PROVATE PER VOI

Opel Corsa: "Motorone" e sicurezza

Prova pubblicata su alVolante di
luglio 2008
  • Prezzo (al momento del test)

    € 19.900
  • Consumo medio rilevato

    15,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    132 grammi/km
  • Euro

    4
Opel Corsa
Opel Corsa 1.7 CDTI Cosmo 5 porte
L'AUTO IN SINTESI

In un’auto lunga quattro metri è raro trovare un turbodiesel 1.7 e con una potenza di ben 125 cavalli. Si tratta di un quattro cilindri brillante in accelerazione, ma scarso in ripresa.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
2
Average: 2 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
5
Average: 5 (1 vote)
Dotazione
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Per la linea, per il motore e per la sicurezza

La linea piuttosto grintosa piace ai giovani. I 125 cavalli di cui dispone le permettono di sgusciare bene nel traffico ma anche di viaggiare senza problemi su lunghi tratti autostradali, ma per guadagnare un di velocità dopo un rallentamento è necessario cambiare marcia.

La Opel Corsa 1.7 CDTI è una di quelle vetture che si possono definire “polivalenti”: va bene in città, sui percorsi tortuosi, e pure nei viaggi di un certo impegno. La linea è equilibrata e il frontale mostra una certa grinta: per questo piace molto anche ai giovani.

Il motore risponde bene all’acceleratore, soprattutto se viene tenuto “allegro”. Tuttavia, sebbene adotti una turbina a geometria variabile (che dovrebbe aiutare soprattutto nelle riprese da basso regime), in realtà risulta un po’ pigro e solo scalando marcia recupera bene velocità dopo un rallentamento.

Lo sterzo è preciso in velocità e non affatica, mentre le sospensioni hanno una taratura corretta, che favorisce la tenuta strada. Lo spazio a bordo non manca, ma il divano posteriore risulta un po’ rigido nella parte centrale.

 

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Spazio alla qualità

Le finiture sono buone ma la qualità dei materiali è poco omogenea. Il design degli interni è comunque gradevole e le poltrone davanti sono sagomate in modo da trattenere bene in curva, oltre a essere ampie e comode. Il divano posteriore è largo abbastanza per tre, ma il posto centrale, rialzato e poco imbottito, non è il massimo della comodità. Nel bagagliaio c’è molto spazio (siamo ai vertici della categoria) e anche due comodi vani laterali per riporre piccoli oggetti.

Plancia e comandi
La particolare “laccatura” delle razze del volante (ove sono riportati i comandi per la radio) si ritrova anche sulla consolle (dove sono sistemati, comodi da raggiungere, i principali pulsanti e manopole), e conferisce alla plancia una certa eleganza. La strumentazione, ben illuminata, si distingue per la grafica chiara e leggibile. Peccato che, come accade per molte auto, manchi il termometro dell’acqua: e in sostituzione non c’è neppure una spia.

Abitabilità
L’abitacolo è meno “serioso” rispetto a quello di altre auto tedesche.  E a un buon livello delle finiture (che appaiono curate), corrispondono materiali non sempre di qualità, come quelli dei “coperchi” degli airbag laterali e dei rivestimenti delle porte in plastica rigida. In compenso, lo spazio non manca, sia in larghezza sia in altezza, e i sedili anteriori sono comodi e ben profilati, oltre che dotati di una funzionale leva per la regolazione in altezza. In aggiunta, sotto il sedile del passeggero anteriore, c’è un pratico cassetto estraibile. Il divano ha lo schienale sdoppiato e sarebbe ampio a sufficienza anche per tre persone, se non fosse per la parte centrale un po’ rigida e rialzata.

