PRIMO CONTATTO

Kia Soul: viaggi comodo, con poco bagaglio

Completamente rinnovata, la crossover coreana Kia Soul è migliorata nelle finiture e nei materiali. Il suo 1.6 a gasolio da 128 CV, fluido e poco rumoroso, la rende adatta anche ai lunghi tragitti: nei quali, però, è lo spazio nel baule a non essere all’altezza.

22 marzo 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 21.000
  • Consumo medio

    20,0
  • Emissioni di CO2

    132 grammi/km
  • Euro

    5
Kia Soul
Kia Soul 1.6 CRDI You® Soul
Nel segno della continuità
 
Anche se a prima vista non sembra essere molto cambiata rispetto al vecchio modello, la crossover coreana Kia Soul è stata rinnovata integralmente, partendo da un pianale diverso che ha consentito di ottenere un allungamento del passo di 2 cm (ora sono 257). All'esterno, la carrozzeria guadagna 3 cm in lunghezza (da 411 a 414), mentre altezza e larghezza (160 e 180 cm) restano sostanzialmente invariate. La Soul conserva le linee squadrate della precedente versione, con i passaruota allargati, le fiancate alte, il tetto piatto e la coda verticale: ora, però, i paraurti sono più prominenti, la mascherina è quella delle Kia di ultima generazione e i fari, allungati e leggermente assottigliati, hanno le luci diurne a led. La casa dichiara che la nuova piattaforma (la stessa della Cee'd) è più rigida del 29%: l'abitacolo è stato meglio insonorizzato e le sospensioni tarate in modo da garantire più maneggevolezza e comfort. 
 
Dentro è fatta meglio 
 
A bordo della nuova Kia Soul si è subito favorevolmente colpiti dalla sensazione di abbondanza di spazio, in relazione alle contenute dimensioni esterne: il soffitto è alto, anche dietro, e le poltrone appaiono comode e ben conformate. Inoltre, ci si rende conto che sono stati fatti passi in avanti rispetto al vecchio modello, soprattutto sul piano della cura costruttiva: sono migliorati la precisione degli assemblaggi e la qualità dei materiali, i punti deboli della vecchia Soul. La nuova plancia, con ampi inserti colorati, è gradevole e ha una forma riuscita (prima era molto semplice, al limite del… triste); d’impatto il cruscotto retroilluminato e pratico il cassetto di fronte al passeggero anteriore, molto ampio e profondo. Anche il grande schermo a sfioramento del navigatore (8”) concorre a dare un aspetto più ricco alla macchina. Di pregio pure il sistema multimediale. Molto visibile e a portata di mano il tasto delle frecce di emergenza, a centro plancia; non altrettanto pratici, invece, i fitti e piccoli comandi della radio, del telefono e del cruise control sulle razze del volante. 
 
Non le piace caricare
 
Un appunto va fatto anche al bagagliaio della Kia Soul, che cresce leggermente nelle dimensioni (passando da una capacità minima di 340 litri a 354), ma resta piccolo e poco sfruttabile, a causa della forma irregolare del vano e per l'elevata altezza da terra della soglia di carico (78 cm).
 
In retromarcia, attenzione
 
Su strada la nuova Kia Soul, con il 1.6 CRDI da 128 CV, si dimostra comoda e sicura. Nello scatto da fermo il quattro cilindri turbodiesel (con turbina a geometria variabile) si mostra abbastanza pronto alle pressioni sull'acceleratore e ha una buona progressione: gli 11,2 secondi ufficiali nello “0-100” non sembrano fuori portata per la crossover coreana. Nel traffico ci si muove senza fatica, grazie all'elasticità del motore, alla leggerezza dello sterzo e alla buona manovrabilità del cambio manuale a sei marce. Nei parcheggi, invece, attenzione, per via della scarsa visibilità posteriore, specie di tre quarti, fortemente penalizzata dai montanti molto larghi del tetto (la retrocamera, però, è di serie). L'abitacolo, ampio, e il livello di rumorosità inferiore a quello del vecchio modello rendono comode anche le lunghe trasferte autostradali. La tenuta in curva ci è sembrata buona e la stabilità in rettilineo adeguata. Realistica la punta massima dichiarata di 180 km/h. E i consumi? La casa parla di 20,0 km/l in media, nella realtà pressoché irrealizzabili. Comunque, nella nostra breve prova su strade prevalentemente extraurbane, ci siamo avvicinati ai 15 km/l indicati dal computer di bordo: prestazione di tutto rispetto. 
 
Presto anche elettrica 
 
La Kia Soul sarà nelle concessionarie a partire da aprile, a un prezzo base di 18.500 euro. I motori sono il 1.6 a gasolio del test e il 1.6 GDI a iniezione diretta di benzina da 132 CV. Uno solo l'allestimento, che può essere arricchito con tre pacchetti. Tra gli optional, un nuovo sistema multimediale, con display touchscreen di 8" che replica le informazioni del navigatore sul secondo schermo a colori nel cruscotto, tra i due strumenti principali; gli interni in pelle; i sedili anteriori ventilati e riscaldabili; il divano riscaldabile e il tetto panoramico in vetro. A pagamento si possono avere anche alcuni utili sistemi di ausilio alla guida, come quello che avvisa quando si supera involontariamente la linea di corsia, il parcheggio automatico, i fari con funzione antiabbagliante e il Flex Steer, il dispositivo comune agli ultimi modelli della casa, che agisce sul servosterzo variandone la durezza. Al lancio, la 1.6 GDI verrà offerta a 15.950 euro, con uno sconto di 2.550 euro. A giugno si aggiungerà anche una versione 1.6 a benzina e Gpl e, alla fine dell'anno, dovrebbe arrivare la Soul EV, la versione a zero emissioni, spinta da un motore elettrico da 111 CV e 285 Nm di coppia: per la casa, sarà in grado di passare da 0 a 100 km/h in 12 secondi circa, mentre la velocità massima verrà limitata a 145 Km/h; 200 i km di autonomia.
 
