PROVATE PER VOI

Mini 3 porte: calano i cavalli, resta il divertimento

Prova pubblicata su alVolante di
settembre 2021
Pubblicato 01 agosto 2022
  • Prezzo (al momento del test)

    € 34.850
  • Consumo medio rilevato

    15,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    132 grammi/km
  • Euro

    6d
Mini 3 porte
Mini 3 porte Cooper S Yours Steptronic

L'AUTO IN SINTESI

La Mini 3 porte è stata sottoposta a lievi modifiche estetiche nel 2021: i fendinebbia sono stati eliminati (la loro funzione è svolta dai fari full led di serie) e la mascherina si estende fino al margine inferiore del paraurti. Anche il paraurti ha una griglia più ampia, e il retronebbia (una sottile striscia a led) è stato spostato al centro, sopra lo scarico. Ma le novità non sono finite: la dotazione è un po’ più completa, anche se non si può definire la piccola inglese un’auto generosa, soprattutto in rapporto al suo prezzo. Il 2.0 turbo a benzina della Cooper S perde poi qualche cavallo, ma resta brillante pur consumando poco. Sempre appaganti le doti dinamiche, dallo sterzo preciso e diretto alla buona tenuta di strada, grazie anche all’assetto rigido, che però presenta il conto sulle buche (ma del resto non è un’auto che si sceglie per i comfort, visto anche l’angusta parte posteriore dell’abitacolo). Peccato per la frenata un po’ lunga, e nelle brusche decelerazioni il retrotreno si alleggerisce, chiamando in causa l’elettronica per garantire la stabilità. 

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
5
Average: 5 (1 vote)
Ripresa
5
Average: 5 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Bene motore e sterzo, male i freni

Doppio aggiornamento per la piccola inglese: la Mini 3 porte cambia (leggermente) nell’aspetto e nella meccanica. Per rispondere alla normativa antinquinamento Euro 6d, il 2.0 turbo a benzina è stato dotato di filtro antiparticolato: la potenza cala da 192 a 178 CV, ma le prestazioni sono comunque elevate. Lo sterzo si conferma diretto e preciso e l’elettronica interviene con efficacia per garantire la sicurezza nella guida impegnata, quando il retrotreno si dimostra un po’ “ballerino” (anche nelle frenate d’emergenza, che comportano spazi d’arresto non proprio brevi). Il cambio robotizzato è pronto, ma più nel salire di marcia che nelle scalate, e i sette rapporti sono un po’ troppo lunghi per una sportiva: basti dire che la velocità massima si tocca in quinta. Le sospensioni adattative a controllo elettronico (optional) sono piuttosto rigide: sia in modalità Sport sia (benché in misura minore) in Mid e Green.

Migliorata rispetto al passato la sicurezza: nei pacchetti Driving Assistant ci sono quanto meno l’avviso di abbandono involontario della carreggiata e la frenata automatica d’emergenza. Proprio per la scarsa dotazione di sistemi di assistenza alla guida, l’Euro NCAP aveva assegnato alla piccola inglese solo quattro stelle nel 2014 (quando i criteri di valutazione erano molto meno severi rispetto a quelli attuali). L’allestimento Yours della Mini del nostro test è tra i più cari. Rispetto alla “base” S (già coi fari full led e chiave elettronica) costa parecchio di più, ma ha un sistema multimediale più evoluto e il “clima” automatico. L’aggiornamento ha riguardato solo in minima parte gli interni, che restano personali, molto ben rifiniti ma poco spaziosi per chi sta dietro e nel baule.

VITA A BORDO

3
Average: 3 (1 vote)
Molto curata, ma buona per due

Plancia e comandi
La plancia della Mini 3 porte, originale e ben rifinita (è realizzata con plastiche morbide e ben assemblate), non cambia granché: debutta il cruscotto digitale (di soli 5,5”, ma consultabile senza fatica) ed è ora di serie il display centrale di 8,8”. L’head-up display del pacchetto Connected Navigation Plus può proiettare nel parabrezza informazioni come la velocità e le indicazioni del Gps, riducendo il rischio di distrazioni. Sempre a richiesta, si può avere il navigatore connesso al web e la predisposizione per Apple CarPlay (Android Auto non è previsto). Sotto il bracciolo centrale c’è la piastra di ricarica wireless per i cellulari.

