PRIMO CONTATTO

Nissan X-Trail: pratica e scattante (ma va “tenuta sveglia”)

Molto spaziosa e ospitale, la Nissan X-Trail è anche ben dotata e piacevolmente vivace. Ai bassi regimi, però, l’erogazione della potenza è piuttosto “vuota”.

15 maggio 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 34.300
  • Consumo medio

    18,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    139 grammi/km
  • Euro

    5
Nissan X-Trail
Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CV Tekna 4WD
Tutto un altro stile
 
La Nissan X-Trail è sempre stata una suv dalla personalità ben definita, con forme squadrate e nettamente fuoristradistiche. Ma, con l'arrivo di questa terza serie (nelle concessionarie la vedremo a partire da settembre), la suv giapponese cambia registro: riprende da vicino lo stile moderno, sportivo e piuttosto scolpito della nuova Qashqai. Con la sorella minore condivide la piattaforma (opportunamente ingrandita) e buona parte delle meccanica: in effetti, la nuova X-Trail prende il posto anche della Qashqai+2, la versione allungata e a sette posti che non verrà più riproposta.
 
Anche a due ruote motrici
 
Le dimensioni ripetono al centimetro quelle della vecchia Nissan X-Trail, e sono nettamente superiori a quelle della Qashqai. La lunghezza è di 464 cm (26 in più), la larghezza di 182 (1 in più) e l’altezza di 170 centimetri (11 in più). Maggiori anche il passo (271 cm, 6 in più) e l’altezza da terra (con il notevole valore di 21 centimetri, 2 in più). Al lancio, la Nissan X-Trail sarà disponibile solo con il 1.6 turbodiesel dCi da 131 cavalli, con la possibilità di scegliere fra trazione a quattro o a due ruote motrici (una novità, per la X-Trail); quest’ultima variante è abbinabile anche a un cambio a variazione continua, e tra gli optional prevede anche due strapuntini supplementari estraibili dal baule. Nel 2015 arriverà poi un 1.6 turbo a iniezione diretta di benzina da 163 CV. 
 
Ben curata
 
Se, fuori, la somiglianza della Nissan X-Trail con la Qashqai è marcata, all'interno è addirittura impossibile notare differenze, quanto meno nella parte anteriore. La plancia, gradevole per quanto tradizionale, è la stessa; giudizio positivo per le finiture, la posizione di guida (comoda e ampiamente regolabile) e il cruscotto, che include uno schermo di 5” per il computer di bordo. Nella consolle c’è invece il display a sfioramento di 7 pollici che serve per il navigatore (probabilmente fornito come optional); tuttavia, i comandi che affollano le razze del volante mandano facilmente in confusione. I cassetti chiusi (nella plancia e sotto il bracciolo centrale) sono ampi, a differenza delle tasche nelle porte. Infine, una finezza: i due portabicchieri nel tunnel hanno feritoie (richiudibili) nelle quali passa l’aria climatizzata, per raffreddare (o riscaldare) le bibite.
 
Tanto spazio
 
Le differenze di questa Nissan X-Trail con la Qashqai si notano maggiormente dietro: oltre all’accessibilità molto agevole (le porte hanno un ampio grado d’apertura), c’è davvero un sacco di spazio, ben gestibile a piacere. Il divano (in due parti separate) è comodo per tre adulti, scorre per ben 26 centimetri e ha l'inclinazione degli schienali regolabile su otto posizioni. Il baule ha la notevole capacità di 550 litri (con i cinque posti in uso) e il pianale posizionabile su più livelli, mentre lo schienale del divano è in tre parti reclinabili separatamente. Non basta: anche il sedile anteriore destro è ripiegabile in avanti, per poter caricare oggetti lunghi fino a 260 cm. Ciliegina sulla torta è infine l’ampio portellone ad azionamento elettrico; volendo cercare una pecca, la si trova nell’altezza da terra della soglia di carico, pari a ben 76 cm.
 
