PRIMO CONTATTO

Ford Focus: ricca di cavalli, non di centimetri

Col 2.0 turbodiesel da 163 CV e il cambio a doppia frizione, la nuova Ford Focus si comporta quasi come una sportiva. Ma dietro, in tre si sta un po’ pigiati e il baule non è dei più grandi.

9 febbraio 2011
  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.500
  • Consumo medio

    18,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    139 grammi/km
  • Euro

    5
Ford Focus
Ford Focus 2.0 TDCi 115 CV Titanium Powershift
Le hanno dato grinta

Sebbene le dimensioni della carrozzeria non siano cambiate molto rispetto a quelle del vecchio modello (solo 2 cm in più di lunghezza e 2 in meno in larghezza e altezza), le nuove forme più dinamiche hanno trasformato la Ford Focus da compassata vettura da famiglia in una berlina quasi sportiva: l’aspetto slanciato e grintoso la fa sembrare una grossa Fiesta, con l’ampia e spigolosa presa d’aria anteriore divisa in tre parti (le due laterali fanno scena, ma sono finte), il cofano appuntito, il parabrezza molto inclinato e il tetto sfuggente verso la coda, quasi fosse una coupé (una tendenza oggi di moda).

Spigolosa anche dentro

Completamente rinnovato anche l’abitacolo della nuova Ford Focus, migliorato nell’aspetto e nella qualità di materiali e finiture. La plancia e la consolle tutte spigoli possono piacere o lasciare indifferenti, ma di certo danno personalità agli interni, caratterizzati da un’impronta sportiva, e in ogni caso più moderni di quelli spogli e un po’ sbiaditi delle versioni precedenti.

Dietro si sta un po’ stretti

Le posizione di guida è quasi da sportiva, con i sedili abbastanza avvolgenti, il volante piuttosto piccolo e la seduta bassa. Davanti stanno comodi anche adulti di corporatura “importante”. Dietro, invece, la situazione è peggiorata rispetto al vecchio modello: il divano è un po’ stretto per tre i adulti, l’alto tunnel sul pavimento infastidisce chi siede al centro e il soffitto molto inclinato ruba spazio per la testa. Anche il bagagliaio non brilla: ha meno capacità di prima (è sceso da 396/1258 litri agli attuali 363/1148) e non offre pratici vani supplementari. Inoltre, la soglia di carico è più alta di 20 cm rispetto al pavimento del baule, cosa che non aiuta quando si devono stivare a bordo valigie pesanti.

Le informazioni non mancano

Il cruscotto “a binocolo” (cioè con gli strumenti ricavati in supporti che ricordano la forma di un cannocchiale) è ben leggibile e offre tutte le informazioni necessarie, mentre lo schermo al centro dei due quadranti è un po’ troppo affollato di informazioni, tanto da risultare quasi confuso. Appaiono poco intuitivi anche i comandi sul volante: per imparare a individuarli a colpo sicuro serve un po’ di tempo.

Tiene bene la strada

Peccato che i motori disponibili per il test fossero solo il 2.0 turbodiesel da 163 CV, oggetto della prova, e il 1.6 Ecoboost a benzina da 182 CV, che da noi arriveranno solo il prossimo ottobre. Nelle concessionarie a marzo, infatti, vedremo le Ford Focus 1.6 a benzina da 105, 125 e 150 CV e la 1.6 a gasolio da 114, senz’altro le più richieste dalla gran parte dei clienti. Ma veniamo al 2.0 turbodiesel da 163 CV: potente e vigoroso, in abbinamento al veloce cambio a doppia frizione Powershift sa dare delle soddisfazioni nella guida brillante. Anche perché l’auto asseconda la sua potenza sfoggiando elevate doti di tenuta di strada e di frenata. E aiutano anche le sospensioni rigide, aumentando la sensazione di sicurezza. Tuttavia, ad andatura tranquilla appaiono un po’ dure e penalizzano il comfort di marcia (complessivamente di buon livello) se la strada è tormentata da buche o avvallamenti. Nel nostro breve test, gli 8,9 secondi di accelerazione da 0 a 100 km/h dichiarati dalla Ford ci sono sembrati alla portata dell’auto. Abbiamo seri dubbi, invece, sulla possibilità di avvicinarsi molto agli 18,9 km/l dichiarati per il consumo medio.

Ti avverte quando sei stanco

Uno degli aspetti positivi di questa nuova Ford Focus è l’attenzione dimostrata dai progettisti alla sicurezza. L’auto si può imbottire di dispositivi elettronici, finora riservati a vetture più costose: si va dal radar anticollisione (che verifica la presenza di ostacoli davanti al veicolo e, se serve, lo rallenta agendo sui freni) al sistema contro il colpo di sonno. Ma c’è anche il sistema che avvisa se si supera involontariamente la linea di carreggiata, e non manca quello che “legge” i cartelli stradali di pericolo e i limiti di velocità e li riproduce sul cruscotto. A ciò si aggiungono soluzioni già presenti negli altri modelli Ford, studiate per migliorare la praticità, come la chiave elettronica, il pulsante per avviare il motore, i fari e i tergicristallo automatici, i sedili riscaldabili, i sensori di distanza anteriori e posteriori e il parabrezza a sbrinamento rapido, utile d’inverno e soprattutto in città perché assolve velocemente il suo compito ed evita di “sparare a mille” nell’abitacolo l’aria del climatizzatore.

