PRIMO CONTATTO

Ford Mustang Fastback: una “bomba” senza visto per l’Europa

Velocissima (non solo sul dritto), ben frenata, entusiasmante tra le curve. La nuova Ford Mustang Shelby GT350R ha un solo, grande difetto: non è importata nel Vecchio Continente.

14 settembre 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    n.d.
  • Consumo medio

    5,66 km/l
  • Emissioni di CO2

    n.d. grammi/km
  • Euro

    n.d.
Ford Mustang Fastback
Ford Mustang Fastback Shelby GT350R
Rivoluzione epocale

Nel 2014, la Ford Mustang (una delle grandi icone dell’automobilismo mondiale) ha festeggiato i suoi 50 anni con una edizione letteralmente rivoluzionata nel progetto ingegneristico (fino a quel momento invariato nei suoi parametri fondamentali, in particolare l’architettura delle sospensioni): la formidabile evoluzione delle qualità dinamiche dell’autotelaio scaturita dalle modifiche introdotte ha assicurato alla vettura quella crescita prestazionale globale che serviva a permetterle di entrare a pieno titolo nel novero delle vere sportive. Fino a quel momento, infatti, la Ford Mustang aveva sempre avuto la sospensione posteriore ad assale rigido: un’architettura molto tradizionale, sempre meno adeguata a una guida veramente sportiva, soprattutto dati i valori di potenza e di coppia molto elevati di cui erano capaci i propulsori delle versioni di punta (arrivate a superare i 600 CV), da sempre contraddistinte dai marchi Shelby o Shelby-Cobra. Il nuovo autotelaio utilizza invece un retrotreno a ruote indipendenti di architettura molto avanzata, in grado di assicurare eccellenti doti di tenuta in curva, stabilità in velocità e neutralità di risposta allo sterzo, anche in presenza di potenze molto elevate. A questo si aggiungono una taratura molto performante delle unità ammortizzanti, un set di ruote e pneumatici estremamente raffinato e, tocco finale, un impianto frenante Brembo Corsa. 

Sotto il vestito, molto

La Ford Mustang “edizione 2014” è stata fin dall’inizio proposta solo con motori molto gagliardi, capaci di potenze che vanno dai 317 CV del sobrio 2.3 Ecoboost ai 421 del V8 5.0 litri. Ma questo è stato solo l’inizio. Nel 2016 ha esordito sul mercato Usa la Ford Mustang Shelby GT350R, versione di altissime prestazioni che mette perfettamente a frutto le grandi qualità dinamiche del nuovo autotelaio. Il propulsore, evoluzione estrema del 5.0 V8, è un pezzo di grande ingegneria motoristica. La sua cilindrata è stata portata a 5,2 litri, tutta l’architettura degli organi interni è stata rivista per consentire regimi di rotazione al limite degli 8000 giri, i sistemi di aspirazione e scarico sono stati modificati per ottenere un’elevatissima efficienza volumetrica. In particolare, l’albero motore ha le manovelle di biella disposte in opposizione a 180°: è quindi un “albero piatto”, mentre usualmente nei V8 le manovelle sono decalate di 90° fra loro (il primo V8 con “albero piatto” fu il leggendario Ford Cosworth DFV 3.0, fino agli 90 inoltrati il motore-mito della F1). Da questa soluzione tecnica consegue una sequenza di impulsi di aspirazione e scarico che migliora l’efficienza volumetrica, e al contempo consente di raggiungere regimi di rotazione più elevati.

La potenza è di 533 Cv a 7.500 giri, con una coppia massima di 581 Nm a 4.750 giri. Ma la Mustang Shelby GT350R è stata oggetto di affinamenti tecnici in ogni dettaglio. La rigidità torsionale della scocca è stata incrementata del 28 per cento mentre il peso della vettura completa è stato ridotto di circa 50 kg ricorrendo a elementi di carrozzeria in fibra di carbonio. Di grande finezza tecnologica le ruote da 19 pollici, in fibra di carbonio, per una drastica riduzione dell’inerzia delle masse non sospese. Tutti gli elementi delle sospensioni, in alluminio, sono stati maggiorati per gestire meglio le superiori coppie sterzanti e frenanti e, per la prima volta su una Mustang, le unità ammortizzanti sono del tipo attivo a modulazione magnetica. Nuovo è anche il cambio manuale a sei marce, mentre alla gestione della poderosa coppia provvede un differenziale autobloccante meccanico tipo Torsen. L’impianto frenante è un Brembo Corsa con dischi autoventilanti maggiorati (gli anteriori da 394 mm) e pinze a sei pistoncini. 

