PROVATE PER VOI

Kia Niro: è vivace e fa tanta strada

Prova pubblicata su alVolante di
novembre 2019
Pubblicato 06 luglio 2020
  • Prezzo (al momento del test)

    € 47.600
  • Autonomia

    434 km
  • Tempo di ricarica

    9 ore 35 min
  • Capacità della batteria

    64 kWh
Kia Niro
Kia Niro e-Niro Long Range Evolution

L'AUTO IN SINTESI

Presentata a fine 2018, la Kia e-Niro, versione elettrica della spaziosa e partica Niro, ha la meccanica è condivisa con quella di un’altra crossover, la più piccola Hyundai Kona: le case coreane fanno parte dello stesso gruppo. Due le versioni previste: quella protagonista della nostra prova scatta molto bene con i suoi 204 CV e ha una batteria (agli ioni di litio) da 64 kWh, valori che scendono a 136 CV e 39,2 kWh per l’altra. La “pila” di notevole capacità consente in effetti un’ottima autonomia: ben 434 km quella media che abbiamo rilevato nei nostri test. Insomma, il nome Long Range di questa versione ci sta tutto. Il rovescio della medaglia è che, per ricaricarla, occorre tempo. La Kia e-Niro dispone di un sistema di rifornimento rapido in corrente continua fino a 100 kW di potenza (in un’ora si arriva all’80% di carica), ma sfruttando le più diffuse colonnine a corrente alternata non accetta più di 7,2 kW. E così, servono 9 ore e 35 minuti per un “pieno”. Altre vetture a batteria adottano convertitori più potenti.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
5
Average: 5 (1 vote)
Ripresa
5
Average: 5 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
5
Average: 5 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÉ COMPRARLA

Si preannuncia ricca

La guida è piacevole; ci si muove in silenzio e anche rapidi, nel traffico come fra le curve, a dispetto del notevole peso (oltre 1700 kg) dovuto in parte alle grandi batterie al litio-polimeri. Come nelle altre elettriche, comunque, le “pile” sono sotto al pavimento e quindi tengono basso il baricentro, facendo dondolare poco la vettura in curva. In attesa del listino definitivo, la dotazione della Kia e-Niro Long Range si preannuncia completa, con fari full led, Gps e diversi sistemi di assistenza alla guida: dalla frenata automatica d’emergenza alla guida semiautonoma in autostrada (abbina il cruise control adattativo al mantenimento al centro della corsia). Di questa crossover esistono anche versioni ibride (“normali” o plug-in), oggetto di un leggero restyling nell’autunno del 2019. Le varianti elettriche, da 136 o 204 CV, si riconoscono a colpo d’occhio dagli inserti blu nel paraurti. Nella mascherina (cieca) si nasconde la presa di ricarica. Dettagli blu caratterizzano anche l’abitacolo, dalle cornici per le bocchette dell’aria nella plancia ai sedili.

La Kia e-Niro Long Range offrirà anche le poltrone regolabili elettricamente, il navigatore e il sistema d’accesso “senza chiave”. Di serie pure il pacchetto Safety, con i già citati sistemi di sicurezza, oltre ai sensori per l’angolo cieco dei retrovisori e all’allarme per l’arrivo di traffico laterale mentre si fa retromarcia. In questa configurazione così accessoriata la Kia Niro (nella versione ibrida) nel 2016 ha ottenuto cinque stelle nei giudizi Euro NCAP, mentre le versioni base, prive del pacchetto Safety si fermano a quattro: le differenze si ritrovano nella protezione degli adulti a bordo (del cui punteggio fanno parte anche i giudizi sui sistemi frenata automatica a bassa velocità), che passa da 83% a 91%, in quella di pedoni e ciclisti (da 57% a 70%) e, ovviamente, sul fronte degli Adas (81% anziché 59%). Invariato invece il voto sulla protezione dei bimbi trasportati: 80%.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Lo spazio non manca

Plancia e comandi
La plancia, curata e arricchita da gradevoli inserti satinati e lucidi, prevede al centro il sistema multimediale. Lo schermo è di 7” e sono di serie non solo le interfacce Apple CarPlay e Android Auto, ma anche il navigatore. Meno favorevole il giudizio sul cruscotto, non particolarmente accattivante con i suoi quadranti digitali e lo schermo di 4,2”; inoltre, alcuni tasti (inclusi quelli dei sistemi di sicurezza elettronici) sono nascosti dal volante. Come quasi tutte le auto elettriche, anche la Kia e-Niro è priva del cambio; invece della leva, c’è quindi una rotella fra i sedili per scegliere fra marcia avanti, indietro, “folle” e posizione di parcheggio. Accanto c’è la levetta del freno a mano elettronico, mentre le palette dietro le razze del volante regolano l’intensità (quattro i livelli) del recupero di energia della frenata elettrica: tirando quella di sinistra, l’auto rallenta più rapidamente appena si toglie il piede dall’acceleratore, ricaricando di più la batteria; viceversa, con quella di destra si aumenta la scorrevolezza.

Abitabilità
Anche in cinque si viaggia comodi, grazie all’abbondanza di spazio e al pavimento quasi piatto, che non penalizza chi siede al centro del divano. Comode sia le poltrone, con regolazioni elettriche, sia il divano. I rivestimenti in pelle e tessuto sono curati

Bagagliaio
Il baule della Kia e-Niro è capiente (la casa coreana dichiara 451 litri con il divano in posizione d’uso), ma non è esteso in altezza: tra il piano di carico e il copribagagli abbiamo misurato 39 centimetri, non sufficienti a sovrapporre due valigioni rigidi. La capacità massima, comunque, è accettabile: 1405 litri stando ai dati ufficiali. Pratico il vano per il tendalino ricavato nel doppiofondo e non troppo distante da terra (74 cm) la soglia di carico.

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
Briosa, e non si ferma presto

In città
Nel traffico la Kia e-Niro si muove in silenzio, con scatti fulminei e una notevole agilità. Lo sterzo risulta piuttosto leggero, ma le sospensioni non sono delle più morbide sullo sconnesso. Alla scarsa visuale offerta dal lunotto rimediano retrocamera e sensori di distanza (di serie anche quelli anteriori). C’è da considerare che una “toccatina” potrebbe danneggiare la luce di retromarcia o il retronebbia, che sono posti ai due angoli del paraurti posteriore (così, sono anche meno visibili). Utile, quando si esce dai parcheggi in “retro”, l’allarme che avvisa se stanno arrivando dei veicoli di lato.

Fuori città 
Questa crossover elettrica non delude neppure nel misto, a dispetto dei suoi 1737 kg a vuoto. Per quanto i 457 kg della batteria costituiscano una zavorra, il fatto che la “pila” sia collocata sotto il pavimento abbassa il baricentro, non penalizzando troppo gli inserimenti in curva e la (buona) tenuta di strada. Potente la frenata, che nella prima fase si deve al generatore elettrico che recupera energia. Eccezionale l’autonomia rilevata: 494 km.

In autostrada 
Con la Kia e-Niro, a 130 km/h si percorrono 313 km, ma viaggiando a 110 km/h si arriva a 390 km: niente male. Fra l’altro, riducendo l’andatura, calano anche i fruscii aerodinamici e il rumore di rotolamento dei pneumatici sull’asfalto (sempre inavvertibile, invece, il motore). Ottime la ripresa e la sensazione di sicurezza nei curvoni.

PERCHÉ SÌ

Autonomia
Tanti i chilometri che si percorrono con un pieno di corrente. Anche in autostrada: basta usare il piede leggero.

Brio  
Il motore elettrico è sempre pronto e spinge forte. E l’agilità in curva è notevole.

