PRIMO CONTATTO

Peugeot 408: pochi cuscini, ma buono sprint

Innovativa nello stile, la Peugeot 408 è una berlina che offre spazio, comfort e cura nelle finiture. Buone le prestazioni di questa plug-in e ricca la dotazione, se non per gli airbag.
Pubblicato 30 novembre 2022
  • Prezzo (al momento del test)

    € 47.700
  • Consumo medio (dichiarato)

    83,6 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    26 grammi/km
  • Euro

    6d
Peugeot 408
Peugeot 408 1.6 Plug-in Hybrid 224 CV GT
80% berlina e 20% suv

Dire che la nuova Peugeot 408 è una crossover, è forse troppo. Come la recente Citroën C5 X con cui condivide la struttura, infatti, ha una carrozzeria da berlina a cinque porte, che nella 408 è particolarmente slanciata per via del lunotto quasi orizzontale e dell'altezza relativamente ridotta (148 cm). Ma, come nella C5 X, anche qui ci sono evidenti richiami al mondo delle suv: le ruote di grande diametro (da 17 a 20 pollici), i fascioni antipietrisco in plastica nera, la rilevante distanza dal suolo del sottoscocca (18,8 cm). Insomma, un mix particolare, intrigante, con delle caratteristiche che non solo impattano a livello estetico, ma tornano utili sia per muoversi sulle strade bianche senza patemi, sia per salvaguardare la carrozzeria nei parcheggi. In più, la 408 aggiunge gli stilemi delle Peugeot più recenti (luci diurne “a zanna”, ampia mascherina che qui simula una cascata, luci posteriori orizzontali e sottili) a superfici vivacizzate da nervature e intagli.

Tutto comfort o un po' di sport?

Sullo stile della Peugeot 408, oltre che sulla dinamica di guida,  influisce anche la particolare la scelta delle gomme. Di serie sono strette e poco ribassate, con spalla alta, a favore di comfort, consumi ed emissioni. La sola GT, la più potente con 224 cavalli combinati, offre però a 300 euro una scelta più sportiva: invece delle gomme 205/55 R 19 di serie, si possono ottengono le 245/40 R 20, più larghe di 4 cm e con il fianco più sottile.

La Peugeot 408, prodotta in Francia e in arrivo nelle concessionarie a febbraio, è solo automatica e a trazione anteriore. Si può avere a benzina (col 1.2 turbo a tre cilindri da 131 cavalli, e prezzi da 33.800 a 38.400 euro) oppure ibrida plug-in; in questo caso, un motore a corrente da 110 cavalli si abbina a un 1.6 turbo, proposto in due versioni. La potenza combinata può quindi essere di 179 cavalli (da 41.600 euro a 46.200) o di 224 (l'allestimento è uno solo, il ricco GT dell'auto in prova, e il prezzo è di 47.700 euro). Prevista entro l'anno prossimo anche la versione elettrica: probabile che adotti la meccanica della nuova e-308, con 156 cavalli e circa 400 km di autonomia dichiarata.

Spazio ok, plastiche pure

Le grandi porte agevolano l'accesso all'abitacolo della Peugeot 408, anche se pur il tetto piuttosto basso richiede un po' di attenzione con la testa. C'è abbondante spazio sia davanti, dove i sedili sono separati da un ampio e alto bracciolo, sia dietro: tanti, in particolare, i centimetri per le gambe. Cassetti e tasche non mancano, e il vano nella plancia è anche refrigerato: una rarità, utile per tenere lattine o bottigliette in fresco. La plancia (e I sedili) sono praticamente come nella Peugeot 308. Lo stile è moderno, i materiali di buona qualità. La plancia è lineare, con bocchette del clima poste in alto e il sistema multimediale connesso, con comandi vocali, Apple CarPlay e Android Auto  wireless e schermo “touch” di 10 pollici, reattivo e dalla grafica curata; a volte, però, la logica dei menù è poco intuitiva.

Non mancano quattro prese Usb, due davanti e due dietro, e dei tasti “scorciatoia” a sfioramento, ai quali assegnare le funzioni che si usano di più (inclusa la temepratura preferita). La piastra per la ricarica senza cavo dei cellulari costa 150 euro. La gestione del “clima” sfrutta i tasti “a pianoforte” per le funzioni principali, mentre le regolazioni specifiche compaiono nel display: è un sistema discretamente pratico. Discutibile è la posizione di guida dellaPeugeot 408, che riprende quella delle Peugeot recenti. Il piccolo volante è posto in basso, e il cruscotto (un display di 10 pollici configurabile con visualizzazione in 2D o 3D a scelta) in alto. Nei viaggi migliora il comfort, perché le braccia possono stare più giù, ma va cercato un compromesso nel regolare il sedile e il volante, per evitare che il secondo nasconda buona parte del display.     

Un buon bagagliaio

Il bagagliaio dellaPeugeot 408 è ben accessibile, con soglia (ricoperta in acciaio inox) a 70 cm da terra, ampio portellone motorizzato e cappelliera rigida che resta in buona parte ancorata al portellone. La capienza è di 471 litri, ben sfruttabili grazie alla forma regolare, anche se l'altezza del vano è solo discreta. Lo schienale è in due parti reclinabili anche con le comode levette sulle pareti laterali, con botola passante per gli sci (molto piccola, però); a divano giù, la capienza è di 1545 litri. Bene le finiture, e sono presenti due appendiborse, due plafoniere, una tasca a rete e una cinghia di fissaggio sulla sinistra, dove troviamo anche una presa di corrente a 12 volt. Precisiamo che le versioni solo a benzina dispongono di 60 litri in più, per la presenza di un sottofondo (che nell'ibrida è occupato dalla batteria di trazione).

