PROVATE PER VOI

Opel Mokka: che è vivace si sente…

Prova pubblicata su alVolante di
ottobre 2013

Listino prezzi Opel Mokka non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.500
  • Consumo medio rilevato

    15,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    120 grammi/km
  • Euro

    5
Opel Mokka
Opel Mokka 1.7 CDTI ECOTEC Cosmo 4x2
L'AUTO IN SINTESI

In questa versione con trazione anteriore la Opel Mokka offre qualità stradali di alto profilo, complice pure il brio assicurato dal 1.7 turbodiesel (che, però, è rumoroso). L’abitacolo, che accoglie quattro adulti ma accetta con qualche difficoltà un eventuale quinto, è elegante e ben fatto. Il Cosmo, l’allestimento di punta, offre di serie pure i sensori di parcheggio (utili per rimediare alla scarsa visuale posteriore).

 

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
2
Average: 2 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
3
Average: 3 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
La grinta e la dote
Grintosa e personale nella linea, è una suv compatta divertente da guidare su strada: le sospensioni sono solide e il 1.7 diesel piuttosto brillante, anche se migliorabile nell’insonorizzazione; a richiesta si può avere la trazione 4x4, anziché 4x2 come nell’auto in prova. L’abitacolo è ben rifinito e in rapporto al prezzo convince anche la dotazione, che nel caso dell’allestimento Cosmo è particolarmente ricca: sono di serie pure il “clima” automatico bizona e i sensori di parcheggio anteriori e posteriori.
 
 
I fari a goccia e le linee elaborate del frontale conferiscono alla Opel Mokka un aspetto imponente: questa suv sembra più grande di quel che è (la lunghezza è di 428 cm). Aggiungono un pizzico di grinta le estese protezioni in plastica non verniciata (integrate da piastre inferiori color alluminio sotto gli scudi anteriore e posteriore), utili per riparare le lamiere verniciate dal pietrisco quando si viaggia su sterrato. Davvero curato l’abitacolo.
 
In previsione di un impiego fuori dall’asfalto, o per chi va spesso in montagna, conviene, però, scegliere la variante a trazione integrale, un po’ più costosa della 4x2 della nostra prova: al 1.7 turbodiesel, vivace ancorché non particolarmente silenzioso, sono abbinabili entrambi i tipi di trasmissione. Il cambio è un valido manuale con quinta e sesta piuttosto lunghe: una scelta che giova ai consumi ma non alla ripresa. Come optional c’è l’automatico sequenziale, ma non per la 4x4.
 
La taratura delle sospensioni della Opel Mokka è un riuscito compromesso fra le esigenze del comfort e quelle della guidabilità (la maneggevolezza è elevata e l’auto, sul misto, è divertente e sicura); rispondono bene anche lo sterzo, almeno finché non si esagera con la velocità, e l’impianto frenante. Tuttavia nella guida in città si risente della scarsa visuale offerta dal lunotto, che costringe ad affidarsi ai sensori di distanza.
 
Questi ultimi (previsti sia davanti, sia dietro), assieme al “clima” automatico bizona, nel “ricco” allestimento Cosmo sono compresi nel prezzo. Se si è disposti a rinunciarvi si può risparmiare qualcosa optando per l’Ego che, comunque, oltre all’Esp e a sei airbag offre di serie il Bluetooth, i vetri posteriori scuri e i cerchi in lega di 18”. Fra gli optional che aumentano la praticità c’è un intelligente portabici che quando non è in uso scompare nel paraurti posteriore.
VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
Salottino per quattro
Se un appunto va ai molti comandi collocati nella consolle, che rischiano di confondere, per il resto l’abitacolo non delude: materiali e finiture sono di qualità e i portaoggetti abbondano. Considerate le dimensioni esterne, lo spazio a bordo è parecchio: quattro adulti viaggiamo comodi, tuttavia non è così per un eventuale terzo occupante del divano. Nella media la capacità del baule, che, però, non si giova del divano scorrevole come accade nel caso di alcune rivali.
 