Spazio  
L’abitacolo offre agio per cinque, e pure il baule è tutt’altro che piccolo (benché la distanza fra piano di carico e tendalino non sia elevata).

PERCHÉ NO

Luce di retromarcia
È in basso (e quindi poco visibile) e all’angolo del paraurti: facile danneggiarla con una “toccatina”.

Pulsanti nascosti
I tasti alla sinistra del volante sono coperti dalla corona: nell’usarli ci si distrae.

Ricarica in corrente alternata  
Il convertitore da 7,2 kW (quelli di altre auto elettriche moderne hanno almeno 11 kW di potenza) impongono ricariche lunghe: per un pieno servono quasi dieci ore.

SCHEDA TECNICA

Motore elettrico trifase 
Potenza massima kW (CV)/giri150 (204)/3800-8000
Coppia max Nm/giri395/0-3600
Tipo di batterialitio-polimeri
Tensione-capacità356 V - 64 kWh
Pot. max ricarica da colonnine 
in corr. alternata7,2 kWh
in corr. continua100 kWh
Tempo max di ricarica9 ore 35' (a 7,2 kWh)
Trazioneanteriore
Freni anterioridischi autoventilanti
Freni posterioridischi
Trainonon consentito
  
Quanto è grande 
Lunghezza/larghezza/altezza cm438/181/156
Passo cm270
Posti5
Peso in ordine di marcia kg1737
Capacità bagagliaio litri451/1405
Pneumatici (di serie)2015/55 R17

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA RilevataDichiarata
  174,7 km/h167 km/h
    
ACCELERAZIONESecondiVelocità di uscitaDichiarata
0-100 km/h7,6 7,8 secondi
0-400 metri15,7146,5 km/hnon dichiarata
0-1000 metri28,7174,7 km/hnon dichiarata
    
RIPRESASecondiVelocità di uscitaDichiarata
1 km da 40 km/h26,2174,7 km/hnon dichiarata
da 40 a 70 km/h2,0 non dichiarata
da 80 a 120 km/h4,8 5,0 secondi
    
AUTONOMIA RilevatoDichiarato
Fuori città 494 kmnon dichiarata
In autostrada 313 kmnon dichiarata
Medio 434 km455* km
    
CONSUMO   
medio 6,8 km/kWh7,1* km/kWh
    
FRENATA RilevataDichiarata
da 100 km/h 37,4 metri37,3 metri
da 130 km/h 64,4 metrinon dichiarata
    
ALTRI VALORI RilevatiDichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica 134 km/hnon dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede 10,9 metrinon dichiarato

 

