PROVATE PER VOI

Opel Mokka: corre ma non ti svena

Prova pubblicata su alVolante di
agosto 2014

Listino prezzi Opel Mokka non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 24.920
  • Consumo medio rilevato

    10,6 km/l
  • Emissioni di CO2

    124 grammi/km
  • Euro

    6
Opel Mokka
Opel Mokka 1.4 Turbo GPL-Tech Cosmo 4x2
L'AUTO IN SINTESI

Con l’impianto a Gpl abbinato a brioso 1.4 turbo da 140 CV, questa Opel Mokka a trazione anteriore è vivace e poco costosa da rifornire. Lo sterzo preciso e l’elevata tenuta di strada rendono la guida gratificante, tuttavia la manovrabilità del cambio è migliorabile e nelle “retro” si devono fare i conti con la scarsa visuale posteriore; in compenso i sensori sono parte di una dotazione di serie completa, che assieme alle finiture curate giustifica il prezzo.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
2
Average: 2 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
2
Average: 2 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
“Risparmiosa” e ben dotata
Ben fatta e spaziosa come le versioni a benzina o diesel, la Opel Mokka Gpl-Tech è l’unica crossover bi-fuel dotata di motore turbo: si tratta di un 1.4 da 140 CV, la cui vivacità ben si sposa con le qualità dell’assetto. In questo caso, però, non è possibile l’abbinamento con la trazione 4x4. Fra i difetti la frenata, un po’ “lunga”, e la scarsa visuale posteriore; a quest’ultima rimediano in parte i sensori di distanza anteriori e posteriori, che nella “ricca” Cosmo sono inclusi nel prezzo assieme ai cerchi in lega di 18” e al climatizzatore bizona.
 
 
Se le suv compatte a Gpl non sono molte, la Opel Mokka è l’unica con il turbo: con il suo 1.4 da 140 CV ha prestazioni simili alla 1.7 a gasolio (131 CV) e, viaggiando a gas, fa risparmiare sul pieno. Le dimensioni sono quelle delle altre versioni e le bombole non rubano spazio al bagagliaio, ma non sono compatibili con il portabici Flex-Fix (optional) a scomparsa nel paraurti posteriore.
 
Inoltre, la Gpl-Tech è disponibile soltanto con la trazione anteriore, e non anche 4x4 come le Mokka a benzina o diesel. In ogni caso la piacevolezza di guida è elevata: lo sterzo (preciso) e le sospensioni (ben controllate) rispondono a dovere anche quando si alza il ritmo fra le curve. Ci saremmo, però, attesi di meglio in fatto di spazi di arresto, più lunghi della media anche a causa della tendenza ad alleggerirsi del retrotreno.
 
Gli interni della Opel Mokka sono spaziosi – quattro adulti viaggiano comodi – e ben fatti. I soli indizi del fatto che ci si trova a bordo di una vettura bi-fuel sono costituiti dal tasto che permette di passare da un tipo di alimentazione all’altro (perfettamente integrato nella consolle) e dall’indicatore del livello di carburante del serbatoio, che si adegua automaticamente al carburante che si sta utilizzando.
 
L’allestimento della vettura in prova è quello più completo e, oltre alle barre sul tetto (di serie per tutte), comprende pure i sensori di parcheggio anteriori e posteriori: anche se la carrozzeria è lunga soltanto 428 cm, questi ultimi sono utili per ovviare alla scarsa visuale di cui si gode dal lunotto. Volendo risparmiare c’è la Ego, che, però, fa rinunciare ai cerchi in lega di 18” e al “clima” bizona.
VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Ben fatta, e con un pulsante in più
L’abitacolo è realizzato con materiali di buona qualità – di serie la selleria in finta pelle abbinata al tessuto traspirante per le sedute – e discretamente spazioso anche nella zona posteriore. Come nelle altre versioni, i pulsanti nella plancia sono molti e, sulle prime, possono mettere in difficoltà; in più c’è quello per scegliere l’alimentazione, alla quale viene adeguato pure il funzionamento dell’indicatore del livello del carburante. Ancorché la presenza delle bombole ne riduca la capacità, con tutti i posti in uso il baule è meno capiente di quello delle rivali. 
 
