PROVATE PER VOI

Honda CR-V: lo scatto c’è, il rumore pure

Prova pubblicata su alVolante di
gennaio 2019
Pubblicato 15 luglio 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 43.200
  • Consumo medio rilevato

    11,3 km/l
  • Emissioni di CO2

    162 grammi/km
  • Euro

    6 d-TEMP
Honda CR-V
Honda CR-V 1.5 T Executive Navi CVT AWD
L'AUTO IN SINTESI

Tutta nuova, la Honda CR-V 1.5T è una suv personale, che a fronte di ingombri non esagerati (è lunga 460 cm, come una wagon media) garantisce tanto spazio per le persone e per i bagagli. Gli interni sono moderni (il cruscotto è digitale), pratici e montati con attenzione. Si nota, però, qualche economia nei materiali, e l’impianto multimediale non è dei più raffinati e facili da usare. Per essere una suv, la guida è abbastanza precisa, con buona maneggevolezza e frenata di alto livello; le quattro ruote motrici garantiscono una buona trazione sui fondi viscidi, anche se questa suv non è delle più attrezzate per il fuori strada. Sull’asfalto, il 1.5 turbo a benzina si dimostra energico e pronto, ma se messo alla frusta romba un po’ troppo; accettabili, ma nulla più, i consumi, mentre il cambio CVT a variazione continua di rapporto è molto fluido, ma poco adatto alla guida grintosa. La Honda CR-V 1.5T Executive Navi AWD CVT costa parecchio, ma ha una dotazione davvero molto buona; per spendere meno, basta scegliere un allestimento meno ricco (tutti sono comunque piuttosto generosi).

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Spaziosa e ricca

Tutta nuova e più slanciata, la Honda CR-V 1.5T mantiene due doti del vecchio modello: l’abitabilità, ulteriormente accresciuta, e lo spazio per i bagagli (ora il baule è da 561 litri, che sono sempre tanti, ma 28 meno di prima). Gli interni sono più moderni (il cruscotto è digitale) e curati, ma si notano ancora delle economie nella scelta delle plastiche, mentre la scocca irrigidita del 25% e lo sterzo più diretto e “corposo” rendono la guida precisa e rassicurante; certo, in curva il rollio si fa notare, ma la stabilità è a tutta prova, le quattro ruote motrici (fino al 60% della spinta può andare al retrotreno) migliorano molto la trazione sui fondi viscidi e la frenata è ottima. Non ci sono più versioni diesel: ora le ibride HEV affiancano le 1.5 turbo a benzina, che, in abbinamento al cambio CVT (come nell’auto della prova) hanno ben 193 cavalli. Il quattro cilindri è energico, garantisce riprese rapide e ha consumi non certo bassi, ma accettabili. Trattandosi di una suv da famiglia, Il suo rombo è fin troppo evidente in ripresa, anche perché il cambio a variazione continua lo tiene su di giri; in genere, la trasmissione è fluida ma poco adatta alla guida sportiva (anche usando le leve al volante per inserire le marce). La Honda CR-V Executive Navi costa parecchio, ma è la meglio equipaggiata della gamma. La dotazione, molto ricca, spazia dal tetto apribile in vetro al portellone elettrico, ai sedili (divano incluso) riscaldabili. Già la meno costosa Lifestyle Navi, comunque, ha gli interni in pelle, il cruise control adattativo, la frenata automatica e il mantenimento in corsia. E, aggiungendo € 1.700, c’è pure a 7 posti. Quanto alla sicurezza, le prove dell’Euro NCAP del 2019 hanno certificato la notevole sicurezza della Honda CR-V: cinque stelle in totale, con buoni punteggi in tutte le prove (in particolare, nella protezione degli adulti in caso di crash e negli aiuti alla guida). 