A emissioni zero per un po'

La batteria della Peugeot 408 Hybrid, di 12,4 kWh, si ricarica in sette ore collegandosi via cavo a una presa di casa (che fornisca 1,8 kW), e in meno di 4 ore da una a 3,7 kW. Solo pagando 400 euro, però, si ottiene il caricatore integrato nella vettura che consente di caricare fino a 7,4 kW. Così, da una colonnina pubblica, servono meno di due ore per arrivare al 100%. Col pieno di corrente, e selezionata la modalità Electric, per la casa in media si percorrono 64 km senza consumare benzina. In base a quanto abbiamo potuto vedere nel corso del test, pensiamo sia realistica una percorrenza di 50-55 km con una guida tranquilla. Non ricaricando mai, invece, il consumo di benzina letto nel cruscotto, sempre senza correre troppo e senza passare in città, è stato sui 14-15 km/l. Va tenuto conto, se viaggiate tanto, che il serbatoio della benzina è di soli 40 litri: in autostrada, ogni tre ore e mezza-quattro occorre rifornire.

Rombante o silenziosa, scegli tu

La Peugeot 408 Hybrid è un'auto che dà subito confidenza: la risposta all'acceleratore è immediata, lo sterzo preciso, la frenata potente. La casa dichiara 7,8 secondi nello “0-100” e 233 km/h di punta. Dato il percorso del test, non abbiamo potuto superare i 140 km/h di tachimetro, ma possiamo assicurare che ci si arriva rapidamente. In che modo, dipende dalla modalità di guida inserita: in Hybrid la ripresa è fluida, in Sport le cambiate sono più rapide ma comportano degli strappi, e in generale la marcia è un po' meno “morbida”. Volendo, poi, dal display centrale si può inserire il sistema che aggiunge al rombo del 1.6 quello proveniente dagli altoparlanti, per rendere più coinvolgente la guida. Per il resto, comunque, l'abitacolo è molto silenzioso; aiutano anche i finestrini anteriori stratificati: con un sandwich fra due cristalli e una lastra di materiale sintetico, sono di serie per le versioni Allure Pack e GT, e tengono fuori I fruscii dell'aria. Il rollio in curva ci è parso contenuto, l'aderenza buona.

Dotazione fra alti (tanti) e bassi (pochi)

Per la Peugeot 408 sono previsti tre allestimenti: Allure, Allure Pack e GT. Tutte includono nel prezzo il “clima” bizona, i cerchi in lega, i fari a led, lo sblocco delle porte senza chiave, i retrovisori ripiegabili elettricamente, il cruscotto digitale, il sistema multimediale con navigatore, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori e la retrocamera. Quanto agli aiuti elettronici alla guida, citiamo la frenata automatica, il mantenimento in corsia, l'avviso anti-colpo di sonno. La GT aggiunge, fra l'altro, la guida semiautonoma di Livello 2, il volante riscaldato, il portellone motorizzato con apertura e chiusura anche senza mani e i fari a matrice di led: il fascio luminoso continuamente variabile in base alla presenza di altri veicoli evita abbagliamenti e rischiara la meglio.

Un sistema molto raffinato che migliora ulteriormente la sicurezza nella marcia notturna è la telecamera a raggi infrarossi (1.150 euro) che “vede” la presenza di animali o persone sulla strada fino a 200 metri di distanza, segnalandoli a chi guida con un messaggio nel cruscotto. Avremmo però voluto di serie (mentre costa 400 euro) la visualizzazione a 360 gradi attorno al veicolo durante le manovre, anche perché dal lunotto si vede bene poco (oltretutto, manca il “tergi”) e i montanti posteriori sono molto massicci (i “finestrini” dopo la porta posteriore sono solo un elemento plastico non trasparente). Anche la dotazione di airbag non è così generosa: manca, in particolare, quello fra i sedili anteriori, ormai diffuso anche nelle utilitarie, che in caso di urto laterale mantiene il corpo in posizione evitando “strappi” pericolosi alla colonna vertebrale e urti fra le teste dei due passeggeri.  

Secondo noi

PREGI
> Insonorizzazione. L'abitacolo è ottimamente isolato dai rumori, anche in autostrada.
> Finiture. Materiali, lavorazioni, montaggi: la sensazione di qualità è immediata.
> Spazio. Per un'auto così filante, l’abitacolo è ampio e il baule capiente e pratico.

DIFETTI
> Airbag. Su un'auto così moderna, spicca la mancanza del “cuscino” centrale.
> Posizione di guida. Molto particolare, non consente di sfruttare al amssimo le regolazioni disponibili se si vuole vedere il cruscotto.
> Visibilità posteriore. Il lunotto è una sorta di feritoia priva di “tergi” e i montanti posteriori sono molto massicci.