Kia Niro
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
105
80
60
32
46
VOTO MEDIO
3,5
3.51393
323
Aggiungi un commento
Ritratto di RubenC
6 luglio 2020 - 21:33
2
Redazione, scusate, segnalo una svista: c'è scritto "Emissioni di CO2" e sotto "9h e 35 min".
Ritratto di deutsch
6 luglio 2020 - 21:51
4
Vediamo se è radical chic anche un'ampia elettrica per gli utenti del forum
Ritratto di treassi
7 luglio 2020 - 07:48
Bhe 50.000 euro per una Kia è più da pazzi..
Ritratto di deutsch
7 luglio 2020 - 09:42
4
intanto sono quasi 3000 in meno dei 50000 che indichi, poi ci sono incentivi fino a 10000 ed in ogni caso esiste anche versione più economica con la quale si arriva a poco più di 30000 finita. considerando quanto costano le varie berlinette tipo 208 corsa e 500e non è affatto male
Ritratto di AndyCapitan
19 luglio 2020 - 00:09
4
be si' in effetti e' ottima ,una delle poche pratiche e con molta autonomia...arriva anche a 600 km in citta'!...pero' ragasss...47 mila cuccoli...troppo troppo troppo!!!....compro la DR evo electric alla meta' dei soldi...a proposito una bella recensione???...dr non la vedo mai sulle paginate di alvolante....mi sa siano spilorci...non spendono una lira in pubblicita'...ahahah!!!
Ritratto di otttoz
6 luglio 2020 - 23:05
La Kia e-Niro dispone di un sistema di rifornimento rapido in corrente continua fino a 100 kW di potenza (in un’ora si arriva all’80% di carica)...basta organizzarsi e trovare quelle colonnine!
Ritratto di vinz65
7 luglio 2020 - 07:49
Il problema è proprio lì, trovarle... potevano fare la ricarica in AC a 22 kW, ci è arrivata la Renault con la Zoe, quindi potevano arrivarci anche loro. Chi usa l'auto elettrica lo sa: le colonnine rapide sono rare e non sempre libere e funzionanti, per contro quelle standard sono più diffuse.
Ritratto di deutsch
7 luglio 2020 - 09:44
4
basta non fare 400 km tutti i giorni, come il 99% degli utenti e ti basta la presa di casa. in base alle percorrenze annue medie italiane bastano 2/3 pieni al mese, a parte il fatto che con le elettriche non fai il pieno ma rabbocchi
Ritratto di GiO420
7 luglio 2020 - 10:03
ma lascia perdere... 10 ore di ricarica non si può sentire, manco fossero 5! per chi usa l'auto per lavoro, l'elettrica è un miraggio
Ritratto di deutsch
7 luglio 2020 - 10:13
4
si vede che molti non chiaro come funziona l'elettrica. ci sono migliaia di elettriche anche in italia ed i problemi del pieno li vedono solo coloro che hanno una termica e criticano a tutto tondo le elettriche
Ritratto di deutsch
7 luglio 2020 - 10:14
4
cmq la mia termica sta in box almeno 10/12 ore al giorno, tutti i giorni....a volte anche di più
Ritratto di Cruiser956
8 luglio 2020 - 17:01
1
Concordo totalmente !
Ritratto di AndyCapitan
19 luglio 2020 - 00:16
4
massi ...alla fine...analizziamo quanto sta ferma una nostra termica???...il tempo per ricaricarle a casa si trova eccome ...dai!!!!...io se la cambio, basta termico....un sacco di problemi soprattutto con le nuove...qui ci sono un terzo dei componenti che su un motore tradizionale...poca manutenzione....poca usura....possiamo iniziare a pensare anche in elettrico....l'80% degli italiani non fa piu' di 100km al giorno...quindi!
Ritratto di desmo3
7 luglio 2020 - 10:24
6
per chi pensa che con l'elettrico sia tutto facile, riporto alcuni dati della cugina Hyundai Kona: 9 ore per ricaricare la batteria a 64 kW/h, mentre ci vogliono la bellezza di 31 ore con la presa domestica!!! per quanto riguarda le percorrenze tanto sbandierate, sono percorrenze massime raggiungibili in ambito urbano... in autostrada a 130 km/h quell'autonomia SI DIMEZZA (ma nessuno ve lo dice). Quindi per scaricare la batteria non bisogna fare 400 km, ma anche andare in un'altra città che sta a 100 km e tornare indietro...
Ritratto di deutsch
7 luglio 2020 - 10:39
4
non mi sembra che non lo dica nessuno, l'articolo dice chiaramente che in autostrada l'autonomia è 313km, fuori città 494km, media di 434km. chi compra una macchina da 40k o più nuova non ha il 3 kw o non ha problemi a passare a fornitura più potente. 100km andata e 100km ritorno.... fa 200, al limite 150km per tratta. poi non capisco perchè uno accosionalmente non potrebbe fare il pieno in una delle colonnine, spesso presenti anche in supermercati e centri commerciali. chiaro l'elettrico non è auto da rappresentante ma con queste versioni il raggio di utilizzo appare piuttosto comodo. mi sembra che si cerchino sempre i problemi invece delle soluzioni. Fatevi un giro sul forum delle auto elettriche per leggere l'opinione di chi l'auto elettrica ce l'ha e parla per esperienza personale
Ritratto di gargol
17 luglio 2020 - 14:45
3
alla lunga le ricarica a corrente a quel wattaggio continuano accelerano il processo di degenerazione delle batterie al litio. Era fondamentale mettere una 3 fasi a 22kw in alternata (come tanti altri) per una batteria così grossa. Non la comprerei solo per quello
Ritratto di Mc9
6 luglio 2020 - 23:11
L'autonomia comincia a farsi interessante (i tempi di ricarica meno). Bisogna solo capire se AlVolante testa le vetture elettriche senza carico o simuli almeno 3 passeggeri + relativi 50 kg di bagagli
Ritratto di desmo3
7 luglio 2020 - 10:25
6
le autonomie sono sempre quelle massime calcolate in ambito urbano...in autostrada a 130 km/h quell'autonomia SI DIMEZZA (ma nessuno ve lo dice)... per non parlare di utilizzo in piena estate o in pieno inverno, con una buona parte dell'energia che va a farsi benedire per raffreddare o riscaldare (a seconda della stagione) abitacolo e batterie
Ritratto di Comparsa
7 luglio 2020 - 17:39
@Desmo3 Io posso parlare per me, e per quel poco che posso aver viaggiato finora: 560 km il dichiarato nel ciclo WLTP. La percentuale effettiva di utilizzo della batteria va dal 15% all 90% circa, indicato dalla casa stessa per la massima salvaguardia e durata degli accumulatori. In autostrada, velocità di codice, circa 400 km. In urbano ed extraurbano (in pratica girando per la provincia di Livorno da un paese a un altro, tanto per capirsi), al 90% di carica mi indica anche 650/680 km di autonomia.
Ritratto di AndyCapitan
19 luglio 2020 - 00:19
4
comparsa cosa hai preso?...la e-niro o parli di Tesla?
Ritratto di Comparsa
30 settembre 2020 - 20:21
Scusa, mi era completamente sfuggito il tuo intervento. Ho optato per la M3 LR ;-)
Ritratto di Mbutu
8 luglio 2020 - 00:21
Desmo3, abbiamo capito: l'autonomia si dimezza. Ma se non ce lo dicono, tu come fai a saperlo?
Ritratto di Il_Pirata
6 luglio 2020 - 23:39
A mio avviso resta sempre il problema delle colonnine super Fast. Pochissime quelle di Ionity (per tutti), tante quelle di Tesla (dedicate solo alle auto di Musk).
Ritratto di RubenC
7 luglio 2020 - 00:13
2
Sì, purtroppo Ionity non ha ancora installato molte stazioni in Italia (anche se ci sono alcuni caricatori super fast di altri gestori), però si sta espandendo in fretta: fino all'anno scorso c'erano due stazioni, ora sono sette. Speriamo che il trend di aumento continui così!
Ritratto di Andre_a
7 luglio 2020 - 01:35
Anche il “tante quelle di Tesla” direi che è relativo. In tutta la Toscana ce ne sono 3, e si trovano tutti nel parcheggio di un albergo, quindi non so neanche se sono accessibili al pubblico.
Ritratto di Comparsa
7 luglio 2020 - 08:25
3 bastano e avanzano. Un raggio di azione di 150 km è più che sufficiente per i viaggi. Chiaro che non sono studiate per il rifornimento quotidiano (a casa o soluzioni flat in abbonamento sono più convenienti). Sono aperte al pubblico (ovviamente stalli per i soli clienti Tesla) e posizionate in prossimità degli alberghi proprio per permettere una sosta a un bagno o caffè o pasto veloce nell'attesa della ricarica ;-)