 
Plancia e comandi
Gli inserti in finta pelle nei pannelli delle porte (che richiamano quelli presenti nei sedili) e la buona qualità delle plastiche utilizzate per la plancia conferiscono all’abitacolo della Opel Mokka un aspetto quasi lussuoso. Ma con i comandi nella consolle si deve prendere confidenza perché sono davvero tanti: controllano il “clima”, il Bluetooth, la radio e anche il navigatore (optional nel pacchetto Navi assieme alla “retrocamera”), mentre fra quelli più in basso ci sono i tasti per disattivare i sensori di parcheggio e lo Stop&Start, oltre a quello che attiva il limitatore di velocità in discesa. Gradevole e completo il cruscotto, ma lo schermo centrale con scritte rosse è un po’ superato nel look.
­­
 
Abitabilità
La corretta conformazione delle poltrone anteriori (con zona centrale in tessuto traspirante) e la completezza delle regolazioni sono garanzia di viaggi confortevoli, e lo spazio non manca nemmeno nella zona posteriore, almeno se sul divano ci si accomoda in due; un eventuale terzo, invece, sta stretto e viene disturbato anche dal voluminoso tunnel nel pavimento.­ Fra i numerosi portaoggetti si segnalano i due cassetti nella plancia e il comodo ripostiglio ricavato alla base della consolle, davanti alla leva del cambio.
 
Bagagliaio
Come in altre suv la soglia della Opel Mokka è distante da terra, ma l’imboccatura è ampia e il pavimento a filo della battuta facilita le operazioni di carico; alla buona sfruttabilità del vano contribuisce la generosa altezza utile al tendalino (51 cm). A differenza di alcune rivali manca il divano scorrevole, dunque con tutti i posti in uso la capacità è fissa (362 litri, un valore nella media della categoria); reclinando lo schienale, che è diviso asimmetricamente, può invece essere aumentata fino a ben 1372 litri, e senza che si formino gradini nel pavimento. Di buon livello le finiture.
COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Piacevole, ma non silenziosa
La Mokka è una suv con la quale si può serenamente affrontare il traffico cittadino senza troppo preoccuparsi al momento di cercare parcheggio, ma la scarsa visuale posteriore costringe a far fede sui sensori. Anche se non “secche” sulle asperità, le sospensioni sono solide e favoriscono agilità e tenuta di strada: grazie pure a uno sterzo sufficientemente preciso, fra le curve la guida è gratificante. Piacevolmente vigorosa la risposta del turbodiesel, non solo brioso ma anche parco; peccato, però, che sia rumoroso in accelerazione e – nonostante la sesta marcia lunga – anche a velocità autostradale.
 
 
In città
Lo sterzo leggero, la posizione di guida rialzata che favorisce la visibilità (almeno davanti e di lato) e le dimensioni non eccessive della carrozzeria della Opel Mokka aiutano a districarsi senza difficoltà nel traffico cittadino, ma nelle manovre in retromarcia è indispensabile fare affidamento sui sensori di distanza (di serie, anche davanti) perché la visuale offerta dal piccolo lunotto è insufficiente. La presenza dello Stop&Start (che può essere escluso premendo un pulsante) aiuta a tenere sotto controllo i consumi: abbiamo rilevato 13,7 km/l.
 
Fuori città
Del turbodiesel si può criticare la voce, che si fa grossa soprattutto in accelerazione, ma non la pigrizia: la risposta all’acceleratore è sempre vivace e, complice il cambio dagli innesti precisi (nonostante l’escursione della leva sia lunga) il piacere di guida non manca. Tenuta di strada e stabilità sono all’altezza della situazione – l’Esp, in caso di necessità, interviene con prontezza – e la precisione dello sterzo più che buona, almeno finché non si forza troppo l’andatura. Niente male i 16,4 km che si percorrono con un litro di gasolio (anche se si tratta di un valore distante dai 25 km/l promessi dalla casa nel ciclo extraurbano…).
 
In autostrada
Le sospensioni tutt’altro che cedevoli rendono la Opel Mokka stabile nei curvoni affrontati ad andatura brillante, ma sono anche efficaci sulle asperità e garantiscono un buon comfort. Sono contenuti pure i fruscii aerodinamici, ma a rendere l’atmosfera poco “ovattata” c’è il rombo del turbodiesel, ben percettibile anche ad andatura costante a dispetto della sesta marcia lunga (i 130 km/h vengono raggiunti a un regime di soli 2250 giri). Rassicurante il comportamento nelle frenate d’emergenza, dato che l’impianto è potente e la vettura non tende a scomporsi. Ampiamente accettabili – considerando la carrozzeria alta – i 14,3 km/l di consumo rilevato.
QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
È fra le migliori
L’equipaggiamento incluso nel prezzo è completo, e fra gli optional figurano dispositivi ad alta tecnologia come quello che previene l’uscita non segnalata dalla propria corsia di marcia. Non a caso l’Euro NCAP ha assegnato a questa Opel il punteggio pieno proprio in relazione ai sistemi di ausilio alla sicurezza, oltre alle cinque stelle di valutazione massima a seguito dei crash test.
 