Prestazioni travolgenti

Abbiamo dedicato molto spazio all’analisi tecnica perché la Ford ha operato con competenza ingegneristica ai massimi livelli per portare la già superba Mustang GT V8 5.0 a livelli di eccellenza prestazionale per questa Shelby GT350R. Il corpo vettura, a parte l’alettone posteriore, presenta solo modifiche di dettaglio. La Ford Mustang Shelby GT350R del nostro test era allestita in una livrea di un giallo solare, perfetta per sottolineare lo spirito e la missione di questa versione. I sedili sono di tipo anatomico sportivo, con elevata capacità di supporto laterale. L’assetto di guida è agevolmente regolabile e, nonostante la vocazione corsaiola, il comfort è gradevole. Il volante ha diametro contenuto e offre una presa molto solida. Corta e ben posizionata la leva del cambio, il cui azionamento è rapidissimo, perfettamente fluido e molto preciso. Il pilota ha a disposizione cinque modalità di regolazione di motore e assetto: Normal, Sport, Track, Weather e Drag. I tecnici della Ford avevano preimpostato la modalità Sport, già gagliarda ma con ampi margini di sicurezza e controllo della trazione. Come abbiamo potuto verificare nel corso di un breve test in pista, le prestazioni si sono rivelate travolgenti: il V8 5.2 “albero piatto” non finisce mai, sembra impossibile che un propulsore di serie di questa cilindrata raggiunga con progressione impressionante gli oltre 8000 giri.

Il ruggito rauco è il più bel sottofondo musicale a prestazioni di assoluta eccellenza. Stando ai dati della casa, l’accelerazione 0-100 km/h richiede 3,9 secondi, mentre la velocità massima supera i 280 km/h: prestazioni che ci sono parse del tutto realistiche (e che, naturalmente, presentano il conto al distributore: la Ford dichiara un consumo medio di poco inferiore a 5,7 km/l…). La tenuta in curva arriva a 1.1 g, mentre la risposta dello sterzo è immediata, rapidissima, agile come non ci aspettavamo. La grossa sorpresa, vista la potenza specifica, è venuta dalle straordinarie doti di elasticità del V8, generosissimo anche sotto i 3000 giri: il valore specifico della coppia, veramente “mostruoso”, assicura una fluidità di erogazione straordinariamente poderosa. Freni, cambio e controllo della trazione, tutto perfetto. Tutti questi pregi fanno passare in secondo piano qualche piccolo problema di praticità d’uso: come una certa scomodità di carico, dovuta (più che alla capienza del baule) alla relativa altezza da terra della soglia di carico. A conti fatti, il solo vero difetto della “nostra” Ford Mustang Shelby GT350R è che era… un lampo giallo di passaggio per l’Europa: in questa versione, la coupé americana non è destinata a essere importata su questa riva dell’Atlantico. Gravissimo!

Secondo noi

PREGI
> Guida. Su strada come in pista, con questa sportiva il divertimento è assicurato. 
> Look. Anche in questa edizione moderna, la Ford Mustang conserva una personalità senza tempo. 
> Motore. Potenza, verve, sound entusiasmante, docilità: si può chiedere di più? 

DIFETTI
> Consumo. Certo, questa non è un’auto “da lavoro”. Al distributore, però, occorre fermarsi davvero spesso …
> Importazione in Europa. Non è prevista: un peccato, molti appassionati la vorrebbero. 
> Soglia di carico. Il baule non è piccolo, ma la bocca di carico è alta: con i bagagli si finisce per faticare un po’.