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Fatta per viaggiare

Plancia e comandi
I grandi finestrini, il tetto apribile in cristallo che si estende fin sopra il divano e i tanti centimetri a disposizione vanno a creare un ambiente arioso e ospitale. La consolle è rialzata come nel vecchio modello, ma lo stile della plancia della Honda CR-V è più moderno e “mosso”. Particolare la strumentazione, con il contagiri ad arco (troppo piccola la sua “lancetta”), l’indicazione digitale della velocità e un’ampia zona dello schermo che fa da computer di bordo, mentre l’impianto multimediale include Apple CarPlay, Android Auto e il navigatore, ma ha un’interfaccia lenta e poco intuitiva, e un suono non proprio cristallino. Gli assemblaggi dei vari elementi sono accurati, ma ci sono parecchi pannelli rigidi e “leggerini”, e gli inserti che simulano il legno e le plastiche con finte cuciture sono un po’ pretenziosi. Bene la praticità: ci sono parecchi e ampi portaoggetti, e piccole comodità come il retrovisore supplementare per tenere d’occhio il divano: ottimo coi bimbi. Ma le bocchette centrali del “clima” non hanno una rotella per la chiusura. 

Abitabilità
Da una suv medio-grande ci si aspetta parecchio spazio, e la Honda CR-V non delude affatto. Anzi, ha probabilmente l’abitacolo più ampio della categoria: cinque adulti stanno comodi, grazie anche al pavimento piatto nella zona posteriore, e l’accessibilità è facilitata dalle porte posteriori che si aprono quasi ad angolo retto. Belli e comodi i sedili anteriori, rivestiti in pelle e con quello del guidatore provvisto di tutte le regolazioni elettriche, incluse quelle in altezza, per il basculamento della seduta e per il supporto lombare; non manca un bracciolo centrale, largo abbastanza per due e al posto giusto. Oltre ai centimetri in abbondanza, chi siede sul divano gode dello schienale reclinabile all’indietro (l’ideale per schiacciare un pisolino) e di un’imbottitura abbastanza soffice anche al centro. Non mancano poi due bocchette del “clima” e due prese Usb, per la ricarica dei dispositivi elettronici come i cellulari.

Bagagliaio
L’apertura è molto alta, e abbastanza larga; comodo il portellone che si apre e si chiude in automatico, anche solo spingendo un piede sotto il paraurti. Il vano, molto grande, prevede due leve per sbloccare gli schienali e ha il pianale posizionabile su due livelli: notevoli i 58 cm di altezza massima. Ci sono poi una presa a 12 V e 4 ganci sul fondo. Solo discrete, però, le finiture: la plastica delle pareti si riga facilmente. Il sottofondo, rivestito con dell’ovatta per insonorizzare, ospita il ruotino  di scorta e il cric; resta un po’ di spazio per dei piccoli oggetti. 

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Spinge forte, beve un po’

In città
Prese le misure (comunque gli ingombri non sono esagerati) la Honda CR-V non dà problemi. Scatta fluida e rapida, lo sterzo è pronto e leggero e non mancano gli utili aiuti elettronici: c’è anche l’allarme di traffico in arrivo in fase di “retro”. Abbiamo registrato un consumo di 9,7 km/l: un valore che risente dell’assenza dello Stop&Start (non previsto in questa versione col pur comodo cambio CVT).

Fuori città
Non la si può definire una suv sportiva: guidando con decisione su un percorso tortuoso il rollio diventa evidente, e la risposta non sempre pronta e prevedibile del cambio automatico fa perdere il “ritmo”. Ma mantenere una buona andatura è facile: il 1.5 spinge con entusiasmo, l’aderenza in curva è buona e lo sterzo diretto. E se poi si va tranquilli, non serve troppa benzina. Nel nostro percorso di prova, abbiamo registrato 13,5 km/l.

In autostrada
È stabile e precisa nel seguire le traiettorie, ha sospensioni che assorbono bene le giunzioni nei viadotti e dispone dell’utile cruise control adattativo: dà molta sicurezza. Abbastanza buona l’insonorizzazione, se non in ripresa (quando il 1.5 turbo si fa sentire). A 130 km/h, col motore a 2800 giri, il consumo non è basso: 10,3 km/litro.

Nel fuori strada
La capacità di muoversi su neve e fango dipende molto dalle gomme: servono delle M+S. Ciò detto, la Honda CR-V se la cava discretamente, e meglio del vecchio modello: la luce a terra passa da 16,5 a 20,1 cm e la trazione 4x4 è più pronta nel distribuire la coppia. Manca, però, il controllo di velocità in discesa.

