PROVATE PER VOI

Ford Focus Wagon: ok per guidare, non per traslocare

Prova pubblicata su alVolante di
aprile 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 26.250
  • Consumo medio rilevato

    18,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    98 grammi/km
  • Euro

    6
Ford Focus Wagon
Ford Focus Wagon 1.5 TDCi 120 CV Titanium
L'AUTO IN SINTESI

Ai passeggeri posteriori e ai bagagli non offre uno spazio da record, ma questa Ford Focus Wagon è davvero piacevole da guidare: merito dello sterzo preciso, dell’assetto ben tarato e del vivace 1.5 a gasolio (che è anche eccezionalmente economo). In rapporto al prezzo le finiture non convincono fino in fondo, ma la dotazione di sicurezza è raffinata e può essere resa ancora più completa senza spendere una fortuna.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
3
Average: 3 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
5
Average: 5 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Una wagon parca e sicura
Qualità di guida di alto livello e un turbodiesel tanto vivace, quanto silenzioso e parco, sono fra i principali pregi di questa station wagon che, per contro, non eccelle nell’abitabilità posteriore e nella capacità del bagagliaio. La Titanium X si distingue per la dotazione raffinata, che comprende anche i fari bixeno e i sedili rivestiti in pelle e tessuto, “chicche” non presenti nella Titanium “normale”. Per chi desidera innalzare ulteriormente il grado di sicurezza attiva ci sono gli ausili alla guida del pacchetto Driver Assistance.
 
 
Aggiornata nel 2014 (a tre anni dal debutto), la Ford Focus Wagon è confortevole ma anche gratificante da guidare: merito dell’azzeccata taratura delle sospensioni (che esalta la tenuta di strada e l’agilità) e della precisione dello sterzo. Lo spazio a disposizione dei passeggeri posteriori e dei bagagli, tuttavia, è inferiore a quello offerto da rivali di dimensioni simili (la carrozzeria è lunga 456 cm).
 
Piacevolmente vivace il carattere del 1.5 turbodiesel da 120 CV, che è vigoroso a tutti i regimi, correttamente insonorizzato e vibra pochissimo. Fra i suoi pregi anche i bassi consumi: nella nostra prova ha fatto segnare una media generale di ben 18,9 km/l. All’altezza della situazione il cambio manuale a sei marce (criticabile soltanto per la corsa un po’ lunga del comando) e l’impianto frenante.
 
Valorizzante la dotazione di sicurezza della Ford Focus Wagon Titanium X, che prevede di serie – fra l’altro – i fendinebbia, il vivavoce e il sistema con chiavi programmabili MyKey che consente di stabilire un tetto per la velocità massima e per il volume dell’hi-fi, utile a chi affida la vettura a guidatori poco esperti. Con il pacchetto opzionale Driver Assistance si aggiungono dispositivi come la frenata automatica d’emergenza.
 
Rinunciando ai fari bixeno adattativi, ai rivestimenti in pelle e tessuto, ai sedili riscaldabili (ma non alla regolazione elettrica di quello di guida) e ai cerchi in lega di 17” in favore di quelli di 16” c’è la più accessibile Titanium “normale”. Scendendo ancora di prezzo si arriva alla Plus, con climatizzatore manuale, cerchi in acciaio e portaoggetti nel tunnel privi di chiusura.
VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
I portaoggetti non mancano
Migliorato rispetto al passato, l’abitacolo ha finiture di buon livello anche se si notano alcune plastiche sottotono. La strumentazione è completa e ben leggibile, mentre è poco sensibile lo schermo multifunzione di 8” del navigatore (optional) che, comunque, accetta anche comandi vocali. Ben fatte e avvolgenti le poltrone anteriori, non abbondante lo spazio: specialmente dietro, trattandosi di una famigliare ci si aspetterebbe maggiore agio sia in larghezza sia in senso longitudinale. Discorso simile per il bagagliaio, di forma regolare ma meno capace di quello delle concorrenti.
 