SCHEDA TECNICA

Motore a benzina  
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 132 (179)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 250/1750
   
Motore elettrico  
Potenza massima kW (CV)/giri 81,2 (110)/2500
Coppia max Nm/giri 320/500-2500
   
Potenza massima complessiva kW (CV) 163 (224)
   
Emissione di CO2 grammi/km 26
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 233
Accelerazione 0-100 km/h (s) 7,8
Consumo medio (km/l) 83,6
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 469/185/148
Passo cm 280
Peso in ordine di marcia kg 1706
Capacità bagagliaio litri 471/1545
Pneumatici (di serie) 205/55 R 19

VIDEO

Peugeot 408
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
21
14
16
12
26
VOTO MEDIO
2,9
2.91011
89
Aggiungi un commento
Ritratto di ziobell0
30 novembre 2022 - 16:27
I miei complimenti a chi se la prende milledue a tre cilindri
Ritratto di alveolo
30 novembre 2022 - 16:35
E poi criticano il prezzo della Civic R
Ritratto di NeuroToni
30 novembre 2022 - 17:06
Volevo il 900 bicilindrico!
Ritratto di deutsch
30 novembre 2022 - 18:06
4
mi sembra in linea con le competitor, verdi la cugina citroen e la Renault arkana 1.3
Ritratto di Alfiere
30 novembre 2022 - 22:56
2
Renault almeno ha un 4 cilindri.
Ritratto di lapietradario
1 dicembre 2022 - 12:31
1
Volendo prenderla ibrida non plug-in, sulla Austral c'è un 1.2 a 3 cilindri
Ritratto di deutsch
2 dicembre 2022 - 08:36
4
personalmente non ho pregiudizi verso i frazionamenti dispari
Ritratto di Alfiere
2 dicembre 2022 - 09:30
2
Non spacciamoli per pregiudizi, è meccanica. Squilibrati sia nel primo che secondo ordine, e sulle auto mancano anche quei benefici che si possono avvertire sulle moto, tipo un miglior recovery della gomma.
Ritratto di deutsch
2 dicembre 2022 - 10:16
4
si sbaglieranno tutte le case, visto che oggi anche le premium ce li hanno a listino anche su modelli da 50k, senza considerare che audi produce un auto con motore a cilindri dispari che vende ad oltre 80k. forse ci sono troppi retaggi del passato
Ritratto di Alfiere
2 dicembre 2022 - 11:05
2
Non fare il pretenzioso se sei disinformato. Le case utilizzano quei motori per vantaggi su carta (omologazione) che in realtà non esistono, e per ridurre i costi. Nessuno di questi "vantaggi" interessa il consumatore finale. La chiosa sul confondere il 5 cilindri col 3 veramente è PATETICA.
Ritratto di deutsch
2 dicembre 2022 - 11:11
4
ognuno è libero di avere la propria opinione, anche sbagliata. i consumatori ottengono diversi vantaggi del downsizing. se le preferisce un bel 4 cilindri aspirato 2.0 al posto di una pari potenza 1.2 turbo a tre cilindri sono scelte personali. troverà diverse auto con tali caretteristiche nelle youngtimer
Ritratto di Alfiere
4 dicembre 2022 - 18:52
2
Confondi le opinioni con i dati di fatto. Laddove i costruttori non sono vincolati da cicli di omologazione scritti coi piedi infatti i 2.0 sono la cosa normale. Poi ognuno può anche continuare con la sua opinione, anche sbagliata.
Ritratto di 19andrea81
2 dicembre 2022 - 15:39
Ottima risposta!!!
Ritratto di Claudio48
19 dicembre 2022 - 11:06
Il mio professore di macchine ai tempi del diploma presso l'istituto tecnico, affermava che il frazionamento dispari del numero dei cilindri, pur se comune su motori navali di grandi dimensioni e di conseguenza bassi regimi di rotazione, si rivelava critico per motori di piccole dimensioni, in special modo per il tre cilindri cui si ovviava con alberi controrotanti con masse eccentriche equilibratrici. Il tutto generava forze alterne di secondo grado NON equilibrabili che, alla lunga, potevano innescare rotture al collo d' oca per le vibrazioni congenite ed all' elevato numero di giri di tali motori. Se mpoi ci aggiungiamo la criticità dell' iniezione diretta che aumenta i depositi di materiali carbonioso sugli steli valvola con riduzione del passaggio dei gas di scarico attorno agli stessi, siamo a posto. NON credo assolutamente ai soloni che pur di vendertene uno di questi propulsori DIFETTOSI per progetto di base, ti promettono a parole che non ci siano problemi di sorta. AUGURI !
Ritratto di deutsch
19 dicembre 2022 - 13:40
4
non sono un tecnico ma solo un appassionato. comprendo che un frazionamento dispari è per natura sbilanciato ma magari la tecnica o tecnologia ha rimediato, daltronde sono in giro da ormai 10 anni e si sono diffusi su tutti i marchi il che mi lascia pensare che a fronte degli svantaggi offrono anche vantaggi. qui c'è un articolo che parla dei pro e contro https://it.motor1.com/news/455204/motori-3-cilindri-pregi-difetti-auto/. detto ciò ringrazio per gli auguri ma non ho tre cilindri in casa
Ritratto di Alfiere
19 dicembre 2022 - 13:57
2
Offrono dei vantaggi solo al costruttore, che offre un prodotto che dura meno, meno costoso, e che ai cicli di omologazione consuma meno, mentre in realtà consuma uguale o peggio.
