PROVATE PER VOI

BMW Serie 5: se vuoi, la guidi con un dito

Prova pubblicata su alVolante di
maggio 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 60.570
  • Consumo medio rilevato

    17 km/l
  • Emissioni di CO2

    108 grammi/km
  • Euro

    6
BMW Serie 5
BMW Serie 5 520d Luxury Steptronic
L'AUTO IN SINTESI

Da fuori non è facile distinguere la settima generazione della BMW Serie 5 dalla precedente: la berlina tedesca non stravolge le forme eleganti e sportive del vecchio modello. In realtà, è tutta nuova, più leggera (di circa 100 kg) e tecnologica: fra i tanti optional che fanno lievitare (e non di poco) il prezzo c'è il sistema di guida semiautonoma, che, grazie a telecamere, e radar mantiene l’auto in corsia e a distanza di sicurezza dai veicoli che precedono (fino a 210 km/h). Non resta che impugnare il volante, almeno con una mano: la responsabilità è sempre del guidatore. Ma quando c'è da guidare, la BMW 520d è tra le berline più appaganti, nonostante i 190 cavalli del quattro cilindri turbodiesel non siano moltissimi. Sul misto l'agilità è esaltata dalle ruote posteriori sterzanti: altro optional...

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
5
Average: 5 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
5
Average: 5 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
SICUREZZA A 5 STELLE

Alla grinta del frontale (accattivanti i sottili fari con luci a led), la BMW Serie 5 accompagna un forme filanti ed eleganti, soprattutto nella versione Luxury che ha le cornici dei finestrini cromate (come i listelli nella mascherina). L'interno è raffinato e moderno: chiaro il richiamo alle tante dotazioni tecnologiche di quest'auto; alcune vere e proprie "chicche", come il sistema di parcheggio remoto con telecomando, che ha debuttato sulla Serie 7 (guarda qui i test con i primi prototipi), con la quale la Serie 5 condivide buona parte dei componenti. Sul fronte della sicurezza, la BMW Serie 5 può vantare anche cinque stelle nei crash test Euro NCAP (realizzati nel 2017), spiccando in particolare nella protezione degli occupanti adulti (91 punti su 100) e dei bambini trasportati (85/100). Tra i motori, il "duemila" della 520d è il meno potente, ma ha prestazioni di tutto rispetto e bassi consumi, anche abbinato al rapido e confortevole cambio automatico a otto marce, dotato di palette al volante. Sul misto, l'agilità è favorita dalle quattro ruote sterzanti, che ben mascherano i quasi 5 metri di lunghezza dell'auto.

VITA A BORDO
5
Average: 5 (1 vote)
Un salotto hi-tech

Plancia e comandi
Oltre che per le finiture curate (fa eccezione solo lo sportellino in plastica rigida per il vano a sinistra del volante), la plancia si fa apprezzare per la modernità: tecnologici il sistema multimediale con monitor di 10,25" (optional) e i comandi del "clima" che abbinano ai tradizionali tasti e rotelle uno scenografico uno schermo a sfioramento a colori. Digitale anche il cruscotto, nel quale alcuni profili cromati danno una sensazione di profondità che richiama ai tradizionali strumenti a lancetta. Tra i tanti optional tecnologici della BMW Serie 5 si ritrovano pure, l’ampio head-up display a colori, il sistema di visione notturna a infrarossi e il profumatore d'ambiente con due essenze gestibili elettronicamente. Ci sono pure i comandi gestuali: il più utile fa ruotare in 3D le immagini riprese dalle telecamere tutto intorno all’auto. Poco pratico, invece, quello personalizzabile (si può usare, per esempio, per avviare la navigazione verso casa): chi gesticola parlando, rischia di attivarlo inavvertitamente. Di serie la rete Wi-Fi, ma è un peccato che tra gli "extra" ci sia pure la radio Dab, ormai di serie persino per alcune utilitarie.