Ritratto di Andre_a
7 luglio 2020 - 09:27
@Comparsa: si, sono perfette se sono abbastanza per strada o se sei diretto nei dintorni di Forte dei Marmi, Firenze o Arezzo, ma c’è una bella fetta di Toscana (tutto il sud-ovest) dove non potrei andare appoggiandomi solo ai supercharger.
Ritratto di Comparsa
7 luglio 2020 - 09:37
@Andre_a: Temo mi stia sfuggendo qualcosa nel ragionamento. Per fare un esempio: io abito in provincia di Livorno e il più vicino SuC sta a circa 110 km, a Forte dei Marmi. A sud ci sono i SuC di Tarquinia a 172 km. Nessun problema per i lunghi viaggi (non conosco la situazione nel Sud Italia). Forse intendi per i biberonaggi giornalieri, ma i SuC non sono studiati per questo. Ovvio che hai bisogno di una ricarica vicino casa (o casa stessa) per l'utilizzo quotidiano (spero di aver interpretato bene la tua risposta ;-).
Ritratto di Andre_a
7 luglio 2020 - 10:07
@Comparsa: io sto vicino al Mugello. Secondo l’applicazione A Better Route Planner (se non la conosci, è un navigatore focalizzato sulle EV), se volessi andare a Livorno con una Model Y e tornare in giornata non ci sarebbero problemi. Potrei farcela anche fino a Piombino, ma siamo ai limiti della batteria. Per andare all’Argentario, però, mi tocca passare da Arezzo: la ricarica è brevissima, solo 15 minuti, ma devo allungare il percorso in modo veramente significativo. Non sono contrario alle elettriche, anzi sto seriamente pensando di prenderne una a breve, hanno tantissimi vantaggi, ma è oggettivo che per ora ti danno meno libertà di quelle a combustione interna.
Ritratto di Comparsa
7 luglio 2020 - 10:24
Si, lo conosco, uso ABRP quasi ogni giorno ;-) Non conosco i consumi della Y (anche perché in Italia non ce ne sono ancora :-). ma con la mia M3 LR vado & ritorno con una carica di partenza al 90% sul percorso da te indicato. La Y, se non ho letto male, non dovrebbe avere consumi tanto peggiori. Comunque, oltre ai SuC, io mi son fatto una tessera prepagata, così da caricare a 11 kW in alternata in qualche colonnina in giro, giusto per la pausa pranzo per un biberonaggio, con un minimo di conoscenze ne trovi anche di gratuite, magari monofase che caricano a 7 kW, ma per un rabbocco di un'oretta, vanno più che bene. Basta un minimo di preparazione e la cosa è fattibilissima. È un cambio di ottica. Io ce l'ho da poco più di 4 mesi e non tornerei mai più indietro.
Ritratto di Andre_a
7 luglio 2020 - 10:59
Dal sito Tesla la 3LR dichiara 560 km di autonomia, mentre la Y 505. Non un’enormità, ma immagino che sulle distanze limite si sentano, purtroppo la 3 è troppo piccola per noi. Non metto in dubbio che il “cambio di ottica” sia fattibilissimo, e comunque non la terrei mai come unica auto, quindi se ogni tanto volessi fare un giro “vecchio stile” non ci sono problemi. Appena possibile la Y la provo, poi si vedrà.
Ritratto di AndyCapitan
19 luglio 2020 - 00:28
4
la Tesla e' una gran auto sicuramente...ma...non vi da fastidio essere praticamente di proprieta' di elon musk...se chiavi in auto...lui lo sa....se fai una scoreggia....lui lo sa....ti muovi dal punto A al punto B e lui lo sa!!!!....a me darebbe molto fastidio questa continua localizzazione!....no?
Ritratto di Andre_a
19 luglio 2020 - 01:05
Probabilmente sono tutte cose che conoscono già Google, Facebook, Apple, Amazon e chissà quanti altri. Una società in più o in meno non mi darebbe nessun fastidio.
Ritratto di luperk
7 luglio 2020 - 00:38
ben inferiore delle suv offerte in cina. Che per'altro dispongo della trazione 4x4, a differenza di questa
Ritratto di littlesea
7 luglio 2020 - 07:01
1
Certo! Peccato che ti si smontano in marcia...Lasciamo stare le auto cinesi, per carità...
Ritratto di luperk
7 luglio 2020 - 23:23
da quanti anni vivi in cina e quali cinesi hai guidato?
Ritratto di littlesea
8 luglio 2020 - 08:38
1
Ho guidato una Grest Wall, e mi è bastato...Vivere in Cina? No, grazie, preferisco altro...
Ritratto di Andre_a
7 luglio 2020 - 01:46
Preferisco la “cugina” Hyundai Kona, ma anche questa non è male. Peccato che, anche applicando gli incentivi, lo stesso equipaggiamento col motore ibrido (solo a benzina non esiste), costa ben 10000 € in meno.
Ritratto di neuropoli
7 luglio 2020 - 06:27
almeno sulla Kona gli hanno messo il caricatore trifase (11kwh) e poi fa ancora meglio come chilometraggio.
Ritratto di 82BOB
7 luglio 2020 - 06:05
2
Danno 3 stelle alla frenata, ma non ho capito il perché... nel riassunto non lo mettono tra i difetti e l'unico accenno un po' negativo è relativo alle sensazioni nell'uso delle palette per modularla... anzi, la definiscono addirittura potente fuori città! Mi sono perso qualcosa? Autonomia buona in autostrada, basta usare il piede leggero... grazia, graziella e...
Ritratto di lucios
7 luglio 2020 - 07:13
4
Il problema, appunto, non è l'autonomia ma i tempi di ricarica.
Ritratto di Cruiser956
8 luglio 2020 - 17:07
1
Esatto !! Il al 50 % il problema quello. Mi permetto di aggiungere che un altro 50 % è la disponibilità delle colonnine
Ritratto di RubenC
9 luglio 2020 - 17:59
2
Sono entrambi problemi che, chissà perché, noi proprietari di auto elettriche non vediamo, mentre sono molto sentiti da chi gira con un'auto termica...
Ritratto di lucios
9 luglio 2020 - 19:34
4
Probabilmente perché si ha uno stile di vita che facilmente si adatta a questi tipi di auto ma sinceramente a me scoccia attendere mezz'ora per ricaricare l'80% della mia auto. E mi scoccia anche sapere che, mentre sto andando dal punto A al punto B, e mi passa per la testa di andare al punto C, non posso farlo perché o non ci sono colonnine o non ce la faccio con l'energia a disposizione. Sarò strano io ma ma sono della serie, faccio gasolio quando mi passa per la testa prima di rimanere a piedi, tanto so che troverò nelle vicinanze una stazione di servizio e faro' il pieno al massimo in 4-5 minuti. Il solo fatto che per guidare un'auto devo programmare qualcosa o pensare di non arrivare da qualche parte, mi fa v3nire l'orticaria. Sarà che sarò un romantico amante della libertà che ti può dare un'auto! Insomma, con l'elettrico non la puoi butta' lì per caso. Devi sempre organizzarti, e darci l'occhio. E a me questo non va.
Ritratto di RubenC
9 luglio 2020 - 21:36
2
Primo, è con l'auto a benzina che devi andare a fare il pieno. Con l'auto elettrica, tu la ricarichi mentre stai facendo altro (sei a casa, al lavoro, stai facendo shopping, o una pausa pranzo o una sosta). Poi, non bisogna pianificare tutto: io l'altra settimana ho fatto una gita a qualche centinaio di km da casa con la mia famiglia, non ci siamo organizzati prima, abbiamo vagato per visitare alcune cittadine e, al ritorno, abbiamo fatto una piccola pausa fermandoci al Supercharger. Inoltre non serve che ti organizzi tu, basta che chiedi al navigatore di andare in un posto e lui ti calcola il percorso migliore e ti fa fare una sosta al Supercharger se è necessario, ma funziona tutto in automatico, non bisogna programmare niente. E infine, faccio una considerazione che forse solo chi ha un ev può capire: con l'elettrica provi il piacere di arrivare rilassato a destinazione, mentre con la termica sei solo libero di arrivare stressato. Non lo dico solo io, ma ho parlato con altri "teslari" e tutti concordano su questo. E poi, vuoi mettere, con la termica sei libero di spendere (almeno) il doppio in costi di gestione.
Ritratto di lucios
9 luglio 2020 - 23:10
4