Secondo noi
 
PREGI

> Comfort. I sedili sono comodi, le sospensioni efficaci nel digerire le buche e il 1.6 non fa sentire troppo la sua voce. 
> Garanzia lunga. Sette anni o 150.000 km di copertura non sono pochi e fanno stare tranquilli.
> Personalità. Non è un’auto banale: potrà piacere o no, ma è originale.
 
DIFETTI
 
> Baule. Come quello del vecchio modello, non è grande ed è difficile da sfruttare, a causa della soglia alta da terra e della forma irregolare del vano.
> Comandi. Quelli sulle razze del volante sono tanti e troppo vicini tra loro.
> Visibilità posteriore. Il lunotto piccolo e montanti del tetto, poderosi, impediscono di valutare gli ingombri esterni dell'auto.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1582
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 94 (128)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 260/1900-2750
Emissione di CO2 grammi/km 132
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 414/180/160
Passo cm 257
Peso in ordine di marcia kg 1308
Capacità bagagliaio litri 354/1367
Pneumatici (di serie) 235/45 R18

 

Kia Soul
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
44
39
21
62
VOTO MEDIO
2,9
2.91827
208
Aggiungi un commento
Ritratto di Arcadia
22 marzo 2014 - 13:47
Francamente trovo molto più bella la rivale Toyota Urba Cruiser (che puo'contare anche su un eccellente trazione integrale e ottime doti dinamiche) con la quale la Soul ha condiviso lo stesso destino in Europa: Vendere poco a causa dell'altissimo prezzo di listino, l'Urban Cruiser a 25,000 euro costa quanto un RAV4 e molto piu' di tutte le rivali venute dopo, ma anche la Soul non scherza.
Ritratto di Sawa
25 marzo 2014 - 20:31
2
..ho pensato fosse una nuova Mini! Papale papale il fronte e lato!! Solo il culo cambia con qualcos'altro.. Brutta è proprio brutta, proprio come una Mini (poi i gusti son soggettivi).
Ritratto di supermax63
20 luglio 2014 - 02:33
In che Film???Non basterebbe limitarsi a dire che non piace la macchina senza fare affermazioni prive di senso e fuori dalla realtà. Personalmente a me la Soul è sempre piaciuta e la versione riveduta e corretta ancor di più
Ritratto di fabri99
22 marzo 2014 - 14:51
4
Questa Soul non è niente male, a dir la verità. Kia ha voluto osare con il look, squadrato e moderno, ma non è stata ne capita ne apprezzata, come è successo alla costosa rivale Urban Cruiser... Trovo molto piacevole il posteriore, ripreso dalla concept Track'ster, mentre i passaruota verniciati in nero stonano parecchio: hanno esagerato con le parti nere, è quasi pacchiana... Gli interni sembrano molto migliorati, ricordano molto quelli della Juke: non molto pratici o funzionali, ma, vista la forma squadrata dell'auto, ariosi e ampi e anche fatti molto bene, sarebbe stata gradevole comunque una fascia colorata(stesso colore della carrozzeria) sulla plancia, come ormai fanno molte auto di queste dimensioni: è un'auto giocosa e originale, un po' di allegria non basta... Una pecca piuttosto fastidiosa è quella del baule: la forma squadrata e alta del posteriore, rende la soglia di carico alta e il volume disponibile non è molto(le rivali fanno meglio) e la forma è irregolare. Per la visibilità, non è certo una cosa piacevole, ma si risolve facilmente con i sensori di parcheggio. L'auto ha inoltre un ottimo comportamento stradale e prestazioni accettabili. I consumi non sono bassi, ma nemmeno da disperazione e lo stesso vale per il prezzo: 22.000€ per quest'auto non sono pochi. Come contenuti ci siamo, anche se qualche pecca è rimasta, il problema rimane l'apprezzamento(scarso) del pubblico: è una buona scelta se si vuole un'auto originale e piacevole, ma in molti campi le rivali fanno meglio. Inoltre, se il design finora non ha convinto, questo leggero cambiamento, seppur in meglio, non credo cambierà la situazione.
Ritratto di baccio
22 marzo 2014 - 17:43
brutta... si, le brutta, ma mai quanto la 500 L .
Ritratto di fabri99
22 marzo 2014 - 17:57
4
.
Ritratto di M93
23 marzo 2014 - 13:01
Penso che Baccio stesse paragonando la "bruttezza" estetica dei due modelli, Soul e 500L. Certo è che tra le due è un bel match... Onestamente la 500L la trovo più sgraziata e meno originale, ma dipende dai gusti. Un saluto :)
Ritratto di fabri99
23 marzo 2014 - 13:30
4
Ma credo piuttosto che stesse ancora tirando in ballo Fiat...
Ritratto di PariTheBest93
23 marzo 2014 - 14:55
3
Probabilmente hai ragione, ma sono sicuro che lui la 500L se la sogna la notte, è il suo incubo ricorrente XD
Ritratto di M93
23 marzo 2014 - 18:32
Fatte salve praticità e spazio, la 500l ha un'estetica discutibile e un po' pacchiana, e per alcuni tratti, barocca. Certo, ognuno poi ha i propri gusti, ma non si può certo definire "bella": vederla nei propri sogni sarebbe alquanto inquietante xd. Un saluto ;)
Pagine