Abitabilità
Davvero comode le poltrone anteriori Comfort: oltre ad offrire molto spazio, fanno regolare elettricamente pure i fianchi, i poggiatesta e la parte alta degli schienali. Tra l'altro, avvicinando la mano ai comandi a lato della seduta, si attiva il menù corrispondente sullo schermo del sistema multimediale, per visualizzare meglio le possibili impostazioni. Inoltre, venti piccole camere d’aria fanno otto tipi di massaggio (optional). Nella BMW Serie 5, anche sul divano (in pelle, come le poltrone) l'agio non manca. A patto di essere in due, però: al centro ci si trova tra i piedi un largo e alto tunnel, e la seduta è più stretta, rialzata e rigida.

Bagagliaio
All'ampio baule della BMW Serie 5 (530 litri la capacità dichiarata col divano in posizione d'uso) si accede da una bocca di carico altrettanto grande. Peccato solo che i bracci del cofano siano decisamente ingombranti. Non male, invece, la soglia, a 67 centimetri da terra. Non molto pratico anche il sistema per reclinare il divano: se basta tirare due leve per sbloccare gli schienali, l'operazione va poi completata accedendo all'abitacolo, perché non scendono da soli. Per trasportare oggetti lunghi, come gli sci, si può "tirare giù" solo la porzione centrale, più stretta. 

COME VA
5
Average: 5 (1 vote)
Tutta da guidare

In città
Al volante della BMW Serie 5, una vettura di quasi cinque metri, non è certo uno scherzo muoversi nel traffico, e tanto meno parcheggiarla. Ma l'elettronica dà una mano: le quattro ruote sterzanti riducono il raggio di svolta a bassa velocità e in manovra. Si apprezzano pure le telecamere con visione a 360° e l’arresto automatico della vettura che previene i piccoli urti da parcheggio. La fluidità di motore e cambio riduce lo stress, e i consumi non sono male per un'auto di questa mole: abbiamo rilevato 14,9 km/litro.

Fuori città 
Pur non essendo molto potente (altre versioni a gasolio arrivano a 265 CV), la BMW 520d è tutt'altro che pigra, e sul misto può vantare uno sterzo abbastanza pronto e preciso; notevoli l’agilità e la tenuta di strada. In modalità Sport il cambio automatico con palette al volante dà il meglio di sé, mentre in quella EcoPro aiuta a limitare i consumi: 18,9 km/litro la percorrenza rilevata sul nostro percorso di prova.

In autostrada 
I chilometri si macinano senza fatica, grazie all’elevato comfort acustico e all’efficace taratura delle sospensioni. E, trovandosi in coda, si apprezza il prezioso aiuto del pacchetto Driving Assistant Plus: permette la marcia automatica in colonna, grazie al cruise control con radar di distanza, al mantenimento in corsia e al sistema anti-collisione laterale. Non male i 15,9 km/litro effettivi.

PERCHÉ SÌ

Guida 
Nonostante la 520d sia la meno potente fra le BMW Serie 5, riesce a divertire nel misto. Le quattro ruote sterzanti esaltano l’agilità e la stabilità.

Qualità 
La cura per le finiture è notevole, e la Luxury ha di serie i rivestimenti in pelle dei sedili.

Tecnologia 
Si capisce subito di trovarsi su un'auto moderna, e non mancano dispositivi rarissimi come i parcheggio da telecomando.

PERCHÉ NO

Comandi gestuali 
Fanno scena, e alcuni sono pratici. Tuttavia, quello programmabile può essere confuso con altri movimenti compiuti dal guidatore.

Dettagli 
Rare le cadute di stile in fatto di finiture: una è lo sportellino a sinistra del volante in plastica rigida.

Radio Dab
Possibile che un'auto di questo prezzo faccia pagare un dispositivo che è di serie persino in alcune utilitarie?

