PRIMO CONTATTO

Mercedes EQB: elettrica, comoda e ben rifinita

La Mercedes EQB è la variante a batteria della suv GLB: ben fatta, con un raffinato infotainment e anche a sette posti, scatta bene, ma meno delle rivali (che hanno anche un’autonomia dichiarata maggiore).
Listino prezzi Mercedes EQB non disponibile
Pubblicato 15 novembre 2021
  • Prezzo (al momento del test)

    62.000 (indic.)
  • Autonomia (dichiarata)

    419 km
  • Tempo di ricarica (dichiarato)

    10 ore a 7,2 kW*
  • Euro

    66,5*
Mercedes EQB
Mercedes EQB 300 Premium 4Matic
Arriva a febbraio 2022

La Mercedes EQB è la versione elettrica della suv GLB: fuori cambiano solo le luci (dietro unite da una striscia a led), i paraurti e la mascherina (chiusa). La piattaforma, invece, è modificata per accogliere la batteria sotto il pianale. La EQB c’è in due versioni bimotore 4x4 (la 300 4Matic da 228 CV guidata e la 350 4Matic da 292) che saranno seguite dalla variante a trazione anteriore con 190 CV; come optional si possono avere i sette posti (una vera rarità fra le elettriche), ma le due poltroncine a scomparsa nel bagagliaio sono sacrificate e adatte a persone alte non più di 165 cm. I prezzi stimati partono da 57.000 euro per una 300 4Matic “base”, ma i listini si conosceranno solo a fine mese, quando si apriranno gli ordini (consegne previste da febbraio 2022).

Interni convincenti, bagagliaio meno

Colori e dettagli a parte, nell’abitacolo della Mercedes EQB tutto è come sulla GLB: le finiture convincono, così come il disegno moderno ma che non rinuncia alla praticità dei comandi fisici per il “clima” e altre funzioni. Inoltre, il sistema multimediale MBUX è davvero ricco, reattivo e con una grafica molto curata, configurabile anche nel cruscotto (che, in pratica, è una sua estensione). Rispetto alla GLB, però, si sono persi l’utile divano scorrevole e il doppiofondo nel bagagliaio (che, seppure abbastanza ampio, è alto appena 42 cm: due valigioni sovrapposti non ci stanno). Nelle varianti a sette posti, con tutti i sedili in posizione dietro rimane spazio per un paio di zaini.

Comfort ottimo, sprint discreto

Sulla Mercedes EQB, il comfort è notevole: anche con le maxi-gomme 235/45 R 20 dell’auto guidata, le asperità del fondo sono assorbite con efficacia, il rollio non è eccessivo e l’insonorizzazione curata. Preciso anche se non molto diretto lo sterzo, che non presenta noiose reazioni in accelerazione dato che la trazione è prevalentemente posteriore (il motore anteriore entra in gioco solo se serve). Lo scatto breve è vivace (lo “0-100” ufficiale è di 8 secondi) ma c’è da considerare che tutte le rivali 4x4 (Audi Q4 e-tron e Tesla Model Y in primis, ma anche Hyundai Ioniq 5, Skoda Enyaq e Volkswagen ID.4) costano meno, hanno più cavalli e prestazioni dichiarate migliori.

Stesso discorso per la ricarica:  dalle colonnina a corrente alternata la Mercedes EQB accetta fino a 11 kW (secondo Mercedes il “pieno” si fa in 5 ore e 45’) ma con la corrente continua delle stazioni più rapide non assorbe più di 100 kW: alcune rivali superano i 200. Con questo secondo tipo di colonnine, ufficialmente bastano 32 minuti per passare dal 10 al’80% della carica, e in 15 minuti si aumenta l’autonomia di 150 km. A proposito di quest’ultima, i 419 km omologati non sono pochi in assoluto, e paiono alla portata se si guida col piede leggero. Anche qui, però, quanto meno sulla carta, le rivali offrono di più.

Decide da sé, ma niente one-pedal

In marcia si apprezzano i sistemi di aiuto alla guida ben tarati della Mercedes EQB e la modalità automatica di recupero dell’energia: l’intensità del freno motore è decisa attimo per attimo dall’elettronica, basandosi sull’andatura di eventuali veicoli che precedono (“visti” dal radar frontale) e sul tipo di strada “letto” sulle mappe del navigatore. Questo vuol dire che su strada libera e dritta l’auto “scorre” come in folle, mentre inizia a rallentare da sola in prossimità di incroci e rotonde.

