PROVATE PER VOI

BMW Serie 4 Coupé: graffiante o col guanto di velluto

Prova pubblicata su alVolante di
settembre 2021
Pubblicato 27 maggio 2022
  • Prezzo (al momento del test)

    € 101.000
  • Consumo medio rilevato

    10,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    227 grammi/km
  • Euro

    6d
BMW Serie 4 Coupé
BMW Serie 4 Coupé M4 Competition Steptronic

L'AUTO IN SINTESI

La BMW M4 Competition è la variante più veloce della Serie 4 Coupé, una sportiva filante ma dall’abitacolo accogliente (i posti sono quattro). Il pezzo forte è il 3.0 biturbo a sei cilindri abbinato a un efficace cambio automatico (di tipo classico, con convertitore di coppia) che trasmette i 510 cavalli alle ruote posteriori. Una simile potenza è sinonimo di scatti brucianti, ma, scelta la giusta modalità di guida, si può anche viaggiare in souplesse. La gestione elettronica è infatti molto sofisticata, e consente di ritagliarsi su misura la risposta della meccanica in base alla propria abilità e alle condizioni della strada (o della pista). Visto il prezzo dell’auto, però, la dotazione di serie non è molto ricca.

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
5
Average: 5 (1 vote)
Ripresa
5
Average: 5 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Da corsa o da passeggio

Le forme slanciate ed eleganti, unite agli interni piuttosto pratici e molto ben rifiniti, caratterizzano la versione sportiva e con due sole porte della berlina Serie 3. La gamma della BMW Serie 4 Coupé è ampia, e prevede motori con potenze a partire da 184 cavalli. Al vertice si posiziona questa BMW M4 Competition, sviluppata dal comparto sportivo della casa di Monaco e resa più “cattiva” da paraurti, spoiler e minigonne sottoporta specifici: una personalizzazione neanche esagerata, tenendo conto della grinta dei 510 cavalli che il sei cilindri biturbo scarica sulle ruote motrici posteriori (ma c’è anche il modello 4x4). Un altro plus della BMW M4 Coupé Competition è la raffinata gestione elettronica che consente di personalizzare, con fini regolazioni, la risposta  della vettura. Bastano dei semplici passaggi per trasformare una comoda granturismo (peraltro con consumi ragionevoli, e comunque velocissima) in una “belva” da pista.

Premuto il tasto Setup nel tunnel, si può scegliere una delle tre impostazioni (Comfort, Sport e Sport+) intervenendo sulla risposta di motore, sterzo, sospensioni attive e freni (per il cambio, la regolazione si effettua col pomello nel tunnel). Inoltre, è possibile calibrare su ben dieci livelli la soglia d’intervento del controllo di trazione della BMW M4 Competition, per gestire al meglio i sovrasterzi di potenza, nei quali provare a cimentarsi in pista; addirittura, lo schermo fornisce i dati sul “drift”, come la velocità e la durata della sbandata, e attribuisce un voto al pilota. Il tasto M mode (sempre nel tunnel) gestisce poi gli aiuti elettronici alla guida: nella modalità Road sono tutti attivabili, in Sport sono disabilitati quelli inutili nella guida brillante (per esempio, il cruise control adattativo con funzione Stop&Go) e in Track (“pista”) anche altri, come l’attivazione automatica delle “quattro frecce” nelle frenate più intense.

In ogni caso, la spinta del 3.0 della BMW M4 Competition è tanto vigorosa quanto progressiva, il cambio automatico fluido e rapido e la guida intuitiva; l’accogliente abitacolo è dotato di tutti i comfort oggi irrinunciabili, e le efficaci sospensioni a controllo elettronico, nelle tarature più morbide, non fanno sobbalzare sulle buche. Gli ammortizzatori attivi sono di serie, come gli interni in pelle, ma per un’adeguata dotazione di aiuti alla guida (fra cui il cruise control adattativo) occorre acquistare a parte i pacchetti Driving Assistant. Sempre a proposito di sicurezza, nei test effettuati dall’Euro NCAP (nel 2019) la BMW Serie 4 Coupé ha centrato il massimo punteggio di cinque stelle: in nessuna delle prove d’urto i manichini hanno subìto sollecitazioni anomale.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Una comoda e capiente coupé

