PRIMO CONTATTO

Mercedes E: grande comfort e un “pieno” di tecnologia

La nuova Mercedes Classe E riconferma la sua tradizionale formula: finiture di qualità, molta comodità e una dotazione di sicurezza da fare invidia alla più grande Classe S. Ma il navigatore...

11 marzo 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 67.931
  • Consumo medio

    19,6 km/l
  • Emissioni di CO2

    133 grammi/km
  • Euro

    6
Mercedes E
Mercedes E 350d AMG Line 9G-Tronic
Come una… "C" maiuscola
 
La Mercedes Classe E del 2016 è stata riprogettata da zero, e si vede anche solo osservando distrattamente la carrozzeria: le sue forme si sono fatte più morbide e sinuose, meno taglienti di quelle del modello che manda in pensione. Evidente la parentela con le più recenti berline della casa: non fosse per la fiancata meno lavorata, sarebbe facile scambiare la nuova vettura per una Classe C... La nuova Classe E è già in vendita, per il momento con un 2 litri a benzina da 184 CV (sulla 200) e uno a gasolio da 194 (tutto nuovo, è montato sulla 220 d alla quale sarà riservato il primo contatto su alVolante in edicola il 10 aprile), ai quali si aggiunge il turbodiesel "tremila" da 258 CV della 350 d. In futuro non mancheranno altre versioni, anche a trazione integrale, e una ibrida plug-in. Fra i cinque allestimenti, anche quello "base" (lo Sport) ha di serie il cambio automatico a 9 rapporti, il selettore delle modalità di guida, il "clima" bizona, il sistema di frenata automatica, la connessione alla rete per assistenza e diagnosi a distanza dei guasti, il sistema di chiamata automatica d'emergenza, i fari a led e l'airbag per le ginocchia del guidatore. Stupisce un po’, quindi, dover pagare 500 euro per la radio digitale Dab e 116 per le alette parasole estensibili…
 
Comandi a sfioramento? ni...
 
Anche l'interno della Mercedes E, con la sua plancia "a onda" e le bocchette rotonde, richiama le Mercedes più recenti. Sulle E più ricche (come la AMG Plus), però, il cruscotto è stato rimpiazzato da uno schermo a colori di 12,3'', inserito in una cornice squadrata che accoglie anche il display del navigatore, di uguali dimensioni (di serie sulla versione che abbiamo guidato nel test, su altre è optional, a partire da 1.037 euro): l'effetto è quello di sedere davanti a un maxi-schermo cinematografico. I materiali e i montaggi sono di qualità, e non mancano dettagli che danno una chiara impressione di lusso: come gli inserti in vero legno laccato, con sottili linee bianche (903 euro), o le griglie degli altoparlanti lavorate "di cesello" dell'Hi-Fi Burmester (da 1.037 euro). Di serie per tutte anche il selettore di luci ambientali a led (con 64 tonalità fra cui scegliere), che di notte fanno davvero un figurone. Se vogliamo cercare il pelo nell'uovo, il volante ha invece un aspetto un po' "plasticoso" e i comandi a sfioramento sulle razze non sono sempre precisi: sostituiscono i comandi direzionali (per passare da un menù all'altro, o per cambiare traccia audio) ma, a volte, se non si è “millimetrici” nel tocco possono “fraintendere” il comando. Luci e ombre anche per il navigatore: riceve avvisi e le condizioni del traffico da internet, ma dà le indicazioni un po' all'ultimo secondo e la voce italiana è sgradevole: le parole sono scandite molto lentamente, con un artificiale tono "piatto" che sembra quasi una cantilena...
 
Maschera bene le sue dimensioni
 
In città i 492 cm di questa Mercedes non creano imbarazzi: in manovra vengono in aiuto i sensori di distanza e le telecamere che mostrano a 360° quello che c’è attorno all'auto (tutto di serie). Più avanti sarà disponibile anche una app da cellulare (non “trapiantabile”, però sulle vetture vendute in precedenza) che permetterà di far uscire l'auto dai parcheggi più angusti restandone all'esterno (l'elettronica provvede anche a farle scansare eventuali ostacoli). Tuttavia, è sulle strade libere dal traffico che la Mercedes E dà il meglio di sé: le sospensioni pneumatiche (1.159 euro) "lisciano" l'asfalto, pur assicurando una elevata tenuta in curva, e l'insonorizzazione è curata: persino il 3 litri a gasolio ha una voce sommessa e non sgradevole. La spinta è corposa e il dolce cambio automatico a nove rapporti mette sempre la marcia giusta: quasi mai serve ricorrere alle "palette" dietro al volante per cambiare manualmente. Sprofondati nei soffici sedili, si possono mantenere medie orarie invidiabili senza sforzo; certo, il coinvolgimento alla guida non è l’obiettivo di una vettura come questa, anche se in modalità Sport (cambiate più rapide, marce "tenute" più a lungo e sospensioni irrigidite), l'auto è tutt'altro che una "barca".
 
