PROVATE PER VOI

BMW Serie 3: grintosa e tirchia, ma parsimoniosa

Prova pubblicata su alVolante di
gennaio 2013
Pubblicato 16 maggio 2013
  • Prezzo (al momento del test)

    € 39.950
  • Consumo medio rilevato

    18,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    109
  • Euro

    5
BMW Serie 3
BMW Serie 3 320d Efficient Dynamics Luxury

L'AUTO IN SINTESI

Rinnovata nel 2011, la BMW Serie 3 è una berlina di classe con vocazione sportiva che rispetta standard di qualità davvero elevati. In versione EfficientDynamics ha tutta una serie di accorgimenti tecnici orientati a ridurre i consumi, che sono da utilitaria a dispetto della verve del turbodiesel da 163 CV. Da rivedere alcuni dettagli, oltre alle lacune nella dotazione (non giustificate dal prezzo).

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
5
Average: 5 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
5
Average: 5 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
5
Average: 5 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Ecologica e “prestante” 
Senza nulla togliere alla piacevolezza di guida tipica delle BMW, la BMW Serie 3 320d EfficientDynamics è particolarmente attenta ai consumi ma non rinuncia alle prestazioni: il 2.0 turbodiesel adotta specifiche soluzioni antispreco, e l’aerodinamica è studiata con cura particolare; valido anche il cambio automatico a 8 marce (optional). Le finiture non deludono e l’allestimento Luxury offre di serie anche i fari bixeno, ma qualche particolare è migliorabile e, visto il prezzo, disturba dover pagare a parte accessori come i sensori di parcheggio. 
 
BMW Serie 3
 
Completamente ridisegnata, la nuova BMW Serie 3 non brilla per originalità (somiglia alla più grande Serie 5) ma è piacevolmente grintosa e filante. Giova all’estetica il padiglione spiovente stile coupé, che si raccorda in modo armonico alla coda e fa apparire l’auto più corta dei suoi 462 cm. I numerosi elementi cromati che ornano il muso sono il segno di riconoscimento del “ricco” allestimento Luxury.
 
La BMW Serie 3 EfficientDynamics ha l’assetto ribassato di 13 mm e pneumatici relativamente stretti (205/60 R 16) su cerchi in lega con design anti-turbolenza. Lo scopo è quello di migliorare l’aerodinamica (Cx 0,26 invece dello 0,27 della altre versioni) e di ridurre la resistenza all’avanzamento per risparmiare carburante. Ottimizzato anche il 2.0 turbodiesel, con iniettori piezoelettrici, pompe dell’olio e dell’acqua a gestione “intelligente”, sistema di recupero dell’energia cinetica che ricarica la batteria quando si frena o si rallenta (mentre in accelerazione l’alternatore viene disattivato) e sistema Stop&Start.
 
Chi ha il cuore “verde” può aggiungere (a pagamento) il pacchetto BluePerformance, che riduce le emissioni di ossidi di azoto di questa BMW Serie 3 adeguando l’auto alle normative Euro 6 in vigore dal 2014. L’obiettivo del risparmio non penalizza comunque le prestazioni: i 163 CV del turbodiesel sono vispi e invogliano alla guida sportiva, peraltro bene assecondata dall’eccellente tenuta di strada; completano il quadro uno sterzo davvero preciso e il rapido e dolce cambio automatico a 8 rapporti (che, però, si paga a parte, con ulteriore esborso se si vogliono pure le palette al volante).
 
Anche se la BMW Serie 3 320d Luxury nasce ricca (fari bixeno e climatizzatore bizona sono fra le dotazioni standard), molti sono gli accessori utili non inclusi nella dotazione di serie: per esempio i preziosi sensori di distanza, i tergicristallo automatici e il ripiegamento elettrico degli specchietti. Sviste che si notano, considerato il prezzo dell’auto, peraltro destinato a lievitare dato che la lista degli optional è variegata e include anche i più avanzati sistemi di assistenza alla guida.