 
Plancia e comandi
Il rivestimento morbido della prominente plancia e la finitura satinata della consolle danno un certo tono all’ambiente, migliorato rispetto alla precedente versione della Ford Focus Wagon; tuttavia, non mancano plastiche leggerine (nella parte bassa) e rigide (nei pannelli delle porte). Facile da leggere la strumentazione a binocolo, con i due strumenti principali separati da un display a colori di buona definizione; prevede anche il termometro dell’acqua. Non molto sensibile lo schermo tattile di 8” dal quale si gestiscono l’hi-fi, il telefono, le impostazioni (comprese quelle del “clima”, che si comanda anche a voce) e il navigatore (optional da 1.000 euro); il lettore di schede SD di quest’ultimo si trova nel (poco ampio) vano nel bracciolo assieme a una presa Usb (un’altra è nell’inedito vano accanto alla leva del cambio), a quella 12 V e alla sede dove poggiare – qualora sia scarica – la chiave elettronica per avviare l’auto.
 
Abitabilità
Alcune rivali sono più accoglienti anche davanti (in questa Ford, i più alti quasi sfiorano la plancia e la consolle con le ginocchia), ma è soprattutto dietro che la Focus Wagon lascia a desiderare: il divano è largo a sufficienza soltanto per due adulti, meglio se di statura non troppo elevata dato che lo spazio per le ginocchia non abbonda. Tornando ai posti anteriori, le poltrone rivestite parzialmente in pelle e riscaldabili sono sagomate a dovere e risultano comode. Né ampio né particolarmente rifinito (è privo di serratura a chiave e di refrigerazione) il cassetto di fronte al passeggero, abbastanza funzionale il vano nel tunnel, protetto da una saracinesca e provvisto di un portabottiglie e di un portalattina; altri ripostigli sono ricavati in punti strategici, come per esempio quello (con sportello e portamonete) a sinistra del volante, ma non tutti sono rivestiti.
 
Bagagliaio
L’imboccatura ampia e regolare del baule della Ford Focus Wagon, con soglia di carico ad appena 60 cm da terra (e quasi a filo del pavimento, dato che il dislivello è di appena 1 cm) fa accedere a un vano di 490 litri, che salgono a 1516 se si reclina lo schienale del divano (diviso asimmetricamente, libera un piano profondo 195 cm). La forma interna è regolare, ma l’altezza al tendalino è inferiore a quella a disposizione nelle rivali che, comunque, offrono pure maggiore capienza. I ganci fermacarico (che fuoriescono da sin troppo semplici asole ricavate nel rivestimento) e la presa a 12 V sono funzionali, ma mancano ripostigli laterali e un vero e proprio sottofondo: c’è soltanto la sede per il ruotino (optional).
COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Divertirsi senza “bere”
Questa wagon ben sopporta la città – perché ha comandi dolci da azionare e non fa troppo sentire le buche – ma ama le curve: l’assetto equilibrato e la prontezza dello sterzo esaltano la maneggevolezza, e la tenuta di strada è elevata. Adatto alla guida brillante anche il 1.5 a gasolio, oltretutto abbinato a un cambio ben manovrabile. Bene il comfort, anche in autostrada, e ancor meglio i consumi, che sono bassi su qualsiasi tipo di percorso.
 
 
In città
La risposta delle sospensioni è tutt’altro che secca, e sulle buche aiutano anche le gomme poco ribassate: la Ford Focus Wagon è comoda anche sul pavé. A rendere piacevole la guida in città contribuiscono anche i comandi, che non sono pesanti da azionare, e la vivace risposta del 1.5 a gasolio. Quest’ultimo spicca anche per il suo rendimento, con percorrenze rilevate di ben 17,5 km/l. Anche se la carrozzeria è più corta di quella di molte rivali, la scarsa visuale posteriore rende consigliabile l’acquisto della retrocamera: costa un terzo del sistema di parcheggio semiautomatico con sensori di distanza e, comunque, mostra sullo schermo la traiettoria da seguire in manovra.
 
Fuori città
Lo sterzo è quasi da sportiva, poco demoltiplicato e immediato nella risposta, eppure non diventa mai nervoso: complice il notevole equilibrio dell’assetto – le sospensioni sono solide abbastanza da rendere trascurabile il rollio – sulle strade ricche di curve questa famigliare è gratificante, precisa e notevolmente sicura. Nel caso si esageri, l’Esp è pronto a riportare la situazione sotto controllo. Validamente “appoggiato” dal ben manovrabile cambio manuale, il turbodiesel si esprime con generosità sino a 4000 giri (oltre, non conviene insistere) e percorre più di 20 km con un litro di gasolio.
 
