PRIMO CONTATTO

Jaguar F-Pace: ok su strada, pronta anche all’off-road

Aggressiva, molto dinamica e ben attrezzata per il fuori strada, la Jaguar F-Pace si segnala pure per praticità. La dotazione di serie e alcune finiture, però, non sono “intonate” al prezzo.

8 aprile 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 67.985
  • Consumo medio

    16,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    159 grammi/km
  • Euro

    6
Jaguar F-Pace
Jaguar F-Pace 3.0d V6 300 CV Portfolio AWD automatica
Grinta e finezza
 
Si presenta possente, eppure slanciata, la Jaguar F-Pace, prima suv del marchio inglese. Gli ingombri considerevoli (473 cm di lunghezza, 168 di altezza e ben 194 di larghezza) sono ben mascherati dal cofano anteriore molto lungo, dalla coda filante, dalle luci sottili e dalle enormi ruote, con diametro dei cerchi fino a 22”: tutti elementi tipici dei modelli recenti della casa inglese, come pure l'ampia mascherina rettangolare dagli angoli smussati e con griglia a nido d'ape. Alle forme aggressive si somma una realizzazione raffinata: la scocca (modulare, già utilizzata per le berline XE e XF) è composta per l'80% di lega di alluminio (con un risparmio di peso stimabile in oltre 50 kg); le porte sono in acciaio, e il portellone in materiale plastico. Le sospensioni sono a quadrilatero alto anteriormente e multibraccio dietro; ma i componenti sono tutti nuovi, per garantire carreggiate più larghe e una maggiore escursione delle ruote, come si conviene a una suv che deve poter essere usata anche in fuori strada.
 
Da 44.625 euro
 
La Jaguar F-Pace è già ordinabile, e i responsabili della casa inglese parlano di 10.000 contratti già firmati. Nonostante ciò, i tempi di consegna non dovrebbero essere drammaticamente lunghi: in Italia, a metà aprile ci sarà la presentazione nelle concessionarie, e le consegne inizieranno ufficialmente a maggio. Le versioni disponibili sono le 3.0 a benzina con compressore volumetrico (340 o 381 cavalli, solo 4x4 e automatiche, a partire da 61.675 euro); le 2.0d, a gasolio, con 179 CV, anche con cambio manuale e trazione solo posteriore (da 44.625 euro); infine, le 3.0d, sempre diesel, ma a sei cilindri e con 300 cavalli, solo a trazione integrale e automatiche, da 60.315 euro. Noi abbiamo guidato una 3.0d nell'allestimento Portfolio.
 
Proprio comoda
 
Le forme filanti non hanno compromesso lo spazio né la praticità: l'abitacolo della Jaguar F-Pace è molto arioso e potrebbe ospitare cinque adulti in un ottimo comfort, se non fosse per l'alto e largo tunnel che intralcia i piedi di chi siede dietro, al centro. In quattro, comunque, si sta comodissimi (lo schienale del divano ha pure l'inclinazione variabile). La posizione di guida è alta rispetto al suolo ma allungata, da sportiva; assai estese le regolazioni elettriche di sedile e volante (ma quest’ultima si paga a parte, 410 euro). La plancia si presenta semplice e la plastica nella parte inferiore dei pannelli non è delle più raffinate, ma a ricordarci che siamo su una suv di lusso provvedono il rivestimento in pelle dei sedili, la spessa moquette sul pavimento e gli inserti in legno; gradevole, moderno e ben leggibile il cruscotto interamente digitale (è uno schermo di 12”, con grafica e colori che cambiano in base alla modalità di guida selezionata) e valido anche lo schermo centrale a sfioramento (10,2”) del sistema multimediale. Molte funzioni sono, però, optional, come il navigatore (825 euro) e le Incontrol Apps (420 euro), che consentono di accedere alle app del proprio smartphone direttamente dal display dell'auto. Il grosso pomello che fuoriesce dal tunnel quando si avvia il motore e che permette di selezionare la marcia avanti o indietro non piacerà a tutti, ma di certo si fa notare; per inserire le marce in modalità manuale ci sono poi ampie e comode palette in color alluminio dietro il volante. Bene in generale  gli altri comandi, anche se i tasti sul volante non sono proprio “dolci” nell'azionamento, e i pulsanti degli alzavetro elettrici, posti vicino ai vetri, nella parte superiore dei pannelli, sono inutilmente scomodi. 
 