Dunque......riguardo alla possibilità di ricaricare a casa, al lavoro, mentre stai facendo shopping, in pausa pranzo o ad una sosta: devi sempre programmarle queste cose e devi avere la fortuna di avere colonnine di rifornimento in tutti i luoghi da te elencati; personalmente non le ho in nessuno dei luoghi da te elencati, ma anche se le avessi tutte a disposizione, io quando sto a casa, quando sto a lavoro, quando sto in pausa pranzo non mi voglio preoccupare di allacciare l'auto da qualche parte, tanto so che troverò una pomp@ di benzina dove far rifornimento se ne avrò necessità.....riguardo alla gita fuori porta: immagino che avrai deciso di partire con il pieno, se è così avrai speso almeno 30 minuti della tua vita, o avrai allacciato la tua auto tutta la notte, per caricarla (sempre il solito discorso della programmazione e dell'organizzazione ritorna....), e poi hai dovuto di nuovo far riferimento a qualche supercharger, probabilmente o non nei pressi dei luoghi che hai visitato, oppure se era nei pressi dei luoghi che hai visitato, hai cmq dovuto di nuovo organizzare e programmare il tutto; e se pure lo ha fatto il sistema per te, cmq ti sei dovuto adeguare alle esigenze del caso.......riguardo al fatto che con l'elettrica provi il piacere di arrivare rilassato a destinazione, mentre con la termica sei solo libero di arrivare stressato: questa sinceramente non l'ho capita, me la spieghi?.......riguardo infine al doppio dei costi di gestione delle termiche: diciamo che hai il vantaggio di essere un pioniere, e credo che ti convenga la non alta diffusione delle auto elettriche almeno per un po', perché non appena il numero delle elettriche in circolazione comincerà ad essere economicamente rilevante per le istituzioni, allora daje con accise, bolli e spese extra......
Ritratto di RubenC
10 luglio 2020 - 11:32
2
Primo, scusa eh, ma lasciare l'auto ogni notte in carica (come ho fatto anche prima dell'ultima "gita" che ho citato) richiede meno organizzazione che non andare a un distributore di benzina. Secondo, anche con la termica ti devi "adeguare alle esigenze del caso": se l'auto ti dice che devi fare rifornimento ti devi adeguare, solo che in questo caso il distributore te lo cerchi tu, mentre con l'elettrica te lo cerca l'auto e tu hai la libertà di muoverti senza pensare che potrebbe finirti il carburante a un certo punto. Terzo, immaginavo che la frase sul viaggiare più rilassati non sarebbe stata capita: con le auto elettriche si viaggia in modo un po' diverso da quelle termiche, non con meno libertà, ma con più tranquillità. Parlando con altri "teslari" ho sentito parecchie volte di persone che con la vecchia termica facevano viaggi lunghissimi senza soste, e questo era molto faticoso e poi li faceva rimanere stanchi per giorni; ora che guidano un'elettrica viaggiano in modo rilassato, facendo soste (molto spesso ben più lunghe di quanto non richieda il navigatore) perché uno mentre lascia l'auto al Supercharger va a mangiare qualcosa, fa una passeggiata, va a fare shopping, a visitare qualche posto turistico eccetera... è una cosa che chi non ha mai fatto un viaggio con un ev difficilmente capisce. Quarto, a me non conviene che le auto elettriche siano poche: non conviene a nessuno, nemmeno a te... questa è una di quelle cose che mi stupisco del fatto che sia necessario spiegare. Io vorrei che almeno il 90% delle auto in circolazione fosse elettrico, anche se ciò comportasse (ma non è per nulla detto che lo comporti effettivamente) un aumento delle spese per me. Le auto elettriche hanno mille vantaggi, ma il motivo di gran lunga più importante per me è che inquinano meno di qualsiasi altra alimentazione che sia stata finora inventata. Anche se avessi dovuto prendere un'auto peggiore rispetto a una termica (e così non è, perché sfido chiunque a dimostrare che una Model 3 sia peggiore di una Serie 3, una Giulia o una Classe C), l'avrei comunque presa per questioni ambientali. Per farti capire, io sono uno di quei ragazzi che va a protestare per il clima, ma non sono certo un ipocrita: in tutte le scelte che faccio cerco di ridurre al minimo il mio impatto ambientale.
Ritratto di lucios
10 luglio 2020 - 11:57
4
Mah, io ritengo più scocciante pensare che ogni sera devo mettermi li e caricare l'auto piuttosto che fare benzina quando ho 1/4 di serbatoio, il che non prevede nessuna programmazione ma una semplice occhiata alla lancetta ne pressi di una pomp@. Mentre con l'elettrica devi sempre pensare o quanto meno adattarti a quello che dice il sistema di bordo per poter evitare di rimanere a piedi (immagino un bel viaggio in zone poco coperte). Sul fatto dello stress, a parte che il discorso è molto personale (ho un mio amico che preferisce viaggiare coi mezzi pubblici, stare seduto in un posto con un soggetto maleodorante vicino piuttosto che guidare un'auto), ma mi giunge nuovo che l'elettrico salvi dallo stress da viaggio solo perché ti costringe a fermarti. Lo si può fare anche con l'auto termica. Riguarda all'operazione ricarico mentre mangio, ricarico mentre lavoro, ricarico mentre faccio shopping......a me sinceramente mi scoccia e credo che il motivo per cui non si diffondono le auto sia proprio questo (la gente vuole l'auto al suo servizio, non servirla). Infine, riguardo al discorso ecologico: è vero che l'elettrico inquina meno del termico, ma questo per ciò che concerne l'uso, ma riguardo la produzione di energia elettrica supplementare, lo stoccaggio delle batterie, le risorse limitate per produrle su vasta scala, bisognerebbe vedere alla fine il reale vantaggio ecologico qual è. A mio avviso si assottiglia di molto.
Ritratto di RubenC
10 luglio 2020 - 12:13
2
"io ritengo più scocciante pensare che ogni sera devo mettermi li e caricare l'auto piuttosto che fare benzina quando ho 1/4 di serbatoio"... con la termica stai qualche minuto in piedi in un benzinaio puzzolente con in mano un tubo che è spesso sporca, con l'elettrica metti solo un cavo dentro alla presa! Sono 10 secondi! E' come se dicessi che quando scendi dall'auto non ti piace chiudere la porta perché fa perdere tempo! La cosa del relax se sei prevenuto non la puoi capire finché non farai un viaggio su un'elettrica, parla con altri proprietari di ev, chiedi se vuoi sul forum del Tesla Club, e vedrai che sono quasi tutti d'accordo con me. Per la questione ambientale invece non hai nessuna prova di quello che stai dicendo. Ho già spiegato mille volte perché le auto elettriche inquinano sicuramente molto meno. Sono stanco di ripetermi continuamente perché qualcuno non è ben informato. Se ti interessa, vai per esempio a leggere i miei commenti sull'articolo della Macan elettrica.
Ritratto di RubenC
10 luglio 2020 - 12:16
2
Dico tutto questo senza ostilità, ma sono stanco di rispondere a persone che non hanno mai provato un'elettrica, non conoscono bene gli ev eppure spesso sono convinti di sapere di più di chi ha già un'auto elettrica. Non c'è nulla di male a non conoscere un ambito, ma perché non potete, prima di criticare, fare un test drive gratuito su un'elettrica o parlare con qualche proprietario? Come potete sapere a priori che siano peggiori delle auto termiche che avete?
Ritratto di lucios
10 luglio 2020 - 12:55
4
Insomma chi non ha un auto elettrica non potrebbe parlare al riguardo? Io faccio un paragone sui comportamenti. Potrei anche pensare che chi compra un'auto elettrica possa subire una sorta di assuefazione e vedere altamente positivo ciò che positivo forse non lo è più di tanto. Ma non lo faccio. Mi limito a fare dei paragoni in base a quello che leggo. E se si sostiene che un'auto elettrica è più comoda sui lunghi viaggi perché fermandosi per necessità si coglie l'occasione per riposarsi, allora posso dire che lo faccio anche io con la termica. Mi sembra un ragionamento non oggettivo, ma un po' di parte. Sinceramente, quando viaggio con la mia Grandland X inquinantissimma 1.6 diesel, alla fine del viaggio mi sento bene, mentre con la vecchia Saxo' di mio cugino ne uscivo con le ossa rotte per i contorsionismi che dovevo fare. Probabilmente la Tesla è un'auto comoda di suo, aldilà del tipo di trazione che ha. Infine sulla questione inquinamento, le mie sono domande, in riferimento alla produzione di energia elettrica supplementare, allo stoccaggio delle batterie, alle risorse limitate per produrle su vasta scala, bisognerebbe vedere alla fine il reale vantaggio ecologico qual è?
