PROVATE PER VOI

Peugeot 2008: allegra e non troppo assetata

Prova pubblicata su alVolante di
marzo 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 23.110
  • Consumo medio rilevato

    15,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    110 grammi/km
  • Euro

    6
Peugeot 2008
Peugeot 2008 1.2 PureTech Turbo 110 CV GT Line EAT6
L'AUTO IN SINTESI

Il restyling del 2016, che ha riguardato soprattutto il frontale e la parte posteriore, ha conferito alla Peugeot 2008 un aspetto quasi da suv: spiccano, in particolare, l’ampia mascherina cromata e le protezioni in plastica sui passaruota. La GT Line della prova si riconosce per gli inserti color acciaio sotto i paraurti e per le barre sul tetto nere. L’abitacolo, spazioso per quattro adulti,  ha un aspetto moderno ed è ben rifinito; il cruscotto è rialzato rispetto al piccolo volante, e lo schermo di 7” integra i controlli della radio e del navigatore (optional). Completo il sistema multimediale: i protocolli MirrorLink e Apple CarPlay permettono di riprodurre nel display tattile lo schermo degli smartphone, per utilizzarne le diverse applicazioni. Il 1.2 turbo  a benzina spinge bene fin dai bassi giri, è regolare e vibra poco. Bassi i consumi. In città l’auto è maneggevole; sulle strade tortuose si mantiene sicura e gradevole da guidare. Il comfort nei lunghi trasferimenti autostradali è elevato. Ma la 2008 si fa apprezzare anche sugli sterrati, grazie a una discreta luce a terra (16,5 cm) e al Grip Control, un controllo elettronico della trazione “evoluto” (comprendente tarature specifiche per fango, neve e sabbia) che migliora l’aderenza sui fondi scivolosi.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
2
Average: 2 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
GRINTOSA E SICURA SU FANGO E NEVE

Attraverso l’aggiornamento del 2016 la Peugeot 2008 appare più muscolosa nel look, ma si conferma agile e facile da guidare. Il tre cilindri 1.2 turbo a benzina da 110 CV ha un bel carattere: risponde con un certo brio, è fluido e vibra poco. Inoltre, non è assetato e, ben coadiuvato dal cambio automatico EAT6 con convertitore di coppia (1.200 euro), garantisce una ripresa soddisfacente. L’auto, a trazione anteriore, si comporta bene anche sui fondi viscidi grazie al Grip Control, l’efficace dispositivo elettronico (integrato nell’Esp e abbinato alle gomme M+S) che migliora la presa sul terreno. I pneumatici quattro stagioni, però, penalizzano la frenata, che ha fatto registrare spazi d’arresto davvero lunghi. Elevato, piuttosto, il comfort. La GT Line provata è la versione più costosa: di serie ha il “clima” bizona e i sensori posteriori di parcheggio. Ma la frenata automatica d’emergenza si paga a parte (250 euro).

VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
ACCOGLIENTE , CON QUALCHE “SVISTA” 

Plancia e comandi
A bordo, la cura nelle finiture, le plastiche gradevoli al tatto e la precisione del montaggio danno l’idea di essere in un’auto di categoria superiore. Anche se non granché originale, la strumentazione della Peugeot 2008 (che comprende pure il termometro dell’acqua) è completa e ha una grafica chiara. Il sistema multimediale consente di vedere nello schermo il display dello smartphone, di gestire i protocolli MirrorLink e Apple CarPlay e di utilizzare varie app, come Parkopedia (che aiuta a trovare il parcheggio). Peccato che la radio non comprenda il classico lettore di cd/mp3: lo si può avere, ma per 90 euro.

Abitabilità
A parte il tunnel alto, che dà un po’ di fastidio a chi siede al centro del divano, a bordo lo spazio per la testa e per le gambe non manca, neppure dietro. Il senso di ariosità, inoltre, è amplificato dal tetto panoramico in vetro (480 euro), completo di una tendina di oscuramento ad azionamento elettrico. Criticabili l’assenza di maniglie nel soffitto (in curva ci si accorge di quanto siano utili), il cruscotto rialzato (viene parzialmente nascosto dal volante) e la scomoda posizione delle “quattro frecce”. 

Bagagliaio
Il vano, di accesso facile, è di forma regolare; la bocca è squadrata e a filo del piano. Col divano giù il pavimento resta piatto. Bassa la soglia di carico, a 60 cm da terra.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
NON È STRESSANTE E FA VIAGGIARE SICURI

In città
Grazie alle sue dimensioni compatte, al dolce cambio automatico, allo sterzo leggero e alla prontezza di risposta del motore, nel traffico la Peugeot 2008 risulta agile. Il comfort sul pavé e sulle sconnessioni è elevato. È necessario, però, fare attenzione nei parcheggi, affidandosi ai sensori posteriori di distanza (di serie): in “retro” la visibilità è scarsa. Il consumo medio è di 12,8 km/l.

Fuori città
Sull’asfalto asciutto la macchina si guida bene: le sospensioni non sono troppo cedevoli, lo sterzo è diretto e la tenuta di strada elevata. Lo stesso sugli sterrati e i fondi viscidi: il Grip Control, con le specifiche tarature per fango, neve e sabbia, e le gomme all season di 17” fanno la loro parte nel migliorare la trazione. Il dato di consumo rilevato è di 18,9 km/l: un buon risultato.