Plancia e comandi
La plancia della BMW M4 Coupé resta quella, decisamente ben fatta e piuttosto massiccia, delle altre Serie 4 Coupé. Nell’auto del test era arricchita da inserti in fibra di carbonio (optional) al posto di quelli in colore nero lucido di serie. Il cruscotto è un pannello digitale di 12,3”, che nelle modalità di guida Sport e Track mostra un particolare contagiri, composto da due barre luminose verticali. Inoltre, si possono pure evidenziare le impostazioni scelte con il tasto setup nel tunnel. Nel complesso, però, questa strumentazione è poco personalizzabile: le grafiche a scelta sono soltanto due (e un po’ confuse), e manca la possibilità di ingrandire a tutto schermo la mappa del navigatore. Il volante, poi, ha una corona fin troppo spessa, che non è gradita da tutti, mentre si azionano senza problemi i comandi dietro le razze: i paddle per il cambio e le due ulteriori levette rosse per richiamare altrettante configurazioni per le modalità di guida (precedentemente impostate con il tasto setup). L’impianto multimediale include il navigatore, è reattivo e si aggiorna da sé grazie alla Sim interna. Curata ma “seriosa” la grafica del brillante display di 10,3” e ordinati gli altri comandi secondari, fra cui il tasto nel tunnel per dare più “voce” allo scarico.

Abitabilità
Tenendo conto che si tratta di una coupé, i quattro posti della BMW M4 sono piuttosto comodi. Davanti si sta larghi, e i corsaioli sedili M (optional presente nell’auto della prova) sono più confortevoli di quanto la loro forma molto avvolgente, e la struttura dello schienale in fibra di carbonio, farebbero pensare: sono ben imbottiti e regolabili elettricamente. Dietro c’è sufficiente agio per le gambe e, se non si superano i 170 cm di altezza, anche per la testa. Pur infossato, il divano è accogliente, e le sedute fortemente sagomate trattengono bene in curva. Non mancano il bracciolo centrale reclinabile e le bocchette del “clima”. 

Bagagliaio
Per una sportiva, pur di dimensioni importanti (la BMW M4 è lunga 479 cm), il bagagliaio è capiente: con quattro posti in uso offre 440 litri, e si può ripiegare il divano (lo schienale è in tre parti) per aumentare lo spazio a disposizione. Il vano, abbastanza ben accessibile, ha una forma regolare e sui lati presenta degli scomparti divisi da una rete e una coppia di ganci appendiborse.

COME VA

5
Average: 5 (1 vote)
Per gli amanti della bella guida

In città
In modalità Comfort la guida della BMW M4 Competition è più agevole: cambio e motore forniscono una risposta più dolce, e il consumo che abbiamo rilevato (8,8 km/l) non è eccessivo per una sportiva da oltre 500 cavalli. Considerato il tipo di auto, lo sterzo e il pedale del freno sono piuttosto leggeri e le sospensioni non sono eccessivamente rigide. Bene la visibilità, tranne che all’indietro: consigliamo vivamente di spendere l’extra per la retrocamera.

Fuori città
Pur non molto leggera, la BMW M4 Competition è agile e molto precisa in curva. Con le fini regolazioni dei singoli componenti (dallo sterzo, mai troppo pesante, al cambio, rapido nell’inserire i rapporti) è facile adattare la BMW M4 Coupé Competition ai propri gusti e al percorso. I freni con i dischi carboceramici (optional) garantiscono spazi di arresto eccezionalmente brevi e sono anche ben modulabili. In modalità Comfort abbiamo percorso 12,3 km con un litro di benzina: non male.

Autostrada
A 130 km/h, il 3.0 lavora a 2050 giri in ottava e consente di percorrere 10,5 km con un litro di benzina. Disattivata la modalità sportiva dello scarico il suo rombo è poco evidente, al pari dei fruscii dell’aria. Grazie anche ai sedili accoglienti si possono affrontare lunghe trasferte in relax e con la certezza di avere un’auto sempre stabile (anche transitando sui giunti dei viadotti). Dopo i rallentamenti, poi, la ripresa è davvero fulminea.

PERCHÈ SÌ

FRENI 
I dischi carboceramici (optional) garantiscono un’efficienza davvero elevata.

GESTIONE ELETTRONICA 
Fra le più sofisticate, consente di cambiare in modo significativo il comportamento dinamico dell’auto. 

MOTORE 
Ha tutta l’esuberanza che ci si aspetta da 510 cavalli, ma anche la morbidezza per muoversi in relax con consumi non proibitivi.

PERCHÈ NO

CRUSCOTTO 
Ha una grafica elaborata che non è il massimo per la leggibilità, e le possibilità di personalizzazione sono limitate.

OPTIONAL 
Considerato il prezzo e la vocazione anche “da turismo” dell’auto, dispositivi come il cruise control adattativo, il monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori e la telecamera posteriore dovrebbero essere inclusi nel prezzo. 

VOLANTE 
Specialmente per chi ha le mani piccole, la corona spessa può risultare disagevole.

