PRIMO CONTATTO

Renault Mégane: si rinnova e guadagna un gagliardo “1200”

Aggiornata in pochi dettagli della carrozzeria, adesso la berlina francese si può ordinare anche con un nuovo 1.2 turbo che spinge forte anche oltre i 5000 giri: disponibile solo per gli allestimenti più ricchi, non fa rimpiangere le prestazioni del 1.6 aspirato e promette di consumare meno.

23 marzo 2012
  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.100
  • Consumo medio

    18,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    119 grammi/km
  • Euro

    5
Renault Mégane
Renault Mégane 1.2 Tce Bose
Lo "sguardo" è a led

Per il “ritocchino” di metà carriera, la Renault Mégane non ha osato molto: i fascioni paracolpi sono stati leggermente modificati e ora le luci diurne sono a led. Per queste ultime, negli allestimenti GT Line e Bose (che hanno un aspetto più aggressivo, grazie a paraurti, cerchi e altri dettagli specifici, oltre a sospensioni più rigide), i led formano una “virgola” ai lati della stretta bocca centrale, anziché essere lineari. L'esemplare guidato era nel ricco allestimento Bose (di serie ha il “clima” bizona, un raffianto impianto audio, la telecamera di retromarcia, i rivestimenti in pelle e il tetto panoramico), ma anche le altre due versioni della Mégane non sono povere: la base (Wave) ha il climatizzatore manuale, l'Esp, i fendinebbia, il cruise control, i quattro alzavetro elettrici, il sedile di guida regolabile in altezza e nel supporto lombare e la radio cd con lettore mp3, presa Usb sul frontalino e vivavoce Bluetooth; la sportiveggiante GT Line aggiunge cerchi in lega di 17", “clima” automatico bizona, sensori di parcheggio posteriori e rivestimento interno in similpelle e tessuto.

Spinge bene e non fa rumore

Le vere novità, però, sono sotto il cofano: per le due versioni più ricche della Renault Mégane sono disponibili un nuovo 1.5 dCi a gasolio da 110 cavalli (per la base ha la stessa potenza ma minori accorgimenti per tagliare i consumi), un brillante 1.6 dCi da 131 CV e un nuovo 1.2 turbo a benzina (non disponibile per la Wave: al suo posto c'è il noto 1.6 aspirato). Questo 1.2 TCe non è semplicemente quello della citycar Twingo: il motore della Mégane, infatti, è tutto nuovo (pure la cilindrata è diversa: 1198 contro 1149 cm3) e non solo ha 13 cavalli in più, ma anche l’iniezione diretta di benzina, che aiuta a contenere i consumi (e c'è anche di serie il sistema Stop&Start): la casa parla di percorrenze medie di 18,9 km/l. Messe da parte le perplessità sulla piccola cilindrata, questo 1.2 da 115 cavalli si rivela piuttosto brioso già sotto i 2000 giri (quando eroga la sua coppia massima di 190 Nm). Certo è che, quando la turbina non è in pressione (come, per esempio, quando si tengono le marce alte a bassa velocità o si entra in una rotatoria dopo qualche metro percorso in rilascio), il motore risponde con un leggero di ritardo appena si spalanca il gas. In compenso, questo piccolo quattro cilindri è davvero silenzioso e non si fa pregare nell'allungo: anche oltre i 5000 giri continua a spingere deciso. E se lo sterzo preciso e i freni dal comando per nulla spugnoso sono “promossi”, per il cambio a sei marce dagli innesti un po' contrastati e azionato da una leva dalla corsa piuttosto lunga, si poteva fare di meglio.

I chilometri scorrono nel silenzio

I dati dichiarati dalla Renault (10,9 secondi per passare da 0 a 100 km/h e 190 km/h di velocità di punta) paiono alla portata della Mégane che, nonostante le sospensioni piuttosto rigide (comunque ben tarate e capaci di assorbire con una certa efficacia i dossi dissuasori di velocità e le buche), non è certo una sportiva, ma una berlina da famiglia. Stonano un po', quindi, i sedili anteriori molto avvolgenti: chi è di taglia forte potrebbe trovarli addirittura stretti. Inoltre, come per tutte le Mégane, per accedere al divano c'è da piegare molto la testa, in modo da evitare il profilo del tetto. Una volta in marcia, comunque, la berlina francese regala viaggi quasi ovattati: minimi i rumori che filtrano nell'abitacolo, anche alla velocità massima consentita sulle nostre autostrade (dove il motore gira ad appena 2900 giri). Mentre guidando nel traffico cittadino e parcheggiando si scoprono pecche nella visibilità, penalizzata dagli spessi montanti anteriori e, soprattutto, posteriori.