In autostrada
A 130 orari in sesta marcia il 1.5 TDCi della Ford Focus Wagon lavora a 2450 giri, un regime in corrispondenza del quale non si fa sentire tanto e si accontenta di poco carburante (16,4 km/l); inoltre, si rivela abbastanza vispo anche dopo i rallentamenti, tanto che di rado si sente la necessità di scalare. L’abitacolo è efficacemente isolato anche dai rumori esterni (basso il livello di fruscii aerodinamici) e dalle giunzioni del manto stradale (efficaci le sospensioni), e la sensazione di sicurezza si conferma elevata anche alle andature superiori. Bene i freni: l’impianto risponde con vigore e resiste senza problemi all’uso prolungato, e l’assetto non si scompone nemmeno nelle frenate di emergenza.
QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Ha la dote delle migliori
L’Euro NCAP ha sottoposto la Ford Focus berlina (con la quale la wagon condivide la base tecnica) ai crash test nel 2012 assegnandole il punteggio massimo di cinque stelle e valutazioni di alto profilo nei diversi campi di verifica. La versione attuale, aggiornata nel 2014, è migliorata anche nella dotazione di sicurezza: di serie oppure optional sono disponibili i sistemi più avanzati, dal cruise control adattativo al sistema che chiama automaticamente i soccorsi in caso di incidente.
 
 
Assieme all’Esp, nella Ford Focus Wagon sono di serie gli airbag frontali, quelli laterali e quelli per la testa estesi ai posti dietro. Compresi nel ricco allestimento Titanium X anche i fendinebbia e i fari bixeno che si orientano automaticamente, oltre al vivavoce e al sistema MyKey. Quest’ultimo, attraverso chiavi aggiuntive programmabili consente di attivare un allarme acustico al superamento di una velocità predeterminata, di limitare il volume dell’hi-fi e di inibire l’esclusione del vivavoce e della chiamata automatica di emergenza (se viene rilevato un impatto da appositi sensori, quest’ultima sfrutta il vivavoce, il sistema multimediale Sync e il navigatore per fornire anche le coordinate geografiche al 112); inoltre, utilizzando una chiave “master” è possibile verificare le distanze che la vettura ha percorso con chiavi secondarie (cioè quelle “limitabili”). I sistemi di sicurezza di ultima generazione sono disponibili anche in un pacchetto che comprende, oltre alla citata chiamata automatica, il Driver Assistance con avvisi anti-colpo di sonno e di involontaria uscita di corsia, la telecamera che rileva e visualizza nel cruscotto i segnali di emergenza, il monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori e la frenata automatica a bassa velocità; optional anche il cruise control con radar di distanza e funzione freno. Le cinque stelle (il massimo) che l’Euro NCAP ha assegnato alla Ford Focus (in versione berlina, dalla quale la Wagon deriva) risalgono al 2012, quando le verifiche che accompagnavano i crash test erano meno approfondite di quelle attuali; elevati i punteggi specifici, con rating del 92% per la protezione degli occupanti, 82% per i bambini ospitati su seggiolini Isofix, 72% per la tutela dei pedoni e 71% per i sistemi di assistenza. Da rilevare che in occasione dell’aggiornamento del 2014 la Focus si è evoluta proprio nella dotazione di sicurezza.
NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Dinamismo in famiglia
Fra le wagon di taglia media è una delle più piacevoli da guidare, grazie all’assetto ben congegnato e al buon tiro del 1.5 a gasolio; fra i pregi di quest’ultimo anche i consumi, che sono da record. Rispetto alle rivali più accreditate paga qualche finitura sottotono, ed è meno generosa di spazio per i passeggeri posteriori e per i bagagli. In compenso, la dotazione è ricca di moderni sistemi di sicurezza, e il prezzo non è fra i più alti della classe.
 