 
Plancia e comandi
Negli interni della Opel Mokka, le differenze rispetto alle altre versioni si limitano alla presenza del pulsante (bene integrato nella consolle) per passare dall’alimentazione a gas a quella a benzina e viceversa, e all’indicatore del livello del carburante nel cruscotto che, automaticamente, adegua di conseguenza le indicazioni fornite. Il livello di materiali e finiture è elevato, con un’estetica d’insieme alquanto rigorosa per via della tonalità scura dei vari elementi. Ben raggiungibili i vari comandi, sebbene con i tasti nella consolle, piccoli e numerosi, occorra fare pratica. Il navigatore con schermo a colori di 7 pollici è un optional non troppo costoso, tenuto conto del fatto che è abbinato alla retrocamera.
 
Abitabilità
I rivestimenti in finta pelle e tessuto traspirante (quest’ultimo utilizzato nella parte centrale delle sedute) hanno un aspetto raffinato, e l’ambiente è spazioso: se le poltrone (con bracciolo centrale) sono comode, non di meno lo è il divano. Su quest’ultimo, comunque, viaggiano al meglio soltanto due adulti: chi sta al centro deve divaricare leggermente le gambe a causa del largo tunnel. Buona la disponibilità di portaoggetti, fra i quali un doppio cassetto di fronte al passeggero (senza serratura a chiave), un pozzetto alla base della consolle e un altro fra le poltrone (conformato per sorreggere due lattine).
 
Bagagliaio
Con tutti i posti in uso la capacità del vano della Opel Mokka è inferiore a quella delle concorrenti (362 litri); a schienale reclinato, invece, i litri a disposizione sono 1372, un valore record fra le suv compatte. Si tratta, comunque, dei medesimi valori dichiarati per le Mokka a benzina o diesel, dato che le bombole, collocate sotto il pavimento, non rubano spazio se non al ruotino di scorta (rimpiazzato da un kit di riparazione); peccato che la loro presenza, impedica di dotare la GplTech del Flex-Fix, il pratico supporto portabici estraibile dal paraurti posteriore (che, pertanto, è un optional riservato alle versioni).
COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Briosa e silenziosa
In manovra ci si deve affidare ai sensori di parcheggio (colpa del lunotto davvero piccolo) ma, per tutto il resto, la Opel Mokka ben si presta all’uso cittadino. Ben tarate le sospensioni, efficaci sullo sconnesso ma non flaccide nelle curve: maneggevolezza e tenuta di strada sono di alto livello. Non delude nemmeno lo sterzo, ma gli amanti della guida sportiva dovranno fare i conti con spazi di frenata non propriamente contenuti. Promosso il 1.4 turbo, sufficientemente parco e vivace indipendentemente dal carburante utilizzato; inoltre, è poco rumoroso, anche in autostrada.
 
 
In città
La spinta del 1.4 turbo è disponibile sin dai 1500 giri e, anche se il cambio offre innesti un po’ troppo contrastati, al semaforo la Opel Mokka Gpl-Tech scatta con prontezza; inoltre, viaggiando a gas la convenienza è netta anche se si percorrono soltanto 9,1 km/l (con un litro di benzina se ne fanno 12,1, ma si spende quasi il doppio). Lo sterzo non affatica e lo stesso vale per il pedale della frizione, e il comfort è discreto anche sul pavé (grazie pure alle gomme dalla spalla non ribassata). Bene pure la visibilità, ma solo davanti: dietro, invece, si devono fare i conti con la ridotta superficie trasparente del lunotto, fidandosi dei sensori (di serie) e della retrocamera (fornita assieme al navigatore satellitare, optional).
 
Fuori città
Senza sacrificare il comfort, le sospensioni sono “ferme” abbastanza da limitare i movimenti della carrozzeria quando si affrontano con decisione le curve: con questa crossover, bene incollata alla strada e provvista di uno sterzo preciso, ci si può anche divertire. Gratificante la risposta del motore, che allunga con vigore sino alla soglia dei 5000 giri e non evidenzia cali di prestazioni passando dall’alimentazione a benzina a quella a Gpl. Discrete, in ogni caso, le percorrenze rilevate, che valgono 16,4 km/l nel primo caso e 12,7 nel secondo. 
 