PERCHÉ SÌ

Abitabilità
Lo spazio è sempre stato un pregio delle Honda CR-V, e in questa nuova versione è cresciuto ulteriormente: ci sono cinque posti davvero comodi.

Baule
Il vano è più ampio di quello delle concorrenti, e c’è il portellone che si apre senza mani.

Dotazione
L’unico optional è la verniciatura metallizzata. Logico: di serie c’è davvero tanto.

Prestazioni
Non si ha mai la sensazione di un’auto lenta. Anzi: i 193 cavalli si sentono tutti.

PERCHÉ NO

Cambio
Fra quelli a variazione continua, è uno dei migliori. Ma quanto a piacere di guida resta lontano dagli automatici tradizionali.

Dettagli di finitura
Alcune plastiche interne paiono economiche. E altre sono pretenziose.

Impianto multimediale
Non è molto rapido né intuitivo, e il suono non è dei più fedeli.

Rumorosità in accelerazione
Il rombo sportivo del 1.5 penetra nettamente nell’abitacolo.

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 1498
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 142 (193)/5600
Coppia max Nm/giri 243/2000-5000
Emissione di CO2 grammi/km 162
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio CVT + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 460/186/168
Passo cm 266
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1523
Capacità bagagliaio litri 561/1638
Pneumatici (di serie) 235/55 R19
Serbatoio litri 57

