Mercedes

Mercedes
B

da 24.040

Lungh./Largh./Alt.

436/181/160 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

501/1.456 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

Leggermente cresciuta rispetto alla vecchia versione (+9 cm di lunghezza, per un totale di 436 cm), la Mercedes Classe B ha una carrozzeria più bassa e sportiveggiante, migliorata anche nell’aerodinamica. L’abitacolo, realizzato con materiali di qualità e ben rifinito, accoglie comodamente quattro adulti (mentre il tunnel che sporge dal pavimento toglie spazio ai piedi di un eventuale quinto passeggero); a pagamento si può avere il divano che scorre avanti o indietro di 14 cm, utile per sfruttare al meglio il baule (486 litri). L’allestimento “base” Executive è già discretamente dotato e offre di serie anche il cruise control attivo (grazie a un radar “vede” il veicolo che precede e, se necessario, rallenta l’auto per mantenere la distanza di sicurezza); il più costoso Premium ha pure l’assetto ribassato, le sospensioni irrigidite e lo sterzo più diretto (e offre di serie il navigatore). La 180 e la 200 a benzina sono mosse da un 1.6 turbo con, rispettivamente, 122 e 156 CV, affiancate dalla 220 e dalla 250, mosse da un 2.0 da 184 o 211 cavalli. In alternativa c’è un 1.5 a gasolio da 90 o 109 CV, oppure un 2.1 da 136 o 177 CV. Al posto del cambio manuale a sei marce per la Mercedes Classe B si può avere il robotizzato a doppia frizione: non è regalato e alla leva principale nel piantone si deve fare l’abitudine, ma dolcezza e rapidità di funzionamento sono impeccabili, sia in modalità automatica, sia selezionando i 7 rapporti tramite le palette al volante. Tutti i motori in gamma sono in regola con l’omologazione Euro 6, come pure la 200 NGD bi-fuel 2.0 da 156 CV alimentata a benzina e a metano. La più “pulita” è, evidentemente, la versione elettrica (che dispone di ben 180 CV).

 

Versione consigliata

Le versioni a benzina della Mercedes Classe B sono brillanti (anche la “piccola” 180), ma con le diesel il risparmio alla pompa è sensibile. Indipendentemente dall’allestimento la 200 CDI costa circa il 10% in più della 180, ma con i suoi 136 CV (supportati da una maggior coppia) “gestisce” meglio i circa 1400 kg di massa della vettura, e promette consumi altrettanto contenuti. Ancora più economa la 200 NGD bi-fuel a benzina e a metano.

 

Perché sì

Finiture Gli assemblaggi sono precisi, e la cura costruttiva elevata anche per i dettagli secondari; di ottima qualità pure i materiali.

Comportamento dinamico Si tratta di una monovolume sicura e piacevole da guidare; in particolare la Premium, con assetto più sportivo (che comunque non penalizza il comfort).

Linea Ha guadagnato grinta e personalità, ma senza perdere l’equilibrio (e l’eleganza) della vecchia versione.

Sterzo La servoassistenza elettrica a effetto variabile è tarata correttamente, e la precisione è garantita anche a velocità sostenuta.

 

Perché no

“Clima” In una vettura di questa categoria (e prezzo) è assurdo che il “clima” automatico bizona si paghi a parte (di serie c’è quello manuale).

Quattro “frecce” Il pulsante per attivare il lampeggio d’emergenza è “soffocato” in mezzo ad altri comandi: vista la sua importanza per la sicurezza, dovrebbe essere più facilmente individuabile.

Bagagliaio Non è piccolo, ma offre qualche decina di litri in meno del vecchio modello e per recuperare il gap costringe ad acquistare il divano scorrevole (un optional costoso).

Quinto posto In un’auto da famiglia chi siede al centro del divano dovrebbe essere più “rispettato”, invece ha poco spazio, soprattutto per i piedi (il tunnel è alto ben 17 cm).

 

Mercedes B
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
38
51
47
31
49
VOTO MEDIO
3,0
2.99074
216
Photogallery