Abitabilità
Davanti ci si accomoda su raffinate poltrone in pelle avvolgenti, con tanto di seduta allungabile (però lo schienale si reclina a scatti, in modo poco preciso). Dietro, l’accesso è poco agevole e già due adulti stanno stretti (l’auto è omologata solo per quattro): c’è poco spazio per gambe e testa. Si può regolare l’inclinazione degli schienali, per dare (un po’) più spazio alle valigie, accettando di viaggiare, però, con la schiena “in piedi”: una posizione davvero scomoda.

Bagagliaio
Piccolo il baule, che, per quanto ben rifinito e con una soglia di carico non troppo alta, non è certo l’ideale per i viaggi. La capacità minima dichiarata è di appena 211 litri, la massima 731. Insomma, va bene per una vacanza in due, reclinando il divano.

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
Dura, ma “gentile” sui consumi

In città
Le dimensioni compatte della Mini 3 porte, la buona visibilità e il cambio robotizzato facilitano la vita quando ci si immerge nel traffico cittadino, dove si viaggia con medie discrete (12,5 km/litro rilevati). Le sospensioni fanno un po’ fatica a incassare le irregolarità del pavé, complici le gomme ribassate run flat con spalla rigida. Lo sterzo non è dei più leggeri: in manovra, affatica un po’. 

Fuori città
La Mini 3 porte è agile e tiene bene la strada, con un rollio limitato; tuttavia, se si frena bruscamente o si rilascia di colpo l’acceleratore in curva, il retrotreno può serpeggiare (ma l’Esp rimedia). Lo sterzo è diretto, da sportiva; delude un po’ il cambio, con le marce lunghe (dalla quinta alla settima) e non troppo reattivo in scalata. Ma i nostri strumenti testimoniano dei consumi molto bassi: 20,4 km/l. 

In autostrada
Il motore non si fa sentire troppo (a 130 km/h è a soli 2100 giri in settima marcia, e fa percorrere 14,5 km con un litro di benzina). Da 110 km/h, però, cominciano a dare fastidio i fruscii. E le sospensioni rigide trasmettono qualche contraccolpo sui raccordi dei viadotti e i rattoppi dell’asfalto. Valido il cruise control adattativo optional, che mantiene da solo la distanza dal veicolo che precede.

PERCHÈ SÌ

CONSUMO 
L’auto è poco assetata, considerandone la potenza e la vocazione sportiva. 

FINITURE 
La qualità dei rivestimenti di plancia, porte e sedili è notevole. Da segnalare anche la precisione dell’assemblaggio dei diversi elementi.

MOTORE 
Ha una spinta pronta, regolare e corposa dai bassi regimi fino alla zona rossa del contagiri.

STERZO 
Preciso e diretto, consente un buon controllo della vettura: quello che si richiede a una sportiva.

PERCHÈ NO

ABITABILITÀ 
Davanti non è male, ma dietro due adulti stanno davvero stretti.

BAULE 
Ha una capacità modesta, basta giusto per le esigenze di un paio di persone per il weekend.

COMFORT 
Le sospensioni rigide e i pneumatici run flat con la spalla dura fanno ”sentire” le buche.

FRENI 
La vettura non si ferma in poco spazio. Nelle frenate brusche il retrotreno si alleggerisce, ma l’elettronica gestisce senza problemi la situazione.

