PROVATE PER VOI

Mazda 3: non lo diresti, ma è ibrida

Prova pubblicata su alVolante di
giugno 2019
Pubblicato 20 gennaio 2020
  • Prezzo (al momento del test)

    € 27.150
  • Consumo medio rilevato

    15,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    119 grammi/km
  • Euro

    6d-TEMP
Mazda 3
Mazda 3 2.0 Skyactiv-G M Hybrid 122 CV Exclusive

L'AUTO IN SINTESI

La Mazda 3 ha un “vestito” affascinante e una meccanica ibrida leggera a benzina da 122 CV: scatta bene ma ha poca grinta dai bassi giri. In compenso, può contare su un cambio manuale molto preciso e un assetto “a punto”. Buono il comfort: l’auto è ben insonorizzata (però è poco “ospitale” dietro). A dispetto della ricchezza dell’equipaggiamento, è l’ibrida media meno costosa. E, baule a parte, è pure rifinita con cura.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
3
Average: 3 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Ok il comfort e la dotazione

La Mazda 3 è una cinque porte con una carrozzeria dalle forme affusolate, ed è un’auto facile da guidare. Convince per le reazioni composte, l’insonorizzazione e le finiture. Inoltre la Mazda 3 è l’unica media “bimotore” col cambio manuale e, anche prendendola col valido automatico (optional), rimane l’ibrida meno costosa. Rispetto alle rivali come Toyota Corolla e Prius e Hyundai Ioniq sfrutta una tecnologia più semplice che, comunque, le garantisce molti dei loro vantaggi, come l’accesso alle ztl di varie città: il silenzioso 2.0 a quattro cilindri aspirato è abbinato a un motore elettrico di soli 7,9 CV che lo aiuta in partenza, ma non può fare granché in ripresa dai bassi regimi. La spinta è adeguata dai regimi intermedi e c’è un buon allungo; inavvertibile però il contributo dell’unità elettrica in accelerazione e rara la disattivazione di due cilindri per bere meno: il consumo rilevato è allineato a quello delle più moderne medie con piccoli tre cilindri turbo.

L’unità elettrica della Mazda 3 fa anche da generatore e provvede all’avviamento del quattro cilindri. Nei rallentamenti viene trascinato dalle ruote, generando corrente che è inviata a una batteria a 24 volt (dedicata) agli ioni di litio, con 0,17 kWh di capacità e posta sotto il divano. Il 2.0 è abbinato a un cambio manuale preciso e “secco” negli innesti, che ha la corsa della leva contenuta e ben definita. La frizione è però po’ pesante da azionare e non sempre ben modulabile nelle partenze. Pur non molto diretto, lo sterzo ha la precisione che basta a chi guida tranquillo; alzando il ritmo, però, se ne vorrebbe di più. E in manovra sarebbe gradita una maggiore leggerezza. L’auto si mantiene sempre “neutra”, con un retrotreno stabile che ispira fiducia. E c’è un po’ di rollio in curva che aiuta a percepire meglio i limiti di tenuta, oltrepassati i quali l’Esp interviene rapidamente e mai a sproposito. Buono il comfort: fruscii e rumore di rotolamento delle gomme restano fuori, e il 2.0 si fa sentire solo se sfruttato a fondo. Soltanto le sospensioni anteriori sono comunque efficaci sulle buche.

Ricca la Mazda 3 Exclusive del test: ha di serie l’head-up display, i fari a matrice di led, l’hi-fi (il cui subwoofer, però, riduce un po’ il bagagliaio), il monitoraggio dell’angolo cieco, il rilevatore di stanchezza che “legge” l’espressione del viso con la telecamera a infrarossi nella cornice dello schermo centrale e molto altro. La Exceed ha la stessa dotazione per la sicurezza, ma non i sedili in pelle regolabili elettricamente. Ben più povere (benché non “francescane”) la Executive e la Evolve: la seconda fa risparmiare poche centinaia di euro e ha i cerchi di 16’’ anziché di 18’’ e i sensori di distanza solo dietro. A tutta prova la sicurezza: nei test Euro NCAP del 2019 ha ricevuto cinque stelle, arrivando a ben il 98% della protezione degli occupanti. Solo di notte la frenata automatica non ha rilevato efficacemente i pedoni; non sempre all’altezza anche il comportamento del mantenimento di corsia.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Ben fatta, ma poco hi-tech

Plancia e comandi
Nella Mazda 3 i pochi comandi nella plancia a sviluppo orizzontale, il bel volante a razze sottili e il cruscotto a lancette (virtuali e non) possono evocare elementi di alcune vetture d’epoca, ma nel complesso l’ambiente è moderno. Eleganti i morbidi rivestimenti in pelle (in parte finta, ma di pregio) con cuciture a contrasto della plancia e dei pannelli porta; ricoprono persino quelli posteriori, che su molte auto sono invece trascurati. Alla sinistra del volante c’è un vano con sportello realizzato con cura e alcuni tasti, fra i quali quello che disattiva tutti gli aiuti alla guida. La leva del cambio è inserita in un elemento nero lucido (che si riga facilmente) la cui parte sotto la consolle nasconde due portabibita.