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 6100 giri   202,7 km/h 200 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,3   10,0 secondi
0-400 metri 16,9 138,2 km/h non dichiarata
0-1000 metri 30,5 174,3 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE S Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 28 174,7 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 26,8 176,4 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,7   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 6,2   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   9,7 km/litro 11,6 km/litro
Fuori città   13,5 km/litro 16,1 km/litro
In autostrada   10,3 km/litro non dichiarato
Medio   11,3 km/litro 14,1 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   36,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   61,8 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,4 metri 11
Honda CR-V
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
62
28
17
17
9
VOTO MEDIO
3,9
3.8797
133
Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
15 luglio 2019 - 16:38
2
Per me senza CVT e con un normale convertitore di coppia a 8-9-10 rapporti venderebbe le stesso e sarebbe più apprezzato. Non mi sembra che faccia consumare meno, anzi va a mortificare telaio e motore.
Ritratto di Volkspower
15 luglio 2019 - 16:50
Sono d'accordo, il cambio dei scooter fa pena. Con la mia Golf 1.6 tdi sta carretta giapponese la vedo dallo specchietto, pur avendo molti meno cavalli
Ritratto di ELAN
15 luglio 2019 - 18:51
1
Se prendi una Elise con gli stessi cv della tua scarpa tedesca... voli!
Ritratto di Alfiere
15 luglio 2019 - 17:41
1
Anche io non comprendo il successo su certe vetture di un cambio che è da auto di citta.
Ritratto di Gwent
15 luglio 2019 - 20:49
2
France', con rispetto parlando, questa CR-V mortifica la terribile nuova Kuga sotto tutti i punti di vista. E a livello globale le vendite del CR-V la Kuga non le vede neanche col binocolo. Poi dico, ma vorrei dire una cosa che penso da tempo: Dopo il flop della Fiesta perché la Ford continua con questo corso stilistico così anonimo? Eppure dovrebbero aver capito che su Fiesta e Focus non ha pagato affatto. Prendessero un designer giapponese, Opel l'ultima volta che lo ha avuto, Hideo Kodama, ha tirato fuori le migliori linee della sua storia (Corsa B, Tigra A) o americano, la Calibra era opera di Wayne Ch3rry della GM. Ma i designer europei per carità, tranne rari casi (Giugiaro o Donato Coco) sono davvero privi di idee,piatti, banali. Le BMW di Bangle restano le migliori dell'era moderna, oggi hanno il lato B delle Lexus e reni spropositati. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Fr4ncesco
15 luglio 2019 - 21:41
2
Come mortifica la nuova Kuga se nemmeno è stata data in prova ai giornalisti e comunque già su carta ha una maggiore varietà di motori e trasmissioni di Rav4 e CR-V, quindi più appetibile ai consumatori europei (oltre ad avere la piattaforma della Focus elogiata su ogni pdv). Ricorda che l'estetica è soggettiva e dal numero di Fiesta e Focus che vedo in giro è tutt'altro che un flop (bellissima la nuova Focus soprattutto ST-Line). Inoltre non si può dire che le BMW hanno doppi reni spropositati e poi elogiare le Lexus con delle clessidre giganti. Anzi, colgo lo spunto per paragonare in questo caso le Ford alle BMW e questa CR-V alle Lexus. Puoi fare un'auto ottima, ma poi se ci metti un ibrido, un CVT e un limitatore a 180kmh vanifichi il tutto, mentre BMW (oltre ad essere ottima) ha una maggiore scelta meccanica e soluzioni più appetibili ai consumatori.
Ritratto di Blueyes
15 luglio 2019 - 16:52
1
Non c'è niente da fare, a differenza delle moto, le auto Honda non mi convincono in nulla. Carissime senza alcun blasone, consumano tanto, fanno rumore, interni così così...e a quanto mi dicono la scontistica dei concessionari è nulla o quasi. Un mio amico si è comprato una Civic in pronta consegna pagandola 24k €, full optional, ma sempre Honda Civic è.
Ritratto di Alfiere
15 luglio 2019 - 17:38
1
Senza alcun blasone dal tuo punto di vista, qui siamo davvero all'apice della tecnica, mica le supercazzole di Audi che noi europei ci sorbiamo senza discutere. Carissime non lo sono, perchè a pari contenuti altri costano il doppio o non hanno quei contenuti, il rumore è tipico del CVT che non è obbligatorio in alternativa poi ad uno dei migliori manuali in circolazione, e gli interni non hanno nulla che non va in questo segmento oltre il giudizio estetico naturalmente soggettivo. Poi liquidare con tanta sufficienza la media con le migliori doti dinamiche oggi in commercio, un cambio veramente sportivo, bagagliaio da familiare ed un motore benzina turbo da 180cv, 8.2 secondi e 17km/l a 130 costanti(che dicevi?) è veramente patetico, perchè non so cosa darei per dare via la mia tedesca per una Civic.
Ritratto di Unknown
15 luglio 2019 - 19:49
Forse sarebbe meglio dire che a causa delle vendite non proprio eclatanti, nel mercato italiano, le Honda godono di sconti discreti, a fronte di un listino piuttosto corposo. Per la guida, fino a poco fa c'era la Serie 1, oggi molto probabilmente c'è lei, anche se quel 1.5 benza non mi sembra far grossi miracoli sul piano prestazionale. Anche se, a ben guardare, non è un grosso difetto, almeno il divario con la Type R è di quelli più marcati che mai, a differenza di molte segmento C odierne, dove ormai tra motori sempre più potenti (e lineari), ST Line, GT Line e altre baggianate, non si capisce più qual è la versione più potente e qual è il solo allestimento più sportivo...
Ritratto di Alfiere
15 luglio 2019 - 23:26
1
Ma scusate, perchè Honda dovrebbe scontare come Hyundai o come Fiat? Perchè dovrebbe svalutare un prodotto che è buono? Anche la serie 1, tra i costi superiori a parità di prestazioni e la necessità di avere un motore grosso non è che fosse un concorrente ma un mondo a se stante. Lato prestazioni, cosa batte il 1.5 Honda...Il TSI? Il 1.5 tricilindrico Ford? Forse solo il renault tra 1.3TcE e 1.8TcE ha qualcosa o BMW sulle Mini.
Pagine
Annunci

Honda Cr v usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Honda Cr v usate 201313.50014.5306 annunci
Honda Cr v usate 201413.90015.1408 annunci
Honda Cr v usate 201514.50018.32014 annunci
Honda Cr v usate 201614.50019.15011 annunci
Honda Cr v usate 201718.90023.7703 annunci
Honda Cr v usate 201822.50030.8003 annunci

Honda Cr v km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Honda Cr v km 0 201313.50014.5306 annunci
Honda Cr v km 0 201413.90015.1408 annunci
Honda Cr v km 0 201514.50018.32014 annunci
Honda Cr v km 0 201614.50019.15011 annunci
Honda Cr v km 0 201718.90023.7703 annunci
Honda Cr v km 0 201822.50030.8003 annunci