PRIMO CONTATTO

Seat Leon: più tecnologica, sempre bella da guidare

La Seat Leon cambia (poco) nel frontale. Le vere novità sono sotto la pelle: nuovi aiuti alla guida, sistema multimediale più completo e 6 CV in più per il 1.6 turbodiesel. Ok le le qualità di guida, ma a freddo e in accelerazione il TDI si fa sentire.

17 novembre 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.350
  • Consumo medio

    24,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    108 grammi/km
  • Euro

    6
Seat Leon
Seat Leon 1.6 TDI 115 CV Style DSG
Un pizzico di grinta in più

La nuova Seat Leon sarà nelle concessionarie da febbraio 2017, ma si potrà ordinare già nei prossimi giorni, quando verranno comunicati i prezzi degli optional. Non è stata stravolta, ma non ce n'era bisogno: la carrozzeria, impostata su linee decise (con i grandi montanti posteriori triangolari e il lunotto parecchio inclinato che rubano parecchio campo visivo) è ancora giovane. I ritocchi, che hanno comportato una piccola variazione nella lunghezza della vettura (2 cm in più), riguardano la mascherina (cromata e più grande) e i paraurti, ridisegnati: le prese d'aria anteriori sono più grandi e i fendinebbia, più sottili, sono stati spostati nella parte superiore della fascia paracolpi. Quasi invariati i fari appuntiti (anche full led), che danno grinta allo "sguardo" della Leon e la fanno riconoscere per la forma delle luci diurne, che fungono anche da indicatori di direzione. Il risultato è riuscito. 

Sempre "pulita", piu' tecnologica

L'abitacolo della Seat Leon, che offre una buona abitabilità per quattro (il posto centrale del divano non è comodo come gli altri due) è cambiato solo nei dettagli; immutate la pulizia  delle linee e la qualità di materiali e assemblaggi. Cambia la consolle centrale, con il freno di stazionamento elettronico alla base (sulla versione precedente era meccanico, si inseriva con la leva tradizionale) e una superficie per la ricarica senza fili degli smartphone predisposti; per il cruscotto interamente digitale e configurabile, invece, bisognerà attendere ancora un anno. Novità anche per il sistema multimediale Seat Connectapp, ora con riconoscimento vocale e  controllo gestuale, che permette di attivare le diverse funzioni con un semplice gesto delle dita sul display a sfioramento di 8" (di serie, è di 6,5") al centro della plancia, in posizione ben visibile (da questo schermo si vedono anche le immagini della telecamera posteriore, utile in retromarcia, optional per la Style). Tra i sistemi di sicurezza, da segnalare il nuovo cruise control adattativo con funzione Traffic Jam Assist che fa in modo che la vettura acceleri e freni automaticamente quando si è in coda, senza uscire dalla corsia (l'auto provvede ad azionare in autonomia il volante): lo abbiamo trovato decisamente utile e piuttosto semplice da utilizzare. Nessuna novità sul fronte del bagagliaio: con 380 litri di volume dichiarato, è fra i più ampi della categoria; non male l’accessibilità, nonostante la soglia a 72 cm da terra e 27 cm più alta del pavimento.

A suo agio in tutte le situazioni

La gamma dei motori della Seat Leon si articola su tre unità a benzina  (1.0 TSI da 86 e 116 CV, 1.8 TSI con 180 cavalli, 1.4 TSI da 150) e due a gasolio: il 2.0 TDI, con 150 e 184 CV, e il nuovo 1.6 a gasolio da 90 e 116 (presumibilmente il più richiesto in Italia), che abbiamo guidato nella versione più potente, abbinata al cambio robotizzato DSG a doppia frizione, a sette rapporti. Il 1.6 TDI, che guadagna 6 cavalli rispetto alla precedente Leon, è più che sufficiente a muovere con una buona vivacità la vettura, ma a freddo e in piena accelerazione si fa sentire un po' troppo. I 9,8 secondi promessi dalla casa per raggiungere da fermo i  100 km/h sono un buon tempo e ci sono sembrati alla portata della macchina, così come la velocità massima, di 197 km/h. Riuscito l'abbinamento al cambio automatico a doppia frizione DSG, davvero rapido negli innesti dei rapporti, che si presta volentieri anche all'uso in modalità manuale. La vettura si trova a suo agio pure nei percorsi tortuosi: in curva la carrozzeria si corica poco di lato, e si apprezza la piacevolezza dello sterzo servoassistito elettricamente,  preciso anche in velocità e abbastanza diretto. Potente la frenata, assecondata da un pedale ben modulabile. I consumi di gasolio ci sono sembrati interessanti (il percorso di prova prevedeva anche alcuni tratti in salita): stando al computer di bordo abbiamo sfiorato i 18 km/litro in media, lontani dai 24,4 di omologazione, ma pur sempre un dato apprezzabile. 