VITA A BORDO

3
Average: 3 (1 vote)
Largheggia… davanti
Sofisticata anche negli interni, la nuova BMW Serie 3 è spaziosa e comoda per chi siede davanti, grazie pure a sedili perfettamente sagomati e con regolazioni ampie; quasi tutti i comandi, inoltre, sono al posto giusto. Meno accogliente la zona posteriore: il divano è basso e poco agevole da raggiungere, e lo spazio sopra la testa non abbonda. In compenso, c’è lo schienale reclinabile, che all’occorrenza permette di ampliare ulteriormente un baule già ai vertici della categoria.
 
BMW Serie 3
 
Plancia e comandi
Costruita con materiali di ottima qualità ma esteticamente poco omogenei,­­­ la plancia della BMW Serie 3 ha un aspetto lussuoso ed elaborato. Più sobrio il cruscotto, completo e di facile lettura, provvisto di display del computer di bordo a colori. Nella consolle svetta lo schermo di 6,5 pollici che supporta anche il navigatore (optional), sostituibile con quello di ben 8,8 pollici del modello Professional, che con ulteriore sovrapprezzo può essere dotato di sintonizzatore tv (anche in pacchetto con l’head-up display). Generalmente ben concepiti i comandi, parecchi dei quali sono raccolti attorno alla leva del cambio; è, però, poco intuitiva da usare, e neppure a portata di mano, la manopola dell’iDrive dalla quale si gestiscono le principali funzioni di bordo. L’avviamento è a pulsante, con chiave elettronica a pagamento.
 
Abitabilità
I sedili anteriori della BMW Serie 3 sono ampi, comodi e ben sagomati, e la posizione di guida può essere personalizzata a piacimento grazie alle precise regolazioni manuali di volante e poltrona; a parte (e profumatamente) si pagano le regolazioni elettriche con due profili memorizzabili e il rivestimento in pelle. Meno confortevole il divano, con seduta bassa e arretrata rispetto alla battuta delle porte: considerato pure il tetto spiovente, entrare e uscire non è agevole; inoltre, l’agio per la testa non abbonda, in particolare al centro (dove la seduta è rialzata e si devono fare i conti con il mobiletto che sbuca fra le poltrone). Il cassetto di fronte al passeggero è dotato di serratura a chiave, ma non è ampio, mentre il vano nel bracciolo contiene le prese Aux e Usb ma fa pagare a parte l’attacco per lo smartphone.
 
Bagagliaio
A parte la mancanza di rivestimento nella parte alta, che lascia la lamiera esposta ai graffi, il baule della BMW Serie 3 è ben rifinito. Più capiente della media di categoria (480 litri, sufficienti per i bagagli di quattro persone), con un’altezza utile di 49 cm permette di sovrapporre un paio di valigie di taglia grande. La distanza della soglia da terra (66 cm) e il relativo dislivello interno (15 cm) non creano difficoltà; ampia l’imboccatura, soprattutto nella parte superiore. Abbattendo gli schienali del divano si guadagna parecchio in profondità (fino a 201 cm totali), senza che si creino ostacoli nel piano di carico.

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
Non disdegna lo sport
In città è abbastanza agile in rapporto alle dimensioni, sebbene nei parcheggi si soffra per la visuale limitata, soprattutto dietro: d’obbligo i sensori. Il turbodiesel, brillante e davvero poco assetato, è valorizzato dal cambio automatico (optional): dolcissimo quando si va a spasso, si rivela rapido e reattivo nel caso servano le prestazioni. Tenuta di strada e agilità sono al top e, grazie pure alla possibilità di regolare la risposta dell’auto in funzione dello stile di guida, sul misto c’è da divertirsi. Adeguato a una vettura di questo tipo, infine, il comfort nei lunghi viaggi, favorito dall’insonorizzazione curata e dalle sospensioni che fanno il loro dovere anche sullo sconnesso.
 
BMW Serie 3
 
In città
Pur non nascendo per l’uso urbano (le dimensioni non sono certo da citycar), la BMW Serie 3 si muove agilmente nel traffico grazie al motore fluido e vigoroso. La guida non è stancante, soprattutto se si rimpiazza il cambio manuale di serie con l’automatico a 8 rapporti, e le sospensioni ben calibrate non vanno in crisi su rotaie e pavé. Davvero contenuti i consumi: grazie anche allo Start/Stop (escludibile), si percorrono 16 km con un litro di gasolio. In manovra, però, lo sterzo risulta un po’ duro, ed è anche difficile valutare gli ingombri anteriori e posteriori: si rimedia pagando il sovrapprezzo per i sensori di distanza.
 