Ritratto di deutsch
19 dicembre 2022 - 14:24
4
durano meno bisogno vedere nei fatti perchè se si rompe a 350000 km invece che a 400000 km mi pare irrilevante. costano meno quindi anche il consumatore risparmia, consumano meno quindi nuovamente il consumatore risparmia, in teoria costano pure meno di manutenzione ed ancora risparmia l'acquirente
Ritratto di Claudio48
19 dicembre 2022 - 16:49
Pensi che una casa madre non valuti la sua convenienza di vendere migliaia di motori con un cilindro in meno al prezzo di uno a quattro? Ormai i materiali sono evoluti e durevoli (se trattati bene) ma poi, visto che circolano ancora quelli degli anni 90, perchè preoccuparsi? dopo un paio d' anni te ne venderanno un altra, tanto la paghi te. Ti ricordo la storiella di 4 rematori su una barca, ora ne togliamo uno e la barca va avanti egualmente ma presto i tre rimanenti si sfiancheranno. A buon intenditor, poche parole. Ciao
Ritratto di deutsch
19 dicembre 2022 - 17:02
4
però un 1.2 turbo 3 cilindri oltre ad essere più piacevole di un aspirato 1.6 a quattro cilindri, consuma meno. sarà mai io vedo vantaggi in concreto e svantaggi in teoria, oltre al fatto che i mercato su certe cilindrate proporne solo i tre cilindri. per i rematori anche sei rematori sono meglio di quattro o di cinque
Ritratto di Alfiere
20 dicembre 2022 - 08:50
2
Piu piacevole ahahah ma che hai la gommapiuma al posto del sedere? Le vibrazioni, la ruvidezza...ma qua scherziamo.
Ritratto di deutsch
20 dicembre 2022 - 08:55
4
eh già che importa dell'elasticità, della coppia in basso, della maggior potenza.... vogliamo mettere un bel 1.6 aspirato con la coppia massima (poca) a 5000 giri.... che progressione
Ritratto di Alfiere
20 dicembre 2022 - 10:33
2
ma quale elasticità ha un tre cilindri ma di cosa parli? e cosa centra il 1.6 aspirato? Parliamo dei 4 cilindri odierni, il mio 1.5 turbo, il 2.0 mazda e l'attuale Honda, il bmw e il mercedes 1.3, il toyota, ma qui stiamo davvero nel ridicolo. Tieniti pure quel bel frazionamento sbilenco ma non venire a raccontarci balle.
Ritratto di deutsch
20 dicembre 2022 - 10:53
4
te lo scrivo maiuscolo così è più chiaro visto che non lo hai capito ancora. NON HO UN TRE CILINDRI. i tre cilindri 1.0/1.2 sono motori con 100/130 cv, quelli che citi tu ben più potenti e costosi e sono tutti turbo a parte l'ultimo honda 2.0 che è full hybrid. quello mazda invece è paragonabile per potenza (120cv) ed è aspirato infatti viene spesso criticato proprio pe le scarse doti di elasticità e ripresa. non è elastico perchè tre cilindri, lo è perchè turbo. il 1.0 ha sostituito quello che una volta era il 1.6 aspirato da 100/110 cv. stiamo parlando di queste potenze non di quelli oltre i 130 cv in su. chiaro he salendo di potenza e cilindrata si passa ai 4 cilindri. vorrei solo ricordarti che il 15 bmw è tre cilindri ed in casa honda la civic 1.0 è anche lei tre cilindri così come la toyota yaris anche in versione gr da 260 cv. il 1.0/12 tre cilindri è usato da gruppo stellantis, gruppo vw, gruppo bmw, gruppo kia, gruppo renault, toyota, suzuki, volvo, ford ........ovvero il 99% del mercato
Ritratto di Alfiere
20 dicembre 2022 - 11:50
2
No, qua siamo proprio fuori, l'elasticità non sai cos'è. Vatti a vedere la caratteristica del 1.2 puretech, la coppia che decresce rapidissima dopo i 2500 giri è tutto il contrario del termine elasticità. Se i 3 hanno preso il posto dei 4 non è per meriti particolari tecnici, solo per i costi di produzione (che non vanno ai clienti), e i 4 cilindri spostati nelle declinazioni piu sportive. Tuttavia il 1.3 Merc/Renault ha 140cv a salire, c'è il Suzuki 1.2 e 1.4 e 1.5, WV ha 130cv, persino Dacia e DR offrono 4 cilindri. La verità è che il guidatore medio non capisce nulla e non sa guidare, vede il kick del piccolo turbo e pensa sia un buon motore, come si faccia a difendere un motore che vibra cosi è incomprensibile, sono robe che girano solo in europa.
Ritratto di deutsch
20 dicembre 2022 - 12:21
4
tutti i marchi citati hanno/avevano in listino i 3 cilindri (mb a parte). tutti i marchi che offrono tre cilindri offrono anche quattro cilindri. non è che una esclude l'altro, i tre cilindri sono destinati alla versione entry level o meno potenti. non stiamo paragonando un 1.0 3 cilindri turbo con un 1.5/2.0 4 cilindri turbo o fh ma il tre cilindri col quattro che ha sostituito cioè il 1.6 quattro cilindri aspirato
Ritratto di Claudio48
20 dicembre 2022 - 09:34
Evidentemente, per tua fortuna o bravura nella guida, non hai ma avuto problemi con il turbo. Chiedi a chi ha dovuto sostituirlo.....
Ritratto di deutsch
20 dicembre 2022 - 09:44
4
vero, quello che c'è non si rompe, però diciamo che un turbo, salvo malfunzionamenti, ha una vita utile abbastanza lunga, d'altronde i diesel sono turbo da una vita
