PRIMO CONTATTO

Mercedes B: gradevole, anche nella guida

Tutta nuova, la Mercedes Classe B è confortevole, agile e, col 2.0 diesel da 190 Cv, anche brillante. Ampio e moderno l’abitacolo, ma il quinto posto è un po’ sacrificato.
Pubblicato 29 novembre 2018
  • Prezzo (al momento del test)

    € 45.000*
  • Consumo medio (dichiarato)

    22,2 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    119 grammi/km
  • Euro

    6d-Temp
Mercedes B
Mercedes B 220 d Premium 8G-DCT

*indicativo

Solo automatica

L’andamento più arcuato del tetto e le fiancate levigate danno alla terza generazione della Mercedes Classe B un aspetto elegante e sobrio. Più lunga della precedente versione di tre centimetri (per un totale di 442) la nuova monovolume è basata sulla berlina a cinque porte Classe A (presentata a inizio 2018) e porta al debutto il 2.0 diesel da 150 o 190 CV (quest’ultimo oggetto del test). L’altra unità a gasolio è il 1.5 da 116 CV, mentre a benzina c’è il 1.3 turbo con 136 o 163 cavalli. Tutte hanno il cambio robotizzato a doppia frizione, ma soltanto i due modelli a gasolio più potenti dispongono del raffinato retrotreno a bracci multipli, anziché quello ad assale torcente. La nuova Mercedes Classe B sarà ordinabile da metà dicembre 2018, con consegne a partire da febbraio 2019. I prezzi? Si parla di un minimo di circa 30.000 euro, quindi in linea con quelli del modello in via di pensionamento.

Effetti speciali

Nell’abitacolo della Mercedes Classe B spicca la strumentazione virtuale racchiusa in un unico elemento rettangolare, che contiene due schermi di 7” o di 10,25” (quelli visibili nelle foto); è ripresa dalla Classe A. Fornisce in modo chiaro molte informazioni, fa una gran scena ma, priva di palpebra, in certe condizioni di luce non è immune da riflessi. Alla strumentazione è collegato l’impianto d’infotainment MBUX che, fra l’altro, ha estese funzionalità vocali: per esempio, consente di variare la temperatura impostata dal climatizzatore o di individuare ristoranti nella zona. Nel test, il sistema si è mostrato quasi sempre rapido nel comprendere quanto gli chiedevamo. Degno di nota è anche il navigatore a realtà aumentata: all’approssimarsi di svolte e incroci, le mappe mostrano l'immagine della strada ripresa dalla telecamera frontale dell’auto, con sovrapposti i nomi delle vie e la direzione da prendere. Come ci aspetta da una Mercedes, la qualità dei materiali (nell’auto del test con pregiati inserti in legno nella plancia e nelle porte) e dei montaggi è ottima. Non manca, tuttavia, qualche piccolo difetto, come l’assenza di un vano refrigerato e della regolazione in altezza delle cinture di sicurezza. In compenso, ci sono due portaombrelli accanto ai sedili. 

Comoda, ma il baule non stupisce

La posizione di guida della Mercedes Classe B, più alta di nove centimetri di quella della Classe A, è confortevole (rigida l’imbottitura del sedile) e nella vettura in prova completa di estese regolazioni elettriche e della funzione massaggio (in realtà limitata al ritmico movimento della seduta e dello schienale, che tiene svegli più che sciogliere i muscoli). Tale modalità è abbinata al pacchetto Energizing (prezzo in via di definizione): in combinazione con le luci soffuse nell’abitacolo (a scelta fra 64 colori), il climatizzatore e la diffusione di musica ad hoc crea nell’abitacolo atmosfere diverse: rilassanti o dinamiche. Quanto allo spazio, non manca affatto; peccato che il rigonfiamento alto 18 cm e largo 14 nel pavimento sia d’intralcio per i piedi di chi siede al centro del divano. Quest’ultimo, diviso in tre parti, da metà 2019 sarà disponibile anche in versione scorrevole (di 14 cm). Il baule, con un accesso squadrato e la soglia a 62 cm da terra, è ben accessibile e di discreta capienza per una monovolume: 445 litri, che salgono a 1530 rinunciando ai posti posteriori (1547 per la vecchia Classe B).

Andante con brio

Nella guida, a una monovolume è richiesto soprattutto comfort. Sotto questo aspetto la Mercedes B 220 d Premium DCT non delude affatto: è ben isolata da buche e rumori, il cambio seleziona con dolcezza gli otto rapporti e lo sterzo è leggero. In più, la Classe B aggiunge una scioltezza non comune nell’affrontare le curve. Per il genere di auto il rollio è contenuto, lo sterzo preciso e, complici i maxi pneumatici 225/45 R 18, la stabilità è elevata. Aiutati dalla prontezza del cambio, i 190 cavalli del nuovo 2.0 turbodiesel rispondono con prontezza e fluidità (alla portata l'ottimo tempo di 7,2 secondi per lo “0-100” e la velocità massima di 234 km/h). In presenza dei sistemi di guida semi-autonoma, in certe situazioni (come in autostrada) la Classe B può procedere anche da sola: al guidatore non resta che tenere le mani sul volante. Tuttavia, deve rimanere vigile perché le curve oltre un certo raggio richiedono il suo intervento per mantenere la traiettoria. Migliorabile, però, l’azione del mantenimento in corsia: quando ci si avvicina involontariamente alle linee di demarcazione sull’asfalto, può agire bruscamente (per modificare la traiettoria, attiva i freni). Quanto ai consumi, nel test prevalentemente su strade extraurbane il computer di bordo ha calcolato una media di circa 16 km/l.