Pratici i piccoli comandi del “clima”, montati in alto. La seduta della Mazda 3 è piuttosto bassa, oltreché stretta in prossimità dello schienale, ma c’è la regolazione elettrica, con memoria e le cinture di sicurezza sono registrabili in altezza. Il cruscotto con due elementi rotondi a lancetta è di facile lettura e ha lo schermo centrale di 7’’ che mostra il consumo istantaneo e l’autonomia. Poche, però, le schermate selezionabili: tachimetro a lancetta (a tutto schermo o con computer di bordo al centro) o cruise control adattativo. “Furba” la funzione che evidenzia in rosso le velocità-limite lette nei cartelli stradali mentre l’head-up display (di serie) ripete le indicazioni del navigatore. Molte informazioni si trovano però solo nello schermo al centro della plancia.

Luci e ombre per l’infotainment della Mazda 3: è elegante e moderno nella grafica, ma non ripete le informazioni nel cruscotto, manca di funzioni online e lo schermo di 8,8’’ non è tattile: scomodo azionare con la rotella il navigatore, Apple CarPlay e Android Auto (tutti di serie, come il valido hi-fi della Bose).

Abitabilità
Davanti si sta comodi; dietro, si deve chinare un po’ la testa per accedere e c’è poco spazio per le ginocchia. Chi è più alto 180 cm sfiora il soffitto. Di serie i sedili rivestiti in cuoio con regolazioni elettriche e  memoria (è prevista pure per l’head-up display e per gli specchietti). Seduti sul divano, c’è poca luce, anche a causa della base dei vetri che risale. Nel mobiletto fra i sedili mancano sia le bocchette dell’aria sia delle prese Usb per la ricarica. È presente, comunque, un bracciolo a scomparsa con portabibita.

Bagagliaio
Escludendo la Lexus CT200h, la Mazda 3 è la media ibrida che offre meno spazio per le valigie: 358 litri. Prius e Ioniq sono nettamente più generose di spazio, specie a divano giù (la Mazda si ferma a 1026 litri ma, almeno, il piano che si forma è in pari); e la capienza reale della Exclusive del test è persino inferiore a quella dichiarata, poiché nel doppiofondo c’è il subwoofer. La bocca di carico risulta poi poco sviluppata in larghezza, fra la soglia e il fondo ci sono 20 cm e mancano i gancetti per le borse e le tasche laterali: c’è soltanto una cinghia con moschettone. Il fondo, inoltre, non si regola su più livelli e sotto c’è posto per il kit di riparazione delle gomme e poco altro; ok, però, lo spazio in verticale: 50 centimetri fra fondo e cappelliera.

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
Sfrutta l’elettronica, in città come nei viaggi

In città
Nella Mazda 3 si è seduti in basso e il cofano è lungo; per fortuna, sensori e telecamere perimetrali (di serie) aiutano in manovra. Ai bassi regimi il 2.0 non è in affanno e solo le asperità più marcate non vengono assorbite efficacemente; eccessivi, talvolta, gli interventi della frenata automatica d’emergenza (fin troppo prudente). A dispetto dell’omologazione ibrida, non si va oltre i 12,2 km/l.

Fuori città
La Mazda 3 è un’auto equilibrata, che nei tratti tortuosi infonde fiducia ed è stabile. Il motore allunga fin oltre i 6000 giri,  è ben intonato con il preciso cambio e fa poco rumore. I freni si gestiscono più con la pressione che con la corsa del pedale: buona la modulabilità. Bassi i consumi: abbiamo registrato 18,9 km/l.

In autostrada
In sesta a 130 km/h il 2.0 lavora in silenzio a 2800 giri, si percorrono 14,7 km/l e non si notano rumori dell’aria sulla carrozzeria né di rotolamento delle gomme; ben studiati, i sedili non affaticano. Dopo i rallentamenti, però, è meglio scalare almeno una marcia. Efficienti il cruise control adattativo e il mantenimento di corsia (entrambi di serie).

PERCHÈ SÌ

Cambio
Di quello manuale piacciono gli innesti precisi e la corsa breve della leva.