Fuori città
Lo sterzo preciso e diretto, l’assetto ottimamente controllato e il turbodiesel sempre pronto a rispondere all’acceleratore rendono gratificante la guida della BMW Serie 3 sui percorsi movimentati; elevata in ogni condizione la tenuta di strada. Il selettore Sport/Eco Pro, inoltre, permette di variare la risposta di acceleratore, sterzo, Esp e (se installati) cambio automatico e sospensioni attive: così è possibile privilegiare il comfort oppure esaltare le caratteristiche di agilità della vettura. I consumi si mantengono sempre bassi: prediligendo la guida turistica, si ottengono percorrenze superiori ai 20 km/l. 
 
In autostrada
Con il cambio automatico in ottava marcia, si viaggia in souplesse a 130 km/h ad appena 2000 giri: se ne giovano i consumi (i 18,9 km/l da noi rilevati sono un risultato di assoluto rilievo) e l’insonorizzazione, al punto che più del motore si percepiscono i fruscii generati dagli specchi retrovisori (che, comunque, non danno fastidio). Notevole la riserva di potenza, tanto più che le capacità di ripresa sono esaltate dal cambio automatico, rapidissimo nello scalare le marce quando si vuole riguadagnare in fretta velocità dopo un rallentamento.

QUANTO È SICURA

5
Average: 5 (1 vote)
Offre tutto il meglio
Il positivo giudizio (5 stelle) espresso dall’Euro NCAP a seguito dei crash test è supportato da valutazioni parziali molto alte. Di elevato profilo anche la dotazione di serie, che oltre all’indispensabile include i fari bixeno e che, attraverso progressivi incrementi di spesa, può essere arricchita con i più avanzati sistemi elettronici di assistenza alla guida. 
 
BMW Serie 3
 
La BMW Serie 3 Luxury è ben munita: oltre ai 6 airbag, ha di serie i poggiatesta attivi, i fendinebbia, i fari bixeno e l’Esp che non solo è escludibile, ma ha pure la taratura variabile in base al profilo di guida impostato (selezionando Sport oppure Sport+ è meno invasivo che in modalità Comfort oppure Eco). Peccato dover pagare a parte il pulsante per la disattivazione dell’airbag frontale destro (necessaria per montare un seggiolino per bimbi di fianco al posto guida). Fra i numerosi optional a pagamento vi sono, inoltre, i sensori di pioggia, l’head-up display (che proietta sul parabrezza varie informazioni, incluse quelle relative ai cartelli stradali con limiti di velocità o divieti di sorpasso), il cruise control con radar di distanza, e il dispositivo Lane Departure Warning, che avverte il guidatore, mediante vibrazioni del volante, se è stata involontariamente abbandonata la propria corsia di marcia. Sottoposta a crash test dalla Euro NCAP, la 320d ha ottenuto le cinque stelle, cioè il punteggio massimo dei voti; alte anche le valutazioni parziali: ben 95 punti percentuali per la protezione degli occupanti adulti, e 84 quelli relativi alla protezione dei bambini trasportati su seggiolino Isofix. Notevoli anche il giudizio riguardante la salvaguardia dei pedoni (78%), su cui ha influito positivamente il profilo smussato del cofano, e quello che concerne i sistemi di assistenza (86%).

NE VALE LA PENA?

4
Average: 4 (1 vote)
È allegra senza bere
Bisogna perdonarle l’abitabilità posteriore non ottimale e qualche soluzione perfettibile in fatto di comandi, ma è innegabile che la BMW Serie 3 320d sia una berlina davvero riuscita. Solida, sicura e con finiture adeguate al prezzo, offre il comfort giusto per i lunghi viaggi, ma anche verve e tenuta di strada per affrontare allegramente i percorsi tortuosi. Inoltre, questa variante 2.0 turbodiesel EfficientDynamics consuma davvero pochissimo, e non solo in rapporto alle prestazioni. L’allestimento Luxury include una dotazione di pregio, ma fa pagare a parte il pressoché irrinunciabile cambio automatico e accessori che – in una vettura di questa classe – sono quasi di base.
 
