PRIMO CONTATTO

Ford B-Max: si guida bene, ma si fa sentire…

Pur piccola, la Ford B-Max è comoda per quattro e ha un abitacolo ben accessibile, ma poco isolato dai rumori. Non convince il baule: da una monovolume ci aspettavamo più spazio. Valido il comportamento su strada, anche se il 1.6 turbodiesel non è granché vispo.

29 agosto 2012

Listino prezzi Ford B-Max non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 20.000
  • Consumo medio

    25,0 km/l
  • Emissioni di CO2

    104 grammi/km
  • Euro

    5
Ford B-Max
Ford B-Max 1.6 TDCI 95 CV Titanium
Piccola fuori, grande dentro

La B-Max è la prima mini monovolume della Ford: lunga appena 408 cm (solo 13 cm in più della Ford Fiesta), può essere la scelta giusta per chi desidera un’auto piccola, ma spaziosa. Già in vendita, la Ford B-Max è proposta con quattro motori: l’unico a gasolio è il 1.6 turbo da 95 cavalli (oggetto del test). Quelli a benzina sono il 1.0 turbo a tre cilindri con 100 CV, il 1.4 da 90 CV e il 1.6 con 105 cavalli che, a differenza degli altri, ha il cambio robotizzato a doppia frizione invece di quello manuale. A inizio 2013 si aggiungeranno il 1.0 a benzina con 120 CV e il 1.4 a Gpl (90 cavalli).

Due allestimenti

I prezzi della Ford B-Max sono compresi fra i 16.250 euro della 1.4 a benzina, e i 20.000 euro della 1.6 TDCi Titanium del test, che sostituiscono le versioni “prelancio” rimaste in vendita soltanto per pochi mesi. Gli allestimenti sono due: “base” e Titanium. Il primo include nel prezzo sette airbag, l’Esp, i retrovisori a regolazioni elettrica e sbrinabili e la radio. Per 1.500 euro in più, la Titanium offre di serie anche i cerchi in lega di 16”, il climatizzatore manuale, il cruise control e i fendinebbia.

Se parli, ti risponde

Fra gli optional della Ford B-Max spicca l’innovativo sistema Sync: connette (tramite Bluetooth o presa Usb) un telefonino o un lettore musicale al sistema multimediale della vettura per avviare telefonate o selezionare brani musicali semplicemente attraverso comandi vocali. Inoltre, il Sync legge i messaggi ricevuti dal telefonino e, in caso d’incidente, chiama automaticamente i servizi di emergenza, indicando la posizione del veicolo. Questo esclusivo dispositivo, utile per non distrarsi dalla guida, è facile da usare e costa 250 euro sull’allestimento base (500 per la Titanium, ma in questo caso comprende una radio di migliore qualità e con comandi al volante). Fino alla fine di dicembre, è in omaggio: per la versione base assieme al climatizzatore manuale, e in abbinamento a quello automatico per la Titanium.

Il tetto ha perso i montanti centrali

L’accesso a bordo della Ford B-Max è facilitato non solo dalle porte posteriori scorrevoli, ma anche dall’assenza del montante centrale del padiglione: aprendo tutte le porte, si “libera” un’ampia luce, di ben 156 cm (di cui una sessantina fra i sedili anteriori e i posti posteriori). L’assenza del montante agevola anche la sistemazione dei bambini nei seggiolini ancorati al divano e il carico di oggetti ingombranti. Tuttavia, per chi siede dietro, uscire dall’auto può creare qualche difficoltà: manca un appiglio per “tirarsi su” (le maniglie nel soffitto sono arretrate e l’unico punto d’appoggio è il sedile anteriore), mentre i circa 20 cm che separano lo schienale del divano e dalla battuta della porta, costringono ad allungarsi più del normale per arrivare a toccare il suolo con i piedi.