Ritratto di Giulio Ossini
1 dicembre 2022 - 03:46
@Zio - nuova BMW X1 (che è ben più pesante) è offerta col 3 cilindri... Non vedo perchè la cosa dovrebbe essere un problema se a farlo è Peugeot....
Ritratto di nano75
1 dicembre 2022 - 08:53
Il 3 cilindri BMW è 1.5 , non 1.2 Sul numero dei cilindri non ho molto da disquisire, tre cilindri potrebbero essere un buon compromesso tra elasticità e potenza, ma cilindrate di 1,2 litri su certe tipologie di auto... già 1.5 litri è un po tirato
Ritratto di Giulio Ossini
1 dicembre 2022 - 16:02
Non si discuteva della cubatura quanto semmai sul fatto che un 3 cilindri sia "intrinsecamente" poco equilibrato...
Ritratto di Mc9
2 dicembre 2022 - 08:17
3 o 4 cilindri poco cambia. È il tipo di auto che non usa chi viaggia molto, dove la scelta cade sul termico puro con almeno 1.6 di cilindrata, al più un ibrido leggero ma di sicuro non un auto che si porta dietro 200 kg di batteria scarica per 400 km. Il 3 cilindri per l'utilizzatore medio vanno benissimo, non sarà certo il fine settimana fuori casa a far soffrire l'auto
Ritratto di deutsch
2 dicembre 2022 - 10:51
4
preferisco un 1.2 turbo tre cilindri ad un 1.8/2.0 asprirato quattro cilindri di pari potenza
Ritratto di Mc9
2 dicembre 2022 - 18:47
Dipende dall'utilizzo. Io con un 3 cilindri 1.2 in autostrada (90% della percorrenza) avrei consumi stellari. Il 2.0 è più parco e ha più ripresa 80-120, più sicuro per sorpassi. Ieri e oggi ho preso a noleggio una Hyundai Bayon 1.0 3 cilindri e devo dire che in statale e città è tanta roba, non me la aspettavo così fluida e piacevole da guidare. Di contro a 120 i consumi era meglio non guardarli.
Ritratto di deutsch
2 dicembre 2022 - 19:05
4
chiaro che poi dipende dall'uso. ma sul fatto che un 2.0 benzina aspirato si guidi meglio di 1.2 turbo ho diverse remore. ricordo che gli aspirati avevano poca coppia ed in alto. infatti la mazda che usa ancora cubatura (2.0) di altri tempi non turbocompresse, viene criticata prorpio per le scarse prestazioni in ripresa (serie 3 - 30) rispetto alle alle piccole turbo
Ritratto di Mc9
3 dicembre 2022 - 08:32
Ho fatto confusione io, penso sempre alla mia che è diesel.. proprio per questo rimango sorpreso delle prestazioni di auto 1.0 o 1.2 a 3 cilindri che mi aspetto più pigre di quanto non siano. Motori 2.0 necessariamente turbocompressi, a benzina
Ritratto di deutsch
5 dicembre 2022 - 08:56
4
eh già differenza non da poco diesel vs benzina. oggi praticamente tutti i benzina sono turbo tranne i full hybrid, le mazda e poco altro, anche perchè un 2.0 turbo benzina ha almeno 200 cv
Ritratto di Firebrand
30 novembre 2022 - 17:14
I prezzi di Stellantis ultimamente sono fuori da ogni logica... Secondo me li hanno gonfiati tutti perchè "tanto ci sono gli incentivi per le plugin".
Ritratto di deutsch
30 novembre 2022 - 17:59
4
mi sembra allineata con tutte le altre marche, d'altronde in casa hanno già una versione più economica, la c4x
Ritratto di Firebrand
30 novembre 2022 - 18:02
A me pare che la Lynk & Co 01 costi €5.200 in meno, ed è presente nel solo allestimento full optional... da cui il mio commento :)
Ritratto di deutsch
30 novembre 2022 - 18:39
4
beh ma ha un cilindro in meno e paga lo scotto del nome, infatti la versione marchiata volvo è ben più cara. in effetti mi riferivo al benzina puro comunque. però la 408 esiste anche in allestimenti più economici
Ritratto di Flynn
30 novembre 2022 - 18:57
Ma si freghiamocene delle dimensioni: l’ importate è dare una bella leccata ai cinesi.
Ritratto di BZ808
30 novembre 2022 - 18:11
Non so... non la capisco 'sta vettura...
Ritratto di Meandro78
30 novembre 2022 - 18:27
Se capissi impazziresti.
Ritratto di BZ808
30 novembre 2022 - 18:36
X-D
Ritratto di Meandro78
30 novembre 2022 - 18:38
:-)
Ritratto di Tu_Turbo48
30 novembre 2022 - 18:15
Auto dall'estetica che, o la si ama o la si odia, non ci sono vie di mezzo. Belli gli interni, poco interessante secondo me la versione plug-in hybrid per via della scarsa autonomia della batteria e del serbatoio di benzina.
Ritratto di Meandro78
30 novembre 2022 - 18:25
Ci starebbe benissimo in un racconto di Lovecraft per l'uso di geometrie non euclidee
Ritratto di Quello la
30 novembre 2022 - 20:30
Ullalla, citazioni colte, caro Meandro
Ritratto di Meandro78
30 novembre 2022 - 20:34
Grazie
Ritratto di Flynn
30 novembre 2022 - 18:31
Ma si dai, alla fine ci sono pazzieschie chinesi ben più brutte.
Ritratto di giulio 2021
30 novembre 2022 - 18:39
