PRIMO CONTATTO

Opel Insignia: quando la tecnologia facilita la guida

I ritocchi di metà carriera non hanno stravolto l’aspetto della Opel Insignia, ma ne hanno migliorato l’elettronica di bordo (comandi più semplici da usare) e incrementato l’efficienza del motore.

27 settembre 2013

Listino prezzi Opel Insignia non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 30.750
  • Consumo medio

    27 km/l
  • Emissioni di CO2

    99 grammi/km
  • Euro

    5
Opel Insignia
Opel Insignia 2.0 CDTI Ecopower 140 CV 99gr. Cosmo
All’esterno, poche modifiche
 
La linea della Opel Insignia, berlina dalle dimensioni importanti (è lunga 484 cm), è slanciata e ancora attuale (anche se il lunotto inclinato e i montanti molto estesi non agevolano la visibilità posteriore). Il restyling si è così concentrato su pochi elementi: la griglia a lamelle cromate, più larga e bassa, i fari (ora con le luci diurne a led) e l’alloggiamento dei fendinebbia, più ampio e sottolineato da una cromatura più vistosa. In coda, la barra lucida è stata allungata di qualche centimetro, e ora integra le luci di retromarcia.
 
Uno schermo “intelligente”
 
L’abitacolo della Opel Insignia, ampio per chi siede davanti ma un po’ angusto per i passeggeri posteriori (il tetto spiovente penalizza l’accessibilità e lo spazio in altezza), non è stato modificato, ma ottimizzato. La plancia, costruita con materiali di qualità, cambia soprattutto nella zona della consolle: sono stati eliminati molti tasti, poco intuitivi da usare, e le loro funzioni vengono ora gestite dall’inedito sistema multimediale (fa parte della famiglia IntelliLink introdotta sulla Adam a inizio d’anno) con display a colori touchscreen di 8,2 pollici (di serie nella ricca versione Cosmo, oggetto del test) che integra in maniera efficace le funzioni degli smartphone. Ridisegnata anche la strumentazione: i tradizionali indicatori a lancetta sono stati sostituiti da un display a colori di 8 pollici, con grafica personalizzabile, che mostra informazioni sulla navigazione, l’uso dello smartphone e l’impianto audio.
 
Più rispettosa dell’ambiente
 
Al nuovo design degli esterni e degli interni della Opel Insignia si affiancano una serie di miglioramenti al telaio, agli ammortizzatori e allo sterzo, volti a ridurre rumori e vibrazioni, e alcune novità relative ai motori. Oltre al nuovo 1.6 Turbo SIDI da 170 CV, debutta il 2.0 CDTI da 140 CV e 370 Nm di coppia massima, che abbiamo guidato. Rispetto alla vecchia versione (da 131 cavalli), secondo la casa è più ecologico (riduce del 15% le emissioni) e meno assetato del 16% (qui entrano in gioco anche l’aerodinamica migliorata e il dispositivo Stop&Start di serie). Il dato dichiarato (27 km con un litro di carburante nell’uso medio) ci è parso ottimistico (difficile scendere sotto i 17 km/l indicati dal computer di bordo), mentre i 10,5 secondi nello “0-100” e i 205 km/h di velocità massima ci sono sembrati alla sua portata. Il motore è pronto già dai 1.700 giri, e spinge senza affanno i 1538 kg della vettura; tuttavia, a freddo e in accelerazione fa sentire un po’ troppo la sua voce. A velocità costante, invece, si apprezza una notevole silenziosità, grazie anche al buon isolamento dal rumore di rotolamento dei pneumatici e ai ridottissimi fruscii aerodinamici. La vettura guidata, con le sospensioni a controllo elettronico FlexRide (a pagamento: 850 euro), che consentono la regolazione della taratura (“normale”, turistica o sportiva), è molto piacevole da guidare tra le curve, specie impostando l’ultima configurazione: la carrozzeria si corica poco di lato e si fanno apprezzare le doti dello sterzo, pronto e preciso. Impostando le sospensioni su “standard”, invece, emergono le doti di assorbimento delle asperità, senza per questo perdere granché in precisione di guida. 
 