Il bagagliaio è buono, ma ottimo se paghi
 
Da una suv di queste dimensioni ci si attende anche un baule pratico e ampio. Ebbene, la Jaguar F-Pace non delude: il vano è di ben 650/1740 litri, considerando anche lo spazio sotto il pianale (se non occupato dal ruotino di scorta, optional a 235 euro). Il pianale è double-face (si può scegliere fra moquette o gomma); la cappelliera, rigida, può trovare posto sotto il piano; lo schienale del divano ha l'inclinazione regolabile e, pagando 50 euro in più, si può ripiegare tramite due comode levette vicine al portellone. Quest'ultimo è ampio e si può avere con apertura e chiusura automatiche (540 euro, o 640 per quello azionabile facendo scorrere un piede sotto il paraurti posteriore); costano 155 euro, invece, le guide in alluminio per fissare i bagagli.
 
Suv? A guidarla, non sembra
 
Due piccoli tasti sul tunnel centrale consentono di scegliere fra le modalità di guida Eco, Normal e Dynamic: variano la risposta di motore, cambio automatico, sterzo, “clima”, Esp e sospensioni elettroniche (optional, a 1.270 euro). Le differenze si notano più che altro nel funzionamento del cambio automatico a otto marce: di solito tanto reattivo quanto dolce nei passaggi di rapporto, in Eco tende ad “addormentarsi”, mantenendo un po' troppo a lungo le marce alte anche quando si accelera per riprendere velocità. In generale, comunque, il V6 biturbodiesel garantisce una spinta possente (ha 700 Nm di coppia massima) senza essere mai “brutale”. L'accelerazione impressiona: la casa dichiara 6,2 secondi nello “0-100” (e 241 km/h di punta massima). L'auto è anche molto maneggevole, assorbe con notevole àplomb le irregolarità del fondo e curva con precisione; “fluido” e rassicurante lo sterzo. Ok il comfort: il rumore dovuto a motore, rotolamento delle gomme e aria sulla carrozzeria è sempre modesto. Il cambio ha i rapporti superiori lunghi (a 130 orari, in ottava marcia, il 3.0 è a soli 1700 giri) che aiutano a mantenere entro valori accettabili i consumi: a fronte dei 16,7 km/litro dichiarati dalla casa, noi abbiamo letto nel cruscotto un valore prossimo a 12. La Jaguar F-Pace vanta anche buone doti anche in fuori strada: 21,3 cm di luce a terra e possibilità di guado fino a 52 cm di altezza sono valori di tutto rispetto, ai quali va sommata la trazione integrale che può trasmettere fino al 50% della coppia alle ruote anteriori in caso di slittamento di quelle posteriori, e il sistema ASR che regola automaticamente la risposta dell'auto in base al tipo di fondo (dall'asfalto fino alla neve profonda o al ghiaccio).
 
Utile, quel braccialetto
 
Tenuto conto del prezzo, la dotazione potrebbe essere più completa: di serie ci sono l'antifurto perimetrale, l'avviso in caso di uscita involontaria dalla corsia di marcia e i sensori di parcheggio posteriori (fondamentali, date le dimensioni “mini” del lunotto). Ma la lista degli optional è lunghissima: si pagano a parte anche accessori che si darebbero per scontati, come il ricircolo automatico del “clima” (140 euro, con il cassetto refrigerato), nonché i retrovisori esterni ripiegabili elettricamente (280 euro) e quelli con il sistema di controllo dell'angolo cieco (665); i fari sono bixeno di serie, ma per avere i più moderni bi-led servono 1.345 euro. Segnaliamo infine un optional innovativo e interessante: la Activity Key (370 euro). Si tratta di un braccialetto “elettronico” impermeabile che consente di aprire e chiudere l'auto (impedendone l'avviamento) semplicemente avvicinandolo alla J della scritta Jaguar sul portellone, lasciando la chiave vera e propria nel cassetto dell'abitacolo: un dispositivo utile per chi fa sport o va al mare. 
 