A me non dispiace di per se sta Peugeot e si ci sono anche cinesi più brutte ma ci sono pur sempre quasi 500 modelli di auto cinesi nel 2022... Roba quasi da inizio '900 negli USA, e si stanno evolvendo alla velocità della luce esteticamente, tra l'altro certe, cioè il 90 % devono vendere solo là, e tra l'altro non esiste ancora una sola auto che sia stata progettata esclusivamente per l'Occidente eppure abbiamo già le Nio o certe Changan, comunque quello che fa specie è che vi rendete conto : costruttori che esistono da un secondo e mezzo come appunto Nio, BYD etc fanno berline vere da leccarsi i baffi, mentre questa Casa celeberrima francese del 1894 non riesce più a trovare la quadra e fare una berlina da decenni, e uguale Opel, Fiat, Lancia, Renault, anzi che dico pure Toyota che anche a lei toccherà fare una berlina rialzata, perchè non riesce manco più a vendere una normale 3 volumi Camry...
Ritratto di Flynn
30 novembre 2022 - 18:49
Rispetto alle berline Foxtron, Nio ancora ancora, ma le BYD sembrano le Tempra del 2022
Ritratto di giulio 2021
30 novembre 2022 - 19:11
Si si poi adesso che BYD in Cina ha scavalcato anche l'eterna Volkswagen e sta al numero uno lo possiamo proprio affermare, e anche la BYD Seal uguale uguale alla Tempra... Guardati un pò di Bestsellingcars blog e le imprese della BYD, che poi fossimo almeno in grado di replicare qui la Tempra nel 2022: che poi non era affatto un auto disprezzabile.
Ritratto di Flynn
30 novembre 2022 - 19:45
Talmente bella la Seal che vende la metà della Passat. Nel dubbio se vai in un ristorante cinese non ordinare nulla di marrone, perché lo troveresti buono a prescindere.
Ritratto di alveolo
30 novembre 2022 - 20:52
Non voglio esagerare ma già solo Seal la sento nominare da almeno 6 mesi. Nio saranno 2-3 anni a dir poco. Nel frattempo persino Alfa è riuscita a portare a listino la Tonale, e in Jeep si sono inventati da zero la Avenger compresa elettrica che al tempo nemmeno ci avevano forse pensato come possibilità. La paura è che fra 10 anni saremo ancora a parlare di Nio Seal o chi sa quale nuova fiamma, sempre incessa ntemente a vuoto dato che non ne avremo vista nemmeno una sia qui che in tutto il resto d'europa in pratica. Apro e chiudo qui che l'argomento lo trovo stracotto
Ritratto di Flynn
30 novembre 2022 - 21:06
Mha … solo i lappa-chinesi si possono esaltare per auto tanto mediocri.
Ritratto di giulio 2021
1 dicembre 2022 - 08:01
La Seal vende un cacino, mentre la Tonale se non ci fosse l'Italia, e poi confrontarle si va bè una è immatricolabile ASI.
Ritratto di giulio 2021
1 dicembre 2022 - 08:36
Metà della Passat è tantissimo , vuol dire migliaia di esemplari, poi BYD ha pure superato VW in Cina.
Ritratto di Flynn
1 dicembre 2022 - 08:45
Se la Seal è solo 50a in Cina non credo che sia sta grande auto, poi sei libero di ricamarci sopra quanto vuoi.
Ritratto di francogriffini
30 novembre 2022 - 18:38
Non capisco questa "moda" di mettere fascioni antipietrisco neri in plastica a desta e manca, come se tutti andassero in campagna... Su una berlina (che è macchina prevalentemente al 90% votata alla città), I fascioni li capisco su un fuoristrada (anche questo genere di auto è una moda...) per me non hanno senso e inoltre appesantiscono la linea, Per la linea, bruttissimi i "graffi" luminosi sul paraurti ant. Voler fare qualcosa di "diverso" così, è meglio non farlo.
Ritratto di giulio 2021
30 novembre 2022 - 18:51
francogriffini : Cosa vuoi questa moda è solo perchè tirassero fuori dal cappello berline da fiaba come fa ogni secondo : Nio, Hongqi, Changan Shenlan, Xpeng, BYD etc etc, questi purtroppo si chiamano e sono solo Peugeot (ormai) e per fare una berlina gli tocca metterci le fasce nere antipietrisco e farla sembrare semi SUV, un pò come i produttori cinesi di scarpe di un tempo riuscivano a fare solo le scarpe da ginnastica mica le scarpe da matrimonio, quelle solo gli italiani, le auto ora: quelle solo i cinesi...
Ritratto di Flynn
30 novembre 2022 - 19:40
Certo che le fiabe che ti raccontavano da bambino erano belle storte !!!!
Ritratto di giulio 2021
1 dicembre 2022 - 08:10
E perchè questi non sono in grado di fare una berlina normale ormai ma solo una rialzetta, che poi diventa inevitabilmente la sorellona scarsa di vendite e di appeal delle riuscite 3008, e lo stesso vale per chiunque nel 2023 e gli unici che sfuggono a questa regola sono AudiBMWMerc, Tesla e i cinesi tecnologici: Nio, BYD, Changan in particolare con berline magari simili però che noi (in Stellantis) ci sognamo come vendite e prestigio.
Ritratto di Flynn
1 dicembre 2022 - 08:51
Il prestigio di un marchio come BYD al momento esiste solo per i lappa-china. Per me è il marchio dei camion della differenziata.
Ritratto di Illuca
30 novembre 2022 - 18:39
Mai più peugeot
Ritratto di Firebrand
30 novembre 2022 - 21:10
Brutte esperienze? Raccontaci...
Ritratto di Giulio Ossini
1 dicembre 2022 - 03:48
Non sei credibile, trolli....
Ritratto di ladyV
1 dicembre 2022 - 17:43
Argomenta per favore, altrimenti questa frase non vale nulla.
Ritratto di Road Runner Superbird
30 novembre 2022 - 18:50