Secondo noi

PERCHÉ SÌ
> Guida. Lo sterzo risponde sempre in modo corretto (il comando è preciso e piacevolmente diretto), le sospensioni piuttosto "ferme" limitano il rollio in curva e la frenata è potente.
Motore. Il 1.6 turbodiesel si dimostra vivace e, stando alle prime impressioni, anche economico nei consumi. 
Sicurezza. La dotazione di serie è completa: c’è pure l’airbag per le ginocchia del guidatore, e può essere arricchita con optional utili. Su strada, le reazioni sono sempre progressive e ben controllabili.

PERCHÉ NO
Quinto posto. Dietro lo spazio non manca, ma il tunnel piuttosto ingombrante ruba spazio ai piedi del passeggero centrale, che deve pure fare i conti con la scarsa imbottitura di seduta e schienale.
Rumorosità. A freddo e in piena accelerazione, il motore turbodiesel dilaga un po' troppo nell'abitacolo.
Visibilità posteriore. Il lunotto inclinato e i montanti posteriori spessi danno slancio alla linea, ma penalizzano la visibilità in retromarcia. La retrocamera è prevista, ma a pagamento.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 85 (116)/3250-4000 giri
Coppia max Nm/giri 250/1500-3250
Emissione di CO2 grammi/km 108
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (automatico) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 197
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,8
Consumo medio (km/l) 24,4
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 428/182/146
Passo cm 263
Peso in ordine di marcia kg 1280
Capacità bagagliaio litri 380/1210
Pneumatici (di serie) 205/55 R16
Seat Leon
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
148
162
93
49
98
VOTO MEDIO
3,4
3.387275
550
Aggiungi un commento
Ritratto di mirko.10
17 novembre 2016 - 17:26
2
Scusate, ma da dove si evince che è, e si vede, che sarebbe la "sorellina della golf". La meccanica è ben nascosta da una carrozzeria, giusto? Esteticamente ed internamente mi sa' che quegli stessi occhiali che consigli non bastano più......aaaaabeh', il colore, gia', grigio special winterkorn.
Ritratto di MAXTONE
17 novembre 2016 - 15:04
Invece di DSG avevo letto D&G
Ritratto di AMG
17 novembre 2016 - 15:12
E' ancora bellissima ma la preferivo prima devo dire.
Ritratto di nicktwo
17 novembre 2016 - 15:15
un commento "a contorno"... leggendo una rivista auto in lingua italiana ma decisamente di origine made in englandh ho trovato molta positivita', con toni addirittura decisamente entusiastici, nella prova della Alteca... e in generale molta approvazione per il marchio tanto da leggere addirittura qualcosa tipo: questo suv sara' di certo riferimento nel segmento suv, come le relative hatchback sono gia' termini di riferimento del segmento berline... allora domandona, ma sono cosi' all'avanguardiche e qui in italia non le sappiamo apprezzare o cosa (in merito a tale affermazione della rivista sul marchio)? ...saluti
Ritratto di Vincenzo1973
17 novembre 2016 - 17:04
la risposta e' semplice: tu spenderesti 24.000 euro per una Seat Leon 1.6 TDI ?? io no
Ritratto di eieiebrazo
18 novembre 2016 - 21:16
Scontata verrà 21mila,km0 sotto i 20..
Ritratto di coleman11
17 novembre 2016 - 15:20
Restyling??? Notare le differenze è difficile se non impossibile, ma resta comunque un auto stupenda, forse la migliore del gruppo VW, soprattutto per la linea innovativa e la qualità generale ad un prezzo competitivo. LA COMPREREI A OCHI CHIUSI! BRAVA SEAT!
Ritratto di Pellich
17 novembre 2016 - 15:33
.. quanto è scialba..
Ritratto di Mattia Bertero
17 novembre 2016 - 15:51
3
LEON. Esternamente è bellissima, specialmente nella versione FR, però sono un po' in contrasto con degli interni con un disegno vecchio nonostante siano assemblati ottimamente. Non male come scelta alla solita Golf, questa ha quel tocco sportivo in più.
Ritratto di Fxx88
18 novembre 2016 - 08:55
3
Hai ragione è sempre bella fuori, anche se in versione "civile" sembra un po' troppo un ovetto, ma la FR mi solletica parecchio l'appetito!
Pagine