Scattante, se è su di giri
 
La Nissan X-Trail garantisce una guida facile, tranquillizzante e per nulla faticosa. Lo sterzo è piuttosto leggero e discretamente preciso, anche se poco diretto, mentre nelle curve l’auto non s’inclina troppo di lato e offre una buona tenuta di strada. Le sospensioni assorbono senza problemi lo sconnesso, assicurando un buon comfort; che, però, in autostrada viene un po’ compromesso dalla rumorosità del motore. Il 1.6 si fa comunque perdonare con la notevole vivacità: gli 11 secondi che la casa dichiara per lo “0-100” ci sono sembrati facilmente raggiungibili (come anche la velocità massima di 186 km/h). E pure i circa 14 km/litro letti nel cruscotto dopo un giro effettuato a buona andatura (a fronte dei 18,9 ufficiali) ci sembrano un risultato niente male. Peccato che la brillantezza di questo quattro cilindri venga fuori solo dopo i 1700 giri: su strada il problema è di poco conto (grazie anche al cambio molto docile, che facilita eventuali scalate), ma nel fuori strada, o comunque nelle salite impegnative, si vorrebbe una risposta più pronta, omogenea e decisa ai bassi regimi.  
 
Trazione bene, visibilità non tanto
 
La Nissan X-Trail a quattro ruote motrici adotta il collaudato (ed efficiente) sistema di trazione integrale elettronico All Mode 4x4-i. Tramite un pomello sul tunnel si sceglie fra la modalità a due sole ruote motrici anteriori, quella di gestione automatica della distribuzione della trazione (in modo da limitare il pattinamento delle ruote) o la trasmissione 4x4 permanente (più adatta ai fondi viscidi e al fuoristrada). Per quanto abbiamo potuto verificare in questo primo test su una strada sterrata di non eccessiva difficoltà, anche sul fango la Nissan X-Trail si trae bene d’impaccio. Quello che ci ha dato fastidio nei tratti più stretti e tortuosi (come anche in città) è piuttosto la scarsa visuale sulla sinistra, dovuta allo spesso montante e al grosso specchietto esterno.
 
Dotazioni ok
 
La Nissan X-Trail è offerta in tre allestimenti: Visia, Acenta e Tekna. I prezzi partono dai 27.500 euro della Visia a due ruote motrici con cambio manuale, per arrivare ai 34.300 della Tekna a quattro ruote motrici del nostro test: circa 2.000 euro sopra il prezzo di una Qashqai con lo stesso 1.6 turbodiesel, e a pari dotazione. Al proposito, già la Visia ha di serie il climatizzatore, i cerchi in lega di 17 pollici, sei airbag, le luci diurne a led e il cruise control. Davvero ben equipaggiata la Tekna, che ha anche i fari a led, i sedili in pelle (con quello sinistro regolabile elettricamente), i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, i cerchi in lega di 19″ e l’avviamento del motore a pulsante. Non mancano, poi, il sistema di frenata d’emergenza automatica, l’avviso in caso di cambio di corsia involontario o di assopimento del guidatore, i fari abbaglianti automatici e la ripetizione dei segnali stradali nel cruscotto.
 
Secondo noi
 
PREGI
> Brio. Il “1600” ha un grinta quasi sportiva, e garantisce notevoli prestazioni.
> Dotazioni di sicurezza. Ci sono molti dispositivi elettronici che rendono la guida più sicura.
> Spazio. L'abitacolo è davvero ospitale per cinque, oltre che molto pratico. Bene anche il bagagliaio.
 
 
DIFETTI
> Maneggevolezza. Il volante va girato un po' troppo nelle curve più strette.
> Ripresa ai bassi regimi. Sotto i 1700 giri, il motore spinge poco: un fastidio, soprattutto in salita.
> Visibilità. Il montante anteriore sinistro e lo specchietto ostacolano la visuale nelle curve.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 96 (131)/4000
Coppia max Nm/giri 320/1750
Emissione di CO2 grammi/km 139
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 464/182/170
Passo cm 271
Peso in ordine di marcia kg 1580
Capacità bagagliaio litri 550/n.d.
Pneumatici (di serie) 225/55 R19

 

Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CV Tekna 4WD
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
8
12
11
2
8
VOTO MEDIO
3,2
3.243905
41
Aggiungi un commento
Ritratto di autofun98
15 maggio 2014 - 14:36
sbaglio o è dello stesso colore della Murano quando venne lanciata?
Ritratto di follypharma
15 maggio 2014 - 14:53
2
poco originale ma ben fatta.... motore sottodimensionato : possono anche scrivere che e' molto brillante...ma 0-100 in 11 secondi ....brilla cosa ? la cera con cui l'hanno pulita? ci vorrebbe un 2.0 diesel 150 cv minimo... che le possa far fare 0-100 in 9 secondi, prestazioni adeguate alla caratura del mezzo... a pieno carico con 4 persone a bordo con questa qui in montagna....? hai voglia a brillare nel sole
Ritratto di Gianluca chieti
16 maggio 2014 - 16:45
2
Non è come dici tu perchè un 1.6 da 130cv con 320Nm di coppia é pica roba? Ti posso dire che sono più che sufficienti per qualsiasi cosa, ho un rav4 con 136 cv e 310Nm di coppia e sono andato ovunque a pieno carico senza mai arrancare ( montagna a sciare ) ... Ho provato anche il qashqai nuovo con il 1.6 e mi dava sensazioni positive come accelerazione ... Quindi provali prima questi motori e poi esprimi i tuoi giudizi non basarti solo sui numeri ... PS un BMW X3 18d ha 2.0 con 145 cv e 380 Nm di coppia e fa gli 0-100 in 10,5 secondi
Ritratto di follypharma
17 maggio 2014 - 11:54
2
potrei dirti la stessa cosa : il tuo rAV pesa 200 kg meno di questo xtrail ... quindi prima prova la nuova xtrail in montagna con 4 persone e bagagli al seguito... e poi vediamo... la bmw di cui parli infatti non e' certo nota per la verve motoristica ne' per la ripresa ... e' la scelta di ripiego di chi vuole a tutti i costi una bmw pero' non puo' permettersi il 120d oppure di chi gli piace la bmw ma non gli interessa minimamente le prestazioni.... se al volante dice che GIA in pianura va tenuta su di giri se no non va...immagina cosa fa in montagna!
Ritratto di Giorgio085
29 maggio 2014 - 19:27
Io credo conti molto più la coppia motrice e i livelli di giri in cui si esprime piuttosto che la potenza massima (spesso espressa al massimo dei giri). Te lo dico da possessore di una nuova Hyundai i10 con motore 1.0 a 3cilindri da 66cv che spinge assai più forte della vecchia Clio che avevo, dotata di 1.2 4cilindri da 75cv.
Ritratto di Giorgio085
29 maggio 2014 - 19:28
Anche lo scatto 0-100 è assai aleatorio se basta una salita a mettere in crisi il motore, se hai coppia in basso non hai problemi di carico. ;)
Ritratto di siamo seri
16 maggio 2014 - 20:09
Grande Finalmente un commento con le palle. Si sarà gradevole perché non servono tanti cv per avere una guida greadevple ma ci vuole tanta coppia. Però da qui a dire brillante!!! Se vai nei concessionari Nissan i venditori ti sconsigliano il 110cv Perché quello da 130 è appena sufficiente , Figurati per questa x trail che è una qasqai più grande e quindi più pesante
Ritratto di follypharma
17 maggio 2014 - 12:00
2
ovvio che c'e' tanta gente a cui le prestazioni non interessano pero' anche tra loro : una mia collega per esempio, ha comprato la bmw 3 gt ... ma e' donna( e sulle auto evidentemente disattenta), e al conce l'hanno infinocchiata: mi spiego, al test drive ha provato la 120 d (184 cv e tanti nm), e le e' piaciuta, poi le hanno fatto l'offertona per la 118 d e l'ha comprata ma non s'e' accorta che aveva 40 cv e parecchi nm in meno.... morale : nonostante delle prestazioni non le frega nulla e la macchina e' splendida (full optional, davvero bella) le fa schifo guidarla , perche' e' ferma.... non certo quello che ci si aspetta da una bmw .... Quindi, io sono del parere che ogni auto ha il motore GIUSTO per il proprio corpo macchina al di sotto del quale e' meglio non scendere per non rimanere delusi nel tempo, altrimenti meglio comprare una macchina che pesi meno.... o no? e personalmente su un suv cosi' grande vedrei ben altri motori
Ritratto di Giorgio085
30 maggio 2014 - 12:39
Ok, con 140 cv non avrai una BMW sportiva di razza, ma dire "fa schifo da guidare" mi sembra esagerato.
Ritratto di gio.G
15 maggio 2014 - 15:51
20
Bella, mi piace!
Pagine