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 5163
No cilindri e disposizione 8 a V di 90°
Potenza massima kW (CV)/giri 392 (533)/7500 giri
Coppia max Nm/giri 581/4750
Emissione di CO2 grammi/km n.d.
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 280
Accelerazione 0-100 km/h (s) 3,9
Consumo medio (km/l) 5,66
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 483/193/136
Passo cm 272
Peso in ordine di marcia kg 1680
Capacità bagagliaio litri 382
Pneumatici (di serie) 305/30 ZR19 ant. - 315/30 ZR/19 post.
Ford Mustang Fastback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
275
70
12
10
12
VOTO MEDIO
4,5
4.546175
379
Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
14 settembre 2017 - 19:17
Il know how sviluppato sulla GT inizia ad avere applicazioni anche su altre vetture Ford e rende questa iconica muscle/pony una vera supercar, forte delle sue prestazioni pazzesche e del sofisticato, ma mascolino e classico, V8 e idem il telaio dalla scocca all'assetto e la gestione elettronica. A questo apporto di tecnologia rimane fedele alla cubatura, alla trazione posteriore e al cambio manuale. Direi che non si possa avere di meglio; questo cavallo di razza americano riassume potenza, guida, progresso e tradizione. Uno dei modelli più affascianti del panorama automobilistico.
Ritratto di MAXTONE
14 settembre 2017 - 19:55
1
Più che un auto una vera e propria icona (citata anche da Bowie in "Youngamericans), l'ho sempre amata incondizionatamente, anche la Foxy degli anni 80, anzi è una delle mie preferite... Shelby 350R 2017 sublima tutte le peculiarità tipiche delle Shelby e diventa il top delle muscle a mio avviso e in grado di far vedere i sorci verdi anche a sportive che costano il doppio, comunque più volte ho pensato che questa generazione sia così azzeccata da non stupirmi che sia la sportiva più venduta al mondo.
Ritratto di Fr4ncesco
14 settembre 2017 - 21:07
Che se ne dica anche a me piacciono molto la Foxy e le muscle anni '80, nonostante non sia stato il periodo migliore causa crisi petrolifera e l'ascesa delle sportive giapponesi ed europee. Adesso però stanno vivendo un nuovo entusiasmante periodo, come attestano le classifiche che vedono nelle prime posizioni le muscle le sportive più vendute.
Ritratto di MAXTONE
15 settembre 2017 - 11:37
1
Beh la Foxy, crisi petrolifera o no, ha venduto comunque un botto (ancor oggi ne circolano molti esemplari in condizioni perfette almeno in California) ed è rimasta in produzione per ben 15 anni, la Serie più longeva di sempre, dando vita a una miriade di versioni inclusa la Capri, anche in versione RS. E quando la Ford ha osato toglierla dal listino nel 1990 per sostituirla con la nuova Probe, in realtà un bellissimo coupe il quale pativa però l'accostamento con la Mustang, Ford fu subissata di lamentele di migliaia di utenti che richiedevano un immediato rientro della Mustang nel listino, cosa che puntualmente avvenne, anche se la Probe rimase in produzione affiancando verso il basso, e la Foxy su fece ben altri 4 anni sul mercato fino al 1994.
Ritratto di Fr4ncesco
15 settembre 2017 - 15:16
Si "alla faccia" dei detrattori è stata comunque un successo di vendite e la vittoria della Mustang sulla (comunque piacevole) Probe è stata quella della tradizione sulla standardizzazione di una macchina richiesta a tutti gli effetti dal popolo. Sarebbe bello se gli appassionati si opponessero più spesso ad alcune scelte delle case che ogni tanto perdono la bussola e poi non possono che ringraziare.
Ritratto di MAXTONE
15 settembre 2017 - 20:27
1
Su Wiki si narrano minuziosamente le vicende che portarono la Ford a sentire le richieste dei clienti: Siccome alla fine degli anni 80 la Foxy aveva già i suoi bei dieci anni di vita, le vendite erano, logicamente, un po' calate rispetto ai primi anni 80 ma quando fu tolta di listino e in seguito alle centinaia di migliaia di richieste degli appassionati, Ford rispose chiaramente loro "Noi in listino ce la rimettiamo e anche con un sostanzioso aggiornamento, però solo a patto che il successo di vendite sia grande", cosa che puntualmente avvenne. Affascinante il lancio o meglio il rilancio sul mercato col claim "The Boss is Back".
Ritratto di MAXTONE
15 settembre 2017 - 20:34
1
Io comunque amo da sempre la Foxy, guai chi me la tocca, il suo design è, stranamente, in grado di rappresentare alla perfezione gli anni 80 aderendo al tempo stesso alla perfezione alla filosofia Mustang. Quella che mi è piaciuta meno invece è stata la seconda serie, quella anni 70, non la Mach II di 007 Diamonds are Forever, quella era fantastica, ma quella serie più piccola di dimensioni con un corpo vettura tipo Liftback e un frontale ispirato a quello della prima serie senza però saperne rievocare lo spirito. Inoltre la coda, tipicamente anni 70, c'entrava poco col frontale più orientato ai tardi sessanta. Ricordo un esemplare di questa serie, bianco, in Charlie's Angels, credo guidata da Farah Fawcett, però nonostante tutto si dice che per le finiture abbiano toccato il punto di massimo splendore proprio con quella serie.
Ritratto di Fr4ncesco
15 settembre 2017 - 22:21
Non a caso i modelli più memorabili restano quella del '64, la Foxy e quella del 2005, da cui l'attuale prende ancora spunto e che ritengo le spartiacque tra le varie generazioni. Secondo me la prossima sarà un nuovo punto fermo infatti sarà disponibile anche in versione ibrida in sostituzione del V6.
Ritratto di supermax63
20 settembre 2017 - 05:55
Per me incomprensibile il successo della Foxy che a titolo personale considero la peggior Mustang mai prodotta.
Ritratto di LOL25
14 settembre 2017 - 19:19
"5,66 km/l" Già... chissà perché non la portano in Europa
Pagine