecc danno 2 anni come mai? non hanno bisogno di affermare la loro superiorità. la I10 è sicuramente fatta meglio (internamente) della vecchia Panda Classic, ma assolutamente non paragonabile alla Nuova per utilizzo di materiali. ma sottolineo ancora la estrema differenza dei motori e la loro affidabilità..... case come ford e opel hanno scelto motori made in Fiat per i loro modelli..... qualcuno ha per caso preso in considerazione i motori Hyundai per motorizzare i loro modelli?la risposta è No per i problemi di durata di testate, cilindri, valvole. mettete su google una ricerca in merito e vedete cosa esce. la stessa rivista Al Volante in un numero di quest'anno riposta i numerosi problemi motoristici della Cee'd (Kia è lo stesso gruppo Hyndai) e qui non parliamo di una superutilitaria... ma di una segmento C, immaginate una macchina che costa la metà costruita dallo stesso gruppo.... la scelta dell'auto è assolutamente soggettiva ma in quanto a caratteristiche tecniche bisognerebbe informarsi prima di scrivere baggianate. forza Fiat panda anticrisi
Ritratto di gig
22 agosto 2012 - 19:58
Io sono soddisfatto dell' auto e secondo me non puoi permetterti di contraddirla: è fatta in modo esemplare, utilizzando materiali e montaggi di eccelsa qualità, costa la metà della Panda rispetto alla quale offre il triplo di accessori e garanzia... Comunque, sappi che, dato che, come hai scritto tu siamo in un paese libero, non risponderò ai tuoi commenti. Ognuno ha le sue idee, e, anche se secondo me le tue sono errate e secondo te le mie sono errate, non voglio proprio mettere in discussione le nostre tesi, che ognuno rimanga a pensare ciò che crede.. Saluti
Ritratto di joe77
22 agosto 2012 - 20:32
le opinioni su elementi di misurazione qualitativa non li discuto (estetica, idee sull'asseblaggio ecc) discuto invece le caratteristiche tecniche che riportavi (qualità degli arredamenti interni, stabilità, soluzioni tecniche) questa è scienza non opinioni. immagino non ci stai a ripondere perchè non avresti elementi concreti al di la della tua impressione di guida. vai da un meccanico serio e proponigli il confronto tecnico... ti farà una risat in faccia. il target della panda non è la Hyndai o Kia, ma è la nuova UP, la Twingo, la Agila.... tu parli di cose diverse... è come se paragonassi la Punto alla Golf.... facciamo le persone serie e non dicoamo "non ti rispondo +" solo perchè ne sai come mia nipote di auto. non è un insulto ma se non sai della materia fai come tanti che danno pareri non tecnici ma estetici. saluti
Ritratto di panda07
22 agosto 2012 - 21:16
1
so che la fiat fa ottimi motori, mio zio aveva una uno che l'ha rottamata a quota 300.000km e andava ancora una meraviglia!!!, io non dico che la i10 è un c.e.s.s.o, ma per costare cosi poco un motivo c'è! e concordo con quello detto da te ciao :)
Ritratto di panda07
22 agosto 2012 - 21:22
1
(gig non mi riferisco a te) che la gente compra auto che costano poco super accessoriate senza fare delle ricerche su i motori, la cosa più importante per me, infatti la i10 1.1 a differenza della panda 1.2 ha le farfalle che devono essere regolate dal meccanico. su la panda viene fatto da una centralina, o il fire se si rompe la cinghia di distribuzione non si bucano i pistoni e si piegano le valvole cosa che non c'è su il 1.1 hyundai e questo sistema fa evitare quai molto seri e costosi!!!! e poi ci sono molti altri meccanismi ciao :)
Ritratto di stebg1970
20 agosto 2012 - 18:17
concordo.... ho provato il 900 sulla 500 (versione benzina) ed è una...palla di fuoco... mi ha meravigliato moltissimo.....però non so....ho dubbi sulla durata... vedremo in futuro....per il resto sono concorde anche io con chi dice che il prezzo è alto, anche in confronto alla concorrenza, perchè chi sceglie una vettura a metano, gpl o altro, lo fa per RISPARMIARE non per differenziarsi e fare il figo, quindi Sergionne mio....abbassamo 'sto prezzo!!!!!
Ritratto di ilovenaples89
20 agosto 2012 - 18:38
con i prezzi della benzina è molto meglio spendere anche 2000 euro in più all'acquisto, che tra finanziamenti e sconti saranno molto meno. Con il metano si è molto più liberi, se si vuole fare una gita fuori una cosa è mettere 30 euro in benzina/25 di gasolio, un altra cosa è mettere 10 euro di metano. Davvero interessante poi con il twinair, cosi non si rinuncia nemmeno in autostrada
Pagine