PROVATE PER VOI

Hyundai Bayon: offre molto e non consuma troppo

Prova pubblicata su alVolante di
agosto 2021
Pubblicato 09 agosto 2021
  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.050
  • Consumo medio rilevato

    15,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    118 grammi/km
  • Euro

    6d
Hyundai Bayon
Hyundai Bayon 1.0 T-GDI XClass

L'AUTO IN SINTESI

Questa crossover si distingue per le forme personali, a partire dall’originale frontale con sottili luci diurne a led e fari dalle forme elaborate. Sfiziosi pure i fanali a “freccia”, uniti da una striscia catarifrangente. Ma tra le doti della Hyundai Bayon c’è soprattutto la dotazione, ricca in rapporto a quello delle rivali, fra cui c’è anche la “sorella” Kona, più lunga di soli 3 cm: 421 cm anziché 418. Rispetto a quest’ultima, però, la Bayon ha motori meno potenti, un 1.2 aspirato da 84 CV oltre al 1.0 turbo a tre cilindri da 100 CV protagonista del nostro test. La verve è buona per una piccola crossover e sono interessanti anche i consumi garantiti dal sistema mild hybrid a 48 volt e da altre soluzioni tecniche: 15,5 km/litro in media nei nostri percorsi.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Punta molto sulla sicurezza

Tutta nuova, la baby-crossover Hyundai Bayon condivide la meccanica con l’ultima generazione della berlina i20 (leggi qui il primo contatto): nonostante lo stile diverso, le accomunano persino le porte anteriori. Valido il 1.0 a tre cilindri turbo da 100 CV che ha prestazioni adeguate e beve poco, in particolare nell’uso extraurbano (abbiamo rilevato 17,5 km/litro) grazie anche al particolare cambio IMT, Intelligent Manual Transmission. Quest’ultimo ha una frizione gestita elettricamente che può disinnestarsi automaticamente quando si toglie il piede dall’acceleratore: è come se si mettesse il cambio in folle, e si procede “veleggiando”, magari anche a motore spento. In città, invece, è soprattutto il motorino da 17 CV del sistema mild hybrid a dare una mano al motore a benzina a consumare meno. Peccato solo che la batteria da 48 volt che lo alimenta rubi 90 litri al baule: ne restano 321 col divano in posizione d’uso (1115 reclinandolo). La guida della Hyundai Bayon è agile e piacevole ed è un’auto che infonde sicurezza, sia fra le curve sia per la dotazione: già la “base” XLine ha di serie la frenata automatica che rileva pedoni e ciclisti, il mantenimento in corsia, gli abbaglianti attivi e il sistema contro il colpo di sonno. Per 2.250 euro in più, la Xclass protagonista del nostro test aggiunge, fra l’altro, i fari full led, e i sensori per l’angolo cieco dei retrovisori. E, col pacchetto Safety & Tech può avere persino il sistema anticollisione nelle svolte agli incroci, oltre al parcheggio semiautomatico.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Spaziosa e al passo coi tempi

Plancia e comandi
Ripresa dalla berlina i20, la plancia della Hyundai Bayon ha un aspetto moderno ed è assemblata con cura (ma le plastiche sono rigide). Al centro trova posto lo schermo a sbalzo di 10,3” del valido sistema multimediale, che è offerto nel pacchetto Safety & Tech (il display di serie è di 8”): include pure il navigatore e le funzioni di connettività Bluelink, con aggiornamenti in tempo reale su meteo e traffico e controllo dell’auto da remoto. Di serie le interfacce per i cellulari Android o Apple, che però solo con lo schermo più piccolo sono wireless: altrimenti, occorre collegare lo smartphone con un cavetto. Che non è mai necessario per rifornire di energia i telefonini predisposti: di serie la piastra di ricarica alla base della consolle. Migliorabili le bocchette del “clima” automatico (monozona): per regolarne la portata d’aria, vanno orientate di lato. 