 
La Ford Focus Wagon è una famigliare che non fa rinunciare al piacere di guida e nemmeno al comfort, anche se rispetto alle dirette concorrenti paga pegno in fatto di abitabilità posteriore e di capacità del baule. Il raffinato 1.5 a gasolio, derivato dal già noto 1.6, ha il basamento e la testa in lega leggera ed è omologato Euro 6: in questa variante da 120 CV rappresenta un valido compromesso fra prestazioni – che sono vivaci in rapporto alla cubatura del motore e assolutamente adeguate al tipo di vettura – e i consumi, tanto bassi da fare invidia a vetture diesel più piccole e meno potenti. Non più costosa delle rivali, la Titanium X vanta una dotazione di tutto rispetto anche in fatto di dispositivi di sicurezza (e altri se ne possono aggiungere con esborsi ragionevoli), e fra gli optional ne offre anche di particolarmente originali e “intelligenti”, come a esempio le protezioni a scomparsa per i bordi delle porte. Peccato solo per qualche finitura migliorabile e per le barre portatutto, quasi indispensabili in una vettura del genere ma offerte a pagamento anche per l’allestimento top della prova.
PERCHÉ SÌ
Comfort
L’abitacolo è efficacemente insonorizzato e le sospensioni (assieme alle gomme con spalla non eccessivamente ribassata) isolano a dovere dalle asperità. Bene anche i comandi, leggeri da azionare.
 
Guida 
Ulteriormente migliorato rispetto a quello, già valido, della versione precedente, lo sterzo è diretto e davvero preciso. Di alto livello, ancor più se si tiene conto che stiamo parlando di una vettura da famiglia, l’agilità.
 
Motore
Nonostante la cilindrata inferiore a quella dei diretti concorrenti, è capace di una spinta vigorosa sin dai bassi giri e si lascia sfruttare fino ai 4000 giri. Contenute le vibrazioni e la rumorosità, bassi i consumi.
 
Sicurezza
Fra quelli previsti di serie e quelli offerti come optional (oltretutto, a prezzi ragionevoli), sono disponibili i più recenti dispositivi di aiuto alla guida, come il cruise control adattativo o la frenata automatica d’emergenza.
PERCHÉ NO
Baule
Il vano è privo di spazi per i piccoli oggetti e anche di doppiofondo. I 490/1516 litri di capacità non sono pochi in assoluto, ma ci sono rivali di dimensioni simili che offrono di meglio.
 
Dettagli
Lo schermo monocromatico del climatizzatore è piccolo e poco definito. Da migliorare la qualità di alcuni portaoggetti e delle plastiche dei pannelli porta e della parte inferiore della plancia.
 
Divano
I passeggeri posteriori non dispongono di bocchette d’aerazione, come, pure, non è abbondante lo spazio di cui godono sia in senso trasversale, sia longitudinalmente (i più alti hanno poco agio per le ginocchia).
 
Visibilità in manovra
Data la non favorevole conformazione dei montanti e del lunotto, conviene aggiungere la telecamera, optional come lo sono i sensori di distanza (anche anteriori se si opta per il sistema di parcheggio semiautomatico).
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1499
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/3600
Coppia max Nm/giri 270/1750-2500
Emissione di CO2 grammi/km 98
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 456/182/151
Passo cm 265
Peso in ordine di marcia kg 1293
Capacità bagagliaio litri 490/1516
Pneumatici (di serie) 215/50 R17

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 3700 giri   194,1 km/h 193 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,5   10,7 secondi
0-400 metri 17,5 128,3 km/h non dichiarata
0-1000 metri 32,1 161,5 km/h  
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 37,4 154,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 33,8 150,1 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 12    
da 80 a 120 km/h in 6a 12,7   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   17,5 km/litro 23,3 km/litro
Fuori città   20,8 km/litro 29,4 km/litro
In autostrada   16,4 km/litro non dichiarato
Medio   18,9 km/litro 26,3 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   36,4 metri non dichiarata
da 130 km/h   61,5 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   135 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,7 metri 11

 

 