Secondo noi
 
PREGI 

> Finiture. 
Gli interni sono ben realizzati, con materiali di qualità.
> Comfort. Le sospensioni, tutt’altro che “cedevoli”, assorbono bene le buche.
> Su strada. 
In curva è sempre sicura e precisa, e non solamente quando si imposta il sistema FlexRide in posizione “Sport”. 


 
DIFETTI 

> Posti dietro. 
Per chi siede sul divano, lo spazio in altezza non abbonda. Il padiglione molto inclinato penalizza anche l’accesibilità.
> Rumorosità. A freddo e in accelerazione, il 2.0 turbodiesel si fa sentire un po’ troppo.
> Visibilità. Penalizzata dall’inclinazione del lunotto e dai larghi montanti del tetto; i sensori di distanza, però, sono di serie.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1956
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 103 (140)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 300/1750-2500
Emissione di CO2 grammi/km 99
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 +retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 484/187/150
Passo cm 274
Peso in ordine di marcia kg 1623
Capacità bagagliaio litri 500/1530
Pneumatici (di serie) -

 

Opel Insignia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
72
57
34
10
9
VOTO MEDIO
4,0
3.95055
182
Aggiungi un commento
Ritratto di vinsex
27 settembre 2013 - 12:11
Ancora complimenti all'Opel.... mio cognato ha una 160 cv (motore fiat) ed è veramente una delle migliori della sua categoria... complimenti ancora
Ritratto di BETTER
28 settembre 2013 - 11:42
Bellissima, solida, ben disegnata, ben assemblata e gradevole da guidare, In garanzia danno pochissime noie... Però c'è un però... Beve più di me il venerdì sera.... Consuma davvero troppo!
Ritratto di MaCiao5
28 settembre 2013 - 14:11
3
Intanto è assetata e non assettata, poi 99 di co2 è pochissimo! Dimmi te una berlina grande come l'insignia che fa 27 km/l e che abbia solo 99 di co2 -.-
Ritratto di fabri99
29 settembre 2013 - 09:10
4
Beh, si sa che i consumi dichiarati dalle case non sono mai realistici, perciò credo che si riferisca ai consumi reali, rilevati da alVolante, o magari da lui che ne è, magari, un possessore.
Ritratto di BETTER
30 settembre 2013 - 09:16
ASSSETTTTATTTISSSSSSIMA TESSSSSSORO Ho sbagliato a battere sulla tastiera.... Comunque io parlavo dei consumi REALI non di quelli dichiarati: anche io dichiaro di farne 7 in una sera ma poi in realtà.... Non esiste una Insignia che riesce a percorrere più di 12 chilometri con un litro di gasolio, chiedi a chi l'ha usata, certo io parlo di una guida normale non di una percorrenza a 90Km/h in autostrada con il vento a favore e la pendenza a scendere, magari con un tipo dietro che ti spinge e un camion davanti che ti taglia l'aria...
Ritratto di vinsex
30 settembre 2013 - 20:10
Mio cognato riesce a fare il 18-19 km/l consumo misto.... quella col cambio automatico farà 15-16
Ritratto di BETTER
1 ottobre 2013 - 12:02
O tuo cognato non è sincero, o tuo cognato usa la sua Insignia solo in discesa, magari aiutandola con il piedino fuori dalla portiera ed una spintarella ogni tanto... Io ne ho vendute di diverse usate, una al mio vicino di casa, nel 2010 la 2.0cdti 160cv cosmo del 2009, era la prima che vendevo quindi gli ho fatto vedere i consumi dichiarati: ANCORA OGGI ME LA MENA CHE CONSUMA IL DOPPIO! Solo se stà attento riesce a fargli fare tra i 12 ed i 13 Km con un litro...
Ritratto di PariTheBest93
27 settembre 2013 - 12:12
3
L'insigna si un pò "cascadizzata" se così si può dire, e la plancia, dove prima c'era una selva di tasti dove regnava l'anarchia, è diventata molto più semplice ed intuitiva, spero la monteranno presto anche sulla cascada, bravi Opel!
Ritratto di napolmen
27 settembre 2013 - 13:01
e faccio una considerazione: costa quanto una a3 tdi.....ERGO?
Ritratto di fabri99
29 settembre 2013 - 09:10
4
E pensa come sarebbe bello se ci fosse una rivale Fiat altrettanto buona... Eppure non c'è... Peccato...
Pagine