Abitabilità
A dispetto dei 418 cm di lunghezza, la Hyundai Bayon offre tanto agio sopra la testa e per le gambe anche per chi siede sul divano. Non sta troppo sacrificato neppure un eventuale passeggero al centro, visto che il tunnel è alto solo 7 cm. Davanti si apprezzano le poltrone soffici e ben sagomate, con una seduta lunga 52 cm: tanti per un’auto di questa categoria. Il sedile di guida si regola anche in altezza (come pure gli attacchi delle cinture di sicurezza anteriori).

Bagagliaio
La batteria al litio da 48 volt delle versioni mild hybrid rende di fatto inutilizzabile il doppiofondo, riducendo di 90 litri la capacità di carico: stando ai dati ufficiali, ne restano 321 col divano in posizione d’uso e 1.115 reclinandolo. Ad ogni modo, il baule è pratico e ben sfruttabile: la bocca di carico è squadrata, e pure all’interno si trovano forme regolari. Il fondo può collocarsi a filo degli schienali reclinati o più giù di 9 cm (in tal caso, una rampa elimina lo scalino). La soglia di carico è a 75 cm da terra, nella media per una crossover.

COME VA

3
Average: 3 (1 vote)
Se la cava un po’ ovunque

In città
La Hyundai Bayon non affatica in città: la frizione è leggera, il motore fluido e le sospensioni fanno sentire solo le buche marcate. I consumi non sono male, anche se da una mild hybrid ci saremmo aspettati ancora di meglio: 13,7 km/litro rilevati dai nostri strumenti (leggi qui come eseguiamo i test). In manovra vengono in aiuto le dimensioni compatte, e i sensori di distanza e la retrocamera (di serie) rimediano alla scarsa visibilità dal lunotto. Nel pacchetto Safety&Tech è incluso pure il sistema di parcheggio semiautonomo: individuato un parcheggio, a “pettine” o in parallelo al senso di marcia, l’auto dà le indicazioni sulla marcia da inserire e ruota il volante per eseguire la manovra.

Fuori città
Qui i consumi sono buoni: 17,5 km/litro misurati dal nostro flussimetro. Merito sia delle ultime due marce lunghe sia della frizione gestita elettronicamente, che in rilascio fa “veleggiare” l’auto a motore spento. In accelerazione la vivacità non è male (ma il 1.0 fa sentire la sua “voce”). Senza essere sportiva, la Hyundai Bayon è agile fra le curve, con uno sterzo abbastanza pronto e sempre leggero, e una tenuta di strada di buon livello. Niente male la frenata. 

In autostrada
La sesta marcia lunga consente di tenere bassi i giri del motore (a 130 km/h sono 3000), a beneficio della rumorosità (ma si avvertono qualche fruscio e la rombosità delle gomme) e dei consumi: 14,7 km/l quelli da noi rilevati. Per contro, la ripresa non è eccezionale: meglio scalare, anche due marce (pure la quinta è di “riposo”) se si vuole riprendere con brio. Validi il mantenimento in corsia e i sensori per l’angolo cieco dei retrovisori, entrambi di serie per la Hyundai Bayon XClass.

PERCHÈ SÌ

ABITABILITÀ 
In rapporto alle dimensioni della Hyundai Bayon, lo spazio è buono per quattro adulti. E in cinque non si sta troppo stretti.

DOTAZIONE 
Se la “base” risulta tutt’altro che avara (specie per la sicurezza), la XClass del test è davvero completa, senza costare una follia.

IMPIANTO MULTIMEDIALE 
Quello di 10,3” del pacchetto Safety&Tech è ben fatto, ricco di funzioni (incluso il navigatore connesso) e intuitivo.

PERCHÈ NO

BAULE 
Le versioni ibride della Hyundai Bayon perdono 90 litri di capacità di carico: il doppiofondo è in buona parte occupato dalla batteria al litio.