In autostrada
La Opel Mokka procede stabile anche a velocità sostenuta, e nemmeno in questo caso la precisione dello sterzo offre il fianco a critiche. Non così la frenata: nelle decelerazioni violente il retrotreno tende ad alleggerirsi (facendo intervenire l’Esp) e, nonostante la gommatura generosa, gli spazi d’arresto risultano un po’ superiori alla media. Il comfort è notevole, grazie pure al buon contenimento dei fruscii aerodinamici e alla valida insonorizzazione del 1.4 turbo (che a 130 km/h in sesta lavora a 2850 giri). Anche in questo caso, come è normale, il Gpl rende meno della benzina (9,8 km/l a fronte di 11,9), ma la differenza è ampiamente compensata dal minor costo alla pompa.
QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Una pagella esemplare
L’Euro NCAP ha sottoposto ai crash test la Mokka nel 2012, valutandola globalmente cinque stelle accompagnata da punteggi parziali fra i migliori della categoria: addirittura, quello relativo ai sistemi di assistenza alla sicurezza è del 100%.  D’altra parte l’equipaggiamento di serie è completo, e fra gli optional figura la telecamera Opel Eye, che include l’avviso di involontario abbandono della propria corsia di marcia.
 
 
A cominciare dagli airbag, la dotazione di serie della Opel Mokka non evidenzia lacune: ne sono previsti sei, con quelli a tendina estesi a proteggere anche la testa dei passeggeri posteriori, e quello frontale destro è disattivabile per consentire l’installazione di un seggiolino per bimbi sulla poltrona del passeggero. Standard anche l’Esp con sistema antiarretramento, il cruise control con controllo automatico della velocità in discesa (utile sui fondi viscidi in presenza di forte pendenza) e funzione limitatore, e i fendinebbia. Fra gli optional (riservati alla Cosmo) troviamo, invece, i fari bixeno a orientamento automatico con abbaglianti assistiti, offerti anche in pacchetto con la telecamera Opel Eye (che riconosce e ripete nel cruscotto alcuni segnali stradali e supporta l’avviso di involontario abbandono della propria corsia di marcia). Elevati i risultati ottenuti nei crash test Euro NCAP (eseguiti secondo le procedure del 2012), con le cinque stelle di punteggio globale (il massimo) accompagnate da valutazioni specifiche superiori alla media: 96% per la salvaguardia degli passeggeri, 90% per i bambini, 67% per la tutela dei pedoni, e punteggio pieno (100%) per l’efficacia dei sistemi di assistenza alla sicurezza.
NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Più vantaggi che rinunce
Il 1.4 turbo è vivace anche quando “brucia” l’economico Gpl, e le qualità di guida sono di buon livello senza che per questo si sia dovuto sacrificare il comfort: anche se la frenata rimane migliorabile, la Opel Mokka Gpl-Tech ha molte frecce al suo arco. Rispetto alle altre versioni non può avere la trazione integrale, ma l’abitabilità – piuttosto generosa – è la medesima e lo stesso vale per la capacità di carico. La Cosmo convince anche per la dotazione, che è completa, e vale quel che costa pure in fatto di qualità costruttiva.
 
 
Complici gli inserti scuri alla base dei fari, le ampie fasce in plastica nera che corrono lungo la parte bassa della carrozzeria e le protezioni color alluminio sotto i paraurti, la Opel Mokka è imponente al punto di apparire più grande di quel che è. In realtà, si tratta di una crossover a suo agio anche in città (dove il suo principale difetto, quello della scarsa visuale posteriore, è “corretto” dai sensori di distanza previsti di serie). Ancor più in questa versione Gpl-Tech, che ha due sole ruote motrici (soluzione favorevole alla riduzione delle resistenze meccaniche e dei consumi) e, in virtù dell’alimentazione a gas, non è soggetta a eventuali blocchi del traffico istituiti per salvaguardare la qualità dell’aria nei centri urbani. Rispetto alle Mokka a benzina o diesel non impone rinunce in fatto di prestazioni, dato che il 1.4 è brillante anche quando è alimentato col carburante più a buon mercato (il Gpl). Sono le medesime pure le qualità dinamiche e la capacità di carico (comunque non da record). Semmai, chi va spesso in montagna può soffrire l’indisponibilità della trazione 4x4, anche se sui fondi viscidi o innevati viene in aiuto il limitatore della velocità in discesa (che, nei casi citati, dà il meglio se l’auto monta gomme M+S). Per il resto, le qualità ci sono: l’abitacolo è pratico e ampio in rapporto alle dimensioni esterne, il comfort non delude nemmeno in autostrada e la guida gratificante e sicura, sebbene la frenata non sia ai massimi livelli. Quanto al prezzo, è commisurato alla qualità costruttiva e alla ricca dotazione della Cosmo.
PERCHÉ SÌ
Dotazione
La Cosmo offre di serie tutto il necessario per il comfort e per la sicurezza, e per aggiungere il navigatore non occorre spendere una fortuna (considerato che si ottiene anche l’utile retrocamera). 
 