Ford Focus Wagon
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
29
47
40
10
14
VOTO MEDIO
3,5
3.47857
140
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
13 settembre 2015 - 10:05
3
FOCUS WAGON. Davvero un'auto molto valida, con una linea decisamente migliorata con il restyling sia per gli esterni, sia per gli interni. Nonostante alcune finiture siano sottotono, ha un rapporto qualità-prezzo tra i migliori sul mercato. Peccato per lo spazio interno un po' risicato, potrebbe svantaggiarla non poco nelle vendite visto che chi compra una SW di queste dimensioni ricerchi appunto più spazio rispetto ad una Segmento C normale e altre sue concorrenti ne offrono di più. In parte si fa perdonare da una guida davvero gratificante che accetta di buon gradi anche guizzi sportivi. Consumi da utilitaria, davvero un gran bel risultato.
Ritratto di giovar85
13 settembre 2015 - 10:06
A volte voi giornalisti di al volante proprio non vi capisco. Abbiamo in famiglia una Seat Leon FR e una Focus Titanium entrambe ultimo modello. La leon è stata da voi decantata ed elogiata su ogni aspetto, giustamente direi. Ma quando leggo che la focus ha finiture scadenti in rapporto al prezzo mi vengono i brividi. Le finiture e i materiali sono superiori alla Leon, come si fa a dire una cosa del genere? Per il resto direi ci siamo. Resta il fatto che sia una ottima auto, con un assetto, un cambio e uno sterzo davvero degni di nota per piacere di guida e sicurezza e con una dotazione di accessori fantastica.
Ritratto di Moreno1999
13 settembre 2015 - 12:54
4
Valida e intramontabile la Focus anche in questa versione Station, che trovo decisamente migliorata tanto nell'estetica quanto negli interni (il design della plancia però sa un po' di vecchio). Le finiture non le ho trovate eccelse ma nemmeno disprezzabili, in linea con il prezzo e con l'auto. Buona dotazione e buon motore, penso sia la scelta giusta per quest'auto. Non mi dispiace affatto, e lo spazio sebbene non sia al top è comunque buono. Per me è un 4/5
Ritratto di Dado92
13 settembre 2015 - 15:21
4
Appena presa da 10 giorni, per adesso è uno spettacolo, lo spazio per me è adatto certo il cruscotto è un pochino ingombrante ma ci si abitua. Motore ottimo, molto silenziosa sopratutto mettendola a confronto con la Focus 2005. Le finiture per me sono adeguate allo standard Ford, ovviamente non sono come sulle premium ma per il prezzo che costa vanno più che bene. Da far notare la molteplicità di vani portaoggetti (sulla B-Max che abbiamo a casa che è una monovolume ce ne sono di meno). Il bagagliaio avendo avuto la 2005 è similare come grandezza e sfruttabilità.
Ritratto di LUCCYROB
13 settembre 2015 - 18:50
Ho avuto in famiglia il piacere di avere la prima versione sw grigio polvere di luna con il diesel da 90 cv. Nel lontano 2000 fino al 2003, l anno dopo nn vedevo l ora di guidarla dato ke avrei preso la patente, purtroppo un incidente c è la fatta cambiare... e stata la migliore in tutto per la nostra famiglia...anche durante l incidente, la macchina era praticamente "dimezzata" in lunghezza dopo un impatto frontale contro un muro ed una botta di rincul preso dal l altro muro di fronte. Nell'incidente dovevano essere coinvolte 4 persone...ne sono usciti inllesi senza un graffio tutti e quattro!!!
Ritratto di Ercole1994
13 settembre 2015 - 19:43
Sinceramente preferisco la pre-restyling,questo muso mi sa di anonimo, sta bene solo sulla Mondeo. Per il resto è una buona auto di famiglia,con discreto spazio per persone e bagagli.
Ritratto di Claus90
14 settembre 2015 - 00:22
Auto di buona fattura e anche piacevole esteticamente, anche il prezzo è onesto
Ritratto di monodrone
14 settembre 2015 - 14:04
Auto di sostanza ma che non comprerei, mai.
Ritratto di follypharma
14 settembre 2015 - 15:39
2
eeeee... 5 posti e 490 litri di bagagliaio... a questo punto cos'ha in piu' rispetto a una normale berlina ben ingegnerizzata tipo la civic? ( 425 cm 5 posti e 490 litri anch'essa) a che serve a questo punto una station ? le differenze emergono solo tirando giu' i sedili o riempiendo fino al cielo del tetto ... quindi se i sedili giu non li tiri mai e al soffitto la macchina non la riempi meglio evitare di acquistare una station
Ritratto di ema76
14 settembre 2015 - 16:18
Auto valida e piacevole... Poi i 26mila euro, vista la dotazione ed i prezzi di altre rivali, non mi sembrano esagerati.... Se si vuole risparmiare c'è la plus
Pagine