BOCCHETTE 
Non permettono di regolare separatamente portata e direzione del flusso d’aria: risultato, per chiuderle vanno orientate di lato.

PLASTICHE 
Quelle della plancia e della parte alta dei pannelli delle porte sono rigide e poco gradevoli al tatto. Ben fatto, in compenso, l’assemblaggio.

SCHEDA TECNICA

Motore a benzina  
Cilindrata cm3 998
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 73,5 (100)/6000
Coppia max Nm/giri 175/1500-4000
   
Motore elettrico  
Potenza massima kW (CV)/giri 12,2 (17)/n.d.
Coppia max Nm/giri n.d.
Batteria ioni di litio
   
Emissione di CO2 grammi/km 118
No rapporti del cambio 6 (manuale) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 418/178/150
Passo cm 258
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1095
Capacità bagagliaio litri 321/1115
Pneumatici (di serie) 205/55 R17
Serbatoio litri 40

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 4a a 6300 giri   185,8 km/h 183 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 11,0   10,7 secondi
0-400 metri 17,5 126,0 km/h non dichiarata
0-1000 metri 32,5 158,1 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 36,5 146,8 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 34,5 140,2 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 8,6   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 16,2   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,7 km/litro 9,5 km/litro
Fuori città   17,5 km/litro 14,1 km/litro
In autostrada   14,7 km/litro non dichiarato
Medio   15,5 km/litro 19,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   37,8 metri non dichiarata
da 130 km/h   63,8 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,6 metri 10,4
Hyundai Bayon
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
9
12
14
27
107
VOTO MEDIO
1,8
1.75148
169


Aggiungi un commento
Ritratto di Chef Tony
9 agosto 2021 - 15:17
Sembra una alternativa interessante a parecchie europee, oltretutto con una linea originale
Ritratto di Veni Vidi Vici
9 agosto 2021 - 15:18
1
Mah, solo Hyundai sa il perché di questo modello. La kona le è superiore ed è quanto dire!!!
Ritratto di Volpe bianca
9 agosto 2021 - 15:21
Meglio dentro che fuori, gli interni sono gradevoli cruscotto e plancia sembrano ben fatti, ordinati, anche lo schermo non è buttato là. Le plastiche non sono un granché. Esternamente è sgraziamente originale, il posteriore è tra i meno riusciti in circolazione ma anche il frontale non è per niente riuscito. Un volante per l'esterno e tre per gli interni
Ritratto di probus78
9 agosto 2021 - 15:30
Millino 3 cilindri, auto abbastanza leggera, ibrida, fa 15km/litro? Costo 25.000 euro. Viste le premesse punterà tutto sull' estetica... ? Ah no, è alquanto bruttina. Allora riempie un vuoto in gamma... Nemmeno , c'é già la Kona. Mah....
Ritratto di manuel1975
9 agosto 2021 - 15:40
auto che beve troppo se consumava 18 km litro era meglio
Ritratto di Andrea Zorzan
9 agosto 2021 - 15:47
È bruttissima, ma ha anche dei difetti.
Ritratto di Ceckone
9 agosto 2021 - 15:47
Ma daiii, è quasi peggio della Atzek. Il che è tutto dire.. poi che sia originale, pratica etc va bene. Ma non esageriamo.
Ritratto di Check_mate
9 agosto 2021 - 15:52
1
Mi sembra la classica auto che viene rifilata agli spaesati che entrano in concessionaria e faticano a distinguere un'auto da un carrello per la spesa.
Ritratto di KT1007
9 agosto 2021 - 17:36
Io comprerei il carrello della spesa piuttosto che questa auto.
Ritratto di Cancello92
9 agosto 2021 - 15:59
AHAHAAH i consumi per questo segmento sono rimasti al 2010 e sono generoso.
Pagine
Annunci

Hyundai Bayon usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Hyundai Bayon usate 202120.50020.5002 annunci

Hyundai Bayon km 0 per anno