BMW Serie 3
 
Sterzo preciso, assetto adatto anche alla guida sportiva (ma non penalizzante per il comfort), ottimo equilibrio dinamico e un turbodiesel che eroga i suoi 163 CV con brio e fluidità: chi non vuole rinunciare al piacere di guida, qui trova pane per i suoi denti. Inoltre, questa BMW Serie 3 rende pure onore alla denominazione che porta: dietro la dicitura EfficientDynamics si celano tecnologie e soluzioni volte al contenimento dei consumi, e in effetti la media generale da noi rilevata (18,7 km/l) sarebbe già eccellente per un’utilitaria. Figuriamoci per una berlina di oltre 1400 kg che è capace di accelerare da 0 a 100 km/h in 8 secondi e toccare una punta di 234 km/h effettivi… Insomma, ce n’è abbastanza per far accettare un’abitabilità posteriore inferiore alle aspettative (mentre il baule è adeguato) e qualche dettaglio poco convincente dell’abitacolo. La qualità dei materiali e degli assemblaggi è elevata, e il ricco allestimento Luxury offre di serie anche i fari allo xeno. Tuttavia, non mette al riparo dagli esborsi extra, anzi: l’efficiente cambio automatico a 8 marce è il complemento ideale per avere il meglio dal turbodiesel, e quantomeno vanno aggiunti i sensori di parcheggio e il cruise control (che è di tipo attivo, ossia provvisto di radar che permette di mantenere automaticamente la distanza di sicurezza dal veicolo che precede). Volendo spendere, comunque, ci si può sbizzarrire fra interni in pelle, vari tipi di navigatore e tutti i più avanzati sistemi di assistenza alla guida.

PERCHÈ SÌ

Cambio
Quello automatico a 8 rapporti (purtroppo non di serie) è dolce ma rapido negli inserimenti, ed è rapportato in modo intelligente: corte le marce basse per sostenere lo sprint, lunghe quelle superiori per ridurre i consumi in autostrada.

Consumi
Gomme relativamente strette, alta efficienza aerodinamica, cambio automatico a bassa resistenza e moderni sistemi di recupero d’energia concorrono ad abbattere ogni spreco: senza rinunciare alle prestazioni, questa berlina vanta percorrenze da riferimento, e non solo fuori città. 
 
Guida
Sicurezza e divertimento vanno più che mai d’accordo: lo sterzo e l’assetto sono da sportiva, l’elettronica interviene con tempestività e discrezione, e i limiti di tenuta laterale sono difficili da raggiungere persino in pista.
 
Motore
È fluido e regolare ma non manca di brio, e spinge bene fin dai regimi inferiori senza per questo mostrarsi assetato. Il rumore, complice la rapportatura distesa del cambio, è davvero basso anche a velocità sostenuta.

PERCHÈ NO

Accessibilità dietro
L’apertura delle porte posteriori è generosa, ma il divano rimane alquanto arretrato e l’accesso è reso difficoltoso dall’andamento spiovente del tetto, che obbliga a piegare la testa in modo innaturale.

Dettagli
La plancia è un po’ troppo elaborata e realizzata con plastiche di diverso tipo; inoltre, manca un portaoggetti provvisto di refrigerazione: si tratta di peccati veniali, ma non per una vettura così costosa.
 
Manopola iDrive
La manopola e i pulsanti che servono a controllare la radio, il navigatore e i profili di guida non sono posizionati in modo ideale: troppo a destra e troppo indietro per essere manovrati comodamente. E risultano Pure poco intuitivi. 
 
Optional
Anche nel pretenzioso allestimento Luxury si devono pagare a parte accessori, come i sensori di parcheggio o i retrovisori ripiegabili elettricamente, che vetture più modeste includono spesso nella dotazione di serie.