Secondo noi

PREGI
> Comfort. La Mégane è una buona compagna di viaggio: anche con i cerchi da 17'' l'assorbimento delle irregolarità della strada resta di buon livello (e l'auto non indulge troppo al rollio).
> Motore. A dispetto della p cilindrata, il piccolo quattro cilindri muove l'auto con un certo brio e consente allunghi decisi.

DIFETTI
> Accessibilità. Per raggiungere i posti dietro bisogna piegare molto la testa, a causa della linea discendente del tetto.
> Visibilità. Nelle curve a sinistra la visibilità è limitata dalla cornice del parabrezza, mentre in retromarcia ci si “scontra” col lunotto piccolo e i montanti larghi.

> RENAULT MÉGANE: I PREZZI AGGIORNATI

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1198
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 85 (115)/4500
Coppia max Nm/giri 190 /2000
Emissione di CO2 grammi/km 119
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 430/181/147
Passo cm 264
Peso in ordine di marcia kg 1380
Capacità bagagliaio litri 372/1129
Pneumatici (di serie) 205/50 R 17
Renault Mégane
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
29
49
36
25
30
VOTO MEDIO
3,1
3.130175
169
Aggiungi un commento
Ritratto di RenaultClub.it
23 marzo 2012 - 13:00
Davvero Bella! Un Restyling di metà carriera non troppo stravolgente, ma sicuramente ben riuscito. Ottimo il comfort e il motore: silenzioso, buoni consumi (dichiarati), da provare di persona l'allungo.
Ritratto di Motorsport
23 marzo 2012 - 19:54
astra, focus, volvo, mègane, golf.....non certo BMW.... che sono di un altro pianeta........... comunque la mègane 3p e molto più bella... ma meno pratica... invece la RS e bellissima....
Ritratto di ilovemultijet
24 marzo 2012 - 02:22
2
non prenderla male...ma le bmw te le sogni anche anche di notte? :-)
Ritratto di Motorsport
24 marzo 2012 - 15:49
no xchè c'è lo già :-) comunque il mio commento era rivolto ad un altro utente.... non per denigrare l'alfa romeo ma secondo me queste sono attualmente le concorrenti dell'alfa romeo.....
Ritratto di das
26 marzo 2012 - 17:58
Tutti quelli che ho conosciuto con una BMW sono ignorantoni pieni di soldi. Anche le BMW escono male e sono dolori. Io invece ho una Suzuki Swift se può interessare.
Ritratto di Boys
26 marzo 2012 - 20:37
1
BMW ha costi totalmente diversi che le auto che lei ha elencato, sia per acquisto che per mantenimento quindi auto diverse, le BMW vanno confrontate con AUDI, MERCEDES, LEXUS e non con auto di medio livello anche seppur belle e ben equipaggiate.
Ritratto di Motorsport
27 marzo 2012 - 15:02
ma e quello che ho detto anche io.....
Ritratto di Ernst
23 marzo 2012 - 13:17
Un motore molto gradevole nell'utilizzo di tutti i giorni. Silenzioso, con una discreta coppia e l'allungo che solo i benzina hanno. Restano da vedere i consumi... facesse i 14-15 km/litro nell'utilizzo medio sarebbe davvero ottimo. Dev'essere molto valido anche sulla Clio IV (che si dice essere più leggera dell'attuale di 100 kg).
Ritratto di JDeeeeM
23 marzo 2012 - 13:55
i motori della megane sono sempre stati un pò assetati...tra l'altro si auspicava il downsizing già da parecchio..speriamo riducano l'alesaggio anche del 2 litri turbo...180cv oggigiorno possono essere raggiunti con cilindrate ben minori.
Ritratto di Ernst
23 marzo 2012 - 14:06
i 1.5 sono da sempre tra i meno assetati della categoria, il nuovo 1.6 ha il miglior rapporto consumi prestazioni della sua cilndrata... l'unico appunto si può fare sul 1.4 tce. Il 2 litri va da 180 a 265 cv (la rs) quindi non è limitato in senso assoluto, ma solo proposto in step diversi per utilizzi diversi.
Pagine