Ritratto di RubenC
10 luglio 2020 - 14:34
2
Il vantaggio c'è. Ripeto l'ho già scritto mille volte spiegando tutto nel dettaglio. L'ultima volta è stata in un commento all'articolo dell'altro giorno sulla Macan elettrica, se ti interessa vai a leggere lì. Poi, io non dicevo che bisogna avere l'elettrica per parlare, ma che bisogna avere un po' di esperienza a riguardo: per esempio avere fatto un test drive, o un viaggio sull'auto di un amico, oppure avere parlato con vari proprietari, essere salito sulle auto... eccetera. Poi la questione del viaggiare rilassato era un po' una provocazione (anche se è una cosa reale) in risposta ai soliti pregiudizi (nel senso letterale di "giudizi precedenti all'esperienza"): a volte chi ha un'auto termica pensa ce il suo sia il modo migliore di viaggiare, il più comodo, il più bello per lui... ma è così solo perché non ha provato altro e perché ha sempre viaggiato in un unico modo (e all'inizio non certo per scelta, ma per necessità). Comunque ti assicuro che non c'è tutta l'ansiogena programmazione che tu pensi, ma questo è difficile da spiegare a chi è "ancorato" (non saprei come dire, non è in senso negativo) ha un determinato tipo di oggetto (l'auto termica). Il modo migliore per capirlo è provare prima o poi a usare un ev nella realtà. PS. L'assuefazione c'è veramente.. e non solo per me ahaha
Ritratto di lucios
10 luglio 2020 - 14:45
4
Che dire? Comprerò un'auto elettrica quando a livello funzionale diventerà del tutto identica ad un'auto termica. Fino ad allora va bene così come è. Il fatto è che se non si diffondono ci sarà un motivo, a patto che che non se la menino con tutti sti incentivi.
Ritratto di lucios
10 luglio 2020 - 15:00
4
.....e poi io non sto dicendo che l'auto termica è migliore di quella elettrica, semplicemente avanzo dei dubbi su tante rose e fiori che si stanno diffondendo a livello mediatico sull'elettrico, pensando che sia la panacea assoluta della mobilità (con allo stesso tempo una caccia alle streghe sena precedenti su altro forme di motorizzazione), quando ci sono ancora grosse problematiche sul piano della rete (non a caso i responsabili FCA, manco uscita la 500 elettrica, già parlano di potenziare la rete e di coinvolgere lo Stato, ovviamente, con soldi pubblici, per farla). Ed anche sil piano degli accumulatori non è che andiamo meglio per quanto riguarda la resa, l'affidabilità nel tempo che lo smaltimento a fine ciclo di vita. Inoltre, avendo letto le tue spiegazioni riguardo all'ecosostenibilità, ti consiglio però anche di riportare i costi in termini di produzione di energia elettrica supplementare da produrre (quindi minerali da consumare, eventualmente il nucleare, per non parlare delle nuove centrali elettriche da costruire e nuovi impianti di ricarica da fare). Infine, se i tempi di ricarica rimarranno quelli (mezz'ora minimo per l'80%) non oso immaginare quante colonnine serviranno quando le auto termiche saranno sostituite completamente da quelle elettriche. Quindi il problema sta tutto li, la ricarica in tempi brevi! Risolto sto problema, me la comprerò anch'io.
Ritratto di RubenC
10 luglio 2020 - 15:26
2
"non oso immaginare quante colonnine serviranno quando le auto termiche saranno sostituite completamente da quelle elettriche." Beh penso che il tempo di ricarica migliorerà notevolmente nel frattempo (pensa a come sono cambiate radicalmente le cose fra il 2010 e il 2020), in ogni caso la situazione è già sostenibile perché anche se qualcuno non può caricare a casa o al lavoro, una grossa percentuale può, e quindi gli ev usano meno le colonnine (in media intendo, ovviamente ciascuno ha una situazione personale) di quanto le termiche usino i benzinai. Riguardo alle batterie, quelle attuali, per esempio Tesla, durano per circa 350.000-400.000 km senza scendere sotto il 70-80% della capacità (fonte: il report 2019 della Tesla), dopodiché potrebbero comunque essere utilizzate da persone (e ce ne sono) che non hanno bisogno di 500-600 km di range. Infine, quando vengono cambiate, possono essere riutilizzate ancora per 20-30 anni come accumulatori industriali e quindi solo dopo un ciclo di vita di 30-40 anni vengono smaltite, e buona parte dei componenti viene riciclata (fonte: Quattroruote).
Ritratto di lucios
10 luglio 2020 - 15:50
4
Però tu parli di Tesla come di un'auto per tutti, quando resta (e credo resterà ancora per un bel po') un'auto premium. Vorrei vedere se la stessa qualità di Tesla si troverà (un domani che i prezzi scenderanno) anche su auto di 15mila euro (almeno spero siano queste le cifre). Ho i miei dubbi, visto il trend delle case ad abbassare la qualità costruttiva delle auto generaliste per garantire una certa competitività. Per quanto riguarda le abitudini alla ricarica, io penso che sia un mondo tutto ancora da scoprire. Credo che le auto elettriche, al momento, siano utilizzate soprattutto dalla stragrande maggioranza di persone che riescono a gestire bene il loro tempo per andare al lavoro, per la famiglia, ecc. Ma vorrei vedere una mamma che la mattina deve accompagnare 3 bambini a 3 scuole diverse, fare shopping e altre commissioni, e casomai la sera prima si era dimenticata di caricare l'auto. Per quello ci vuole una colonnina che ricarichi l'auto in pochissimo tempo, perché credo che di queste situazioni ce ne saranno a iosa. Riguardo agli accumulatori industriali: non vorrei che un domani in un mondo con un miliardo e passa di auto elettriche, casomai per la parte di esse con le batterie prossime ad una cospicua perdita di efficienza non ci sia un'altrettanta richiesta di accumulatori industriali, e quindi accadrà ciò che accade già oggi per la plastica, ossia solo una piccola parte viene riciclata, il resto sappiamo dove finisce.
Ritratto di RubenC
10 luglio 2020 - 15:59
2
Io parlo di Tesla perché è la casa che dichiara più dati e soprattutto perché conosco le Tesla molto molto bene: conosco praticamente tutte le versioni di tutti i modelli (anche quelle fuori produzione), le prestazioni, le "taglie" della batteria, l'autonomia, conosco bene i Supercharger, i tempi di ricarica, i costi (per ora € 0,00!!!!)... eccetera eccetera. Per le elettriche di altri marchi ho conoscenze che, pur essendo probabilmente buone in assoluto, non sono paragonabili a quelle che ho riguardo alle Tesla, e perciò preferisco parlare di ciò che conosco meglio. Poi se, è vero Tesla è (in particolar modo in Italia) un po' premium, soprattutto come segmenti e come dotazioni e prestazioni.
Ritratto di lucios
10 luglio 2020 - 16:07
4
Hai molti vantaggi perché ti trovi nella posizione di pioniere, ma non credo in un futuro senza spese per la ricarica. Riguardo alla differenza con altre case, beh, la Niro ha le sue lacune, riportate anche nell'articolo. Tesla ha tutto il suo vantaggio perché sviluppa solo questo tipo di motricità, quindi ha tutto l'interesse a fare bella figura. Ma non è un'auto per tutti al momento.
Ritratto di RubenC
10 luglio 2020 - 16:14
2
"non credo in un futuro senza spese per la ricarica" No, no, neanche io... però ora è gratis è questo mi fa molto piacere :)
Ritratto di gargol
17 luglio 2020 - 14:56
3