Impianto Gpl 
Si vede che “nasce” assieme alla vettura: il tasto di commutazione è armonicamente integrato nella consolle, l’indicatore del livello del carburante si adegua al tipo di alimentazione in uso e la bombola non ruba capacità al baule.
 
Motore
Il 1.4 turbo – che non è rumoroso – convince con un tiro incisivo già dai 1500 giri e allunga senza esitazioni sino a quota 5000. Passando da un carburante all’altro, le prestazioni restano sostanzialmente le stesse.
 
Tenuta di strada
Fra le curve la vettura è bene aggrappata all’asfalto (merito, anche, delle generose gomme 215/55 installate sui cerchi in lega di 18”), e la taratura delle sospensioni è adeguata alla guida brillante.
PERCHÉ NO
Cambio
È un manuale a sei marce dagli innesti abbastanza contrastati e dal funzionamento poco fluido: caratteristiche che ne inficiano la manovrabilità, rendendolo poco versato alla guida sportiva.
 
Frenata
Abbiamo registrato spazi di arresto un po’ più lunghi di quelli delle altre Mokka. Questo anche per “colpa” del retrotreno che tende ad alleggerirsi e (nonostante le gomme larghe) a serpeggiare facendo intervenire l’Esp.
 
Portabici
Si chiama Flex-Fix ed è un supporto per le biciclette davvero pratico perché scompare nel paraurti. È disponibile come optional per le altre Mokka, ma non per la Gpl-Tech, nella quale il suo posto è occupato dalle bombole del gas. 
 
Visibilità
Dietro, il piccolo lunotto costringe ad affidarsi ai sensori di distanza (di serie), mentre davanti si devono fare i conti con i montanti lunghi, massicci e inclinati, che interferiscono con la visuale nelle svolte strette e agli incroci.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1364
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 103 (140)/6000  a Gpl
  103 (140)/6000  a benzina
Coppia max Nm/giri 200/1850-4900 a Gpl
  200/1850-4900 a benzina
Emissione di CO2 grammi/km 124 a Gpl (142 a benzina)
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 428/178/166
Passo cm 256
Peso in ordine di marcia kg 1448
Capacità bagagliaio litri 262/1372
Pneumatici (di serie) 215/55 R18

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5ª a 5100 giri (5100)   195,2 (196,3) km/h 193 (193) km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,4 (10)   10,2 (10,2) secondi
0-400 metri 17,4 (17,1) 131,4 (133,8) km/h non dichiarata
0-1000 metri 31,7 (31,2) 165,6 (168,5) km/h  
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5ª 39,4 (29,7) 142,8 (142) non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6ª 36,6 (36,3) 134,9 (134) non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5ª 12,4 (11,9)    
da 80 a 120 km/h in 6ª 18 (18,4)    
       
CONSUMO in km/l   Rilevato Dichiarato
In città    9,1 (12,1) 10,2 (13,2)
Fuori città   12,7 (16,4) 15,6 (19,2)
In autostrada   9,8 (11,9) non dichiarato
Medio   10,6 (13,7) 13 (16,4)
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,7 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,3 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,3 metri  

 

Tra parentisi i dati riferiti alla vettura alimentata a benzina.

