PRIMO CONTATTO

Smart fortwo coupé: piccola, elettrica, briosa e... cara

In vendita la versione aggiornata della Smart Fortwo Electric Drive: il motore elettrico è più potente e, secondo la casa, le batterie durano di più (in media, si fanno 145 km ma richiedono fino a sette ore per una ricarica completa alla presa di casa). Già ordinabile, arriverà a settembre (anche in versione cabrio, a circa 3.000 euro in più).

19 giugno 2012
  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.079
  • Consumo medio

    -
  • Emissioni di CO2

    0 grammi/km
  • Euro

    -
Smart fortwo coupé
Smart fortwo coupé 55 kW electric drive
Batteria: si acquista o si noleggia

Questa versione totalmente elettrica della Smart Fortwo è la prima acquistabile da chiunque ed è un'evoluzione di quella (con minor potenza e autonomia) finora noleggiabile in alcune città italiane. Come le ultime Fortwo, anche la Electric Drive ha le luci diurne a led e il logo della casa dentro la griglia sul muso. A meno di ordinarla con la cellula di protezione color verde (un'esclusiva per questa versione, così come i cerchi bianchi; ma sono disponibili tutte le altre tinte delle Smart con motore termico), questa versione elettrica all'esterno è indistinguibile dalle “sorelle”. Anche se il listino non è stato definito nei particolari (le consegne inizieranno a settembre), la Smart Fortwo Electric Drive si può già ordinare. Il prezzo della versione base (che di serie ha l'Esp e gli airbag anteriori, per testa e torace) è di 24.079 euro. Non poco, benché in linea con quello delle vetture elettriche, anche considerando che la garanzia  è biennale, ossia il minimo di legge. Questa copertura riguarda anche la costosissima batteria (in Germania, questo pezzo viene venduto ricondizionato dalla casa a ben 5.600 euro più IVA) che, comunque è studiata per durare almeno una decina di anni. In alternativa, si può comprare esclusivamente la vettura (con prezzi a partire da 19.348 euro) e noleggiare la batteria a 65 euro al mese (in questo modo, la casa si accollerà ogni costo riguardante gli accumulatori, escluso quello di ricarica). La versione cabriolet costerà circa 3.000 euro in più.

La controlli dal cellulare

Anche all'interno la vettura è praticamente identica alle Fortwo con motore termico: lo spazio per due è abbondante e pure il baule è invariato, se si esclude il vano dentro la ribaltina sotto il lunotto: ospita il cavo di ricarica. Le batterie, infatti, pesano 175 kg e trovano posto sotto i sedili. Solo aguzzando la vista si notano delle differenze: qui lo schermo multifunzione sotto il tachimetro indica l'autonomia residua e lo stato di carica della batteria. Quest'ultimo valore è ripetuto anche in uno dei due elementi tondeggianti che spuntano sopra la consolle (l'altro informa sul consumo istantaneo o sull'energia recuperata in rilascio o frenata). Come sulle altre Smart, le finiture non appaiono molto curate: le plastiche sono rigide e particolari come la leva del freno a mano in nudo metallo danno un'idea di trascuratezza. Per contro, la Fortwo Electric Drive nasconde molta tecnologia. Ad esempio, collegando un iPhone alla presa dedicata, lo si trasforma in un navigatore che mostra i punti di ricarica nei paraggi, permettendo anche di visualizzare fin dove la carica consente di arrivare. Inoltre, un'apposita applicazione permette di impostare da remoto l'ora di inizio della ricarica e di accensione del climatizzatore/riscaldamento (per trovare la giusta temperatura quando si dovrà usare l'auto). Per fare ciò, però, è necessaria una apposita stazione di ricarica (la cosiddetta “wallbox”, che costa qualche centinaio di euro) e riduce da 7 a 6 le ore necessarie alla ricarica completa. In alternativa, ci sarebbe anche la stazione di ricarica rapida (appena 1 ora per “fare il pieno”) che sfrutta la corrente a 380 V, ma in Italia non è ancora disponibile.