Nel complesso mi sembra una buona vettura e sto vedendo abbastanza Renault Arkana, quindi potrebbe avere mercato (è piu' compatta della cugina Citroën, che invece supera la soglia psicologica di lunghezza per l'europeo medio). I prezzi per le plug in restano comunque alti, quindi meglio la 1.2.
Ritratto di giulio 2021
30 novembre 2022 - 18:56
Non sarebbe male ma con tutto quello che sta arrivando: ecco 47.000 per una Peugeot che sembra poi più pratica che di lusso, che bei tempi quando a Sochaux sfornavano serie infinite di 403, 404, 504 etc etc ed erano seconde solo a Mercedes come fama e robustezza come berline.
Ritratto di giulio 2021
30 novembre 2022 - 19:14
Dai che è una di quelle macchine che quando i bambini ne vedranno una se la daranno come quando ero piccolo io la Prinz, a magari verde: Prinz tua! Non perchè porti sfaiga, ma perchè tanto sarà talmente rara.
Ritratto di Flynn
30 novembre 2022 - 19:42
I bambini di Mestre oggi lo faccio già con un Maggiolino bianco.
Ritratto di Flynn
30 novembre 2022 - 19:42
Ma non perché porta sfaiga la macchia , ma il conducente.
Ritratto di giulio 2021
1 dicembre 2022 - 08:12
A bè quello si, ma per questa 408 non ce n'è neanche bisogno, basta anche il nome 408 che era il nome sfaigato di una versione cinese della 308 a 3 volumi : che macchina !!!
Ritratto di Flynn
1 dicembre 2022 - 08:49
Questa rilevazione mi rincuora.
Ritratto di THORO
30 novembre 2022 - 19:45
c'è chi si lamenta della linea di questa 408 pur guidando una 500L
Ritratto di giulio 2021
1 dicembre 2022 - 08:14
La 500L per la sua categoria è un successo e non c'è niente da dire, di questa 408 la prima cosa che viene in mente è che si sono dovuti inventare qualcosa perchè con la pur bella 508 non hanno fatto centro, e non è riuscita male sta 408 ma voglio vedere quanti in Italia la sceglieranno rispetto a proposte più classiche / normali cioè soprattutto di altri costruttori: altro che cinesi, sti francesi sul premium devono ogni volta iniziare sa zero.
Ritratto di THORO
1 dicembre 2022 - 11:03
Non si parla di diffusione (la 500L sarà anche un successo ma solo in Italia, quindi globalmente le vendite sono trascurabili; ergo: non è un successo) ma di design. Almeno la Peugeot osa, sempre rispetto a Fiat, entra in categorie nuove, la qualità dei materiali che negli ultimi anni è andata aumentando, design coraggiosi e la Fiat presenta la Fastback ma solo in sud America. Evidentemente non riesce a soddisfare gli standard qualitativi e di sicurezza europei. Ed ahimé ha portato con sé nel baratro anche Alfa Romeo e Lancia. Spero adesso in una rinascita di questi gloriosi marchi italiani che se avverrà sarà solo grazie alle piattaforme francesi :( ma va bene anche cosí pur di rivedere una gamma Alfa e Lancia con piú di 2 modelli
Ritratto di Volandr
1 dicembre 2022 - 18:21
La 500L è stata tolta dal mercato perché ha avuto meno successo della 500X (nonostante che fosse molto più spaziosa).
Ritratto di Quello la
30 novembre 2022 - 20:31
508 tutta la vita.
Ritratto di Danza
30 novembre 2022 - 21:04
50K per una Peugeot? Ma stiamo scherzando?
Ritratto di Firebrand
30 novembre 2022 - 21:11
Il problema non son loro che li chiedono, il problema son quelli che glieli danno :)
Ritratto di Giulio Ossini
1 dicembre 2022 - 03:50
Peugeot è un nobile marchio con più di 100 anni alle spalle... È "audi" che è una fetecchia di marchio inventati dal nulla una trentina di anni fa....
Ritratto di giulio 2021
1 dicembre 2022 - 08:20
Giulio si è vero, ma tutto ciò che è stato inglobato da Stellantis ormai vive appunto della storia ed il prestigio di 100 anni di storia, anzi 130 quasi nel caso di Peugeot, cioè ormai rientrare nel settore premium e puoi farlo con marchi ex premium come Peugeot o marchi che erano davvero il top del prestigio nell'auto come Alfa Romeo o Lancia sarà comunque molto difficile, VW con Audi si è impeganta al massimo e i risultati ci sono stati, facciamo anche un desolante confronto fra Cupra e DS e meglio che lasciamo perdere.
Ritratto di Giulio Ossini
1 dicembre 2022 - 16:13
Cupra (che a me piace peraltro) se non te ne fossi accorto vive di un solo modello... Il resto non è neanche ricarrozzamento, ma proprio rimarchiamento
Ritratto di dreamerofcars
30 novembre 2022 - 21:42
La macchina mi piace molto. Mi piace la croccantezza che percepisco dalle foto degli interni. Non mi convincono molto il motore, il prezzo, il peso. A 18.900k ci farei un pensiero.
Ritratto di Alfiere
30 novembre 2022 - 22:58
2
Sbalzo anteriore abnorme, pesante, alta, powertrain inutile che però viene foraggiato da una legislazione folle. Che dire..
Ritratto di giulio 2021
1 dicembre 2022 - 08:26