Dotazione
Poltrone in pelle motorizzate, head-up display, fari a matrice di led e tanti sistemi di aiuto alla guida evoluti. Tutto di serie.

Finiture
Visto anche il prezzo, convincono plastiche, pelli e montaggi. Di buon gusto gli inserti nelle porte.

Insonorizzazione
Fruscii e rumore dei pneumatici non disturbano, neppure alle andature autostradali.

PERCHÈ NO

Baule
In relazione alla lunghezza dell’auto, non è ampio. E il doppiofondo è occupato da subwoofer e kit di riparazione. Mancano i gancetti.

Infotainment
Poche funzioni e niente schermo tattile: scomodi il Gps, Android Auto e Apple CarPlay. 

Posti dietro
Poco luminosi e spaziosi, non sono provvisti di bocchette dell’aria e di prese di ricarica.

Ripresa
Senza scalare, dai bassi giri ci vuole un bel po’ per far salire l’ago del tachimetro.

SCHEDA TECNICA

Motore termico  
Carburante benzina
Cilindrata cm3 1998
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 90 (122)/6000
Coppia max Nm/giri 213/4000
   
Motore elettrico  
Potenza massima kW (CV)/giri 5,8 (7,9)/n.d.
Coppia max Nm/giri 48/n.d.
Tipo batteria ioni di litio
   
Emissione di CO2 grammi/km 119
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 446/180/144
Passo cm 273
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1275
Capacità bagagliaio litri 358/1026
Pneumatici (di serie) 215/45 R18

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 5450 giri   203,0 km/h 197 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,0   10,4 secondi
0-400 metri 17,1 133,1 km/h non dichiarata
0-1000 metri 31,3 168,1 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 36,7 152,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 35,8 138,5 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 9,5   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 18,3   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,2 km/litro 11,8 km/litro
Fuori città   18,9 km/litro 18,5 km/litro
In autostrada   14,7 km/litro 15,6 km/litro
Medio   15,5 km/litro 15,9 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   36,8 metri non dichiarata
da 130 km/h   62,1 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,3 metri 10,6
Mazda 3 2.0 Skyactiv-G M Hybrid 122 CV Exclusive
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
15
10
6
3
2
VOTO MEDIO
3,9
3.916665
36
Aggiungi un commento
Ritratto di Taekoramen
20 gennaio 2020 - 13:08
Il motore è un polmone
Ritratto di Tymmy
20 gennaio 2020 - 13:18
No. È solo sufficiente.
Ritratto di Pac80
20 gennaio 2020 - 18:43
Hanno annunciato l'uscita della versione da 150 cavalli, stessi consumi di questa ma prestazioni decisamente migliori. Per 1000 euro in più credo che sarà la versione più equilibrata da scegliere
Ritratto di ELAN
21 gennaio 2020 - 00:24
1
La versione più equilibrata è oltreoceano, accontentandosi anche il 2.0 da 150cv può bastare.
Ritratto di ELAN
20 gennaio 2020 - 15:46
1
A qualcuno può sembrare lenta una 330d ma questa è oggettivamente lenta per l'immagine, il prezzo e la cilindrata.
Ritratto di andrea120374
20 gennaio 2020 - 13:11
2
Ma esiste veramente questa auto ??? Mai vista (fortunatamente) una
Ritratto di ELAN
20 gennaio 2020 - 15:44
1
Troll Nigani, se questa è brutta la Golf cos'è?
Ritratto di Meandro78
20 gennaio 2020 - 18:52
Una scatola di pesci azzurri senza peculiari inclinazioni politiche.
Ritratto di Blablabla
20 gennaio 2020 - 13:57
E anche questa per i consumi dichiarati e rivelati sono vicinissimi. Questo non toglie che è brutta, oltre ad avere un bagaglio minuscolo per una macchina lunga 446 cm.
Ritratto di ELAN
20 gennaio 2020 - 15:47
1
Confondiamo ancora il volume (3 dimensioni) con la lunghezza (1 dimensione).
Pagine
Annunci

Mazda 3 usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Mazda 3 usate 20149.8009.8001 annuncio
Mazda 3 usate 20159.90010.9404 annunci
Mazda 3 usate 201612.99014.5502 annunci
Mazda 3 usate 201712.50015.0708 annunci
Mazda 3 usate 201814.00015.6604 annunci
Mazda 3 usate 201919.20023.86013 annunci
Mazda 3 usate 202023.30025.6107 annunci

Mazda 3 km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Mazda 3 km 0 201924.60025.0502 annunci
Mazda 3 km 0 202023.40025.86010 annunci