SCHEDA TECNICA

Cilindrata cm31995
No cilindri e disposizione4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri120 (163)/4000
Coppia max Nm/giri380/1750-2750
Emissione di CO2 grammi/km109
Distribuzione4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio8 (aut.) + retromarcia
Trazioneanteriore
Freni anterioridischi autoventilanti
Freni posterioridischi autoventilanti
  
Quanto è grande 
Lunghezza/larghezza/altezza cm462/181/142
Passo cm281
Peso in ordine di marcia kg1415
Capacità bagagliaio litri480/XXX
Pneumatici (di serie)205/60 R16

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA RilevataDichiarata
in 8a a 3700 giri 234,0 km/h225 km/h
    
ACCELERAZIONESecondiVelocità di uscitaDichiarata
0-100 km/h8,0 8,1 secondi
0-400 metri15,8144,7 km/hnon dichiarata
0-1000 metri28,7185,8 km/h28,4 secondi
    
RIPRESA in Drive SSecondiVelocità di uscitaDichiarata
1 km da 40 km/h26,2190,9 km/hnon dichiarata
1 km da 60 km/h25,1191,8 km/hnon dichiarata
da 40 a 70 km/h2,4  
da 80 a 120 km/h5,5 non dichiarata
    
CONSUMO RilevatoDichiarato
In città 16,0 km/litro20,0 km/litro
Fuori città 20,2 km/litro27,8 km/litro
In autostrada 18,9 km/litronon dichiarato
Medio 18,7 km/litro24,4 km/litro
    
FRENATA RilevataDichiarata
da 100 km/h 37,4 metrinon dichiarata
da 130 km/h 64,3 metrinon dichiarata
    
ALTRI VALORI RilevatiDichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica 134 km/hnon dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede 11,3 metri11,3

 

 