Che dire : che sono auto quelle come sta 408 che sono sempre andate un minimo nel nord ovest d'Europa, cioè Francia, Belgio, Olanda e forse UK, ma riuscire a cavarsela così nel 2023 con auto neanche regionali ma sub regionali, quando è come se in Cina una loro auto vendesse solo nella periferia di una sola delle loro 100 città medie... Non so vogliamo proprio essere eliminati con uno spazzolino neanche con la bomba atomica, poi leggo su altri post gentaglia che dice che Jeep Avenger e Alfa Tonale sarebbero più importanti di berline elettriche cinesi che hanno fatto 5.000 esemplari in un mese, si vediamo quante Tonale e Avenger venderanno non dico in Cina...
Ritratto di Alfiere
1 dicembre 2022 - 10:23
2
ma sei un ossessione, un incubo, un chiodo nel piede!!
Ritratto di luigigor
1 dicembre 2022 - 08:43
con quasi 4,7 metri è la tipica auto che invece non porta niente perché coupé. Ma chi la compra si sentefighetto. Almeo la Mazda CX-60 è davvero spaziona ed ha la stessa lunghezza (4cm in più), porta 100L in più e dentro ci stai davvero bene, anche dietro. Ad un prezzo analogo ai 47mila dell'auto id prova hai comunque quasi una full optional. non so, per chi sono queste auto come la 408 o l'arcana. Forse una coppia sola senza figli nè cane.
Ritratto di Maurino004
1 dicembre 2022 - 08:52
Sembra un p3sce d'aprile
Ritratto di SHVRENTZ
1 dicembre 2022 - 09:06
2.0 hdi 180 cavalli con magari la possibilità della trazione integrale avrebbe avuto un senso. Ma con un asfittico 1.2 benzina da 131 cavalli ed i ridicoli plug-in ne immatricoleranno solo esemplari demo per i concessionari.
Ritratto di ziobell0
1 dicembre 2022 - 09:19
@shvr: ma vuoi mettere comperare un incrociatore lungo 5 mt, un posto guida che sembra quello di un airbus A380, e sotto il cofano il motore del tagliaerba? 100% apparenza
Ritratto di mrk75
1 dicembre 2022 - 14:17
Linea davvero troppo troppo pesante. Invecchia troppo rapidamente.
Ritratto di silvano 103
1 dicembre 2022 - 14:45
Basterà mettere lo scudetto Lancia sulla calandra e qualche altro logo quà e là ed è pronta la nuova Lancia Gamma, questi francesi hanno l'occhio lungo, peccato che aspettino ancora 4 anni....
Ritratto di giangibus
1 dicembre 2022 - 16:15
La goduria nel vedere sparire sempre più i cambi manuali. Adoro!
Ritratto di - ELAN -
1 dicembre 2022 - 22:39
1
Che cu_o!
Ritratto di lapietradario
1 dicembre 2022 - 16:39
1
Perché ho l'impressione che anche questa, come ormai la stragrande maggioranza delle auto Stellantis provenienti da PSA, prenderà 4 stelle su 5 e per il rotto della cuffia non ottiene il massimo delle stelle, ad esempio superando il 60% per gli adas ma stando sotto il 70%, fermo restando il rispetto per gli altri criteri (che,se fosse solo per loro, la renderebbero un'auto da massima valutazione)?
Ritratto di lapietradario
1 dicembre 2022 - 16:43
1
Comunque mi sembra ingiusto mettere l'assenza di airbag centrale tra i difetti,ci sono sì auto più piccole che li montano, ma non tutte ne hanno avuto bisogno per raggiungere le 5 stelle, anche quando è debuttato questo nuovo tipo,e l'EuroNCAP non lo prevede come fondamentale per il raggiungimento del massimo punteggio; lo stesso dicasi per quello per le ginocchia. Detto questo, ne riconosco la validità come strumento di sicurezza passiva
Ritratto di ladyV
1 dicembre 2022 - 17:54
Purtroppo il motore 181cv è sparito...peccato, vorrà dire che la mia 3008 resterà con me ancora per anni...<3
Ritratto di Volandr
1 dicembre 2022 - 18:26
Se piace questo genere di vetture vistose, con una Citroen C4 o C4X fai lo stesso effetto e spendi 10.000 euro di meno.
Ritratto di - ELAN -
1 dicembre 2022 - 20:36
1
Mi piace, come carrozzeria. Dentro bisogna salirci...
Ritratto di - ELAN -
1 dicembre 2022 - 20:37
1
Comunque... questi sono i "Gusti europei"????
Ritratto di Fabri54
2 dicembre 2022 - 09:21
1
troppo troppo barocca a mio avviso. La linea è filante, ma troppe nervature, troppi rientri, troppe sfaccettature e i cerchioni semplicemente orrendi.
Ritratto di Omar111
2 dicembre 2022 - 14:40
1
Certo che almeno il tergilunotto potevano metterlo…A me ricorda nel taglio posteriore una BMW X6 dei poveri…
Ritratto di stat
3 dicembre 2022 - 23:48
In Italia ne venderanno tre.
Ritratto di Matto2011
7 dicembre 2022 - 10:01
Il colore della macchina è veramente bello vorrei una macchina con quel colore
Ritratto di Dario 61
8 dicembre 2022 - 00:15
Brutta forte, eh. Come la cugina Citroen. Meccanica ormai identica per tutti i modelli. Prezzi da categoria superiore.
Ritratto di dkc powered
6 gennaio 2023 - 11:21
l'unica alternativa vera alla cupra formentor....davvero bella, anche la famiglia è comoda poi.....peccato quei prezzi alle stelle,dentro è fatta anche meglio
Ritratto di dkc powered
6 gennaio 2023 - 11:23
ma il consumo medio.....è davvero 83,6 km al litro?....accelera meno di 8 seconda e va a 233 km h ,meglio di così....
Ritratto di G1annuzz0
8 gennaio 2023 - 12:55
Sempre più confuso da questo mercato, non c'è un'auto decente da acquistare
Annunci

Peugeot 408 usate

Peugeot 408 km 0

Prezzo minimoPrezzo medio
Peugeot 408 km 0 202244.40044.4001 annuncio