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1995
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 140 (190)/4000
Coppia max Nm/giri 400/1750-2500
Emissione di CO2 grammi/km 108
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 494/187/148
Passo cm 298
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1560
Capacità bagagliaio litri 530
Pneumatici (di serie) 245/45 R18
Serbatotio litri 66
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 8a a 3500 giri   233,9 km/h 235 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 7,7   7,5 secondi
0-400 metri 15,6 142,2 km/h non dichiarata
0-1000 metri 28,7 183,8 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE S Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 27,1 183,5 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 26,0 184,8 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,5   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 5,8   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   14,9 km/litro 21,3 km/litro
Fuori città   18,9 km/litro 26,3 km/litro
In autostrada   15,9 km/litro non dichiarato
Medio   17 km/litro 24,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   34,6 metri non dichiarata
da 130 km/h   57,9 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   135 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,4 metri 12,1

 

BMW Serie 5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
99
43
27
9
30
VOTO MEDIO
3,8
3.826925
208
Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
3 ottobre 2017 - 13:31
Un grande classico che non passa mai di moda.
Ritratto di Blade Runner
4 ottobre 2017 - 00:28
Sono sempre le miglìori!
Ritratto di ELAN
9 ottobre 2017 - 02:51
Per 60000 euro ci mancherebbe.
Ritratto di marcoveneto
3 ottobre 2017 - 13:33
così conciata è abbastanza anonima: argento, versione luxury. Se si cambia già solo colore e si mette la versione col pack Msport diventa decisamente più attraente..Resto però dell'idea, che quella di Bangle (sia touring che berlina) sia molto più riuscita di questa (interni esclusi...ci mancherebbe)
Ritratto di Rocket-Bunny
3 ottobre 2017 - 16:27
1
Penso che gli anni d'oro di BMW siano stati dal 2000 al 2010 , la serie E 60 è stata la massima espressione in termini stilistici e tecnologici della filosofia BMW. Certo, i problemi tecnici non sono mancati (colpa di Bosch) ma il target del design è stato centrato in pieno con Arcangeli e Bangle
Ritratto di marcoveneto
3 ottobre 2017 - 16:38
Be tornando più indietro con gli anni (appunto fine anni 90) anche la serie 5 E39 ricordo con grande piacere...se ne vedono ancora in giro..dalla serie F in poi sono diventate più anonime..
3 ottobre 2017 - 16:42
Concordo, la E60 di Bangle è stata in assoluto la 5 più bella nella storia del modello (anche se ho un debole per la E28 e la E34), anche la E39 in verità è fantastica perché ha rappresentato il picco del corso stilistico anni 90 tuttavia è la E60 quella che ancor oggi spacca, io avrei preferito evolvere quegli stilemi molto sensuali invece di riportare il tutto a una certa normalità come accaduto poi con la F10. Tuttavia devo dire che questa assomiglia più all'attuale Serie 7 piuttosto che alla 5 F10 e rispetto a quest'ultima è, a mio avviso, nettamente più slanciata e sexy. Il frontale e la fiancata mi piacciono abbastanza, arrivo al punto di dire che se non avesse avuto la fanaleria a L ma magari un ritorno a quella a mandorla, ovviamente evoluta, della E60, avrebbe rappresentato una sorta di perfezione stilistica pur rispettando assolutamente la pulizia e la linearità che sono alla base di questo design.
Ritratto di Rocket-Bunny
3 ottobre 2017 - 17:06
1
Mi hai ricordato anche il fatto dei gruppi ottici. Mi ricordo che prima , in un parcheggio , avrei riconosciuto tra mille fari quelli BMW, i tipici cerchi doppi con il finale a mandorla che si sposava perfettamente con le linee del cofano. Nella E 39, ricordo che i fari ti puntavano, ti guardavano, come per dire "ti tengo d'occhio" e quello sguardo aggressivo che il radiatore faceva assumere all'auto. Quelle si che erano BMW
Ritratto di Brema123
3 ottobre 2017 - 17:17
4
Avute in casa due 530d futura, prima E39 e poi E60. Saranno sempre le mie preferite. Niente a che vedere con quelle avute dopo, Xc90 (my2010), Mercedes Classe E ed ora Q7. Concordo con l'opinione sui gruppi ottici, incutevano quasi timore!!
3 ottobre 2017 - 19:56
Sui gruppi ottici però, a mio avviso, quelle che incutevano più timore erano la Serie 6 E24, La 5E28 e la 7 E23 e la spiegazione è semplice: Avevano tutte l'aggressività taglio a squalo del frontale.
Pagine