Baule piccolo, se i sedili sono in uso

L’abitacolo della Ford B-Max è ampio in rapporto alle dimensioni della carrozzeria e può ospitare comodamente quattro persone. Non altrettanto si può dire del baule: 318 litri (304 se invece del kit “gonfia e ripara” si sceglie il ruotino di scorta), con tutti i sedili in posizione d’uso, non sono molti per una monovolume di questo tipo, che oltretutto non dispone del divano scorrevole (che, con un semplice gesto, consentirebbe di avere più spazio per i bagagli o per chi siede dietro). In compenso, il vano, dalla forma regolare, è senza gradini e ben accessibile (la soglia è a 62 cm dal suolo). Le cose migliorano parecchio, però, se si ripiega il divano posteriore: la capienza massima sale a 1.386 litri. C’è, poi, la possibilità di reclinare, oltre al divano, anche lo schienale del sedile del passeggero anteriore: in questo modo si ottiene un piano di carico lungo 234 cm. Infine, sotto il fondo è ricavato un largo vano profondo 12 cm. Tornando all’abitacolo della Ford B-Max, nel complesso le finiture sono di buon livello, anche per la plancia, che ha un aspetto “importante”. I comandi risultano ben disposti: l’unico appunto va ai tasti troppo piccoli, nella consolle, per la radio e per il climatizzatore automatico. Discreta, infine, la disponibilità di portaoggetti, anche se ne manca uno vicino alla presa Usb accanto alla leva del cambio e le porte posteriori sono prive di tasche (sostituite da un paio di retine ai lati dello schienale del divano). 

Soprattutto facile

Lo sterzo abbastanza preciso e il cambio ben manovrabile (e con la frizione “leggera”) mettono subito a proprio agio il guidatore. Forte di una taratura piuttosto rigida delle sospensioni (che però non filtrano granché le asperità) e della larga impronta a terra dei pneumatici 195/55 R16, la Ford B-Max 1.6 TDCi Titanium è facile e sicura nella guida. Quello che le manca, invece, è un po’ di brio: il 1.6 turbodiesel non ha un gran “allungo” e i metri necessari per i sorpassi vanno calcolati bene. I 13,9 secondi dichiarati dalla casa per lo “0-100” ci sono sembrati ottimistici, mentre i 173 km/h di velocità massima sono più verosimili: secondo il tachimetro, li abbiamo raggiunti nella parte del test che si è svolta nelle autostrade tedesche senza limiti di velocità. Niente male anche i consumi calcolati dal computer di bordo: abbiamo realizzato una media di circa 16 km/l (25 quelli omologato). Meno soddisfacente l’insonorizzazione dell’abitacolo della Ford B-Max: nelle accelerazioni il rombo del motore è ben avvertibile, e già a 100 km/h filtrano il rumore di rotolamento dei pneumatici sull’asfalto e i fruscii aerodinamici.

Secondo noi

PREGI
> Accessibilità. Agevolata dalle porte scorrevoli e dalla mancanza del montante centrale del tetto.
> Guida. Facile e sicura, la B-Max sa mettere a proprio agio anche i meno esperti.