BMW Serie 3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
283
218
152
40
80
VOTO MEDIO
3,8
3.7555
773
Aggiungi un commento
Ritratto di Subaru_Impreza
16 maggio 2013 - 19:49
234 all'ora , 8 secondi netti, 19km/l ... valori reali, non dichiarati. Io davanti a quest'auto mi tolgo il cappello.
Ritratto di lobe93
16 maggio 2013 - 22:41
1
Tutto questo per 163 Cv... è straordinaria !!
Ritratto di Erdadda
17 maggio 2013 - 11:32
1
sembra assurdo ma è cosi! con tanto di prova. Davvero complimenti. Le piccole pepate con 200 cv hanno la stessa velocita' pur essendo piccole e leggere. Ogni tanto i mezzi-miracoli qualcuno li fa!! un saluto suby
Ritratto di Motorsport
17 maggio 2013 - 14:18
Su questo la bmw e la migliore.....
Ritratto di liinkss
4 giugno 2013 - 15:20
9
Prova che un aerodinamica curata conta di più dei cavalli e, parzialmente (solo ad alta velocità), del peso..
Ritratto di Flavio Pancione
16 maggio 2013 - 20:25
7
diesel al top della catogoria, consumi al top della categoria. Questa versione però non la prenderei per l'eccessiva attenzione ai consumi, come quelle ruotine per migliorare attrito e aerodinamica davvero bruttine e stonano, anche se comunque è importante sapere che possono essere montante anche i cerchi normali. Un appunto però è da fare agli interni, a me ad esempio piacciono ma non brillano affatto di originalità. Ed inoltre casa Bmw è la più tirchia che esiste!!!
Ritratto di MatteFonta92
16 maggio 2013 - 21:24
3
Ottima auto, nulla da dire, solo qualche critica riguardo alla dotazione... su un'auto da quasi 40.000 € non si possono non avere di serie i sensori di parcheggio, dài... per il resto, nulla da eccepire.
Ritratto di Flavio Pancione
16 maggio 2013 - 23:12
7
secondo me è la casa più tirchia. Esempi spiccioli tra il solito trio tedesco: la base della Classe C è molto meglio fornita. Forse anche l'Audi è un po tirchia, ma essendomi "avvicinato" a Bmw ultimamente posso costatare che è la peggiore da questo punto di vista. Addirittura il clima bizona è a pagamento a ben 680 euro ( di serie ugualmente automatico ma monozona..), questo è davvero ridicolo! E poi i prezzi degli optional molto molto più alti rispetto a Mercedes, Navigatore 1600 euro contro i 600 di Mb, i cerchi soprattutto dalla 318d in giù costano moltissimo. Insomma non mi aspettavo certo prezzi bassi ma non mi aspettavo che a conti fatti Mercedes costa meno, comunque non è che l'auto base sia scarna anzi. ma è una "cattiveria" far pagare optional come il bizona che hanno auto che costano la metà.
Ritratto di Jacopino
16 maggio 2013 - 23:29
Il mio consiglio per questo tipo di auto è di prendere delle vetture semestrali (magari intestate a Bmw Italia ma anche di importazione tedesca).. Trovi dei 320d molto ben dotati (xeno, allestimento sport, cambio automatico, navigatore, clima bizona) con pochi chilometri percorsi.. Le trovi a 36-38 mila euro quando di listino verrebbero 46-48
Ritratto di MatteFonta92
17 maggio 2013 - 11:13
3
Sapevo che la BMW si era fatta una fama di Casa molto "tirchia", ma non immaginavo fino a questo punto... così fanno davvero una brutta impressione, perché sembra che cerchino di "spennare" il più possibile il cliente, e questo è un peccato, dato che loro producono pur sempre auto di lusso e quindi non avrebbero bisogno di badare a queste "inezie", diciamo così.
Ritratto di pirampepe2013
18 maggio 2013 - 14:00
ma sinceramente quante volte ti è capitato di usare il bi zona? Non è per difendere Bmw. Anzi concordo appieno sul concetto. Però a me disturba particolarmente il mostruoso sovrapprezzo per gli allestimenti Motorsport (sono poco più che dei kit estetici).
Ritratto di Flavio Pancione
18 maggio 2013 - 19:31
7
ma nel momento in cui lo hanno tutte le altre auto , a metterlo optional tanto meglio evitare la "figura" e renderlo di serie. Comunque per la versione Motorsport hai ragione , ben 5000 euro circa, ed anche in questo caso più delle dirette concorrenti. Comunque la serie 3 almeno io la preferisco "pulita" senza il pacchetto Msport
Ritratto di pirampepe2013
18 maggio 2013 - 14:11
ma sinceramente quante volte ti è capitato di usare il bi zona? Non è per difendere Bmw. Anzi concordo appieno sul concetto che esprimi.
Ritratto di follypharma
17 maggio 2013 - 09:42
2