La tecnologia non costa una fortuna

Dal 15 marzo (ma in prevendita già dal 15 febbraio) saranno disponibili tre “1600” a benzina, da 105 CV a 17.750 euro nella versione base; da 125 CV a 18.500 e da 150 CV per 1500 euro in più. Sempre “1600” anche la turbodiesel TDCi da 115 CV a 20.000 euro. La versione Titanium, con il climatizzatore automatico bizona, i cerchi in lega di 16 pollici, i fendinebbia, i fanali a led, costerà 1.500 euro in più.

Tra i vari pacchetti a pagamento per personalizzare la nuova Ford Focus c’è il Driver Assistant Pack (riservato alla Titanium), che per 1.250 euro aggiunge alcuni dispositivi di assistenza alla guida: c’è l’attivazione automatica della frenata in città, il sistema di monitoraggio dell’angolo cieco, il controllo del livello di attenzione del conducente per prevenire il colpo di sonno, gli abbaglianti automatici; il dispositivo di segnalazione del cambio involontario di corsia e di mantenimento della carreggiata, quello di riconoscimento dei segnali stradali e lo sbrinatore rapido. Nel City Pack Premium (500 euro), invece, sono compresi i retrovisori esterni ripiegabili elettricamente, i sensori di distanza anteriori e posteriori e il sistema di parcheggio semiautomatico Active Park Assist. Chi alla berlina preferisce la station wagon dovrà aspettare fino a maggio.

Secondo noi

PREGI

> Cambio. La trasmissione a doppia frizione Powershift risponde velocemente e contribuisce a dare un comportamento quasi sportivo alla berlina tedesca.
> Sicurezza. La dotazione di serie è completa. E, volendo, ci sono parecchi optional dedicati alla sicurezza (come il dispositivo anti-colpo di sonno e il cruise control attivo), di solito presenti solo in auto più costose.
> Tenuta di strada. La nuova Focus si è dimostrata sicura, facile da guidare e in curva mantiene la traiettoria senza sbavature. L’Esp è ben tarato.

DIFETTI

> Abitabilità posteriore. La forma del tetto che scende verso la coda toglie spazio in altezza: i passeggeri di alta statura sfiorano il soffitto con la testa. Inoltre, sul divano in tre si sta stretti.
> Baule. In assoluto non è dei peggiori, ma è più piccolo di quello del vecchio modello, sia come capacità minima sia col divano completamente abbattuto.
> Comandi al volante. Sono poco intuitivi: per poterli usare al meglio è necessario un periodo di “apprendistato”.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1997
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 120(163)/3750
Coppia max Nm/giri 340/2000-3250
Emissione di CO2 grammi/km 139
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (rob.) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 436/182/149
Passo cm 265
Peso in ordine di marcia kg 1461
Capacità bagagliaio litri 363/1148
Pneumatici (di serie) 215/55 R 16
Ford Focus
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
127
177
125
65
58
VOTO MEDIO
3,5
3.4529
552
Aggiungi un commento
Ritratto di perché no
9 febbraio 2011 - 17:51
Personalmente, mi piace...un unico appunto: non concordo sul fatto che gli interni della precedente non fossero buoni
Ritratto di Mirco1980
10 febbraio 2011 - 13:59
Però lo vorrei anche sulla 1.6 a benzina .
Ritratto di audi94
9 febbraio 2011 - 18:17
1
bella è bella... stile ha stile...
Ritratto di showman
9 febbraio 2011 - 18:19
Mi è sempre piaciuta e non vedo l'ora di vederla dal vivo. Penso che avrà molto successo.
Ritratto di Limousine
9 febbraio 2011 - 18:26
Sin dalla prima serie, la media "tedesca" si è dimostrata una validissima berlina (ma pure wagon) per famiglia. Sicura, confortevole, curata al punto giusto. Forse non proprio rifinita come la rivale Golf, ma pur sempre in modo più che dignitoso. Con quest'ultima edizione - presumo - il livello qualitativo globale sarà ulteriormente migliorato. Quanto al design, la nuova Focus (presumo) è meglio apprezzarla dal vivo piuttosto che in foto. Non mi dispiace, ma son sicuro che determinati particolari si valutano meglio di persona. Niente male, invece, il modernissimo design di cruscotto e plancia. Quanto alla dote tecnica, l'auto sembra molto ben equipaggiata di diverse valide unità a benzina e gasolio, mentre la dotazione tecnologica - di serie e a richiesta - è di livello superiore. Validissima alternativa alle recenti (e altrettanto ben confezionate) Citroen C4, Opel Astra, Peugeot 308 e Renault Mégane III.
Ritratto di pietro 9
9 febbraio 2011 - 18:47
24500 euro per un 2.0 con 163 cv e cambio automatico vanno benissimo..e in più è anche la versione titanium e non la base...
Ritratto di christian73
10 febbraio 2011 - 18:02
1
concordo pienamente che questi cerchi in lega ce li hanno quasi tutte le Ford, e quindi è ora di cambiare design... invece la linea è molto bella come del resto anche gli interni molto "spaziali"
Ritratto di mustang54
9 febbraio 2011 - 19:33
2
Chiedo alla Ford se possibile importare altri disegni di cerchi in lega. Questi Titanium ormai si vedono su tutte le Ford...e basta c'è chi piacciono i cerchi a stella o a 6 doppie razze...
Ritratto di kdrift
9 febbraio 2011 - 19:49
bella è bella.... anche se sembra una fiesta più lunga. sicuramente sarà tra le auto piu vendute....
Ritratto di Mister Grr
9 febbraio 2011 - 20:07
e venderà sicuramente.
Pagine