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 2993
No cilindri e disposizione 6 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 375 (510)/6250
Coppia max Nm/giri 650/2750-5500
Emissione di CO2 grammi/km 227
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 479/189/139
Passo cm 286
Posti 4
Peso in ordine di marcia kg 1650
Capacità bagagliaio litri 440/n.d.
Pneumatici (di serie) 275/35 R 19 ant. - 285/30 R 20 post.
Serbatoio litri 59

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 7a a 6000 giri   292,4 km/h 290* km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 3,8   3,9 secondi
0-400 metri 11,8 198,5 km/h non dichiarata
0-1000 metri 21,2 253,8 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE SPORT Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 20,1 252,8 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 19,6 253,1 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 1,2   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 2,2   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   8,8 km/litro non dichiarato
Fuori città   12,3 km/litro non dichiarato
In autostrada   10,5 km/litro non dichiarato
Medio   10,7 km/litro 10,1 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   33,0 metri non dichiarata
da 130 km/h   55,0 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,6 metri 11,4


*Con il pacchetto M Driver's (2.550 euro).

BMW Serie 4 Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
59
48
24
28
42
VOTO MEDIO
3,3
3.268655
201
Aggiungi un commento
Ritratto di Fra977
27 maggio 2022 - 11:56
Mi piace anche se al frontale ed all'interno si poteva fare meglio. Sul discorso optional,come tutte le altre tedesche,ti fanno pagare anche l'aria nonostante il prezzo iniziale elevato,non mi stupisco.
Ritratto di PONKIO 78
27 maggio 2022 - 15:46
Il frontale a muso di PeppaPing dal vivo non è tanto malvagio….. comunque sta BMW è spettacolare, inaccessibile, ma spettacolare….
Ritratto di Thunder1
27 maggio 2022 - 18:27
1
Inaccessibile è relativo, farà il boom di vendite come ha sempre fatto M3 e M4....
Ritratto di ziobell0
27 maggio 2022 - 12:15
la linea è bellissima anche se come detto dall'inizio io farei modificare il frontale a p@lle di elefante
Ritratto di AlvolANO
27 maggio 2022 - 12:25
Questo frontale viene molto apprezzato nel mercato asiatico e aspramente criticato in Europa. Mi domando: perché non adattare le linee ai gusti europei nel mercato del vecchio continente e mantenere questa linee per vendere in Asia.
Ritratto di PierSilver
27 maggio 2022 - 12:43
Certo, aumentiamo ancora i costi producendo, per lo stesso modello, pezzi diversi in minor quantità per clienti diversi.
Ritratto di AlvolANO
27 maggio 2022 - 15:27
Molti, moltissimi sarebbero disposti a pagare di più per avere un frontale diverso; altrettanti non la comprano proprio per colpa di questa linea.
Ritratto di Edo-R
27 maggio 2022 - 12:34
A me queste ultime M piacciono abbastanza,doppio rene gigante a parte. Però il design non mi sa' più di europeo, mi sembra una muscle car, stile Camaro C6, specialmente nella vista 3/4 anteriore verso la coda, il che non mi dispiace.
Ritratto di Sgsilvio68
27 maggio 2022 - 14:08
1
Ecco, a proposito di Camaro, com'è che quella più pepata costa 60.000€ praticamente full optional e pari prestazioni ? Qualità differente ? Consumi più elevati ? Valgono però quasi il doppio del prezzo ?
Ritratto di Edo-R
27 maggio 2022 - 14:33
@Sgsilvio68 Dalla C6 qualitativamente è cresciuta molto la Camaro, ma comunque non può raggiunge le prestazioni consumi di questa; loro puntano su un prodotto più semplice, con un bel sound e anche piacere di guida certo. Anche se la Camaro ha la disattivazione di una bancata, fa peggio di questa, ha un 6.2L.
Pagine
Annunci

Bmw Serie 4 coupe usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Bmw Serie 4 coupe usate 201617.00025.91035 annunci
Bmw Serie 4 coupe usate 201723.50033.96042 annunci
Bmw Serie 4 coupe usate 2018136.01051 annunci
Bmw Serie 4 coupe usate 201927.70039.88013 annunci
Bmw Serie 4 coupe usate 202036.94942.34022 annunci
Bmw Serie 4 coupe usate 202137.67062.40039 annunci
Bmw Serie 4 coupe usate 202267.60086.3002 annunci

Bmw Serie 4 coupe km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Bmw Serie 4 coupe km 0 201841.90044.1002 annunci
Bmw Serie 4 coupe km 0 202188.00088.5002 annunci
Bmw Serie 4 coupe km 0 202267.95067.9501 annuncio