La Mercedes EQB non dispone della funzione one-pedal: quando il freno motore è così intenso che arriva ad arrestare l’auto, consentendo di guidare solo modulando la pressione sull’acceleratore. Dato che basterebbe un aggiornamento software a distanza (l’auto supporta quelli OTA che arrivano via internet, senza recarsi in concessionaria) ci auguriamo che questa piccola comodità si possa aggiungere in futuro. Con lo stesso sistema, si potrebbe porre rimedio alla non perfetta modulabilità dei freni che emerge a volte frenando a bassa velocità.

Secondo noi

PREGI
> Comfort. È un’auto molleggiata e insonorizzata in maniera efficace.
> Finiture. Tranne qualche dettaglio nascosto, materiali e montaggi fanno onore al marchio.
> Sistema multimediale. A tre anni dalla presentazione, l’MBUX rimane un riferimento per ricchezza e cura della grafica.

DIFETTI
> Niente one-pedal. La gestione automatica della frenata rigenerativa è efficace ma non si arriva all’arresto del veicolo: basterebbe un aggiornamento software...
> Modulabilità frenata. A volte non si riesce a rallentare senza qualche strattone.
> Prestazioni. Scatto, velocità massima, autonomia e rapidità di ricarica: in questi valori, resta un po’ indietro rispetto alle rivali.

SCHEDA TECNICA

Motore elettrico anteriore  
Potenza massima kW (CV)/giri n.d.
Coppia max Nm/giri n.d.
Motore elettrico posteriore  
Potenza massima kW (CV)/giri n.d.
Coppia max Nm/giri n.d.
   
Potenza massima complessiva kW (CV)/giri 168 (228)/n.d.
Coppia max complessiva Nm/giri 390/n.d.
   
Tipo batteria ioni di litio
Tensione - capacità 367 V - 66,5 kWh*
Potenza max di ricarica dalle colonnine  
In corrente alternata 11 kW
In corrente continua 100 kW
Tempo di ricarica 10 ore (a 7,2 kW)*
   
Cambio assente
Trazione integrale 
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima km/h 160 (autolimitata)
Accelerazione 0-100 km/h 8 s
Autonomia km (WLTP) 419
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 469/183/170
Passo cm 283
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 2175
Capacità bagagliaio litri 495/1710
Pneumatici (di serie) n.d.

 

*Valori stimati.

Mercedes EQB
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
6
4
8
14
48
VOTO MEDIO
1,8
1.825
80


Aggiungi un commento
Ritratto di Flynn
15 novembre 2021 - 03:04
Sebbene la GLB sia il modello che meno apprezzo nella gamma attuale e la EQA dal vivo non mi abbia convinto, dopo aver visto quella pacchianata semi-low cost della Marvel la trovo decisamente rassicurante.
Ritratto di Check_mate
15 novembre 2021 - 06:16
La EQA dal vivo un po' anonima, confermo. Diciamo che per il momento, a parte due o tre, ci sono elettriche o spaventosamente coraggiose o tremendamente anonime
Ritratto di Flynn
15 novembre 2021 - 06:57
Vero, anch’io ho trovato ben poco di realmente comprabile
Ritratto di nafto
15 novembre 2021 - 07:02
Sarà una bella battaglia in termini premium. E la Marvel non è nemmeno una Honqj
Ritratto di Check_mate
15 novembre 2021 - 08:28
Ah beh, allora... :)
Ritratto di giulio 2021
15 novembre 2021 - 09:13
Si e prendetevi sta Mercedes se volete spendere il doppio di quello che vale, scrive testualmente che : le prestazioni, consumi e autonomia non sono niente di che, poi sai per avere un'elettrica che Mercedes sa come costruire (è una maestra nelle elettriche...) da 135 anni.............
Ritratto di Flynn
15 novembre 2021 - 10:03
Certo, sono problemi tuoi come gli altri spendono i loro soldi? Inizia a preoccuparti piuttosto del tuo portafoglio , che un’auto fuori produzione non è un bel biglietto da visita per un “faso tuto mi” come te
Ritratto di Turbostar48
15 novembre 2021 - 11:39
@Giulio compratela Tu, questa benedetta MG China Marvel R, così la pianti ad ogni articolo di romperci i cosiddetti..........
Ritratto di alex_rm
15 novembre 2021 - 11:44
Sto aspettando il suv elettrico nio al prezzo di una golf(25-30000€)
Ritratto di Sepp0
16 novembre 2021 - 13:41
GLB è volutamente penalizzata da un estetica vecchia di vent'anni perché visto il costo, per le dimensioni che ha è probabilmente il miglior SUV Mercedes per rapporto q/, se fosse incidentalmente pure bellina di GLA e GLC ne venderebbero 1/3.
Pagine