PRIMO CONTATTO

Renault Clio: più… gasata, ma con pochi airbag

Per la Renault Clio 0.9 turbo a tre cilindri arriva l’alimentazione a Gpl: guida piacevole e riprese brillanti anche a gas. Mancano però gli airbag dietro, e alcune finiture sono migliorabili.

9 febbraio 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 16.850
  • Consumo medio

    16,4 km/l (a Gpl)
  • Emissioni di CO2

    98* grammi/km
  • Euro

    6
Renault Clio
Renault Clio 0.9 TCe GPL Zen

*Valore riferito all'alimentazione a Gpl

Risparmi… in incognito

Servono 1.500 euro in più per la versione a doppia alimentazione (benzina e Gpl) della Renault Clio 0.9 TCe, del tutto indistinguibile rispetto a una "normale". Il look (appena ritoccato l'anno scorso) si conferma  dinamico, con il cofano spiovente e “muscoloso”, i gradi fari, la coda raccolta, i passaruota pronunciati e le maniglie posteriori nascoste nella cornice dei finestrini. Il lunotto piccolo e i montanti posteriori chiudono la visuale di tre quarti dietro: le “retro” sono poco agevoli, e i sensori di parcheggio (nel Pack Zen, a 600 euro, assieme al navigatore e alla radio digitale Dab) sono un optional a cui fare un pensiero.

Comodità immutata

L'abitacolo della Renault Clio riprende lo spirito sbarazzino e sportiveggiante della carrozzeria: l’insieme è reso piacevole dalla consolle laccata, con lo schermo tipo tablet di 7" e le prese Aux e Usb accanto. Altro tocco tecnologico è il cruscotto con il grande tachimetro digitale, di lettura immediata. Nella versione Zen che abbiamo guidato, la plancia ha un rivestimento morbido solo nella parte superiore, mentre i pannelli delle porte sono in plastica rigida, di qualità solo discreta: per le finiture, nel complesso, c'è ancora margine di miglioramento (prima del restyling del 2016, però, erano peggiori). Non molto curato l'inserimento dei comandi dell'impianto a gas: il pulsante che consente di passare dal Gpl alla benzina, e che incorpora anche l'indicatore del livello del serbatoio del gas, è applicato (con risultato un po' posticcio) alla sinistra del piantone dello sterzo, invece che nei comandi della vettura (in alcune rivali, il livello del carburante e il computer di bordo mostrano, in alternativa, le informazioni per entrambi i tipi di alimentazione). L’accesso a bordo è agevole e dell’abitabilità non ci si può lamentare: davanti si viaggia comodi (i sedili sono accoglienti e hanno ampie possibilità di regolazione); dietro, due adulti hanno un certo agio. Peccato, però, che nemmeno pagando si possano avere gli airbag posteriori per la testa; quelli a tendina anteriori (che si aggiungono a quelli frontali e a quelli laterali) proteggono solamente chi siede davanti e non (come non raro, tra le rivali) pure il capo di chi si accomoda dietro.

Nel complesso, un buon baule

Il bagagliaio della Renault Clio ha una capacità notevole per la categoria, e non è penalizzato dalla presenza del serbatoio del Gpl, collocato al posto della ruota di scorta, sotto il pianale. Nonostante la bombola (45 litri, di cui 34 rappresentano la capacità effettiva), non si rinuncia a un pratico vano di forma circolare sotto il rivestimento del piano di carico. Rimangono i limiti comuni alla versione "normale": l’imboccatura che si restringe nella parte superiore e  il gradino (di 20 cm) nel pavimento che si forma reclinando lo schienale del divano (impedisce di far scorrere i bagagli).

Brillante anche a Gpl

Agile fra le curve e sempre sicura (l’Esp è di serie), la Renault Clio a Gpl si conferma una delle piccole più piacevoli da guidare, anche in questa versione "ecologica". Il motore turbo da 90 CV, abbinato a un cambio ben manovrabile, è poco rumoroso, non vibra (nonostante i tre cilindri) e garantisce una spinta fluida già dai 2000 giri (dai 2500 davvero brillante), rivelandosi ben sfruttabile sino ai 5000: i 182 km/h di velocità massima e i 12,2 secondi promessi per lo “0-100” appaiono credibili (non abbiamo avuto modo, invece, di verificare la veridicità dei 16,4 km/l dichiarati come percorrenza media a Gpl). Passando dall'alimentazione a benzina a quella a gas non si avvertono differenze: segno che l'integrazione dell'impianto (prodotto dalla Landi Renzo, ma installato direttamente in fabbrica) è ben riuscita. In città si apprezza la prontezza del motore (meno la capacità di smorzamento delle sospensioni, durette), mentre nei percorsi misti affrontati con piglio sportivo spiccano la buona precisione dello sterzo e il comportamento sempre sicuro e prevedibile della vettura, oltre alla frenata efficace e ben tarata (il pedale non ha una corsa troppo lunga). 