Guarda che i supercharger non sono più gratis. siamo a 33cent al kwh piu 80 cent al minuto se occupi il posto a fine carica. Sono gratis solo le model S e X (da oltre 100.000) ma non la model 3 che é il modello più abbordabile per noi umani
Ritratto di RubenC
17 luglio 2020 - 17:32
2
gargol, scusa eh, ma pensi di saperne di più riguardo al costo dei Supercharger di un proprietario di Tesla? I Supercharger in Italia sono (per ora) gratis. Se non credi a me, vai a leggere sul forum del Tesla Owners Club, di sicuro lì l'ha scritto anche qualcun altro.
Ritratto di RubenC
17 luglio 2020 - 17:33
2
Ah, e specifico che io ho una Model 3, non una S/X.
Ritratto di lucios
10 luglio 2020 - 15:19
4
https://www.youtube.com/watch?v=OYtgjtGPao4
Ritratto di RubenC
10 luglio 2020 - 15:30
2
Scusa, oggi sono un po' impegnato e non ho tempo per 15 minuti di video... Per favore, se puoi, mi riassumeresti le cose importanti per cui l'hai citato?
Ritratto di lucios
10 luglio 2020 - 15:52
4
Ho messo il video di Red Ronnie con un suo amico che utilizza un'auto elettrica. Credo che identifichi in modo molto preciso quali siano gli attuali vantaggi e svantaggi dell'auto elettrica. Ma ce ne sono tanti altri al riguardo. Non ha una Tesla.
Ritratto di RubenC
10 luglio 2020 - 16:05
2
Ok, quando riesco lo guarderò. Se tu hai tempo ti consiglio di guardare qualche video dello youtuber Bjorn Nyland, che è uno dei tester di ev più famosi su Internet, e che guida elettriche sia in Norvegia (dove può essere interessante per vedere un assaggio di quello che probabilmente sarà il futuro in Italia e per vedere come può funzionare l'utilizzo degli ev in massa) sia nel suo paese d'origine, la Thailandia (che è messa ovviamente molto peggio dell'Italia come infrastrutture, ma dove si riesce comunque a girare in elettrica). Potrebbe essere interessante per vedere l'utilizzo di varie ev in contesti reali e molto diversi fra loro, e soprattutto potrebbe farti capire meglio certe mie parole di sopra vedere i video dei road trip in auto elettrica.
Ritratto di lucios
10 luglio 2020 - 16:12
4
Tra i tanti youtuber che seguo c'è Andrea Baccega che ha una Tesla
Ritratto di RubenC
10 luglio 2020 - 16:16
2
Ah, sì, ho visto tempo fa qualche dei video di Andrea Baccega.
Ritratto di AndyCapitan
19 luglio 2020 - 00:42
4
ragazzi...avete un po ragione tutti e due!....Lucios mi pare un po figlio dei fiori....mentre rubenC molto organizzato....a mio parere certamente l'auto elettrica non e' per tutti....bisogna essere un bel po piu' pignoli nell'approccio...bisogna essere un po nerd sicuramente ammettetelo!...ahahah!
Ritratto di Cruiser956
15 luglio 2020 - 17:19
1
Ricaricare quando si è al lavoro ( e dipende anche da che lavoro si fa), mentre si sta facendo shopping, o una pausa pranzo è facile a dirsi. Ci sono però le colonnine dove lavoro o dove faccio facendo shopping o dove pranzo ? Se ci sono quante ce ne sono ? Quante auto sono in fila in attesa per ricaricare ? Non è che si rischia che la mezz'ora diventi, di fatto, un paio d'ore, vero ?!
Ritratto di Cruiser956
15 luglio 2020 - 17:09
1
Concordo pienamente in toto !
Ritratto di gargol
17 luglio 2020 - 14:51
3
In primis i tempi di ricarica, non si può proprio vedere una 64Kwh con carichino da 7,2..... Ma perché non hanno messo un trifase da 22kw?? Dopotutto costa quasi 50 euro.....
Ritratto di lucios
17 luglio 2020 - 17:25
4
Mi chiedo se non sia per la ragione di salvaguardare le batterie? Le ricariche lente non garantiscono più longevità?
Ritratto di vinz65
7 luglio 2020 - 07:51
Gran macchina, anche da guidare. Peccato solo la velocità di ricarica limitata, e chi ha già guidato un'elettrica per almeno una settimana sa bene che questa è davvero una limitazione molto grave.
Ritratto di anto74
7 luglio 2020 - 09:04
Per le elettriche in Italia non siamo ancora pronti, e i costruttori non aiutano a far decollare questo mercato. Sono sempre piu'convinto che le migliori siano le mild hybrid. Elettriche e Hybrid plug-in non ci siamo ancora
Ritratto di desmo3
7 luglio 2020 - 10:29
6
le migliori elettriche sono le mild hybrid? è un ossimoro, perché di elettrico non hanno nulla, le ruote girano solo grazie al motore a combustione
Ritratto di anto74
8 luglio 2020 - 01:41
Infatti, non parlo di elettriche, parlo di un giusto compromesso, il recupero in frenata e rilascio e' gia'un buon punto di partenza...poi sul fatto che alcuni mild siano solo per aggirare le normative sono d'accordo
Ritratto di desmo3
8 luglio 2020 - 09:17
6
personalmente il miglior compromesso lo individuo nelle PHEV, proprio perché coniugano "the best of both worlds"
Ritratto di RubenC
8 luglio 2020 - 10:49
2
Desmo3, coniugano "the best of the both worlds", ma anche "the worst of the both worlds"...
Ritratto di AndyCapitan
19 luglio 2020 - 00:49
4
scusa Anto 74....le mild hybrid sono solo fuffa....il termico lavora o al 98%...forse pure al 99...che compromesso sarebbe?....che senso hanno???....ha ragione desmo3...se parli di hybrid se ne puo' discutere dalle plug-in PHEV in avanti....al limite anche le full hybrid ma non sempre apportano vantaggi consistenti nei consumi e nel range di spesa!
Ritratto di RubenC
7 luglio 2020 - 10:55
2
anto74, perché in Italia non saremmo pronti? Io per esempio (come molti altri sul forum) ho già un'elettrica e non c'è nessun problema a usarla tutti i giorni come prima auto. Tutti questi problemi li vedono solo quelli che girano con un'auto termica.
Ritratto di deutsch
7 luglio 2020 - 12:11
4
sante parole
Ritratto di anto74
8 luglio 2020 - 01:46
Innanzitutto, l'Italia produce per la maggior parte corrente elettrica da centrali termiche...quindi che il combustibile lo bruci prima ( per pridurre corrente ) o per la mobilita' ( la tua auto poco cambia ), poi la diffusione di colonnine.....beh non e' che sia poi cosi' omogenea e diffusa ! Poi chi ha a casa i pannelli solari e si puo'ricaricare la sua auto con energia pulita allora fa bene a comprarla!
Ritratto di Mbutu
8 luglio 2020 - 09:36
Scusami Anto74 ma fra bruciare il combustibile in alcune grosse centrali piuttosto che in milioni di piccoli motori c'è già tutta la differenza del mondo, altro che "poco cambia". E poi c'è l'altro fattore che tu stesso riconosci "parte" piuttosto che "tutto".
Ritratto di AndyCapitan
19 luglio 2020 - 00:52
4
....meglio comunque inquinare una volta a produrre corrente invece di due o tre....o no?
Ritratto di gargol
17 luglio 2020 - 15:00
3
Non quelle a disposizione delle colonnine. I Maggiori distributori (enel X A2A etc) dichiarano che tale energia é prodotta per la maggior parte, se non addirittura completamente, da fonti rinnovabili
Ritratto di RubenC
17 luglio 2020 - 17:35
2
Sì, anche Duferco e i Supercharger penso usino energia rinnovabile. Forse anche Ionity, ma non sono sicuro.
Ritratto di ste74
7 luglio 2020 - 09:07
Vedo che non si smette con le solite sparate sull'autonomia. La Long Range con 64kWh non dovrebbe andare oltre i 350km in condizioni ottimali, la 39.2kWh non oltre i 220. Altro che 400 e passa... smettiamola di prendere per il coolo la gente...
Ritratto di desmo3
7 luglio 2020 - 10:30
6
esatto... e nessuno si rende conto che sono autonomie teoriche... tra girare in città e andare in autostrada cambia tutto... quelle percorrenze si dimezzano
Ritratto di RubenC
7 luglio 2020 - 10:58
2
ste74, AlVolante ha rilevato un'autonomia reale su strade extraurbane di quasi 500 km e un'autonomia media fra extraurbano e autostrada di 434 km. Quindi non capisco il senso del tuo commento.
Ritratto di desmo3
7 luglio 2020 - 11:23
6
il senso del mio commento è nella prova della cugina Hyundai Kona: prova su strada di Tg2 Motori di qualche settimana fa, parole testuali di Maria Leitner "in autostrada a 130 km/h l'autonomia dichiarata si dimezza"
Ritratto di deutsch
7 luglio 2020 - 12:16