immagino che se dovessi scegliere una serie 3 ... preferirei questa alla 120d ... le prestazioni sono gia' fin troppe (nel senso buono). La plancia in generale non mi convince, troppe parti messe insieme e lo schermo non e' ben integrato sembra appoggiato li, i cerchi esteticamente stonano... le luci anteriori continuano a non convincermi col prolungamento fino ai doppi reni... ma di sicuro e' una ottima berlina, e come tutte le tedesche costano decisamente tanto (direi un buon 10-15% in piu di quello che vale). Stupisce davvero dover pagare un esborso ulteriore per le palette al volante : gia' l'automatico e' un optional carissimo .... le palette non sono comprese ? ?? ma non vi sembra folle ? Ottimo il bagagliaio ( come la mia vecchia civic..;-) peccato i sedili troppo infossati dietro.. Quoto il commento precedente : una aziendale con 7-9000 km sarebbe perfetta.( e cerchi da 17)
Ritratto di Jinzo
17 maggio 2013 - 10:27
auto mi ricordano il film ricky e barabba... 55 mila lire 4 fette di mele e 2 mandorle....
Ritratto di Twincharger
17 maggio 2013 - 10:31
Certo che con quelle "ruotine" non si può vedere!
Ritratto di marcoveneto
18 maggio 2013 - 13:24
finalmente uno che lo dice..una serie 3 coi cerchi da 16 fa proprio ridere..va bene che sono x i consumi ma sono orribili!
Ritratto di Flavio Pancione
18 maggio 2013 - 19:21
7
più basso per avere gli eccezionali consumi che hai potuto vedere. Questo cerchio è stretto ed ha un particolare disegno per far "scivolare" meglio l'aria. Senza costi aggiuntivi è possibile avere ruote più "normali" con gommatura da 225 e cerchione da 1. Questa versione è inoltre dotata di assetto più basso di 13 mm e di particolari prese d'aria per il radiatore che si chiudono per non creare vortici d'ara sull'anteriore. Comunque addirittura allo stesso prezzo c'è sempre la 320d con 185 cavalli e senza questi particolari accorgimenti. Ciao
Ritratto di marcoveneto
20 maggio 2013 - 22:44
sisi certo che sono x consumare ulteriormente meno..pero ricordo che in una prova di al volante la serie 1 col 120 d(quello da 184 cv che è quello che costa lo stesso dicevi)consumava pochissimo lo stesso(in rapporto alle ottime prestazioni)..quindi mi orienterei su una 320 d (184 cv) a parità di prezzo a sto punto.
Ritratto di Flavio Pancione
21 maggio 2013 - 00:19
7
la differenza di consumi non è molto tangibile, quindi prenderei la più potente, resta il fatto che ha fatto un ottimo lavoro Bmw
Ritratto di marcoveneto
21 maggio 2013 - 18:53
come sempre direi..gran motore con i consumi di una 500..
Ritratto di marco.stroppare
17 maggio 2013 - 11:54
Peccato il prezzo davvero alto!!!!!!! Quest'auto dimostra che oggigiorno non è più impossibile conciliare prestazioni elevate con bassi consumi....E con l'aggiunta di un motore elettrico il risultato sarebbe stato ancora migliore. Bene così, ma abbassate i prezzi!!!!!!!
Ritratto di Boys
17 maggio 2013 - 21:26
1
Bella ma... completa di accessori che ci vogliono su questo tipo di auto rasenta i 50.000 euro: ha tante qualità anche se il cruscotto no mi piace molto...ma insomma 50.000 euro .....
Ritratto di Gordo88
18 maggio 2013 - 00:54
1
Per evidenziare la sua sportività è necessario il pack estetico M altrimenti è banalotta come linea ed il muso coi fari csì sottili non mi va giù più di tanto. Costa molto ma poi ti ripaga in qualità e soprattutto in piacere di guida, poi con questo motore sembra fare miracoli in fatto di consumi, a dimostrazione che il 2.0 diesel bmw è il migliore nel suo settore
Ritratto di cesaregt
21 maggio 2013 - 12:04
Non credere a quello che ti viene propinato, i miracoli li fa solo il Signore, piuttosto ,qualora la dovessi comprare preparati ad un "reale" 12/123 km /l fidati di un Bmwista prima illuso e poi deluso (Serie 1 120 D)
Ritratto di Nico.
19 maggio 2013 - 15:27
ma vi sembrano termini da usare su una rivista? boh... comunque per quest'auto voto complessivo personale 7/10
Ritratto di Nico.
19 maggio 2013 - 15:30
che per questo prezzo preferisco la IS
Ritratto di Subaru_Impreza
19 maggio 2013 - 23:58
La IS è molto valida, ma il diesel non può nemmeno lontanamente competere con questa BMW ... il 177cv è rumoroso, con molte vibrazioni, qualche problemino di affidabilità, consuma il doppio e , considerando la potenza, non è particolarmente brillante. La IS andrebbe presa a benzina o ibrida, ma poi vieni a spendere un bel po' di più come gestione.
Ritratto di Nico.
20 maggio 2013 - 21:24
...e hanno il coraggio di prendere il diesel per risparmiare? ma VFC
Ritratto di Jinzo
16 giugno 2013 - 19:21
ha il cayanne e si lamenta dei 7 km/l ,,, ringrazia il padre eterno che ne fai 7...ecco cosa succede quando si hanno i soldi e il cervello pieno di rum e coca
Ritratto di cesaregt
21 maggio 2013 - 11:52