Bagagliaio
La “bocca” di carico, piuttosto stretta in basso, è sufficientemente ampia nella parte alta, permette di accedere a un vano regolare e ben sfruttabile. Il baule è tra i più ampi fra quelli delle auto di queste dimensioni: ospita senza problemi le valigie che servono per una breve vacanza in cinque. Inoltre, dispone di pratici vani laterali (che consentono di stivare piccoli oggetti), ed è un peccato che la soglia di carico sia un po’ alta da terra e che con lo schienale posteriore reclinato, non si ottenga un pavimento “piatto”.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Per tutte le occasioni

Basta superare i 2000 giri per godere del pieno brio del motore, che in combinazione con un assetto davvero rigoroso rende la guida sulle strade extraurbane piacevole e divertente. Il generoso turbodiesel ha sei marce e in autostrada “lavora” a regimi contenuti: è quindi silenzioso, e neppure i fruscii, né il rotolamento dei pneumatici, disturbano la tranquillità del viaggio. In città, infine, la Corsa non fa affidamento soltanto sulle dimensioni compatte (quattro metri giusti giusti), ma pure sullo sterzo “morbido”. Peccato che in manovra, dietro, la visibilità sia limitata.

In città
Il ridotto diametro di svolta e lo sterzo leggero, conferiscono alla Opel Corsa 1.7 CDTI un’agilità apprezzabile, soprattutto nei centri urbani. Peccato che la forma dei montanti posteriori penalizzi la visibilità nelle manovre: attenzione a valutare bene gli ingombri.

Fuori città
Il buon controllo sull’assetto esercitato dalle sospensioni e la brillantezza del motore (che si nota soprattutto fra i 2000 e i 4000 giri) rendono gradevole e appagante la guida sui percorsi misti. Inoltre, anche nei rapidi cambi di traiettoria, come nelle manovre di emergenza in velocità, la Corsa non si scompone e non “dondola” mai troppo.

In autostrada
La “polivalenza” di questa vettura si consacra proprio nei lunghi viaggi, dove si apprezzano la silenziosità del motore (che ai “canonici” 130 km/h gira tranquillo, in sesta marcia, ad appena 2200 giri), i ridotti fruscii aerodinamici e la contenuta rumorosità dei pneumatici. All’arrivo non si è mai “rintronati”.

QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Sui livelli delle auto più grandi

Oltre che ai vertici in fatto di protezione degli occupanti, i test EuroNcap hanno certificato la Corsa come una delle auto meno “offensive” nel malaugurato caso che si investa un pedone. Assieme  ad ASR ed ESP, la Corsa offre di serie anche il CBC (che aiuta a mantenere la traiettoria quando si frena in curva); la dotazione di airbag comprende sei elementi.

Nell’ambito della sua categoria la Opel Corsa è una tra le più curate sul piano della sicurezza attiva e passiva: di serie dispone, infatti, di ben sei airbag (quelli anteriori e laterali più quelli per la protezione di torace e testa anche per chi siede dietro), dell’ABS con sistema elettronico CBC (che riduce il rischio di sbandate se si frena in curva) e, come per tutte le Corsa, dei controlli di stabilità e di trazione. Nei crash test dell’Euro NCAP ha riportato ottimi risultati: cinque stelle per la protezione di pilota e passeggeri, tre per i bambini sugli appositi seggiolini e tre anche per quanto riguarda la tutela dell’incolumità dei pedoni in caso di investimento.

NE VALE LA PENA?
3
Average: 3 (1 vote)
Soprattutto per la versatilità

Il suo vero punto di forza è la versatilità. Con un bagagliaio capiente e 125 cavalli non ha problemi ad affrontare un lungo viaggio. Grazie agli ingombri contenuti se la cava bene anche in città.

Non costa poco, ma è la versione più accessoriata e non delude in fatto di spazio e potenza del motore. Va bene per chi cerca una vettura compatta con la quale alternare l’utilizzazione nei centri urbani a viaggi autostradali piuttosto lunghi.

PERCHÉ SÌ
 
 

Comfort 
È una piacevole sorpresa: quando si esce dalla città e si devono affrontare percorsi lunghi e impegnativi, il motore non fa baccano e si viaggia davvero comodi.