In autostrada fa (quasi) tutto da sola
 
Che l'autostrada sia il suo mondo, lo si nota anche dai dispositivi per la sicurezza: grazie a telecamere e radar, la nuova Mercedes E può seguire la corsia (deve, però, poter leggere chiaramente le strisce che la delimitano) e mantenere la distanza dall'auto che precede. In teoria non servirebbe neppure tenere le mani sul volante, il che tuttavia è richiesto per ragioni di sicurezza. Azionando una “freccia” per più di due secondi, se il sistema non rileva altri veicoli in avvicinamento la vettura può cambiare corsia in maniera autonoma; questa funzione, però, per questioni di regole sulla circolazione attualmente non è ancora disponibile sulle vetture vendute in Italia (e non potrà essere installata, in futuro, su esemplari che non ne siano stati dotati fin dalla nascita). Grazie ai suoi sensori, inoltre, questa Mercedes può non solo frenare da sola in caso di rischio di urto, ma anche "scartare" un ostacolo e spostarsi lateralmente se rileva che il veicolo che ci affianca si sta avvicinando troppo: il tutto è nel pacchetto assistenza alla guida (da 2.318 euro). In caso di urto… inevitabile, poi, arriva persino a emettere dagli altoparlanti un suono ad alta frequenza che innesca un riflesso in grado di "preparare" gli occupanti al "botto". 
 
Secondo noi
 
PREGI
> Comfort. Le sospensioni pneumatiche si pagano, ma trasformano la E in un tappeto volante; ok insonorizzazione e dolcezza del cambio.
> Sicurezza. Di serie c’è molto, e i dispositivi più avanzati non costano una follia.
> Tecnologia. Non manca neppure l'app per far manovra stando fuori dall'auto...
 
DIFETTI
> Navigatore. La voce italiana è talmente monocorde e lenta nello scandire da risultare fastidiosa, e dà indicazioni un po' all'ultimo istante.
> Originalità. Bene le linee "di famiglia", ma davvero si rischia di scambiarla per una (meno costosa) Classe C.
> Optional. La E non è povera, dover pagare per la radio digitale Dab e per le alette parasole estensibili è strano.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2987
No cilindri e disposizione 6 a V
Potenza massima kW (CV)/giri 190 (258)/3400 giri
Coppia max Nm/giri 620/1600-2400
Emissione di CO2 grammi/km 133
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 9 (automatico) + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 250
Accelerazione 0-100 km/h (s) 5,9
Consumo medio (km/l) 19,6
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 492/185/147
Passo cm 294
Peso in ordine di marcia kg 1725
Capacità bagagliaio litri 540/n.d.
Pneumatici (di serie) 225/55 R17

 

Mercedes E 350d AMG Line 9G-Tronic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
12
5
9
1
10
VOTO MEDIO
3,2
3.216215
37
Aggiungi un commento
Ritratto di Vrooooom
11 marzo 2016 - 12:47
La plancia è inguardabile, pare fatta da un boscaiolo on una motosega. Poi vabbè 20kim/l....
Ritratto di Vrooooom
11 marzo 2016 - 15:06
Si potrebbero avere immagini degli interni di versioni meno 'ricche'?
Ritratto di marcoss
12 marzo 2016 - 16:46
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di AMG
13 marzo 2016 - 22:22
Che commento ignorante e sgradevole. È vero alvolante non lo ha sottolineato con un articolo, mentre sottolinea in più occasioni eventi meno importanti. Io personalmente ammiro molti modelli BMW e il marchio in generale, perché la sua grandezza non è oggetto di discussione tra tifosi per un'appassionato del mondo dell'auto. Il mio marchio preferito è ancora oggi l'incredibile stella. Ma posso dire un paio di particolari che rimpiango in questa nuova E, primo tra tutto la linea, banale e troppo, troppo, troppo simile alla S e quindi alla C... Inoltre la griglia del frontale è andata persa (anche se non è più una novità) per due vistose e plasticose striscie ai lati dello stemma piazzato lì. Posso assicurare che una griglia d'impostazione classica lascia molto di più la sensazione "premium" di due pezzettoni di plastica del genere. Infine il volante (sperando si possa scegliere un'altro tipo nella configurazione) è sottotono, più economico del dovuto e di disegno poco piacevole che mal si accosta con quello della bellissima plancia.
Ritratto di swiss air
14 marzo 2016 - 12:34
Grazie per il commento gradevole e pacato . Buon viaggio con una classe A 160 D Renault ? Sbaglio ????
Ritratto di mirko.10
14 marzo 2016 - 14:43
2
marcoss, e se con sto' commento la smettessi di copiarlo ed incollarlo tale e quale, dove ti piace, faresti pure meno figura de cacchina.
Ritratto di nitrobomva
14 marzo 2016 - 17:38
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di marcoss
26 marzo 2016 - 16:48
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di IloveDR
11 marzo 2016 - 12:54
4
il navigatore con la voce robotica è proprio inaccettabile su una Classe E, il mio TOMTOM del 2008 ha la voce di Cirilli o altri storici cabarettisti di Zelig...tre volanti per questo...
Ritratto di AMG
13 marzo 2016 - 22:26
Ilove DR, non sono uno di quelli che generalmente ti dà contro a spada tratta, ma evitami commento di tale ignoranza. Tu hai mai sentito il navigatore della nuova classe E? Non farmi ridere. E però dai una valutazione di tre volanti ad un modello che ha una miriade di aspetti fantastici, perché hai letto che la voce del navigatore è troppo piatta? È allucinante ti rendi conto? Almeno trovami delle altre giustificazione... Ma non scadere in una tale bassezza
Pagine