Secondo noi

PREGI
Bagagliaio > La capacità (fra le migliori della categoria) non risente della trasformazione a Gpl.
Freni > L’impianto è efficace anche nelle frenate impegnative.
Motore > Nonostante i tre cilindri, il piccolo turbo vibra poco ed è vivace anche a gas.
Posizione di guida > Facile trovare una sistemazione ottimale per i guidatori di tutte le taglie. 

DIFETTI
Airbag > Gli airbag per la testa sono soltanto davanti: dietro non si possono avere, neppure come optional.
Integrazione impianto a gas > Il pulsante che consente di commutare il tipo di alimentazione ha un aspetto posticcio.
Finiture > Migliorate rispetto alla precedente generazione, ma ancora un po' economiche (almeno nella Zen guidata).
Visibilità posteriore > Il lunotto piccolo e i montanti posteriori estesi la penalizzano parecchio: i sensori sono un optional molto utile.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 898
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 66 (90)/5000 giri
Coppia max Nm/giri 140/2500
Emissione di CO2 grammi/km 98
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 182
Accelerazione 0-100 km/h (s) 12,2
Consumo medio (km/l) 16,4 (a Gpl)
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 406/173/145
Passo cm 259
Peso in ordine di marcia kg n.d.
Capacità bagagliaio litri 300/1146
Pneumatici (di serie) 195/55 R16
Renault Clio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
127
146
79
48
56
VOTO MEDIO
3,5
3.526315
456
Aggiungi un commento
Ritratto di ct46
9 febbraio 2017 - 20:14
Buona questa versione gpl (già collaudata sulla Sandero) auto gradevole anche se non ho mai apprezzato la forma dei fari anteriori,stile vecchia Scenic,ma che non prendersi mai in considerazione per un eventuale acquisto causa interni (cosa a cui tengo tanto) davvero sottotono,sia per quanto riguarda i materiali,che la cura costruttiva,la maggio parte delle concorrenti fanno di meglio.Per finire una curiosità, ma la Clip restyling non ha le luci diurne a led integrate nei fanali?questa della prova sembra averli sotto i fendinebbia.
Ritratto di ct46
9 febbraio 2017 - 20:18
*ma che non prenderei mai in considerazione.. Scusate
Ritratto di marcoveneto
10 febbraio 2017 - 08:53
ciao, sulla nuova clio i full led con luci integrate sul faro sono di serie solo sull'allestimento top INTENS...le altre, come questa zen, hanno i led diurni incastonati nel paraurti e i fari alogeni anche dietro se non sbaglio (a led invece nella intens)...
Ritratto di ct46
10 febbraio 2017 - 12:50
marcoveneto Ti ringrazio per l'informazione, pensavo che anche nell'allestimento Zen fossero integrate nel faro. Un saluto
Ritratto di isi76
9 febbraio 2017 - 20:49
La linea di questa Clio è azzeccata ma comincia a "invecciare", sopratutto gli interni, mentre per l'aspetto motori ancora oggi non compredo l'ostinazione di montare i 3 cilindri! Sono efficienti solo sulla carta perchè all'atto pratico consumano di più e durano di meno rispetto ai 4 cilindri aspirati. Per come la vedo io è solo uno specchietto per le allodole per schivare le problematiche delle emissioni.
Ritratto di lucios
9 febbraio 2017 - 21:46
4
Stupenda la linea. Interni che fanno un po' ridere. A valvole ed affidabilità come stiamo? Sarebbe giusto approfondire sul piano dei materiali, del tipo di punteria adottato, dell'affidabilità adeguatezza della sovralimentazione, ecc.
Ritratto di Ercole1994
9 febbraio 2017 - 22:12
La mia segmento B preferita! Mi piace troppo la sua fiancata filante e la sua coda sportiva simili 147. La prenderei assolutamente in allestimento GT Line, con quel bel blu che ricorda molto il mare.
Ritratto di autolog
10 febbraio 2017 - 10:25
Anche a me piace la Clio, un pò tamarrina ma con delle tinte davvero azzeccate nel suo genere. Certo, gli interni cominciano a saper di vecchio... e anche il frontale inizia ad accusare gli anni, specie i fanali anteriori. Comunque tra le segmento B attuali, considerando il rapporto qualità prezzo, è la mia preferita. Ma è chiaro che su un'auto ormai con questi annetti sulle spalle dal concessionario ci vuole faccia tosta e bisogna andar giù pesante con la scontistica.
Ritratto di Ercole1994
10 febbraio 2017 - 11:19
Diciamo che in allestimento Zen come quella in foto, non rende molto, ma se prendi una Intens bianca e con cerchi neri-cromati da 16 pollici, già fa molto più effetto.
Ritratto di Moreno1999
9 febbraio 2017 - 22:28
4
L'esempio lampante di come una delle estetiche più interessanti degli ultimi anni sia stata sminuita da degli interni brutti, poveri e dalla qualità inadeguata. Già che c'erano avrebbero potuto fare la ciambella con il buco, considerando che la vecchia Clio per quanto banale fuori era tutt'altro che sciatta dentro
Pagine