PRIMO CONTATTO

Nissan Pulsar: ti fa viaggiar comodo e ben assistito

La Nissan Pulsar è confortevole, ha un abitacolo ampio ed è ricca di sistemi elettronici di ausilio alla guida. Non tutti, però, disponibili pure nella versione base, quella dal prezzo più accessibile.

16 settembre 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.350
  • Consumo medio

    27,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    94 grammi/km
  • Euro

    5
Nissan Pulsar
Nissan Pulsar 1.5 dCi 110 CV Tekna
Il ritorno della media Nissan
 
Dieci anni dopo il pensionamento della Almera, la Nissan torna a proporre una media e lo fa con una cinque porte lunga 439 cm (costruita sulla stessa piattaforma della Qashqai, condivisa con la Renault), che ha forme sinuose, un frontale aggressivo e un abitacolo molto spazioso. Ma anche una ricca dotazione tecnologica, indispensabile per andare a conquistare terreno nel campo in cui a dettare legge è la Volkswagen Golf. La nuova nata è la Nissan Pulsar, che con il suo muso appuntito, il paraurti prominente e il classico logo Nissan incorniciato dal trapezio cromato (le cui linee proseguono, caratterizzandolo fortemente, nel cofano), ricorda molto da vicino le ultime creazioni della casa. I paraurti e i parafanghi bombati rendono muscolosa la carrozzeria, mentre il parabrezza molto inclinato, la base dei finestrini che sale e le fiancate mosse da profonde nervature le conferiscono slancio e plasticità. Dietro, invece, la vettura appare un po' meno originale, con i grandi fanali orizzontali che abbracciano la carrozzeria, il lunotto piccolo e il paraurti sporgente che ricordano alcune rivali giapponesi e coreane. 
 
Spazio a volontà
 
Gli interni della Nissan Pulsar colpiscono più per lo spazio che per l’aspetto. Le poltrone sono larghe e comode, il divano lascia parecchio agio sia a livello delle spalle (138 cm da porta a porta) sia per le gambe: abbiamo misurato 25 cm tra il divano e la poltrona spinta tutta indietro, e ben 51 con il sedile avanzato. Il soffitto è alto, soprattutto nella parte anteriore, ma pure dietro lascia molta “aria” (dalla seduta ci sono 93 cm), e il parabrezza ampio fa entrare parecchia luce. Hanno forme semplici, invece, la plancia e la consolle, attraversate da una linea a onda che le collega con i pannelli delle porte, “avvolgendo” i passeggeri anteriori. Il cruscotto, a due quadranti circolari, si legge bene e ha al centro il grande schermo di 5" del computer di bordo, completo e con una grafica accattivante: può essere impostato per mostrare di volta in volta i comandi di navigazione, informazioni e allarmi e una gran quantità di dati sulle prestazioni. Il guidatore può anche personalizzare molti dei dispositivi della vettura (come gli indicatori di direzione, i tergicristallo e le regolazioni delle chiusure) attraverso lo schermo dell'Advanced Drive-Assist. Nella consolle, che appare come sospesa al centro della plancia, c'è lo schermo a sfioramento di 5,8" del sistema multimediale (di serie sulla Tekna), che può essere collegato con uno smartphone, fornendo così accesso a una serie di applicazioni, utili per utilizzare Google, Facebook, Trip Advisor o Eurosport: il sistema comprende Bluetooth, audio in streaming e gli ingressi Aux-in e Usb, oltre che la radio DAB. Grande il baule (385/1395 litri) che, però, si stringe molto in corrispondenza dei passaruota, forma un gradino di 21 cm quando si abbatte lo schienale del divano e non ha una soglia di carico basssa (71 cm da terra)
 
Un concentrato di tecnologia
 
Ma la Nissan Pulsar si distingue soprattutto per la ricca dotazione tecnologica , con una serie di dispositivi elettronici di ausilio alla guida comuni solo ad auto di classe superiore: dal sistema Around View Monitor (una serie di telecamere controllano il perimetro dell'auto, visualizzando le immagini sullo schermo di 5,8" del NissanConnect) al Nissan Safety Shield (solo per Acenta e Tekna), che comprende l'avviso del cambio involontario di corsia, il sistema di copertura dell'angolo cieco e il Moving Object Detection (rilevazione oggetti in movimento, un dispositivo che dà un allarme audio e visivo se qualcuno o qualcosa si muove dietro l'auto). Ma non è finita. A rendere sicura la Nissan Pulsar ci sono anche il radar antitamponamento (solo per le Acenta e Tekna), con tre livelli di allerta, fino alla frenata d'emergenza, che rallenta l'auto prima dell'urto; e poi l'Active Trace Control (controllo attivo di percorrenza), che funziona come un differenziale autobloccante, e le luci anabbaglianti a led. 
 