 
La Opel Mokka ha superato i crash test Euro NCAP con la massima valutazione di cinque stelle, alle quali corrispondono punteggi elevati anche negli ambiti specifici: 96% per la protezione degli adulti, 90% per i bambini assicurati a seggiolini Isofix e 67% per la tutela dei pedoni in caso di investimento; ed è addirittura del 100% il giudizio relativo ai sistemi di assistenza. A quest’ultimo proposito va detto che la dotazione di serie è davvero ricca: comprende sei airbag (con quello frontale destro disattivabile, e quelli per la testa estesi ai posti dietro), l’Esp con sistema antiarretramento che agevola le partenze in salita (tenendo i freni bloccati per qualche istante necessario al rilascio della frizione), il cruise control con limitatore di velocità (provvisto pure della funzione specifica da attivare quando si affrontano discese piuttosto ripide) e i fendinebbia. Fra gli accessori acquistabili a parte figurano pure il sistema contro l’abbandono involontario della propria corsia di marcia (basato sulla telecamera Opel Eye) e i fari bixeno a orientamento automatico con abbaglianti assistiti.
NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
“Sostanziosa” e ben dotata
La buona potenza a disposizione e l’assetto equilibrato rendono questa suv divertente da guidare, e anche il comfort – pur condizionato dalla “voce” del motore – è nel complesso soddisfacente. Fra i punti di forza della Mokka ci sono il buon rapporto fra gli ingombri “umani” della carrozzeria e lo spazio disponibile per i passeggeri e per i bagagli, oltre alla qualità costruttiva elevata. La dotazione della Cosmo è ricca e il prezzo tutt’altro che proibitivo.
 
 
Chi considera le tradizionali suv troppo ingombranti, ma non vuole rinunciare al fascino della guida rialzata e di una carrozzeria imponente e grintosa, nella Opel Mokka può trovare una soluzione valida: la lunghezza, che è quella di una berlina compatta, permette di muoversi senza impaccio anche in città. Sono all’altezza delle attese pure l’abitacolo, ben rifinito e spazioso sia davanti, sia nella zona posteriore (a patto che sul divano si viaggi in due), e il baule, capiente in rapporto alle dimensioni della carrozzeria e dal profilo interno regolare. Quanto al rapporto prezzo/contenuti, va considerato senza dubbio valido, perché oltre alla buona qualità costruttiva la Cosmo vanta una dotazione di serie di tutto rispetto e può essere arricchita con accessori che la pongono (anche per quanto riguarda la sicurezza) al livello di rivali di categoria superiore. Precisa e gradevole su strada non fa mancare nemmeno il comfort, se non fosse che il 1.7 a gasolio fa sentire un po’ troppo la sua voce. In compenso, è brioso e consuma poco, almeno se abbinato alla sola trazione anteriore come nel caso dell’esemplare in prova; ma resta il fatto che chi vuole sfruttare appieno le caratteristiche “da suv” farà bene a sborsare l’extra richiesto per la trasmissione 4x4 (che su neve e fango fa la differenza).
PERCHÉ SÌ
Dotazione
I generosi cerchi di 18 pollici fanno parte dell’allestimento di serie, e assieme ai vetri posteriori scuri contribuiscono a rendere accattivante l’estetica. Quanto all’abitacolo, è arricchito dai sedili in similpelle nonché dalla radio con prese Aux/Usb e Bluetooth.
 
Finiture
La cura posta negli assemblaggi è notevole e il rivestimento della plancia, della consolle e dei pannelli delle porte è realizzato con materiali gradevoli al tatto e alla vista: nel complesso, l’abitacolo è quasi lussuoso. 
 
Frenata
L’assetto, che non perde di rigore nemmeno nelle decelerazioni più violente, supporta adeguatamente l’azione del potente impianto frenante. Contenuti gli spazi d’arresto, tanto più che sono riferiti a una suv.
 
Guida
Anche se a velocità elevata lo sterzo tende a perdere un po’ della sua altrimenti buona precisione, la tenuta di strada e la stabilità sono ampiamente soddisfacenti, come pure la sensazione di sicurezza. E il motore ha il brio che serve per divertire.
PERCHÉ NO
Consolle
Fra le manopole e i pulsanti del “clima”, i comandi della radio ed eventualmente quelli del navigatore (che è optional) risulta oggettivamente troppo affollata: facile confondersi e distrarsi dalla guida.
 