Secondo noi
 
PREGI 
> Guida. L'auto è maneggevole e precisa in curva; ottimo il “feeling” garantito dallo sterzo.
> Prestazioni. Si raggiungono in un lampo velocità elevate.
> Spazio. Abitacolo e bagagliaio sono molto ampi.
 
DIFETTI
> Dimensioni. L'auto è lunga e molto larga: nei parcheggi e nel traffico non è il massimo.
> Dotazione. Alcuni optional dovrebbero essere inclusi nel prezzo.
> Particolari interni. Non tutto, nell'abitacolo, è realizzato con l'attenzione che ci si aspetta in un'auto da quasi 70.000 euro.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2993
No cilindri e disposizione 6 a V
Potenza massima kW (CV)/giri 221 (300)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 700/2000
Emissione di CO2 grammi/km 159
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 241
Accelerazione 0-100 km/h (s) 6,2
Consumo medio (km/l) 16,7
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 473/194/168
Passo cm 287
Peso in ordine di marcia kg 1884
Capacità bagagliaio litri 650/1740
Pneumatici (di serie) 255/50 R20

 

Jaguar F-Pace
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
136
124
46
32
31
VOTO MEDIO
3,8
3.81843
369
Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
8 aprile 2016 - 11:56
4
riesce ad avere una sua personalità, cosa rara in questo tipo di auto, veramente stupenda...e grande attesa per la E-Pace
Ritratto di IloveTrabant
8 aprile 2016 - 15:00
Maestro di tutti coloro che vedono prevedono e steavedeno, aspettavo il tuo ritorno per chiedere all'illuminato veggente: il napoli vincerà il campionato?
Ritratto di MegaMauro
8 aprile 2016 - 12:19
c è tra i difetti hanno messo dimensioni ................................ bah. Sul Q7 non c 'era questo difetto
Ritratto di Pagani_Z
8 aprile 2016 - 12:36
1
Nemmeno sulla Levante...
Ritratto di Leonal1980
24 luglio 2017 - 21:40
3
La Q7 cosa centra?
Ritratto di MAXTONE
8 aprile 2016 - 12:25
A me sta cosa proprio non piace: E' una pacchianata da calciatore. E la trovo anonima perché dell'identità delle vere Jaguar ha ben poco (la fanaleria in coda l'unico elemento di richiamo al brand ma certo non basta quello). Per il resto ricorda fin troppo lo stile di Cayenne/Macan. Per me e' NO.
Ritratto di Pagani_Z
8 aprile 2016 - 12:40
1
Secondo me è il suv più bello in circolazione, pur non apprezzando i suv questo lo trovo senz'altro riuscito, nonostante questo ci vuole coraggio a spendere 67'000 euro per un veicolo che fra 5 anni varrà 25'000.
Ritratto di Vrooooom
8 aprile 2016 - 13:10
tranne rarissime eccezioni quello del deprezzamento è il destino di TUTTE le automobili, per cui quello è un NON motivo per non spendere
Ritratto di jabadais
8 aprile 2016 - 14:02
Aggiungo che chi compra un'automobile che, con due accessori e la vernice metallizzata, supererà facilmente i 75000 euro, probabilmente non deve pensare a come arrivare a fine mese...
Ritratto di onlyroma
14 aprile 2016 - 08:27
Pagani,invece se compri una qualsiasi segmento B,ad esempio,pagandola 20000 €,dopo 5 anni se ci fai 7-9 mila € è grasso che cola. Quindi non ho capito il tuo ragionamento. Mi sembra scontato che più il bene costi, e la svalutazione sia più elevata in numeri. Ma sempre un buon 50% si svaluta un mezzo di 5 anni.
Pagine