Opel Mokka
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
71
92
48
40
56
VOTO MEDIO
3,3
3.2671
307
Aggiungi un commento
Ritratto di onlyroma
21 gennaio 2015 - 13:10
......vorrei capire se le persone pesano i loro soldi. 25000€ (50 milioni di Lire). Mi piace è carina,pratica,poi con questo motore e l'impianto gpl è ottima,ma 25000€ per quese auto non li spenderei mai. Con quei soldi si compra una bmw quasi nuova o una mercedes. La mia critica non riguarda questa auto in particolare,dato che le altre non è che le regalano,ma di moltissime case che stanno sparando prezzi assurdi. Ma la crisi esiste o è solo una mia fantasia?
Ritratto di Gino2010
21 gennaio 2015 - 15:04
e non quasi nuovo,forse da rottamare
Ritratto di onlyroma
21 gennaio 2015 - 16:05
A me piace sempre parlare di cose che conosco. Se scrivo che con 25000€ compri una BMW quasi nuova è perché è così. Se nn sei convinto basta che apri autoscout e vedrai che ci sono X1 con 3000-10000 km anche a meno. Ciao e verifica mi raccomando. P.s. Stiamo parlando di una BMW piaccia o meno. Ti dirò di più. Per come la penso io anche una X1 a 25000€ sono troppi.
Ritratto di Gino2010
22 gennaio 2015 - 14:51
porta aperta.Al momento non verifico nulla e ti credo perchè non prevedo a breve di comprare nulla.Però fare come fai tu significa fare due pesi e due misure:che senso ha confrontare una macchina usata con una nuova?pure una ferrari dopo 50.000 km costa meno di una serie 6 bmw,(poi magari dati alla mano mi contraddirai ma è un esempio),ma ci sarà un perchè,che dici?
Ritratto di onlyroma
22 gennaio 2015 - 16:46
......ha senso quando devo acquistare una macchina,sapere che con la stessa cifra posso comprarmi una premium. io preferisco viaggiare su una bmw "usata" con 5000km invece di viaggiare per primo su una Mokka. Poi calcola che la Opel dopo 2-3 anni varrà 10000€ se sei fortunato. Cmq il mio ragionamento vale x tutte le marche,per me costano tutte troppo,stanno salendo di prezzo esageratamente. Naturalmente è una mia idea,se tutti ragionassero come me nessuno acquisterebbe le auto nuove ed io non troverei auto usate. Quindi ben vengano persone che acquistano auto a 25000€ e le rivendono a meno della metà dopo pochi anni.
Ritratto di Gino2010
23 gennaio 2015 - 15:34
E' come avessi detto:viva i fessi.Hai considerato nell'acquisto dell'auto usata la possibilità della fregatura?anche io tante volte ho fatto il ragionamento che fai tu ma vivendo nel paese delle raccomandazioni,degli scandali,della corruzione,dell'evasione,sinceramente ho sempre preferito comprare un'auto nuova dopo un'attenta riflessione e tenerla il più a lungo possibile.Dalle mie parti è già capitato che più di un concessionario si è trovato sotto processo perchè truffatore proprio per quanto riguarda il mercato dell'usato.Nessuno regala niente.
Ritratto di maurino53
5 gennaio 2016 - 23:17
non puoi mettere a confronto una mokka con una BMW....non sono ella stessa linea....se mai puoi farlo con una audi o altre. una BMW a quel prezzo senz 'altro avrà dei problemi....
Ritratto di onlyroma
5 gennaio 2016 - 23:22
Mi piace il rischio. Naturalmente se non sai cosa stai comprando meglio non rischiare. Ma per fortuna sono uno che sa quello che compra . Il meccanico non lo vedo da 15 anni. Sono un meccanico fai da te. Basta avere fantasia di studiare e imparare e molta passione.
Ritratto di Ivan92
21 gennaio 2015 - 13:44
6
Ma ha tanti lati positivi come emerge nella prova, pratica, sicura, di buona qualità, parca nei consumi e con prestazioni in linea con la concorrenza, comunque come già detto da onlyroma concordo in pieno sul fatto che con 25'000 euro in mano ci sono altri tipi di auto a km 0 o con qualche mese di vita che saranno sicuramente più soddisfacenti da possedere (e vale un po' in generale per tutte le automobili pagate al prezzo di listino e con gli optional) È un modello simile a quello provato si trova a meno di 20'000 euro nuovo e mai immatricolato.
Ritratto di Moreno1999
21 gennaio 2015 - 14:10
4
A me più che ben fatti sembrano asfissianti. Mi spiego, il volante è enorme e "pieno" (oltre che con una forma secondo me bruttissima). La consolle è enorme, altissima e piena di tasti. Inoltre le forme tondeggianti del cruscotto e il grande tunnel di trasmissione non aiutano. I vetri minuscoli non fanno altro che amplificarne l'effetto. Insomma, boh, anche fuori è carina ma mi sembra quasi che stia già invecchiando. Sinceramente comprerei altro, anche tra le rivali c'è qualcosa di meglio. Per fortuna che ora toglieranno il vecchio 1.7 isuzu...
Pagine