Sicurezza
Di alto livello: la Opel Corsa dispone di sei airbag di serie, dei controlli di stabilità e trazione e vanta eccellenti risultati nei crash test EuroNcap.

Tenuta di strada 
Anche quando si vuole “esagerare” un po’ e ci si mette a guidare con piglio sportivo, la vettura risponde prontamente e in modo sincero: è “ben piantata” a terra.

PERCHÉ NO
 
 

Dettagli  
A bordo si percepisce la buona qualità costruttiva; peccato che alcune parti in plastica, come quella utilizzata per rivestire le portiere, non facciano buona impressione.

Ripresa 
Tutto bene fra 2000 e 4000 giri, ma al di sotto di questa soglia il motore diventa un po’ pigro nella risposta. Per avere più brìo è bene scalare marcia.

Visibilità
La forma dei montanti posteriori, piuttosto “massicci”, rappresenta un fastidioso limite nelle manovre e in retromarcia. Consigliabili i sensori di parcheggio (che sono tra gli optional).

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 3400 giri   189,9 km/h 195 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,5   9,9 secondi
0-400 metri 16,9 134,1 km/h non dichiarata
0-1000 metri 31,1 167,2 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 37,8 156,2 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 36,2 144,2 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 14,3   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,2 km/litro 15,9 km/litro
Fuori città   17,0 km/litro 24,4 km/litro
In autostrada   14,5 km/litro non dichiarato
Massimo   7,6 km/litro non dichiarato
Medio   15,4 km/litro 20,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   37,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   63,6 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   135 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,2 metri 11,5
Cilindrata cm3 1686
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 92 (125)/4000
Coppia max Nm/giri 280/2300
Emissione di CO2 grammi/km 132
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 400/174/149
Passo cm 251
Peso in ordine di marcia kg 1265
Capacità bagagliaio litri 285/1100
Pneumatici (di serie) 195/55 R 16
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 3400 giri   189,9 km/h 195 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,5   9,9 secondi
0-400 metri 16,9 134,1 km/h non dichiarata
0-1000 metri 31,1 167,2 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 37,8 156,2 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 36,2 144,2 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 14,3   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,2 km/litro 15,9 km/litro
Fuori città   17,0 km/litro 24,4 km/litro
In autostrada   14,5 km/litro non dichiarato
Massimo   7,6 km/litro non dichiarato
Medio   15,4 km/litro 20,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   37,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   63,6 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   135 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,2 metri 11,5
Cilindrata cm3 1686
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 92 (125)/4000
Coppia max Nm/giri 280/2300
Emissione di CO2 grammi/km 132
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 400/174/149
Passo cm 251
Peso in ordine di marcia kg 1265
Capacità bagagliaio litri 285/1100
Pneumatici (di serie) 195/55 R 16
Opel Corsa
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
28
29
24
12
10
VOTO MEDIO
3,5
3.514565
103
Aggiungi un commento
Ritratto di Mike Delfino
1 marzo 2011 - 08:44
semplicemente perfetta
Ritratto di gear90
11 aprile 2011 - 16:43
.. non perchè la posseggo, ma la parola magica è davvero VERSATILITA'...
Ritratto di VatyKo88
26 aprile 2011 - 22:48
io possiedo una sport equipaggiata con il 1.7.. e devo dire ke a parte qualche scricchiolio (relativamente accettabile con assetto ribassato e rigido + gomme basse) e qualche leggera vibrazione sul pedale della frizione (non so come mai ma non sempre succede) è semplicemente FANTASTICA!!!
Ritratto di carlavb
29 ottobre 2011 - 23:06
Io vorrei sapere chi è quel c.......e che ha disegnato la plancia con 2 occhi da civetta, il naso a triangolo e la bocca tonda. Sarà versatile ma la plancia è orrenda.
Ritratto di gig
31 ottobre 2011 - 20:23
COME SI fa!