4
con l'auto grande faccio viaggi oltre la percorrenza rilevata 5 o 6 volte l'anno, non vedo il problema per tutto il resto va benissimo. semmai il problema che non è un'auto grande da famiglia
Ritratto di deutsch
7 luglio 2020 - 12:12
4
perchè mai se sono buoni i dati di consumo rilevati da alvolante sulle termiche non lo dovrebbero essere quelli per le elettriche. da dove arriva la tua fonte
Ritratto di Mbutu
7 luglio 2020 - 09:17
Gli preferisco la cugina Kona perché questa l'ho sempre trovata un po' banalotta. Anche se questa versione è molto migliorata. Sono entrambe due ottime elettriche però a quel prezzo sei in zona model 3 ...e se proprio proprio.
Ritratto di Ferrari V12 6-5L
7 luglio 2020 - 09:26
Emissioni di co2 9 ore e 35 minuti.
Ritratto di FrancoAl
7 luglio 2020 - 18:10
1
47mila Peppini per un auto cinese??? Ma cosa su bevono da quelle parti?
Ritratto di RubenC
8 luglio 2020 - 10:51
2
A parte il fatto che questa è la versione top e che il prezzo riportato non include i sostanziosi incentivi statali, l'auto è coreana, non cinese (e c'è una bella differenza fra auto coreane e cinesi).
Ritratto di Luca Cagnesco 90
8 luglio 2020 - 18:21
2
Bha... Cinesi o coreane, secondo me pari sono.. Sulle auto, forse si salvano solo i Jappi. L unica cosa "bona" da quelle parti e' la sorella di quel simpatico cofanetto che comanda il Nord!!
Ritratto di FrancoAl
16 luglio 2020 - 10:23
1
Ho avuto la sfortuna di comprare una Hyundai anni fa... Era bella, aveva tutto, costava meno delle altre... Pensavo di essermi imbattuto in una di quelle auto nate male. Mi sbagliavo... Eravamo in tanti ad aver comprato un auto nata male. Per me coreani o cinesi che si dir si voglia ,da allora possono continuare a piantare del riso. Franco.
Ritratto di AndyCapitan
20 luglio 2020 - 00:00
4
... hyundai e Kia secondo i loyd inglesi hanno in media tra i minori difetti nei primi 6 anni di vita...pochissimi rientri per interventi in garanzia sicche' francoal puoi aver avuto sfortuna ma non credo che siano auto difettose...anzi...tuttaltro!
Ritratto di Jimgoose
9 luglio 2020 - 00:33
300 km di autonomia in autostrada sono tanti?personalmente con quest'auto lo scorso w/e avrei dovuto mettre in conto 1ora e mezza di viaggio in piu all'andata e altrettanto al ritorno,senza contare che avrei dovuto pranzare all'autogrill (mangiando da cani,anzichè in 1 bella osteria a folgaria)x poter sfruttare la sosta x la carica senza buttare via il tempo inutilmente,avrei speso di piu x l'albergo dotato di caricabatterie(..sempre libero?)e deviazioni panoramico/gustative meglio pianificarle...se questo è progresso..,l'uomo che deve adattarsi alle esigenze della macchina,bel progresso!
Ritratto di RubenC
9 luglio 2020 - 11:54
2
Pensa alla fatica di dover andare ogni giorno a fare benzina... Io con l'elettrica parto da casa sempre carico, e alla fine devo fermarmi a un Supercharger solo quando vado in vacanza. E il tempo che "perdo" lì non sono per nulla sicuro (anzi) che sia superiore alla somma del tempo che avrei perso tutti gli altri giorni dell'anno dovendo fare benzina ogni settimana.
Ritratto di Jimgoose
9 luglio 2020 - 14:32
Tu partirai anche carico ma la wall box,il garage e i pannelli sul tetto ce li hai tu,rubenc,e pochi altri "fortunati",la maggior parte non ha ne box ne wallbox ne tetto di proprietà,nel mio caso le stramaledette colonnine non ci sono nemmeno nel mio comune,tantomeno in montagna dove vado a passare i miei santi w/e,della macchina elettrica non so cosa farmene. È un po come discutere coi vegani,non si reggono in piedi,hanno i figli con le carenze alimentari però a sentir loro gli svalvolati sono gli altri
Ritratto di RubenC
9 luglio 2020 - 16:27
2
Ok, non tutti possono, ma con l'auto termica non si può proprio partire col pieno in nessun caso. Comunque non servono né wallbox, né garage, né pannelli solari. Io per esempio non ho nessuna di queste tre cose. Ho solo un posto auto davanti a casa e attacco la Tesla alla rete domestica tramite una presa normalissima. Quindi il tuo commento non ha proprio senso e dimostra che i limiti sono più riguardo alle informazioni che la maggioranza delle persone ha che non limiti reali.
Ritratto di Luca Cagnesco 90
9 luglio 2020 - 19:44
2
Paragone perfetto. Non avrei saputo spiegarmi meglio. Bravo. Luca.
Ritratto di RubenC
9 luglio 2020 - 21:39
2
Luca, ti riferisci al commento di Jimgoose? Ti consiglio di leggere la mia risposta... Quel paragone non è l'unica cosa senza senso che ha scritto.
Ritratto di zal97
11 luglio 2020 - 10:42
Scendere dall'auto, mettere i soldi nella fessura, sviste il tappo del carburante, infilare l'erogatore nel bocchettone, aspettare dai 30 sec. al minuto e mezzo a seconda della quantità di carburante in mezzo ad un "tanfo allucinante", rimettere l'erogatore a posto, riavvitare il tappo del carburante e risalire in auto. Madonna santa che fatica, sono già sudato a pensarci. Se l'Italia sta andando a rotoli ci sarà un motivo.....
Ritratto di RubenC
13 luglio 2020 - 11:33
2
zal97, appunto non è così tanto faticoso: ma allora perché qualcuno dice che è faticoso attaccare la spina la sera quando si parcheggia l'auto? Lì non devi neanche aprire e chiudere lo sportellino... Sulle Tesla è automatico.
Ritratto di carletto86
9 luglio 2020 - 13:37
Con le mie percorrenze mi basterebbe ricaricarla solo il sabato sera per ritrovarmela bella carica tutta la settimana! davvero niente male, e poi è persino veloce con i suoi 175kmh di punta! kia ha fatto davvero una macchina coi fiocchi! peccato per il prezzo un po troppo alto.
Ritratto di RubenC
9 luglio 2020 - 16:30
2
Questa è la top di gamma, ma prendendo una versione meno cara (oppure la leggermente più economica cugina Hyundai Kona) e contando incentivi e sconti si può portare via un'auto del genere a € 30.000, che secondo me è un prezzo piuttosto conveniente considerando poi i soliti risparmi sulla gestione.
Ritratto di Ricci1972
1 agosto 2020 - 14:09
Quasi ci siamo, anche per me che faccio 120 km sl giorno, ma in nessun servizio vedo mai citate il costo reale dell'utilizzo di una elettrica. La colonnina rapida costa 0.45 €/Kw con la quale faccio circa 5 km, per fare 20 km spendo 1.8 €, con un diesel allo stesso prezzo ne faccio 30 di Km. Il wallbox ed il contratto da casa per caricare a 7.2 kw costa anche quello, e la rete standard che va a circa 2.5 kw sui 3 disponibili impiega 26 ore per 64 kw, pagherei 1 kw circa 0.1 e converrebbe, ma 26 ore!!!
Ritratto di Laf1974
8 agosto 2020 - 00:44
Ne ho vista solo una, un successo di vendite
Ritratto di Miller
8 settembre 2020 - 14:01
Kia eNiro 64kWh, test da Predoi/BZ a Marsala/TP, partito con l'80% d batteria, arrivato con il 63% d batteria, 1798 km percorsi in 20 ore abbondanti + 8 ore abbondanti per ricaricare 8 volte, consumo medio 203 Wh/Km - 4.91 km/kWh
Ritratto di SimoneDB
23 dicembre 2020 - 09:14
Carina, ma non credo di essere pronto per le elettriche pure. In città e dintorni l' approvvigionamento energetico può non essere un problema, ma in vacanza? Avrei il terrore a partire con una elettrica. Credo che ne vauterò una quando metà batteria si ricaricherà in 15 min come i telefonini!
Ritratto di RubenC
23 dicembre 2020 - 11:01
2
Una Model 3 come la mia si carica già in 15-20 min...
Annunci

Kia Niro usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Kia Niro usate 20189.90014.90021 annunci
Kia Niro usate 201915.59917.75038 annunci
Kia Niro usate 202015.90021.73015 annunci
Kia Niro usate 202118.95022.81012 annunci
Kia Niro usate 202220.99021.9903 annunci
Kia Niro usate 202325.79930.5707 annunci

Kia Niro km 0

Prezzo minimoPrezzo medio
Kia Niro km 0 202235.70035.7001 annuncio
Kia Niro km 0 202331.00038.2805 annunci