Secondo noi

Pregi
> Finiture. Sono di notevole qualità.
> Guida. L’agilità è di ottimo livello per una monovolume.
> Strumentazione. È futuribile e con funzionalità avanzate (una su tutte, i comandi vocali).

Difetti.
> Dettagli. Mancano la regolazione in altezza per le cinture di sicurezza e almeno un vano refrigerato.
> Mantenimento in corsia. A volte agisce con brusche frenate.
> Posto centrale del divano. C’è poco spazio per i piedi.

SCHEDA TECNICA

Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1950
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 140 (190)/3800 giri
Coppia max Nm/giri 400/1600-2600
Emissione di CO2 grammi/km 119
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (robotizz. doppia friz.) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 234
Accelerazione 0-100 km/h (s) 7,2
Consumo medio (km/l) 22,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 442/180/157
Passo cm 273
Peso in ordine di marcia kg 1545
Capacità bagagliaio litri 445/1530
Pneumatici (di serie) 225/45 R18
Mercedes B
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
30
33
17
21
23
VOTO MEDIO
3,2
3.20968
124


Aggiungi un commento
Ritratto di stefanotorino
29 novembre 2018 - 20:38
Molto bella, ma i prezzi assurdi. Ora con 30mila € prendi la classe A mentre due anni fa prendevi la classe B che invece è arrivata a 40mila... Mah!
Ritratto di Luca di Corrado
29 novembre 2018 - 23:28
1
Le cheap premium classe B 180 cdi vendute a 40k ai figli di papà. Tanto è sempre Mercedes… Qui a Milano è pieno di ragazzini così. Poi sotto sotto scopri che di Mercedes non hanno nemmeno un bullone (non che le vere Mercedes siano poi molto meglio, anzi). In famiglia abbiamo avuto una B 200, delusione totale, 17 km/l promessi neanche in discesa, oltre gli 11 km/l non andava neanche da spenta, questa non è truffa? Cambio a 7 rapporti lento tanto che l'abbiamo riportata in concessionaria a farla controllare. Risposta? No signori, il cambio è perfetto, bisogna anticipare il kick down per avere ripresa! Ma che risposta è, se prendo l'automatico è per viaggiare più comodo, non per premere l'acceleratore un secondo prima di avere spinta. Motore? Lento, a salire di giri ci metteva un eternità, con consumi da 11 km/l. Da quando ho la Lexus CT l'incubo mercedes è solo un lontano ricordo, consumi da 24km/l, risposta immediata sul acceleratore e ripresa fulminea durante un sorpasso, con una qualità interna neanche paragonabile.
Ritratto di prisol
30 novembre 2018 - 10:20
Confermo...ho una classe C (neanche modello base dato che è una C43) ed è una macchina scenografica ma con poca sostanza...assemblaggi scandalosi, scricchiola tutto... L'unica cosa che si salva è il motore, ma il cambio lo penalizza. Non credo ritornerò mai più su Mercedes.
Ritratto di ammazza58
29 novembre 2018 - 20:39
Molto bella,decisamente migliore rispetto alla precedente ma il prezzo è folle.
Ritratto di Giuliopedrali
29 novembre 2018 - 21:08
Sinceramente della classe B esiste solo la prima serie...
Ritratto di deutsch
30 novembre 2018 - 11:37
4
i consumi dipendono in gran parte dal piede ed anche dalla strade che si percorrono, cmq i consumi medi su spritmonitor per la tua auto sono attorno ai 13 con punte sui 16/17. per consumare meno non hai che da alzare il piede destro
Ritratto di Luca di Corrado
29 novembre 2018 - 23:26
1
Si chiama premium ma è cheap, tante lucine per ingannare l'acquirente e farla sembrare tecnologica quando uno di quei tablet lo trovi a 300 €. Materiali scadenti e assemblaggi lacunosi, Mercedes non si smentisce mai. Purtroppo in famiglia abbiamo avuto una B 200, dopo pochi mesi gli interni hanno iniziato a mostrare tutte le loro debolezze, il motore un disastro, i 17 km/l promessi si sono rivelati una truffa, fare meglio di 11 km/l era già un impresa da Guinness, con questi consumi almeno ci ricompensa con delle prestazioni decenti, e invece nemmeno quello. Per fare un sorpasso e fare una ripresa 70 - 120 km h impiegava una vita, il cambio a 7 rapporti tanto lodato risponde in ritardo e il motore sale di giri piano, manco avesse 50hp in meno del dichiarato. Questo è il marketing Mercedes, tante prove con giudizi pregevoli poi le acquisti e capisci di essere stato ingannato. Il tutto poi a € 41.800, saranno (in)felici i figli di papà che avranno la (s)fortuna di farsene comprare una, quando scopriranno la pessima efficienza dei motori Mercedes e faranno 7 km/l con questo turbo benzina e dei tablet che dopo un paio di anni sono da buttare.
Ritratto di studio75
30 novembre 2018 - 07:47
5
Ma chi compra una B non dovrebbe avere già una famiglia? I figli di papà, al massimo, si faranno regalare la nuova classe A.
Ritratto di deutsch
30 novembre 2018 - 11:40
4
concordo con studio75
Ritratto di gilrabbit
30 novembre 2018 - 12:18
Infatti. mi sa che questo è un venditore toyota. Gli vorrei dire che ho una vecchia 280E del 2005 con motore 3000 6 cilindri e in autostrada e nei lunghi viaggi non scende mai sotto i 14 litro di media.
Pagine