È brillante

Da guidare, la Electric Drive non è molto diversa dalle altre Fortwo. Infatti, lo sterzo leggero (ma poco preciso) e le dimensioni “mini” permettono di sgusciare nel traffico quasi come con uno scooter. Quello che manca è il rumore: l'auto è silenziosissima e, anche per questo, sulle prime stupisce il brio del motore. Infatti, il piccolo propulsore elettrico spinge con decisione fin da zero giri, allungando con vivacità fino a circa 80 km/h, per poi rallentare la sua “corsa”: i dati dichiarati (4,8 secondi per passare da 0 a 60 km/h e 11,5 per arrivare a 100 km/h) paiono proprio alla portata della Electric Drive. Inoltre, grazie al fatto che c'è una sola marcia, il comfort è nettamente migliore rispetto a quello delle altre Smart, che hanno un cambio robotizzato molto lento nei passaggi di marcia. Solo la taratura rigida delle sospensioni non è cambiata: sulle buche si “saltella” un po'. Durante il nostro giro per le vie di Berlino non abbiamo potuto certo toccare la velocità massima (125 km/h dichiarati) ma i frequenti rallentamenti hanno evidenziato un pedale del freno non molto modulabile (in rilascio o in frenata il motore elettrico viene “trascinato” dalle ruote e ricarica le batterie) e che richiede pure un discreto sforzo per essere azionato. Se presenti, meglio usare le palette al volante (optional a un prezzo non comunicato): simulano il freno-motore massimizzando allo stesso tempo il recupero dell'energia. Chi volesse, potrà ordinare anche il sistema che emette un suono per avvisare i pedoni: il rumore ricorda quello di un aspirapolvere in lontananza e non può essere disattivato.

Secondo noi

PREGI
> Maneggevolezza. La Smart è la “bici” delle vetture: si fa manovra in un fazzoletto e si parcheggia in pochissimo spazio.
> Guida in città. La Fortwo Electric Drive è pure migliore delle altre Smart: non ci sono gli “scossoni” del cambio, si viaggia in silenzio e pure con un certo brio.

DIFETTI
> Finiture. Sono quelle delle altre Smart: poco curate, soprattutto alla luce del sostanzioso aumento di prezzo.
> Prezzo. 24.079 euro sono solo la cifra di partenza, per la versione “base” (che, comunque, ha di serie il necessario per la sicurezza). Ci sono concorrenti “da città” che costano meno, o a quattro posti che costano poco di più.

SCHEDA TECNICA
Motore elettrico  
Potenza massima kW (CV)/giri 55 (75)*/n.d.
Coppia max Nm/giri 120/n.d.
Tipo di batteria ioni di litio
Tensione – capacità 339-391 V – 17,6 kWh
Tempo massimo di ricarica 7 ore (a 230 V)**
Autonomia 145 km
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 270/156/154
Passo cm 187
Peso in ordine di marcia kg 900 (dato provvisorio)
Capacità bagagliaio litri 220/340
Pneumatici anteriori (di serie) 155/60 R 15
Pneumatici posteriori (di serie) 175/55 R 15
*Al massimo per due minuti (oltre, 35 kW/48 CV)  
**6 ore (a 230 V con wallbox opzionale)  
Smart fortwo coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
7
16
17
15
37
VOTO MEDIO
2,4
2.358695
92
Aggiungi un commento
Ritratto di Cadillac
19 giugno 2012 - 17:55
dando via con la zucca?diventa inutile anche se ha delle prestazioni non proprio ridicole e poi non è per nulla anti-inquinamento perché per produrre energia elettrica si utilizzano o combustibili o altre fonti ultra inquinanti come centrali nucleari,per non parlare dei costi dell'energia per sette ore, inutile e dispendiosa
Ritratto di giuseppe26
19 giugno 2012 - 18:08
a me le auto elettriche non convincono...
Ritratto di mattias93
20 giugno 2012 - 02:55
e se la possono tenere ancor di più elettrica.
Ritratto di Massimo126
20 giugno 2012 - 11:49
appunto..se riserva benzina o diesel,se solo batteria finisce che facciamo andiamo a piedi????
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
20 giugno 2012 - 09:48
Il commento è stato rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Cinque porte
20 giugno 2012 - 09:50
Ritratto di Cadillac
20 giugno 2012 - 11:48
non è il futuro prossimo ma penso che tipo tra 70-90 anni ci sarà la tecnologia adatta per sviluppare non solo motori elettrici ma funzionanti con altri materiali anche sintetici!
Ritratto di kiki71
20 giugno 2012 - 23:50
qual'è il futuro secondo te?
Ritratto di monodrone
20 giugno 2012 - 11:27
già da tempo ordinabile ora è praticamente una realtà. Così si aggiunge un altro modello elettrico. Bene!. Peccato che al momento l'unica vera elettrica utile è la Tesla e bisogna quindi importarla con i costi che ne seguono. Cmq bene, avanti così con l'elettrico. Quello del rumore è un bel problema; ho un amico elettrico-convinto che da anni utilizza scooter elettrico per muoversi in Milano (non utilizza batterie al litio ma nikel-cadmio e quindi ogni due per tre la cambia...) e ne è molto soddisfatto. Il problema? giuro che se vi arriva alle spalle non lo sentite e a fatica anche di notte quando la città resta poco rumorosa. è un bel problema da risolvere; siamo troppo abituati a fidarci delle orecchie.
Ritratto di vagirimo
20 giugno 2012 - 11:50
4
anche se sono sicuro che quando cominceranno a comprarle i prezzi si ridurranno, 24000euro è uno sproposito.
Pagine