In autostrada
Grazie all’ottimo isolamento acustico e alle sospensioni ben tarate, questa crossover è poco affaticante anche nei lunghi trasferimenti. A 130 km/h, in sesta, il 1.2 “lavora” a 2700 giri, con una buona riserva di potenza e la capacità di recuperare velocità in fretta (rapide le scalate del cambio automatico). La percorrenza media (14,1 km/l) è elevata per una 1.2 a benzina.

PERCHÉ SÌ

Finiture 
La vettura è realizzata con attenzione. Di qualità anche i materiali.

Grip Control
Questa crossover si muove bene sui fondi difficili grazie al dispositivo elettronico che fa da differenziale autobloccante. 

Motore
Il tre cilindri 1.2 turbo è pronto nella risposta, ha un funzionamento omogeneo e consente bassi consumi di benzina.

Piano di carico
È poco distante da terra, a filo della soglia e resta piatto anche a divano reclinato.

PERCHÉ NO

Cruscotto
In posizione molto rialzata, viene in parte coperto dal volante, anche quando questo è regolato nella posizione più in basso.

Frenata
Gli spazi di arresto rilevati con le gomme M+S sono lunghi.

Maniglie
Vista la cura generale mostrata nell’abitacolo, stupisce l’assenza degli appigli al soffitto.

“Quattro frecce”
Il pulsante che serve per attivarle, nella consolle centrale, non è ben visibile.

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 1199
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 81 (110)/5000
Coppia max Nm/giri 205/1500
Emissione di CO2 grammi/km 110*
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (automatico) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 416/174/156
Passo cm 254
Peso in ordine di marcia kg 1150*
Capacità bagagliaio litri 360/1194
Pneumatici (di serie) 205/50 R17


*Col cambio automatico a sei marce EAT6 (1.200 euro).

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 4900 giri   185,6 km/h 188 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 11,3   10,3 secondi
0-400 metri 17,7 124,5 km/h non dichiarata
0-1000 metri 32,9 156,6 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 30,5 158,2 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 29,1 159,4 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 3,3   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 8,7   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,8 km/litro 16,9 km/litro
Fuori città   18,9 km/litro 24,4 km/litro
In autostrada   14,1 km/litro non dichiarato
Medio   15,4 km/litro 20,8 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   42,1 metri non dichiarata
da 130 km/h   71,3 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,2 metri 10,4
Peugeot 2008
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
109
125
72
50
71
VOTO MEDIO
3,4
3.35363
427
Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
18 gennaio 2018 - 19:37
mi pare che finalmente siano tornati ai comandi a tasti per il clima.
Ritratto di Moreno1999
18 gennaio 2018 - 22:47
4
Questa è nata nel 2012 ovvero un anno prima della 308, prima Peugeot con i comandi raggruppati nel touch
Ritratto di dottorstrange
18 gennaio 2018 - 21:54
Quest'auto anche da rinfrescata porta i segni del tempo. Ci sono una decina di più o meno nuovi competitori nel segmento che credo preferirei a questa (che fra l'altro non costa nemmeno poco, a quanto pare). Appena uscita però era carina! Ma omai è roba da preistoria.
Ritratto di Demon_v8
18 gennaio 2018 - 22:26
A me piace e anche molto..soprattutto nel colore argentato e nera, è molto elegante..finiture ottime, molto buono il feeling al volante, motori diesel da 100 e 120 cavalli brillanti e parsimoniosi
Ritratto di Moreno1999
18 gennaio 2018 - 22:52
4
Linea inquietante. A un muso tutto sommato gradevole si unisce un profilo rovinato dalla linea di cintura molto bassa e da un’inutile gibba che la fa sembrare come una doblò a tetto alto. Dietro è semre stata pesante, con quei fari alti e il portellone a tutta larghezza. Forse è più sfruttabile e destinata alle famiglie rispetto ad altre rivali che paiono più giocattoli che automobili e a sua discolpa posso dire che ha una bellissima gamma di colori, come quel turchese/smeraldo. Assurdo poi leggere ancora nei difetti la frenata lunga con le gomme M+S. Piuttosto scrivetelo per chiarezza, ma non tra i difetti
Ritratto di GiO1975
19 gennaio 2018 - 10:09
"Frenata Gli spazi di arresto rilevati con le gomme M+S sono lunghi." non la prendo nemmeno in considerazione.
Ritratto di BARRACUDA74
19 gennaio 2018 - 13:12
L' estetica e' soggettiva, e ci mancherebbe... personalmente ritengo i modelli Peugeot forse i piu' brutti sul mercato. personalmente li ritengo inacquistabili.. e dire che sbavavo per le 205 gti e 1606 rallye.....
Ritratto di BARRACUDA74
19 gennaio 2018 - 13:13
106... ovviamente
Ritratto di grande_punto
19 gennaio 2018 - 14:03
4
Non male, sopratutto in allestimento gt line e colore bianco. Personalmente con il 1.2 non la comprerei mai..
Ritratto di tramsi
19 gennaio 2018 - 14:07
Su Auto di questo mese è stata confrontata la C3 Aircross, con la stessa accoppiata motore/cambio di quella della 2008 dell'articolo, con Kona e Stonic manuali. L'automatico della C3 ha sorpreso per la sua reattività e, globalmente, la migliore è risultata essere la Kona, che è anche la più costosa. Ma è stradotata per la categoria, quella in prova aveva anche i sedili a totale regolazione elettrica, riscaldabili e addirittura ventilati.
Pagine