1- Spendiamo 40.000 euro (ex 80.000000 di lire) per una vettura di segmento intermedio nemmeno tanto accessoriata e poi diciamo: eh.. però consuma poco....(??????) ma dico, ci rendiamo conto che oramai siamo completamente andati ? (il "siamo" è riferito a noi tutti limoni da spremere e contenti di essere spremuti). 2- Se non erro BMW si è già distinta per la "non corrispondenza dei dati dichiarati" (inchiesta Quattroruote). Direte: dati riscontrati da al Volante....ma chissà perchè sono pronto a giurare su un consumo vero del 12/13 km/l dell'utente reale forse perchè posseggo una serie 1 120 D da quasi 180 cv che a fronte dei consumi dichiarati da utilitaria consuma MOLTO di più e senza guidare alla Alonso maniera. Questo non per screditare il metodo di riscontro dei consumi utilizzato da al Volante che comunque ha rilevato una forte differenza tra il dichiarato e il reale ma perchè in ogni caso qualsiasi metodo venga utilizzato non potrà mai e poi mai riscontrare i consumi effettivi calcolabili solo con un utilizzo quotidiano della vettura (dati perfettamente in possesso di ogni casa costruttrice viste le centinaia di migliaia di km percorsi dai loro tester in fase di pre-lancio ma tenuti molto ben celati nelle segrete stanze).
Ritratto di ita80
23 luglio 2013 - 09:47
questa bmw costa così di base e non ha nemmeno il clima automatico se aggiungiamo navigatore, cambio automatico clima interni in pelle e qualche altro accessorio arriviamo a 50.000 € non a 40.000 € assurdo!!
Ritratto di ita80
23 luglio 2013 - 09:47
questa bmw costa così di base e non ha nemmeno il clima automatico se aggiungiamo navigatore, cambio automatico clima interni in pelle e qualche altro accessorio arriviamo a 50.000 € non a 40.000 € assurdo!!
Ritratto di Respos16
17 ottobre 2013 - 17:58
semplicemente un gioiello con forse 1 o 2 rivali all'altezza!!!!!! audi e mercedes benz
Ritratto di Respos16
17 ottobre 2013 - 17:59
semplicemente un gioiello con forse 1 o 2 rivali all'altezza!!!!!! audi e mercedes benz
Ritratto di Cristian_M5
30 novembre 2013 - 15:31
come con un motore tranquillo si tirano fuori ottimi risultati
Ritratto di rellino1
27 novembre 2016 - 22:01
1
Ho la versione 320d "normale" e con l'automatico, stare sotto i limiti è difficile, meno confortevole di audi e Mercedes sia per sedili che insonorizzazione, che al confronto però sono balenottere in curva, questa l'ho scelta perché agile come la mia vecchia Clio, anche se le curve in città vanno prese più larghe, ma la tenuta è spettacolare, unico cambio automatico che non ti lascia senza "spalla" in curva (senza dover agire con largo anticipo). Dietro non trovo ci sia poco spazio, nonostante io sia 1,90 riesco a sedermi dietro, anche in altezza, solo il centrale è sacrificato ma più per il tunnel, anche se tutti hanno spazio non è comodo viaggiare con le gambe aperte. Qualche vibrazione di troppo negli interni e nessun accesso al baule per poter sfruttare la piena altezza, tipo per uno scatolone. Sospensioni troppo morbide in modalità confort ed eco, prendendo un'avvallamento si ondeggia troppo, ma mettendo in sport per averle rigide (a volte più confortevoli che morbide) il motore gira con le marce basse e lo sterzo s'irrigidisce, le cambiate son più nette, non proprio adatto ad un uso "turistico", avrebbero potuto dare la possibilità di scegliere a parte, spero di trovare un'officina che possa riprogrammare la cosa. Tra i vari allestimenti cambiano praticamente solo le finiture, gli accessori si pagano tutti nonostante l'allestimento luxury e per avere quello su una Clio del 2005 ho sborsato un bel po, un esempio le luci nel parasole o gli specchi ripiegabili, cose che marche medie ti offrono già in allestimenti intermedi. Presa km0 ne è valsa la pena, è stupenda ma gli oltre 50k del listino (è ancora mancava il navi) non li vale, ma questo potrebbe valere per le cugine blasonate.
Annunci

Bmw Serie 3 usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Bmw Serie 3 usate 201613.29018.45034 annunci
Bmw Serie 3 usate 201711.90021.30057 annunci
Bmw Serie 3 usate 20189.50023.81090 annunci
Bmw Serie 3 usate 201917.00031.76080 annunci
Bmw Serie 3 usate 202026.90039.68065 annunci
Bmw Serie 3 usate 202111.30046.76068 annunci
Bmw Serie 3 usate 202241.75058.19014 annunci

Bmw Serie 3 km 0

Prezzo minimoPrezzo medio
Bmw Serie 3 km 0 201729.39029.6502 annunci
Bmw Serie 3 km 0 201928.70049.9809 annunci
Bmw Serie 3 km 0 202167.90067.9001 annuncio
Bmw Serie 3 km 0 202252.90061.5504 annunci