DIFETTI
> Baule. Quando tutti i sedili sono in uso, non è dei più capienti. E manca il divano scorrevole.
> Rumorosità. L’insonorizzazione dell’abitacolo lascia a desiderare.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1560
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 70 (95)/4000
Coppia max Nm/giri 205/1750-3000
Emissione di CO2 grammi/km 104
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 416/172/160
Passo cm n.d.
Peso in ordine di marcia kg n.d.
Capacità bagagliaio litri 318/1386
Pneumatici (di serie) n.d.
Ford B-Max
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
31
50
52
40
49
VOTO MEDIO
2,9
2.882885
222
Aggiungi un commento
Ritratto di fusco8
29 agosto 2012 - 13:45
la migliore. bella quanto funzionale,spaziosa e pratica.una sarà probabilmente la mia prossima auto.
Ritratto di FUSCO FABIO
2 marzo 2013 - 12:24
FORD? NO GRAZIE...ABBIAMO AVUTO LA MALEDETTA IDEA DI ACQUISTARE LA NUOVA B-MAX: VETTURA RITIRATA ALLA CARPOINT DI ROMA A GENNAIO COMPLETAMENTE ALLAGATA, PIENA DI DIFETTI, TI RIMANDANO DA UN POSTO ALL'ALTRO, DA PIU' DI DUE MESI NON SANNO DA COSA DIPENDA SE NE FREGANO E DICHIARANO CHE I PEZZI DI RICAMBIO NON SONO DISPONIBILI NEMMENO IN GERMANIA!!! STATE ATTENTI ED EVITATE LA NOSTRA ODISSEA SENZA FINE!
Ritratto di Enrico Q5
29 agosto 2012 - 13:48
1
Bella monovolume, ma un po' mi ha stancato questa categoria. Geniale la soluzione di eliminare il montante centrale...gli interni invece sono sempre quelli là
Ritratto di mjmarvin95
29 agosto 2012 - 14:29
Carina, ma non capisco perché sia un 1.6 da soli 95cv quando alla Ford hanno già fatto i 1.0 da 100 e più cavalli... Questa è da prendere col 1.0, non la Focus! Anche se è a benzina, anzi, per la città è meglio così non c'è la scocciatura del filtro anti particolato...
Ritratto di JDeeeeM
31 agosto 2012 - 13:01
forse l'alternativa sarebbe stata quella di montare un 1.3 di pari potenza...tuttavia la scelta forse deriva dal fatto che pesando un pò di più si garantiva maggiore coppia e fluidità nei viaggi (che manca con un 1000cc benzina). Inoltre per queste vetture destinate alla famiglia la scelta diesel è sempre quella più gettonata ;)
Ritratto di mjmarvin95
31 agosto 2012 - 13:38
Va be', se la compri per la famiglia allora prendi un diesel, ma il 1.6 con soli 95cv è troppo poco! Sarebbe meglio, come hai detto tu, un 1.3 a benzina. Se invece la compri per usarla in città, come seconda auto, lascia perdere il diesel e prendi il benzina, che ti risparmi un sacco di scocciature... Ciao ;)
Ritratto di francmel
1 settembre 2012 - 10:49
Mi sa che non avete letto bene la prova,questo 1.6 è diesel,non a benzina;fra l'altro anche la Musa ha un diesel da 95cv e va bene. Quindi il problema non è la potenza,ma è il motore che fa schifo perchè non la sa sfruttare,o per colpa dei rapporti del cambio.
Ritratto di mjmarvin95
1 settembre 2012 - 12:51
Guarda che lo so! Volevo solo dire che un 1.6 è sprecato per soli 95cv, quando oggi con un 1.0 a benzina, si possono mettere 125cv. Ora vai a vedere quale ti conviene tra questi due motori, considerando un uso cittadino dell'auto... molto meglio la benzina, che magari paghi un po' di più, però non hai il fastidio del DPF che ogni 200km devi portare la macchina a 90 km/h per un bel tratto. In città non ci riuscirai mai. Se uno usa ha bisogno di un'auto tutto fare il diesel potrebbe essere la soluzione migliore, ma un 1.6 con soli 95cv... meglio un 1.3! Oppure un 1.6 con 115 o anche più...
Ritratto di JDeeeeM
1 settembre 2012 - 13:16
Che sia diesel era chiaro anche nel mio commento. Per marvin che continua a fare il paragone con il 1000cc ripeto che i diesel a parità di potenza hanno bisogno solitamente di una cilindrata più capiente, i piu piccoli sul mercato sono i 1.2 litri che erogano una magra potenza.... Il1.3 che auspicavo avrebbe probabilmente garantito la medesima potenza costituendo una rinuncia alle prestazioni con relativo calo di coppia. Inoltre non è necessario per un auto del genere il TDCI da 110cv in quanto ne verrebbero svantaggiati consumi e costi, l'acquirente di questa familiare guarda al sodo e non alle prestazioni, il 1.6 semplicemente agevola i sorpassi in autostrada contrariamente a un 1.3 . Il benzina gli sarà affiancato a chi ne fa un uso cittadino come da marvin sottolineato, considerando che oramai anche le utilitarie si comprano a gasolio anche per la città le sorelle a benzina venderanno comunque meno nonostante il prezzo inferiore. Ho avuto in sostituzione la musa 1.3 mj e in autostrada era penosamente affaticata e rumorosa, ho guidato il 1.6 TDCI in autostrada sulla focus, decisamente piu lineare...
Ritratto di mjmarvin95
1 settembre 2012 - 14:18
Non sapevo che un 1.3 si affaticasse così tanto, se lo dici perché hai un esperienza mi fido. Comunque lo so che i diesel hanno bisogno di cilindrate maggiori... Ciao
Pagine