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 1998
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 131 (178)/5000-5500
Coppia max Nm/giri 280/1350-4200
Emissione di CO2 grammi/km 132
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (robotizz. doppia friz.) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 388/173/141
Passo cm 250
Posti 4
Peso in ordine di marcia kg 1205
Capacità bagagliaio litri 211/731
Pneumatici (di serie) 195/55 R 16
Serbatoio litri 44

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 6000 giri   234,8 km/h 235 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 6,9   7,4 secondi
0-400 metri 15,0 155,3 km/h non dichiarata
0-1000 metri 27,0 198,3 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE SPORT Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 25 199 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 24 200 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,1   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 4,3   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,5 km/litro non dichiarato
Fuori città   20,4 km/litro non dichiarato
In autostrada   14,5 km/litro non dichiarato
Medio   15,5 km/litro 17,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,2 metri non dichiarata
da 130 km/h   64,5 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,6 metri non dichiarato
Mini 3 porte
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
52
31
16
20
23
VOTO MEDIO
3,5
3.485915
142
Aggiungi un commento
Ritratto di Flynn
1 agosto 2022 - 17:21
Per quanto ingrossata e ingrassata in un panorama di auto sempre più alla cantonese è una valida scommessa
Ritratto di Alvolantino
1 agosto 2022 - 17:22
Senza senso, a questo prezzo c'è già la mini Cooper SE Electric che oltre a non inquinare e costare meno di gestione, ha anche più ripresa ⚡
Ritratto di alvola2023
1 agosto 2022 - 18:36
Sono per esigenze e aspettative diverse, pur costando praticamente uguale credo. Quella che dici tu tappa a 150 orari. Cioè, giusto le vecchie daewoo matiz stanno dietro...
Ritratto di alvola2023
1 agosto 2022 - 18:41
* devo puntualizzare: le matiz 800cc, che la 1000cc in verità riusciva ad andare oltre i 150.
Ritratto di EnricoRS
1 agosto 2022 - 21:48
Mini Cooper SE = 0-100 km/h in 7,3 secondi. Daewoo Matiz 800 cc 0-100 km/h = 17 secondi. Daewoo Matiz 1'000 cc 0-100 km/h = 14,2 secondi. Questo giusto per puntualizzare quanto il cervello di alvola2023 sia vicino alla Matiz 0.8 nel formulare pensieri.
Ritratto di deutsch
2 agosto 2022 - 10:36
4
utile ricordare che abitiamo in un paese che ha come velocità massima consentita i 130
Ritratto di alvola2023
2 agosto 2022 - 11:03
Vero, chiediamoci allora dell'esistenza delle Model 3 e Taycan da 220-250 orari nel nostro mercato (e, aggiungo, in tutti quelli che non siano il tedesco)...
Ritratto di deutsch
2 agosto 2022 - 11:20
4
puoi semplicemente inserire tutte le auto del mercato visto che tutte fanno più di 130. sinceramente non lo capisco nemmeno io, tendenzialmente direi che se uno vuole auto da 250 evidentemente vuole ha intenzione di andare anche a quella velocità o comunque sfruttare la potenza. dall'alta parte pochi comprerebbero una ferrari, porsche, ma anche una serie 3, giulia o simili con velocità limitata a 150
Ritratto di alvola2023
2 agosto 2022 - 11:49
Infatti il ragionamento a cui spesso vorrei arrivare, ma che non riusciamo mai solitamente. Ossia, va benissimo 150 o 130 per tutti che tanto quello è il limite. Ma appunto o va sempre bene o non lo va mai.
Ritratto di deutsch
2 agosto 2022 - 12:22
4
è un ragionamento complesso, una cosa è la potenza necessaria per arrivare a 130, un'altra la potenza necessaria per muovere con una certa disinvoltura un'auto inteso come accelerazione salite, discese pieno carico ect. poi per poter andare a 130 in maniera efficiente il motore deve lavorare ad un regime tendenzialmente basso. se andasse a 13 ad alti regimi non sarebbe efficiente e nemmeno confortevole. poi ci sono tutti gli aspetti soggetti di ogni guidatore. tutto troppo complesso
Pagine