La telecamera si pulisce da sola
 
Utile e innovativa anche la funzione Self cleaning camera della Nissan Pulsar, ovvero la retrocamera autopulente, per mantenerla sempre in perfetta efficienza. Utilizzando un software di trattamento delle immagini che può “lavorare” più di 15 milioni di pixel al secondo, il sistema “vede” quando le lenti sono offuscate e invia un getto di acqua per lavare lo sporco. Per eliminare il problema delle lenti bagnate, che attraggono maggiormente lo sporco, subito dopo un getto d'aria compressa le asciuga e assicura che la telecamera possa continuare a mostrare immagini nitide. Il sistema determina automaticamente quale debba essere l'intensità dell'intervento di pulizia usando, per esempio, solo un getto d'aria per rimuovere un granello di polvere o uno spruzzo d'acqua per eliminare gocce di pioggia.
 
Una tranquilla auto da famiglia 
 
Il quattro cilindri 1.5 dCi turbodiesel da 110 CV della Nissan Pulsar (di origine Renault) è brillante in rapporto alla cilindrata, fluido e sufficientemente pronto in tutto l'arco di utilizzo, tra i 1000 e i 4000 giri. In città la berlina giapponese si muove senza difficoltà, grazie alla vivacità del motore ai bassi giri, alle sospensioni ben tarate, ai sensori di distanza e alla retrocamera che agevolano le manovre (in effetti, dietro si vede poco). Sulle strade con molte curve lo sterzo è abbastanza preciso; i freni equilibrati rendono sicura la guida, mentre in autostrada si apprezzano la silenziosità del motore e le contenute vibrazioni. In curva l'auto non si corica eccessivamente di lato e la tenuta di strada appare sempre sicura. Quanto ai consumi, alla fine del test, sulle strade spagnole nei dintorni di Barcellona, abbiamo percorso una media di 19,5 km con un litro di gasolio: un'ottima prestazione (anche se il percorso era in gran parte autostradale).
 
Pronta al debutto
 
La Nissan Pulsar 1.5 dCi sarà nelle concessionarie, dal 3 ottobre (porte  aperte il 18 e 19 dello stesso mese), a partire a 19.900 euro; per 2.000 euro in meno, alla base della gamma c’è la 1.2 DIG-T 115 Visia, a benzina. Tutti gli allestimenti hanno di serie i vetri elettrici, il Display Advanced Drive-Assist di 5" nel cruscotto, il sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici, sei airbag, il cruise control, il limitatore di velocità e il sistema Start&Stop. La Acenta (con il motore a gasolio, da 22.000 euro) aggiunge i cerchi in lega, il climatizzatore bizona, il Forward Emergency Braking (frenata d'emergenza), l'Auto Pack (che comprende l’accensione automatica di luci e dei tergicristalli, lo specchietto retrovisore con funzione antiabbagliamento, l’Intelligent Key e il pulsante di messa in moto), oltre a volante e pomello del cambio in pelle. La Tekna (con il 1.5 diesel parte da 24.350 euro) offre in più i fari anabbaglianti a led, il pacchetto Safety Shield e il Nissan Connect, con il navigatore, lo schermo di 5,8”, la retrocamera e la radio DAB. I sedili in pelle riscaldabili sono disponibili a pagamento (1.500 euro).
 
Secondo noi
 
PREGI

> Comfort. L'abitacolo è ampio e luminoso, le poltrone sono commode, il rumore del motore e i fruiscii aerordinamici efficacemente filtrati: a bordo della Pulsar i viaggi sono comodi e rilassanti.
> Motore. Il collaudato 1.5 turbodiesel da 110 CV garantisce prestazioni piuttosto brillanti, è dolce nel funzionamento e fa poco rumore. 
> Sospensioni. Sono ben tarate: né troppo dure né eccessivamente morbide.
 
DIFETTI

> Divano. Come spesso accade, al centro ha l’imbottitura rigida, e la presenza del mobiletto centrale infastidisce i piedi.
> Sfruttabilità baule. Il vano è grande, ma la soglia è alta da terra e dista 22 cm dal pavimento interno; i passaruota tolgono spazio e abbassando lo schienale del divano si forma un gradino alto 21 cm.
> Visibilità posteriore. I larghi montanti ostacolano la visuale di tre quarti posteriore e il lunotto è piccolo.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1461
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 81 (110)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 260/1750-2500
Emissione di CO2 grammi/km 94
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 189
Accelerazione 0-100 km/h (s) 11,5
Consumo medio (km/l) 27,8
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 439/177/152
Passo cm 270
Peso in ordine di marcia kg 1352
Capacità bagagliaio litri 385/1395
Pneumatici (di serie) 205/50 R17