Ripresa
La quinta marcia, e ancor più la sesta, sono lunghe per contenere consumi e rumorosità. Ma questa scelta si paga nelle riprese, e quando occorre recuperare rapidamente velocità conviene scalare una marcia.
 
Rumorosità
Il comfort, per altri versi soddisfacente, è penalizzato dal rombo del turbodiesel: è una “presenza” costante nell’abitacolo, e si fa sentire troppo sia in accelerazione sia quando si viaggia a velocità di crociera in autostrada.
 
Visibilità 
Nelle svolte a sinistra si è talvolta ostacolati dal montante del parabrezza, mentre nei parcheggi in “retro” è bene far conto sui sensori di distanza (previsti di serie) perché la visuale offerta dal lunotto è insufficiente.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1686
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 96 (131)/4000
Coppia max Nm/giri 300/2000-2500
Emissione di CO2 grammi/km 120
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 428/178/166
Passo cm 256
Peso in ordine di marcia kg 1354
Capacità bagagliaio litri 362/1372
Pneumatici (di serie) 215/55 R 18

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 3350 giri   192,7 km/h 190 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,8   9,6 secondi
0-400 metri 17,1 130,4 km/h non dichiarata
0-1000 metri 31,6 162,8 km/h  
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 39,6 152 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 37,4 141,2 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 15,1    
da 80 a 120 km/h in 6a 14,8   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,7 km/litro 18,5 km/litro
Fuori città   16,4 km/litro 25,0 km/litro
In autostrada   14,3 km/litro non dichiarato
Medio   15,2 km/litro 22,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   37,6 metri non dichiarata
da 130 km/h   64,7 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,3 metri 10,9

 

 

Opel Mokka
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
71
92
48
40
56
VOTO MEDIO
3,3
3.2671
307
Aggiungi un commento
Ritratto di ILoveItalianCars
3 febbraio 2014 - 19:32
per chi cerca un suv da buone prestazioni, design accattivante e ben accessoriato, anche in sicurezza. Ottimo lavoro Opel
Ritratto di laion
3 febbraio 2014 - 19:41
ma devo dire che in città e in extraurbano le auto alte e in genere e i piccoli suv hanno una buona visuale e sono comodi ma non mi piace ne come linea ne come qualità in generale in particolare gli interni
Ritratto di ILoveItalianCars
3 febbraio 2014 - 19:48
in extraurbano, ossia negli sterrati i Suv sono più che utili.
Ritratto di Flavio Pancione
3 febbraio 2014 - 20:05
7
la trovo seriamente brutta, un mio vicino la elogia pure perchè la possiede.. non so che dirgli... non è una monovolume, non è un fuoristrada,e non sembra neanche un suv addirittura!
Ritratto di Mattia Bertero
3 febbraio 2014 - 20:11
3
Io la trovo bella, filante nelle linee e con una punta di sportività. L'unica cosa che non riesco a farmi piacere è la console centrale strapiena di tasti, come in quasi tutte le Opel del resto. Per il resto trovo che sia una buona macchina, di qualità, ad un prezzo tutto sommato abbordabile per la dotazione offerta.
Ritratto di M93
3 febbraio 2014 - 20:40
Molto bella, ben costruita e con un prezzo abbordabile. Gli interni sono davvero ben fatti: l'unico neo è nei troppi comandi sulla consolle, ma per il resto ha finiture curate e ben eseguite. Sarebbe il top se fosse fidata del nuovo 1.6 Cdti, invece che del vetusto 1.7 di origine Isuzu. Personalmente la preferisco alla Chevrolet Trax, molto meno rifinita e con una linea che non mi convince fino in fondo.
Ritratto di PariTheBest93
3 febbraio 2014 - 21:13
3
Probabilmente il nuovo 1.6 arriverà con il restyling di metà carriera, ma non ben capito l'ultima frase: preferisci la trax perché NON ti convincono la linea e gli interni???
Ritratto di M93
3 febbraio 2014 - 21:50
Come potrai leggere, ho scritto che "la preferisco alla Trax", era sottinteso che parlassi della Mokka. Trovo che la Opel abbia finiture ben migliori e che abbia una linea più gradevole. La Trax, invece, trovo che abbia una linea più tozza all'anteriore, e che internamente sia meno rifinita.
Ritratto di PariTheBest93
4 febbraio 2014 - 17:38
3
Ahaha perdonami mi era sfuggito il "la" nella fretta di leggere, comunque nella linea mi piacciono entrambe :)
Ritratto di Moreno1999
3 febbraio 2014 - 22:07
4
Prezzo davvero ragionevole!
Pagine