 

Nissan Pulsar
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
33
53
74
45
28
VOTO MEDIO
3,1
3.077255
233
Aggiungi un commento
Ritratto di Moreno1999
16 settembre 2014 - 12:34
4
Comelinea è molto banale, spero faccia della sostanza il suo punto di forza. Certo che però venderla con un motore Euro5, essendo unun'auto nuova, lo trovo piuttosto ridicolo
Ritratto di Pierre Cortese
19 settembre 2014 - 12:43
Di conseguenza si capisce che se la QQ non fosse un suv, sarebbe altrettanto banale, non che tra i suv non lo sia. Mai capito come faccia a vendere tanto considerata anche la pessima qualità/affidabilità delle Nissan nate dopo l'entrata del marchio nel gruppo Renault ma solo quelle, perche' i modelli nati fino agli anni 90 erano eccezionali, in famiglia abbiamo avuto una Micra 1.0 Jive comprata nuova nel 1996 che in 300.000 km ha avuto solo l'inconveniente di una lampadina degli stop fulminata, la Micra successiva del 2002 invece, un disastro di affidabilità coi dci Renault e un macello per gli interni, il volante che si sbriciolava letteralmente tra le mani era solo uno dei tanti problemi che hanno afflitto quella generazione peraltro anche parecchio peggiorata stilisticamente rispetto alla Micra 2 del 1992.
Ritratto di Moreno1999
19 settembre 2014 - 13:08
4
La micra del 2003 aveva i pannelli porta che con una normale usura diventavano appiccicosi. Effettivamentele aaltre utilitarie giapponesi di quegli anni erano decisamente meglio per qualità
Ritratto di alederme
20 settembre 2014 - 20:37
oddio!!! che bello è arrivata! la aspettavo da mesi non riuscivo a dormire al solo pensiero della presentazione di questo prodigio della tecnica e dello stile... ma per favore costa come un VW golf/ ford focus e dopo due anni varrà zero. Forse la vendono nell'est asiatico in africa del nord, ma qui proprio non c'è speranza...
Ritratto di cris25
16 settembre 2014 - 13:06
1
ma rubare clienti alla tanto decantata Golf mi sembra un'impresa quasi impossibile, dico quasi perchè io preferisco questa alla Golf! Vedremo l'impatto che avrà sul mercato europeo...
Ritratto di clips12
16 settembre 2014 - 13:23
All'apparenza ben costruita, ma non particolarmente originale non dovrebbe spostare granche in termini di mercato (mi riferisco a quello italiano), la trovo anche un po cara, se vuoi far breccia nella clientela Golf/Focus su tutte devi presentarti con prezzi di attacco migliori di questo....ma probabilmente con le promozioni della casa avremo il prezzo reale.
Ritratto di Mattia Bertero
16 settembre 2014 - 14:26
3
Questa media della Nissan mi piace, la sfida contro la Golf è lanciata ma sarà praticamente impossibile vincerla visto i livello di vendita della tedesca. Ad ogni modo la Pulsar ha una bella e filante linea esterna mentre gli interni sono abbastanza anonimi nonostante a prima vista sembrino di qualità (la console centrale è mal integrata con il disegno del cruscotto: sembra che sia stata incollata dopo aver costruito la plancia). L'ottimo 1.5 Diesel della prova sarebbe l'ideale per chi manica molti chilometri: ha grinta e consuma poco. Il prezzo lo trovo in linea con la concorrenza tenendo conto che l'allestimento Tekna è il più accessoriato di questa media. Per cui 24000 euro mi sembra un buon prezzo.
Ritratto di giovi11
20 settembre 2014 - 17:26
3
Mi piace questa Pulsar ma dubita che posso spodestare la Golf ma almeno arrivarci vicino
Ritratto di M93
16 settembre 2014 - 14:28
A me piace, bada molto alla sostanza più che alla forma, gradevole ma poco caratterizzata. Equipaggiamento tecnologico di ottimo livello.
Ritratto di fabri99
16 settembre 2014 - 14:37
4
Esteticamente non ha certo linee eccitanti e anche gli interni sembrano un po' sottotono, anche se molto spaziosi: la Pulsar punta più sulla sostanza e ogni tanto un'auto del genere, valida e non sempre solo bella e con buone finiture, ci vuole. Vedremo se sarà così valida come promette, per il momento sembra ok: non è bellissima, ma offre molto e punta tutto su questo. Certo, se agli ottimi contenuti avessero accompagnato un ottimo design, non credo qualcuno si sarebbe offeso.
Pagine